Lagnini

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – In spudorata concorrenza con i funerali del Papa Emerito, gli emeriti giornaloni lacrimano da giorni per la dipartita di alcuni irrinunciabili fenomeni del Deep State (in italiano: il Sistema di potere dei soliti noti), vittime inermi del cruento spoils system (lottizzazione) del governo Meloni. Di cui noi, com’è noto, pensiamo tutto il peggio. Ma non […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

12 replies

  1. Lagnini

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – In spudorata concorrenza con i funerali del Papa Emerito, gli emeriti giornaloni lacrimano da giorni per la dipartita di alcuni irrinunciabili fenomeni del Deep State (in italiano: il Sistema di potere dei soliti noti), vittime inermi del cruento spoils system (lottizzazione) del governo Meloni. Di cui noi, com’è noto, pensiamo tutto il peggio. Ma non fino al punto di berci le lagne del Pd e dei suoi gazzettieri per una pratica che tutti i governi hanno sempre attuato da che mondo è mondo. Inclusi quelli del Pd, che è uso governare e lottizzare senza mai vincere un’elezione. Del resto è la legge Bassanini (non un fascista meloniano, ma un sincero democratico pidino) a stabilire che gli “incarichi di funzione dirigenziale cessano decorsi 90 giorni dal voto di fiducia”, cioè il 24 gennaio. Le lacrime più copiose sono per l’uscita di Alessandro Rivera dalla direzione generale del Tesoro, dove il boiardo dal cognome francamente eccessivo regna da vent’anni con i bei risultati a tutti noti (vedi alle voci Mps, Etruria e altre banche in splendida forma, giù giù fino a Ita). Ma è – assicura Repubblica – il “pupillo di Draghi”, quindi un “civil servant”, ergo guai a orbarcene, perché “poi chi parla con l’Ue?” (domanda ridicola che Rep attribuisce a fonti anonime, perché nessuno oserebbe mai firmarla col suo nome). Provate con Mazzola.

    Ma fosse solo Rivera. La destra ha pure rimosso il dg dell’Aifa Nicola Magrini. Per metterci chi? La cantante Madame o un altro putribondo No Vax? Un terrapiattista che cura il Covid con clisteri di candeggina? No, si parla del presidente dell’Aifa, il virologo Giorgio Palù, o della presidente della commissione tecnico- scientifica dell’Aifa, Patrizia Popoli. Però per il Pd, è “una scelta di discontinuità grave e sbagliata, un segnale pericoloso” perché Palù o Popoli sarebbero nominati dalla Meloni, mentre Magrini, capitato lì nel 2020 sotto Speranza, l’aveva portato la cicogna, ispirata dallo Spirito Santo.

    Ma fosse solo Magrini. Ci levano pure Giovanni Legnini, l’ex senatore Pd, sottosegretario di Letta e di Renzi, poi vicepresidente del Csm in quota Pd, che nel 2020 era in astinenza da cadreghe e il Pd lo promosse a commissario per la ricostruzione post-terremoto, ma solo per la squisita indipendenza politica: cosa che non si può dire del nuovo commissario, che è di FdI. Infatti il Pd strilla come un ossesso per le nomine, mentre pigola e balbetta sulle vere porcherie che il governo fa o annuncia ogni giorno, anzi minuto. Anche perché contro l’abuso d’ufficio e le intercettazioni è d’accordo, al presidenzialismo oppone intrepido il semipresidenzialismo e l’autonomia differenziata la vuole pure Bonaccini. Toccategli tutto, tranne ciò che ha di più caro: le poltrone.

    Piace a 17 people

  2. Dopo questo desolante quadretto che Trav ogni tanto ci regala, come si spiega il fatto che a intervalli regolari si spinga a consigliare l’alleanza dei 5* col Pd in queste prossime elezioni regionali, e poi forse anche alle future?? Cosa gli han fatto di male i pentastellati, per meritarsi il fosco futuro che gli augura?? Forse la smetterà di giocare sull’altalena quando quel partito (il Pd) sarà evaporato. Nel senso di Cochise, grande capo apache, che amava ricordare ai suoi guerrieri: “L’unico uomo bianco buono è… l’uomo bianco morto! Ugh!”. Il bianco è stato il tradizionale colore dei democristiani che in trent’anni sono riusciti a colonizzare il campo una volta colorato di rosso.
    E’ stato probabilmente in occasione dei suoi consigli che gli iscritti 5* lombardi hanno votato per l’abbraccio malefico con i pidioti corregionali. I passeri stiano con i passeri e i merli stiano con i merli. Nel pieno rispetto della natura. Punto

