Guardia Sanframondi: “Sebastianelli, il vuoto perfetto da riempire”

(Raffaele Pengue) – Cari ragazzi, perché sopravvalutate il candidato sindaco della lista “Guardia sei tu”? Il candidato sindaco non ha un vero progetto politico o addirittura culturale per la propria comunità, non ha una strategia, non ha spazi politici, non ha idee, non ha consistenza. L’unica cosa che ha è il vuoto. Non è una battuta, è una valutazione politica. È solo il recipiente vuoto e trasparente che oggi Floriano riempie come vuole. Il suo punto di raccolta indifferenziata, la buca delle lettere o un cassonetto, se preferite, di notevole capienza. La sua discarica o il collettore di coloro che temono non tanto la propria anagrafe ma per quella dei propri figli, delusi per aspettative personali, carriere frustrate, dissensi politici, o perfino divergenze. In più, mancando di qualunque contenuto, è un ottimo marsupio per depositare le idee più strampalate: è la promessa di restare nel passato, altro che futurista. La sua vacuità è oggi la sua vera risorsa. Perché non è portatore di un suo progetto – se non quello del suo padrino-mentore -, non ha punti fermi e non negoziabili, non ha un nucleo di pensieri suoi e di proposte forti; è solo la confezione ideale per essere riempita, veicolata e magari scagliata contro l’avversario. Attenzione, però, il candidato sindaco della lista “Guardia sei tu”, Sebastianelli è pure un buon involucro per avvolgere l’analfabetismo funzionale, perché non portando nulla di suo, essendo un portatore sano e provvisorio di idee altrui, è utile alleato per qualsivoglia proposito. E non dispiace nemmeno a piccoli cenacoli pseudo-intellettuali guardiesi che non troverebbero collocazione fuori dal presente quadro, che da anni cercano spazi e visibilità e con Floriano hanno trovato l’icona giusta su cui cliccare per accedere alla visibilità, il gadget per i loro discorsi e progetti strampalati; e sapendo che si tratta di un contenitore neutro e asettico, di un conduttore atermico, possono continuare a usarlo come credono.

Quando si dice che il candidato sindaco della lista “Guardia sei tu” è il nulla – sia chiaro –  non si esprime disprezzo ma una rigorosa valutazione politica. Perché è chiaro a tutti che non è portatore di sue idee, lui parla, dopo aver orecchiato; deve avere una chiavetta tra le scapole per caricarlo al punto giusto. Un carillon da piazza, da ballatoio, una scatola vuota. Se provate a esaminare il suo programma elettorale, il suo linguaggio vi accorgete che la fonte principale delle sue dotte riflessioni politiche è il nulla cosmico, sono i proverbi o comunque le frasi fatte. Le dice però con tono erudito come se stesse rivelando una verità nascosta: “Comunità, bellezza, ambiente, mobilità”, e gli analisti da bar tutti lì a incensare sui social il suo coraggio e la sua lucidità, il tono competente, osservano l’acume strategico delle sue scelte. Un giorno dirà, “Il lupo perde il pelo ma non il vizio” e inebriati dalla sottile allusione, gli osservatori da spritz diranno: abbiamo finalmente un degno erede di Floriano per la Guardia del futuro. È chiaro che il lessico è attinto direttamente dalla scuola di politologia panziana. Ma l’ovvietà rassicura, fa sentire anche i cretini persone intelligenti che capiscono la politica, e soprattutto conferma la sua promettente vacuità: ognuno inserisce dentro Sebastianelli quel che lui crede, pensa o preferisce.

Ma non sopravvalutate la sua vacuità, è l’unico suo punto di forza e di consenso. Anche perché rispecchia il più generale vuoto della politica panziana, di cui da almeno da un decennio è l’indossatore perfetto. Piuttosto, concentratevi sul suo padrino-mentore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.