Grillo torna a fare il comico, ma M5S gli rinnova il contratto da 300mila euro

La consulenza del garante per la “comunicazione” dei 5 Stelle è in scadenza. Conte vuole la conferma. Malumori nel Movimento: Beppe sempre assente nelle campagne elettorali, sul blog i soliti post

(Lorenzo De Cicco – repubblica.it) – Beppe Grillo torna a fare il comico a tempo pieno, ma il M5S è pronto a rinnovargli il maxi-contratto da 300mila euro per seguire la “comunicazione” dei 5 Stelle. Giuseppe Conte lo ha già detto a chi ci ha parlato in questi giorni: il contratto, in scadenza a breve, sarà confermato per un altro anno. E allo stesso importo: 300mila euro. La mossa crea qualche malumore, fra le truppe degli eletti alla Camera e al Senato, dove il budget per i collaboratori si è già ridotto, a causa del taglio dei parlamentari, e dove andranno messe a bilancio anche le parcelle per i grandi ex esclusi dal tetto del doppio mandato, da Paola Taverna a Vito Crimi (70mila euro a testa).

Il motivo dei mal di pancia interni viene spiegato così: cosa ha fatto Grillo per la comunicazione del Movimento nell’ultimo anno? Nell’ultima campagna elettorale, per le Politiche, non si è fatto vedere, ha concesso appena una foto social, di schiena, con Conte. Per queste Regionali sono in programma zero appuntamenti in Lazio e Lombardia.  Sul suo blog, oltre a reclamizzare il nuovo spettacolo, “Io sono il peggiore”, non c’è traccia del simbolo del M5S e i post pubblicati sono i soliti, si parla di massimi sistemi: “Trasformare gli scarti di cibo in materiali più resistenti del calcestruzzo”; “L’Elevato ha costituito la Chiesa dell’Altrove”; “Motorinas elettrici in Cuba”.  Dunque, si chiedono gli scettici, perché continuare a pagarlo profumatamente per un altro anno, a magggior ragione ora che sta per imbarcarsi in un tour che lo porterà in giro per mezza Italia, perfino in Svizzera a Lugano, con una replica in calendario ogni 2-3 giorni?

Il contratto siglato ad aprile 2022 era annuale. E prevedeva, stando alla nota diramata dal M5S, una serie di attività a prima vista impegnative: “Supporto nella comunicazione con l’ideazione di campagne, promozione di strategie digitali, produzione video, organizzazione eventi, produzione di materiali audiovisivi per attività didattica della Scuola di formazione del Movimento, campagne elettorali e varie iniziative politiche”. E ancora “la promozione delle attività del Movimento all’estero, attraverso la partecipazione a convegni, giornate di studio, incontri con personalità scientifiche e istituzionali”. Un ruolo da “ambasciatore del M5S”, disse Grillo. Di tutto questo, almeno formalmente, non c’è traccia nell’attività del garante nell’ultimo anno, salvo qualche sporadica apparazione, come le “calate” a Roma, che faceva anche prima di essere stipendiato dalla sua creatura, e che a volte hanno anche peggiorato le cose, vedi l’uscita su Draghi contro Conte, riportata dal sociologo Domenico De Masi.

Conte però rigetta queste ricostruzioni. Anzi. È assolutamente soddisfatto, spiegano ai vertici del M5S, per il lavoro che viene svolto dal garante-consulente “dietro le quinte”. “Ci sentiamo quasi tutti i giorni”, va dicendo il leader. Convinto che sia  meglio affidarsi alla maestria comunicativa di Grillo che a un’agenzia di esperti del settore. Dunque rinnovo assicurato. E pazienza per i malumori interni.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

10 replies

    • esatto ti sei espesso al meglio, anzi come diceva lui negli spettacoli:”fai qualcosa, fai qualcosa”, bene spero chi lo incontri faccia qualcosa!

      "Mi piace"

  1. dai non ci credo, dopo i danni fatti, ora ha rinnovo contratto, sono prevenuto su giornalista di rep, ma vedremo quanto corte sono le sue gambe, Conte smentiscilo al più presto, chi tace…..

    "Mi piace"

  2. Seehhhhhh, e c’è qualcuno che crede che il conto non è cialtrobuffone? Avrei voluto vedere se ancora in sella avrebbe fatto l’inversione, alla diminchia, sull’Ucrania? Poveri talioti!

    "Mi piace"

  3. Il motivo dei mal di pancia interni viene spiegato così: cosa ha fatto Grillo per la comunicazione del Movimento nell’ultimo anno? Nell’ultima campagna elettorale, per le Politiche, non si è fatto vedere, ha concesso appena una foto social, di schiena, con Conte.

    NON avete capito. Grillo viene pagato proprio per starsene fuori dalle 00 da M5S, così non fa danni.

    Cmq agli spettacoli uova marce a pioggia su questo traditore e suo figlio trombatore abusivo.

    Piace a 1 persona