    Piace a 3 people

    • Non capisci perché Travaglio è in sintonia con chi ha votato a favore dell’accordo col PD in Lombardia.
      Eppure è proprio così.
      Chissà perché…🤷‍♂️

      "Mi piace"

      • Per due motivi. Intanto la Lombardia profonda, terra di leghismo consolidato, è estremamente difficile espugnare. Un’alleanza Pd-5* inutile. Il secondo è che comunque sia, il Pd lombardo è ancora meno affidabile di quello nazionale. Per fare concorrenza alla Lega è costretto a usare il clientelismo a cui è stata abituata la popolazione (evasione fiscale, prebende e altre regalie statali). Alla fine quel poco di credibilità che si è conquistata il M5S ne risulterà scornata dalla stessa vicinanza col Pd. Ne valeva la pena??!! Questo chiederei agli iscritti lombardi al MoV, e anche a Conte che ha scritto il quesito da porre in votazione. Comunque, ormai è troppo tardi per correre ai ripari. Metti che i già pochi elettori 5stelle se ne stiano a casa per non avere niente a che fare col Pd. Che spiegazione ne darà Travaglio?? Metti che nel Lazio aumentino i voti, contrariamente a ciò che succederà in Lombardia, che analisi farà? Posso solo immaginarla: un’arrampicata sugli specchi! Mettiamocelo bene in testa: l’unica cosa buona che potrebbe fare oggi il Pd è SCINDERSI. Poi da cosa potrebbe nascere cosa e forse si metterebbe in moto l’opposizione per il recupero. Aggiungo ancora FORSE, perché quelle facce sedicenti di sinistra le conosco bene e so cosa sono state capaci di fare in questi 30 anni. Hanno creato la SINISTRA NEOLIBERISTA, un obbrobrio indigeribile, di cui erano più che convinti. Lo sai che i salari di oggi, in termini di costo della vita, sono, in media, inferiori dell’1,9% rispetto a 30 anni fa?? E l’art.18 dello statuto… e il jobs act e tutte le leggi ad personam lasciate intatte, e a partire dai decreti Treu in poi hanno creato e aumentato a dismisura la precarietà?? Lo stesso RdC che oggi difendono lo avevano avversato quando si trattò di votarlo in Parlamento. E qui mi fermo per non vomitare sulla tastiera!
        Gaetano

        Piace a 2 people

      • Hai ben poca fiducia di coloro che saranno eletti nei 5stelle in Lombardia.

        Sei convinto che i lombardi, per la loro vicinanza al PD, siano più “contaminabili ” di quelli eletti nel Lazio lontani da ogni “tentazione”.
        Staremo a vedere, Gae.
        Ps
        Lasciati sempre, per prassi, qualche dubbio, altrimenti le delusioni sono ancora più insopportabi e cocenti.
        Già dimenticato l’incorruttibile Di Maio?

        Piace a 1 persona

    • Gae, io sono d’accordo con gli accordi regionali con il Partito Disonesti, ad una condizioni e : che sia solamente portatore di voti, ma con la direzione d’orchestra in mano ai 5* e il presidente Conte come scenografo. Se ci stanno, bene, se no, ciccia , e il domino fascista si fa un’altra tessera

      Piace a 1 persona

  3. Sempre più convinto che più il Movimento e Conte sono distanti dalla Pseudo Destra e meglio è. Più il Movimento va in giro tra la gente e meglio è. Più recupera i vecchi ideali e valori e meglio è. Più ricorda le cose fatte per il popolo e meglio è. Più ricorda cosa urlavano e facevano sino a pochi mesi fa la Meloni & partners in piena pandemia e cosa fanno oggi e cosa faranno governando e meglio è. Più il Grillo di oggi sta zitto e sta fuori dal Movimento e meglio è.

    Piace a 8 people

  4. Pero’ anche il Vescovo di Norcia S.E. Renato Boccardo “tuono” contro la Meloni: “La non riconferma di Legnini è uno schiaffo alle popolazioni terremotate…” e se l’ ha dichiarato LUI…..! “ubi maior…minor cessat…” poffarbacco facciamocene una ragione…!!

    Piace a 2 people

  5. I commissari straordinari per la ricostruzione non servono a una mazza! Solo a fare ordinanze che complicano sempre di più la ricostruzione invece di semplificarla.

    Piace a 1 persona