Sanremo 2023, la lettera di Zelensky: “Ucraina vincerà con il mondo libero”

Il presidente ucraino invita il vincitore del Festival a Kiev: “Un giorno ascolteremo insieme la canzone della nostra vittoria”

(adnkronos.com) – “L’Ucraina sicuramente vincerà questa guerra. Vincerà insieme al mondo libero. Vincerà grazie alla voce della libertà, della democrazia e, certamente, della cultura. Ringrazio il popolo italiano e i suoi leader che insieme all’Ucraina avvicinate questa vittoria”. È il passaggio centrale del messaggio che il presidente ucraino ha inviato al Festival di Sanremo e che Amadeus ha letto, quando ormai erano passate le 2 di notte. “Abbiamo ricevuto una lettera dal presidente ucraino, rivolta a tutti i partecipanti al festival e ve la leggo esattamente come è arrivata, tradotta direttamente dall’ambasciata”, ha detto Amadeus.

“Cari partecipanti, organizzatori e ospiti del festival! Per più di sette decenni, il festival di Sanremo si sente in tutto il mondo. Si sente la sua voce, la sua bellezza, la sua magia, la sua vittoria. Ogni anno sulle rive del Mar Ligure vince la canzone. Vincono la cultura e l’arte. La Musica vince! E questa è una delle migliori creazioni della civiltà umana”, è il primo passaggio letto da Amadeus.

“Sfortunatamente, per tutto il tempo della sua esistenza, l’umanità crea non solo cose belle. E purtroppo oggi nel mio paese si sentono spari ed esplosioni. Ma l’Ucraina sicuramente vincerà questa guerra. Vincerà insieme al mondo libero. Vincerà grazie alla voce della libertà, della democrazia e, certamente, della cultura. Ringrazio il popolo italiano e i suoi leader che insieme all’Ucraina avvicinate questa vittoria”, prosegue il messaggio.

“Auguro successo a tutti i finalisti e dal profondo del mio cuore voglio invitare i vincitori di quest’anno a Kyiv, in Ucraina, nel Giorno della Vittoria. Nel Giorno della nostra Vittoria! Questa Vittoria oggi viene creata e ottenuta in condizioni estremamente difficili. Grazie ai nostri difensori! Grazie a loro coraggio, indomabilità, invincibilità. Centinaia di canzoni sono già state scritte su questo, e ne ascolterete una oggi. E sono sicuro che un giorno ascolteremo tutti insieme la nostra canzone di vittoria!”, conclude la lettera di Zelensky al festival.

Categorie:Cronaca, Mondo, Politica

Tagged as: , ,

13 replies

  1. Chi disse “Vincere e vinceremo”?
    Questo è un pazzo e noi ci andiamo dietro!
    Queste sono le premesse per la PACE?
    Che vergogna il genere umano!

    Piace a 5 people

  2. E pensare che sanscemo poteva essere sospeso per rispetto alle vittime del sisma in Turchia e Siria…invece
    alla berlusca …-nani, ballerine e canzonette! e guerrafondai!

    Piace a 2 people

    • Stefano,quando non servirà più allo zio sam… verrà messo da parte.
      Si può apprezzare la pace dopo aver subito una guerra…credimi…questi dal 2014 aveva già fatto una guerra interna… ma non gli è bastato… quindi sono dei criminali da mettere sotto processo per crimini di guerra.

      Piace a 1 persona

  3. Zelensky:Al buffone di corte bisognerebbe ricordargli che noi eravamo già in semilibertà…non avevamo bisogno di lui.Se non si sbaglia erano ottanta anni che eravamo “liberi” e vorremmo restarci.Ma gli scemi di guerra aumentano come le Sturmtruppen. https://youtu.be/77ibPd6zHpo

    Piace a 4 people

  4. Strano, si è dimenticato che la possibile vittoria (e lascia in pace la maiuscola, testa di m.) sarà grazie a tutte quelle cose la, ma soprattutto grazie alle armi di cui lo stiamo imbottendo. Infatti, contrariamente al solito, stavolta non ne ha fatto la perentoria richiesta.. vai vai, signor maglietta ,bella vittoria avrai con un paese distrutto dal tuo ego folle. Non durerai.

    "Mi piace"