Quando il destino è beffardo

(Stefano Rossi) – Nella vicenda del bacarozzo n. 1 arrestato da poco, è interessante la cabala dei nomi.

Andrea BONAFEDE, lontano parente di Messina DENARO, lo ha aiutato in vari modi, tra i quali, l’uso delle sue generalità e l’acquisto dell’immobile dove viveva il latitante.

ALFONSO Tumbarello, medico di base di Andrea Bonafede, curava sotto falso nome il latitante.

ALFONSO BONAFEDE è l’ex ministro della Giustizia, del Movimento 5 Stelle, che ha voluto fortemente la riforma della giustizia e, tra le varie modifiche, aveva introdotto l’interruzione della prescrizione per tutti i reati, norma invisa dai mafiosi che sperano nei processi lunghi per giungere alla prescrizione dei reati contestati.

Riforma avversata da Salvini (pubblicamente l’avv. Alfonso Bonafede ha ricordato che Salvini si dichiarava contrario).

Il patrimonio stimato dal mafioso arrestato si aggira in diversi MILIARDI, non milioni, di euro.

ps Quelli che oggi osannano i carabinieri per l’arresto hanno votato a favore della riforma Cartabia tanto cara ai criminali. Marta Cartabia, ex presidente della Corte Costituzionale, porta il nome del dio Marte, dio della guerra e dei duelli. Sarebbe stato bello avere una riforma che sterminava le mafie invece di aiutarle.

3 replies

  1. Alfonso Bonafede, insieme a molti altri ex parlamentari e senatori del M5S durante il mandato parlamentare si sono decurtati lo stipendio e dopo due mandati, come stabilito dalle norme del movimento, sono tornati ad essere semplici cittadini. Persone oneste e di parola.
    Gente seria.
    Fate il confronto con tutti quelli degli altri partiti, tutti!

    "Mi piace"