I balneari e la destra dei privilegi

Il partito della Meloni, che toglierà il Reddito, ha presentato un emendamento per allungare le concessioni balneari.

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Forte con i deboli e tappetino con i forti. Il partito della Meloni, che toglierà il Reddito di cittadinanza con cui sopravvivono tre milioni di poveri, ieri ha presentato un emendamento al decreto Milleproroghe per allungare ancora una volta le concessioni balneari. Per capirci: si tratta dei permessi con cui dei fortunati gestiscono da decenni le nostre spiagge, senza consentire a nessuno di subentrare e pagare il giusto per le aree demaniali.

La responsabilità di aver garantito un privilegio senza pari in Europa, va detto, non è solo delle destre, perché anche a sinistra si sono dati da fare per cristallizzare il sistema delle concessioni, ma adesso eravamo all’ultimo metro prima di far cadere questa sorta di diritto divino sui titolari di lettini e ombrelloni. In realtà, tra i beni pubblici dove non si può nemmeno parlare di aste e libero mercato ce ne sarebbe un altro: l’utilizzo dell’etere su cui sta quasi gratuitamente seduto Berlusconi, ma figuriamoci se qualcuno si sogna di andare a bussare al padrone del vapore.

Restiamo perciò sui balneari, per i quali andavano determinate entro il 31 dicembre prossimo le sanzioni in caso di permanenza sul suolo pubblico senza aver fatto le gare. Come se fine anno fosse domani, Fratelli d’Italia ha già concluso che non c’è tempo per i bandi e proposto l’ennesimo rinvio, per quanto la data fissata dal governo Draghi sia uno degli impegni presi con Bruxelles nel pacchetto del Pnrr. Un nuovo segnale, semmai ne servissero ancora, che con questo governo i privilegi dei soliti noti non si toccano.

4 replies

  1. Pare che i concessionari siano quasi 8.000. Se consideriamo i loro famigliari (votanti) e quelli di chi ci lavora, non è un bottino elettorale tanto grande ma pur sempre utile ai partiti di vecchia data. Come si spiega allora questo scandalo del rinnovo automatico delle concessioni in barba alle direttive europee che impongono di metterle a gare d’asta?? La risposta è semplice: si chiamano mazzette elargite ai partiti delle amministrazioni comunali e regionali di quelle località.
    Il metodo universale per capire le cose, specie in Italia (la sola, in questo caso, a non essersi messa in regola), è noto in tutto l’orbe terracqueo: SEGUI I SOLDI DEGLI INCASSI e capirai tutto ciò che appare incomprensibile e misterioso!

    "Mi piace"

  2. Cogl… Zzo, dimentichi che i cinque seghe avevano prorogato le concessioni fino al 2039! E che TUTTI i cinque sedie sono contro la Bolkstain. E che lo ha stato anche la ragggi, per proteggere le tredicine! E ancora qualcuno ti dà credito, tralasciando tiraglio? Povera taglia!

    "Mi piace"

  3. Quando notai, farmacisti, tassisti e balneari, e i loro politicifan saranno messi con le spalle al muro davanti ad un … Con licenza di … Ad altezza d’uomo, l’Italia non sarà più tale e passeremmo dal feudalesimo delle gilde e delle corporazioni alla modernità. Ma chissà quando. Unico politico che si è speso per tagliare i tentacoli delle corporazioni è stato Bersani. Le cinque poltrone sono state, sono e saranno sempre pro corporazioni, come felpini, la sorella ditalia e il mafio diarcore. In perfetto stile destra retriva e reazionaria. Nei fatti. Poi a parole …

    Non voglio il male di nessuno. Per chi avesse frainteso … Difronte ad un potente spruzzo di piscio sparato ad altezza d’uomo.

    La sanità è al collasso, non tanto per mancanza di mezzi, ma di uomini. Sia mai che i cinque stronzi facessero una rivoluzione dentro e fuori mafiocitorio per l’abolizione del numero chiuso. Nsia mai!

    "Mi piace"

  4. Non pensi che uno possa avere una propria opinione anche se è diversa da quello che dicono i 5s?
    Io almeno farei pagare agli attuali gestori un canone annuale in linea con gli incassi , la gara mi puzza da morire per riciclaggio, stranieri che colonizzerebbero pure le nostre spiagge ectect
    PS. voto 5s ma non sono come gli imbecilli della mia città che fanno , a prescindere, quello che dice Gioggia.

    "Mi piace"