Reddito di scemenza

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Ieri, su La7, quel gigante del pensiero che risponde al nome di Alessandro Barbano, condirettore del Corriere dello Sport (ma perché solo condirettore? Facciamolo almeno direttore!), ha brillantemente risolto col suo fiuto proverbiale il caso della guerriglia fra ultras del Napoli e della Roma: “Quanti di questi signori hanno completato i loro studi e quanti […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

23 replies

  1. Reddito di scemenza

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Ieri, su La7, quel gigante del pensiero che risponde al nome di Alessandro Barbano, condirettore del Corriere dello Sport (ma perché solo condirettore? Facciamolo almeno direttore!), ha brillantemente risolto col suo fiuto proverbiale il caso della guerriglia fra ultras del Napoli e della Roma: “Quanti di questi signori hanno completato i loro studi e quanti godono del Reddito di cittadinanza? Capisco che è una provocazione un po’ aggressiva. Ma sono curioso di capire, perché qui è il cuore del problema: la democrazia parassitaria e assistenziale con cui lo Stato governa una parte del Mezzogiorno”. E certo: è questo il cuore del problema. Se si dovesse mai scoprire che quei facinorosi percepivano il luculliano assegno mensile di 500 euro per stare sul divano (ma magari!), sarebbe inutile interrogarsi sull’abbandono scolastico; della disoccupazione, del degrado e della rabbia sociale nelle periferie urbane, soprattutto nel Centro-Sud; dei rapporti fra gruppi ultrà, criminalità comune e organizzata, estremismo politico e spesso anche società di calcio che pagano viaggi in auto, in treno, in aereo più vitto e hotel a giovinastri nullatenenti per sostenere le squadre o perché ne sono ricattate. Queste brutte cose non esisterebbero senza il Reddito di cittadinanza: infatti mica c’erano fino a tre anni e mezzo fa, quando i putribondi 5Stelle decisero di sperperare la bellezza di 7-8 miliardi l’anno ai poveri e ai disoccupati (categorie spesso coincidenti), sottraendoli ai veri bisognosi: cioè i ricchi e i ladri di Stato (categorie spesso coincidenti, ma che godono di buona stampa perché la finanziano).

    Prima non esistevano neppure mafia, camorra e ’ndrangheta, fondate giusto nella primavera 2019 per arraffare il Reddito di cittadinanza. Infatti, a ogni retata antimafia, i giornaloni mica si preoccupano per le migliaia di mafiosi in circolazione, ma perché alcuni di loro rubano 500 euro al mese di Rdc. Ora però la pacchia per i poveri sta per finire: ancora sei mesi e almeno quelli “occupabili” smetteranno di gozzovigliare a caviale e champagne con 500 euro al mese per la gioia di tutti i Barbano e i 7-800 milioni risparmiati potranno finalmente finanziare i 12 condoni fiscali del governo Meloni. Cioè torneranno ai legittimi proprietari del denaro pubblico versato da quei fessi che ancora pagano le tasse: gli evasori. La violenza dentro e fuori gli stadi, come per incanto, svanirà e gli ultras rivali si abbracceranno come agnellini nelle curve e negli autogrill, come prima del 2019. Oppure, da bravi occupabili, si troveranno un onesto lavoro nelle premiate ditte Cosa Nostra Spa, ’Ndrangheta Srl e Camorra Sas, sempreché queste – senza più il Reddito di cittadinanza – riescano a tirare avanti.

    Piace a 12 people

  2. Meno male che c’è il reddito di cittadinanza a cui dare la colpa. Se non ci fosse stato quello, già vedevo il commissario Basettoni del Corriere dello Sport trovare il vero mandante e mente occulta e evergreen di tutte le porcate italiote: Virginia Raggi.

    Piace a 8 people

  3. Grande Barbano! Quando dirigeva Il Mattino scriveva cose diverse. Passando al Corriere dello sport deve essersi emancipato. C’è chi ha il reddito di cittadinanza e chi la rendita di posizione (che rende di più…).

