Capitano Ultimo: “Abbiamo toccato Renzi & C. e siamo stati spazzati via”

(di Gianni Barbacetto – Il Fatto Quotidiano) – “Ultimo, il capitano” porta sul canale Nove, domenica 18 e lunedì 19 ottobre, il racconto dei successi e delle cadute di Ultimo, il capitano dei carabinieri che arrestò Totò Riina. “Racconta la nostra attività, attraverso interviste e testimonianze. È il mondo visto dagli occhi di chi ha combattuto, senza propaganda, senza manipolazioni. È il racconto del nostro lavoro, del lavoro del nostro gruppo, anzi dei diversi gruppi che si sono succeduti negli anni”.

Da dove parte il racconto?

Segue il filo cronologico delle battaglie che abbiamo combattuto, io e le persone che erano con a me, a partire delle indagini fatte a Milano a fine anni Ottanta durante l’indagine antimafia Duomo Connection, fino all’inchiesta della Procura di Napoli sulla Consip.

Nell’inchiesta Consip avete sfiorato la famiglia Renzi. Che reazioni avete ottenuto?

Niente, siamo stati semplicemente annientati, spazzati via. Con la gioia di tutti, evidentemente, non solo della famiglia Renzi.

Nella sua vita ha avuto spesso delle svolte, dei passaggi bruschi, delle cadute.

È perché è una vita vera, non una vita addomesticata. Quindi senza paracadute. Vivi credendo in quello che fai senza appartenere a schieramenti, senza appartenere a lobby, anzi disprezzando tutto ciò che è schieramento e lobby.

Spesso non vi hanno difeso neanche coloro che per dovere istituzionale dovevano essere dalla vostra parte.

Certo, perché non appartengo ad alcuno schieramento o lobby.

A volte non vi ha difeso neppure l’Arma dei carabinieri.

Ma la parola carabinieri è una parola grande, come popolo, come società. Tu devi guardare le persone. Ci sono delle piccole leadership dominanti in determinati piccoli periodi. Quelle piccole leadership dominanti a volte non sono state in grado di proteggere me, ma neanche la società e i cittadini.

Com’è stata la sua uscita dall’Aise, il servizio segreto militare?

È stata un atto di responsabilità immensa da parte mia e dei carabinieri che stavano insieme a me, per tutelare l’agenzia, cioè i servizi segreti, e l’Arma dei carabinieri, per toglierla da manipolazioni di lobby o partitini o partitoni. È stata una mia scelta, per togliere dalle polemiche settori importanti dello Stato come i servizi e l’Arma dei carabinieri. L’ho fatta in buona fede, con amore sia per l’Arma, sia per i servizi segreti, dove ho trovato persone serie, motivate, oneste, con cui non ho avuto mai alcun motivo di lite.

Com’è stato poi il rientro dall’Aise ai carabinieri?

Siamo stati semplicemente annientati e perseguitati in maniera indegna. Non è stato un buon ritorno. Le persone praticano il potere, lo hanno praticato in maniera distruttiva verso venti carabinieri. Spero che siano felici e si sentano realizzati di avere annientato e cancellato venti grandi combattenti. Così, per capriccio di alcuni o di pochi.

Passare dal Ros Carabinieri al Noe e poi dall’Aise alla Forestale è stato per lei una sconfitta, o una diminuzione degli strumenti che aveva a disposizione per intervenire?

Ma guardi, io intanto sono sempre un privilegiato e non me lo dimentico. Quindi chiedo scusa a tutte le persone che hanno fame, che non hanno casa, che vivono in condizioni disperate. Detto questo, ho avuto modo di vedere che esistono delle lobby e degli altissimi funzionari che non servono il Paese, ma si servono del Paese e del ruolo che hanno per praticare il dominio. Sono felice di non essere uno di loro e quindi mi dà perfino fastidio parlarne. Sono feccia.Ha ancora le aquile che allevava?

Sì, ci sono ancora le aquile, ora purtroppo le vedo poco perché il mio nuovo incarico mi prende molto tempo. Però le porto sempre nel cuore, il rapporto con le aquile è un rapporto di amore e va al di là della presenza fisica. È un modo di essere, di pensare. Loro sono la libertà, il vento, la dignità.

C’è ancora anche La Mistica?

Sì, è una casa famiglia dove aiutiamo i poveri, i mendicanti abbandonati da tutti. E lo facciamo nel nome di Gesù, cercando di seguire gli insegnamenti di Gesù, consapevoli di essere indegni suoi seguaci.

È passato dall’essere un combattente a fare l’assessore all’Ambiente nella giunta regionale in Calabria: è passato alla politica, che tanto spesso aveva indagato e anche sanzionato.

Io continuo a combattere esattamente come facevo da carabiniere. Cerco di progettare i territori e il futuro dei territori insieme alle comunità che vivono nei territori, ascoltando e cercando di sostenere i loro sogni e non imponendo i miei o quelli di qualcun altro, rivendicando il valore dell’autodeterminazione delle comunità e cercando di impedire a chiunque, ’ndrangheta o lobby, di manipolare le comunità e le legittime aspirazioni alla dignità, all’uguaglianza, alla fratellanza. Questa è la politica che mi piace molto.

Abituato a cambiare spesso vita, come vede il suo futuro ora? Ha progetti di nuovi cambiamenti?

