De generatione Sardinae

Sfortunati. Per riempire un vuoto di progetti politici adatti a loro, i giovani avevano inventato il format dell’assembramento: stretti stretti. Ed è diventata la parola maledetta del prossimo decennio, e un’uscita di scena da fessi

(crippa – ilfoglio.it) – Forse davvero i millennial, e la generazione Z o giù di lì, insomma i giovani che si sono affacciati al gran teatro del mondo tra la crisi del 2008 e lo sprofondo del Covid sono la generazione più sfortunata dell’ultimo secolo, quella senza chance. Almeno in Italia. In Cina o in Albania i loro coetanei si giocano la pelle per un pugno di libertà, da noi l’unico prodotto politico degno di menzione avvistato, le Sardine, “si prendono una pausa” (ma da cosa?). Sfortunati, va bene. Per riempire un vuoto di progetti politici adatti a loro avevano inventato il format dell’assembramento: stretti stretti. Ed è diventata la parola maledetta del prossimo decennio, e un’uscita di scena da fessi. “Riposo e riflessione”. E si dirà la sfiga, delle Sardine e della loro più o meno generazione. Ma forse è anche un po’ la zavorra delle idee che manca, dei libri e di uno straccio d’estetica. E il sacrificio. Non li abbiamo visti sanguinare e soffrire per nessuna causa urgente o decente (se non in casa, o tra loro, nel guscio di una privacy da difendere con le password che è forse la vera misura del loro mondo). Qui da noi, diciamo. Il verde non conta. (Ok boomer).

4 replies

  1. Premetto che le sardine non mi sono mai state particolarmente simpatiche (almeno i loro cosiddetti leaders) ed anche il loro equiparare in linea di massima la lega con il Movimento 5S l’ho trovato quantomeno ingeneroso verso il Movimento con la sua storia e le sue azioni politiche radicalmente diverse, ma non voglio addentrarmi sul merito.

    Tuttavia le sardine meriti ne hanno avuti, non fosse altro nel ribadire principi costituzionali e politici sacrosanti e un diverso linguaggio lontano anni luce dal felpone e il suo popolo, bestia compresa.

    Non dimentichiamoci inoltre che hanno sottratto le piazze a salvirus e contribuito in maniera consistente alla sconfitta dei fascio-sovranisti in Emilia… gia’ questo da solo basta e avanza.

    "Mi piace"

  2. Le sardine non hanno meriti. Sono il nulla che rappresenta il nulla.
    Solo un popolo ottenebrato e stordito da una classe politica impresentabile può aver pensato che un manipolo di studenti universitari fuori corso potesse avere qualcosa da dire e potesse offrire di più di qualche slogan da assemblea di istituto liceale, può aver sperato che questi insulsi fossero una risposta ai problemi d’Italia.
    A meno che la risposta non fosse che “se lanci un pallone a un bambino disabile ecc. ecc.”.
    Ridicoli.
    Si eclissino alla svelta.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.