    Piace a 2 people

  4. Confesso che di questo Barbano Alessandro, futuribile direttore del Corriere dello Sport, non sapevo nemmeno della sua esistenza in vita. Ci volevano proprio certi suoi, peraltro rari ma pur sempre divertenti, interessamenti alla sfera politica per accorgermene. Ma chi cacchio è questo? mi chiedevano invano in famiglia dove passo (indegnamente) per uno informato sulla fauna politica & affini che attraverso il tubo catodico raggiunge le nostre case per seminarvi inquietanti interrogativi esistenziali. La prima volta che l’ho visto e sentito mi è venuto in mente un aforisma di Einstein: “Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi”.
    Se per scrivere articoli deve ricorrere ad argomenti che con lo sport non hanno niente a che vedere, dimostra una doppia stupidità o – per essere buoni – grave carenza: non capisce niente di sport, e neanche di ciò che è esterno a quel mondo. Cioè trattasi di uno stupido o ignorante a tutto tondo.
    Mi sono bastati pochi secondi per capire che, da vice, per diventare direttore di quel giornale che ho intuito facente parte della società proprietaria del Corriere della Sera, il poveretto deve necessariamente possedere una certa dose non comune di stupidità, per l’appunto. Chissà se ho azzeccata l’ipotesi.
    Gaetano

    Piace a 5 people

  5. E’ un’establishment subdolo, immorale e sfacciato che non ha un idea di comunità nè uno fondo di onestà intellettuale ( quello dei Barbano, dei Meloni, dei Renzi, di molti giornali legati ai grandi gruppi editoriali e di tutti gli altri che li seguono) che lavora sistematicamente e culturalmente contro ogni forma di redistribuzione come il reddito minimo a chi non ha un lavoro e che per questo lavora sistematicamente a favore delle più incontrollabili disuguaglianze.
    Sono sempre lì , spessissimo con i loro figli e consorti con posti sicuri perchè sono del giro, ignorando così e calpestando nel modo più cinico e anche un po’ avido, quanti non sono nella loro condizione.
    Complimenti, Signori del pleistocene e dalle gambe corte.

    Piace a 2 people

  6. OT
    FRANCO FERRARI (da Facebook)
    FRANCO FERRARI
    Ho visto il pianto di un bambino dodicenne ai funerali del suo maestro di vita. Quel pianto dovrebbe insegnare molto di più.Ho letto le frasi dette da un filosofo moderno: Se consumi di più, paghi di più. Era troppo criptico il messaggio. Meglio sarebbe stato: Se sei ricco, campi bene, se sei povero muori di fame. Oppure: C’è chi ce l’ha d’oro, chi d’argento, e chi gli danno i calci dentro. A proposito. Il sommo filosofo é Giorgetti, con famiglia indagata. Tanto per dire….Ho letto pagine e pagine sulla liceità di andare dove caxxo vuoi, con i soldi tuoi, quando sei in vacanza, a Cortina. Pare che, solo se ti chiami Conte, non puoi permetterti una strafica mostruosa, ricca e più giovane di te. Non lo puoi fare, se curi gli interessi della povera gente.Immaginatevi un Sallusti che deve sorbirsi una Guarnero- Santanché, abbigliata da albero di natale, pure con le luci spente, vedere un Conte con quella quintalata di sogni mostruosi accanto. É chiaro che gli rode il chiccherone.Immaginatevi come possono vedere la Olimpia, giornaliste come la Mieli, come la Palombelli che spartisce il letto con Rutelli, al posto di quella figona con accanto quel beaugoss di Conte. Alla fine. É solo tutta sana invidia provinciale. Che si chiamino Aprile o maggio, che siano Sattanino o mezzanino, che facciano parte dei Cuzzocrea, in luogo dei cuzzoscassa, sono solo povere donne frustrate dalla vita. Invidiose al massimo della bellezza, unità all’intelligenza.Ho letto di Fittipaldi, che non é mai Emerson, anzi, é scesorson nella scala delle credibilità , ma tant’è che é bastato essere screditato dalla curia vescovile, per essere assunto in uno di quei giornali stampati su carta riciclata dai rotoloni della nota marca che, non finiscono mai.Ho letto, dicevo, un, non so come chiamarlo, che articolo non é. Vogliamo chiamarla per ciò che in italiano si chiama? Uno scritto calunnioso, allusivo, il famoso: Meglio che non parlo, boccaccia mia! Quanto vorrei che il calunniato sporgesse denuncia, che chiedesse danni miliardari. Solo per far zittire tutte le comari dal cicaleccio indirizzato politicamente.Non ho letto nulla sulla famiglia della tartaruga dalla bocca larga in vacanza a Cortina, a spese dello stato. Sarà forse, che non appena ottenuta la carica, ha immediatamente abiurato tutte le promesse fatte? Intanto, le sue leggi colpiscono i poveri, i ricchi se ne fregano di dover pagare di più, hanno i bonus, loro.Non ho letto altresì, della miriade di parvenue della politica, quasi tutti di destra, salvo Renzi, ah no, ho sbagliato, tutti di destra. Che sono andati a Cortina solo per farsi vedere, come negli anni ottanta insisteva il dubbio di Moretti: Mi si nota di più se vengo, o se non vengo?Nel dubbio io non sono venuto. Stavo meglio da solo, che male accompagnato (Giorgetti docet)