Adesso è morta la presidente della Calabria, Jole Santelli, che mi aveva voluto nella sua giunta. Continuerò ancora per i pochi mesi che rimangono a fare l’assessore all’Ambiente, poi tornerò a essere il niente da cui provengo. Sulla strada, sempre accanto ai più deboli. Sa, ho anche la mia età, è giusto dare spazio ai più giovani.

Qualcuno l’aveva definita prete-carabiniere.

Io mi definisco un combattente. Resto un carabiniere e morirò carabiniere. Perché ce l’hai nel sangue e nel cuore, per sempre.

15 replies

  1. Nessuno disconosce l’opera immensa del Capitano Ultimo MA vorrei che spiegasse come pensa di coniugare il suo grande amore per la Giustizia se poi va in giunta con la Santelli e quello che significa Forza Italia. Mi auguro che scriva un libro (magari da pubblicare Post-mortem, il più tardi possibile, ovviamente…) dove sveli i segreti “inconfessabili” che haNNO accompagnato la sua splendida carriera e l’hanno messo in condizioni di “vedere” la realtà dei fatti. Purtroppo le sue scelta politiche di fine carriera non mi fanno ben sperare…

    "Mi piace"

    • Sono d’accordo. È proprio questa la mia perplessità. Inoltre potrebbe spiegare (cosa che non ha fatto Andreotti, ad esempio,) tutte le porcherie che ha visto con i suoi occhi commesse dai politici mafiosi che ancora oggi massacrano il Paese? QUELLO sarebbe il vero eroismo al servizio dell’Italia! Poiché siamo umani capisco che non vorrebbe morire nello svelare i suoi segreti (perché questo gli succederebbe) ma almeno le sue memorie dopo morto (tra cent’anni) potrebbe lasciarle ai posteri…

      "Mi piace"

      • Argomentazione ardita…magari fosse così. Purtroppo temo altre motivazioni. Appena eletto come consigliere venne intervistato in tv (nei soliti Talk spazzatura, dalla Panella, credo…) e disse cose da “Politico di Sistema” che mi lasciarono esterrefatto. Ricordo che rimasi molto perplesso, disorientato e deluso. Quindi non credo alla buonafede del suo comportamento anche se non ne comprendo, onestamente, le motivazioni. Potrebbe avere le sue buone ragioni…

        Piace a 1 persona

  2. Boh!
    Questa insistenza sull’essere, innanzitutto e soprattutto, un Combattente (con la C maiuscola) mi lascia alquanto
    perplesso.
    Non sempre chi combatte, anche con accanimento, lo fa per i giusti motivi e dalla parte giusta.
    Come giustamente ha rilevato Telemacon, se passi tutta la vita a combattere la Mafia come diavolo fai ad
    intrupparti in una giunta dominata da un partito che con la mafia ha avuto così tanti punti di contatto?
    O non hai capito niente ed hai sempre combattuto cogli bendati, oppure sai benissimo come stanno le cose
    ed hai comunque interesse a compiere scelte altrimenti incomprensibili.
    Questa intervista autocelebratoria non mi è piaciuta per niente.

    Piace a 2 people

    • Infatti! Ciò che lascia perplessi è che una persona-simbolo come lui, dopo una vita passata a combattere la mafia, decide di candidarsi con il partito FONDATO dalla mafia. Quindi i casi sono due: ha capito che la mafia NON la sconfiggeremo mai perché troppo forte il suo collegamento con la politica e gli italioti e gli itaglioni di questo Paese sono ancora troppi oppure…ditemelo voi! Certo che tutto ciò ha il sapore di una sconfitta incommensurabile.

      Piace a 1 persona

      • ….ma non facciamo il solito errore…se non e’ di sinistra…non vale nulla …E’ ora di cambiare lo
        schema fisso cosi tanto decantato..la cosa piu’intelligente che ha detto e’ stata
        ” carabinieri..societa’…popolo …non sono persone…
        e c’e’ del marcio dappertutto…a sinistra come a destra …cresciamo su questi concetti.

        "Mi piace"

      • È proprio questo il punto, invece! La mancanza di memoria quando non si parli addirittura di mancanza di informazione. La Destra o la Sinistra o il Centro non c’entrano proprio niente! Dimentichi che Berlusconi ha fondato Forza Italia con i soldi e l’appoggio della Mafia. Come stabilito dalla Corte di Cassazione che ha sbattuto in galera Dell’Utri per 7 anni, punta di un iceberg che ha visto “le peggiori cose” dalla Fininvest ad oggi! Quindi non si tratta di ideologie ma non conoscere i fatti impedisce un giudizio corretto. Il Capitano Ultimo è entrato a piene mani nella Casa del Diavolo che pensiamo sabbia combattuto per anni. Pensiamo e vogliamo crederlo…Ma perché quando è stato scoperto il covo di Riina (il Capo dei Capi che LUI ha arrestato!) NON è stato perquisito a dovere? Sembra fosse pieno zeppo di documenti compromettenti…Cogliamo accettare il fatto che la corruzione politico-mafiosa gli abbia impedito di farlo MA quando puoi scegliere scegli Forza Mafia? E lascia stare destra e sinistra che mette fuori fuoco il cuore del problema.

        Piace a 2 people

  3. mi viene in mente l’ex ministro della difesa messicano Salvador Cienfuegos arrestato a Los Angeles su ordine della DEA….bah!
    a volte sono proprio quelli si dichiarano contro la mafia e poi si scoprono collusi i Salvo, i Lima, alcuni Giudici tipo Carnevale, politici tipo Andreotti, poliziotto, carabinieri ecc ecc
    più che le dichiarazioni bisogna guardare le azioni

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.