Le sardine e gli arancioni

(Pietrangelo Buttafuoco) – Gilet arancioni in Italia, furia nera negli Stati Uniti. Afroamericani contro Donald Trump, ed è guerriglia. I populisti in piazza contro Giuseppe Conte, ed è il “vogliamo i colonnelli!”. Il generale Pappalardo assembra a colpo di megafono i forconi; tutto ciò che arriva da destra suona ridicolo, tutti ne ridono ma determinare la proporzione – giusto per la sinistra che ha sempre buona stampa – è d’obbligo: Pappalardo sta ai forconi come il già tramontato Andrea Santori sta alle sardine. Insomma: a ciascuno il suo.

3 replies

  1. Quando Buttafuoco cerca, passeggiando sul ghiaccio fine, di paragonare i fascisti, (chiamamoli per nome) siano essi arancioni o “Aperol” o forconi o neocon, o destra estrema, casa pound, eredi del MSI ecc.ecc. in cerca di visibilità e attenzione insulsa dei media, a manifestazioni spontanee ma con motivazioni intelligibili, plausibili e condivisibili fa un dispetto alla sua considerevole cultura ed intelligenza.

    Il richiamo poi alle rivolte razziali degli USA è una battuta da infima taverna.
    Separiamo il tutto per favore, altrimenti è solo un minestrone fatto dal lavapiatti che usurpa lo chef.

    "Mi piace"