    "Mi piace"

  7. Questo Cialtrone di Alessandro Barbano imperversa in TV da diverso tempo ( soprattutto nelle trasmissioni del mattino). E anche su Twitter.
    E non è solo lo scherano, uno dei tanti, che abbaia contro i 5stelle a prescindere, i loro provvedimenti, il loro progetto iniziale ( tra parentesi bastava vedere ieri 8emezzo per capire che anche tra i meno militarizzati l’avversione a Conte e ai 5stelle è sempre il primo comandamento, vedi Sattanino, Cacciari, la stessa Gruber), è, Barbano, uno di quei buffoni del “garantismo” che in galera non vuole nessuno. Tranne eventualmente la Raggi, Conte, Travaglio e Di Battista….

    Piace a 4 people

  8. Ci sono sconosciuti che solo guardandoli in viso ti risultano già antipatici, ecco questo Barbano al solo vederlo mi procura il desiderio di dargli un ceffone, che faccia di emme…

    Piace a 3 people

  9. Ma no ragazzi! Si da troppa importanza a quel misirizzi.
    Si può risolvere il tutto con una semplice frase di Victor Hugo:
    C’È CHI PAGHEREBBE PER FARSI COMPRARE.

    Piace a 2 people

  10. Insomma gli ultras del sud, da cui deduciamo che Roma fa parte del Mezzogiorno, sono percettori di rdc….quella forma di voto di scambio, Renzi docet, attraverso cui il M5S raccoglie consenso elettorale. … gli ultras dei cori razzisti, del saluto romano e del boia chi molla, quando non si menano dentro o fuori lo stadio, assaltano la CGIL romana, si fanno selfie con Salvini in mezzo al campo, si radunano nei luoghi della nostalgia mussoliniana, ma è tutto un depistaggio, questi votano M5S in virtù del rdc! Se qualcuno pensasse che gli ultras neofascisti del Verona, città del Mezzogiorno, fossero gli stessi che poi partecipano agli incontri elettorali di FdI, in un vociare di camerati, non ha capito la strategia diversiva, son tutti elettori 5 stelle che in Veneto si sa dilagano. …..Ci voleva Barbano per rivelare all’ urbi et all’ orbo che i percettori, terroni, del rdc sono parassiti violenti : fannulloni, ignoranti, assistiti da risorse pubbliche……..caratteristiche, che se traslate su altre categorie parassitarie, tipo politicanti e giornalisti al seguito, calzerebbero a pennello. …..ma sarebbe rivelato l’ arcano per cui gli italiani permettono a certi cialtroni di scrivere articoli o blaterale idiozie, con il solo scopo di distrarli dal pennello fra le chiappe. …..Invece della distrazione via calcio, partite, campionati truccati, talk show, con relativo cicaleggio da comari, basterebbe traslare, associare, capire, per liberarsi dal pennello e da chi ce lo ha piantato! Giorno della liberazione dai Barbano e da chi li manda. …..la colpa non è loro, ma di chi gli sta accanto e, come diceva Petrolini, non li butta di sotto!

    Piace a 3 people

  11. Personalmente non mi risparmio in critiche verso il m5* quando è il caso. E sono assolutamente tollerante (ci mancherebbe!) verso chi compie il suo dovere di cronista con disciplina e onore, al pari degli eletti.
    LE SECCHIATE DI M. ANCHE NO!
    Questa storia va avanti da troppo tempo e, temo, sarà destinata a durare e peggiorare. I motivi sono semplici: il pd è allo sfascio totale, il governo in carica è tenuto a bacchetta dagli usa e il m5* cresce nei sondaggi; il mix perfetto per scatenare shit storming a manetta contro il movimento.
    Ma qualche rimedio lo si può mettere in campo, basta usare bene certi meme..
    #boicotta

    Piace a 1 persona

  12. È notizia di questa mattina di arresti per utilizzo di fondi, pubblici, per la ricostruzione post terremoto di Mantova, ma anche di Lombardia ed Emilia Romagna, da parte della a ndrangheta, attraverso corruzione e concussione di architetti e tecnici vari, occupati, in lavoro e mazzette. ….mi aspetto che Barbano dichiari che i soldi sono finiti in mano a delinquenti e familiari, addivanati, degli occupati, in quanto percettori di rdc …..abbiamo perso il conto delle retate in cui sono finiti esponenti di organizzazioni criminali, prestanome, amministratori, imprenditori e politici. ….eppure conoscere il numero sarebbe importante, per sapere finalmente quanti ca@@o siano i beneficiari del famigerato rdc, che sta dissanguando il paese da 70 anni , ed urge cambiare definizione da mafia Capitale a Capitale del rdc…..ed acquisire la nuova geografia di Barbano dove Mantova, Lombardia ed Emilia Romagna sono Terronia Libera e non più Padania Libera, mentre rimane Roma ladrona, perché sti percettori oltre che essere parassiti sono pure ladri. ……..ed ovviamente sto parlando dei percettori di reddito da 740 euro mensili, e solo di loro, ci mancherebbe. ….gli altri fanno PIL, impresa o curriculum vitae alla Barbano!

    Piace a 2 people

    • Il soggetto si commenta da solo, però vanno tenuti presenti due fattori decisivi:
      1) gli ospiti vengono appositamente invitati e nulla viene detto per caso o inaspettatamente.
      2) i contenitori TV stanno in piedi perché ci sono aziende che condividono il contenuto e pagano per inserire i loro spot pubblicitari. Evidentemente la continua diffamazione del movimento è un argomento convincente per investire denari in pubblicità.

      Piace a 1 persona

  13. Basterebbe spegnere la televisione, e gli spot pubblicitari andrebbero a farsi benedire insieme agli investimenti atti a diffamare. ……L’ oscuramento collettivo più potente di qualsiasi parola da reddito di scemenza! Senza pubblico, la scemenza diventa danno economico per chi paga!

    "Mi piace"

  14. “…, quando i putribondi 5Stelle decisero di sperperare la bellezza di 7-8 miliardi l’anno ai poveri e ai disoccupati (categorie spesso coincidenti), sottraendoli ai veri bisognosi: cioè i ricchi e i ladri di Stato (categorie spesso coincidenti, …”
    Solo con queste due parentesi Travaglio si è guadagnato il Pulitzer! XD

    Piace a 1 persona

  15. E dunque, a proposito delle critiche a Conte, va ribadito il concetto chiave di Eduardo: il vero motore del mondo non è l’amore, ma L’INVIDIA , ‘A MMIRIA…

    "Mi piace"