Tutti i pronostici sbagliati, dall’“annessione” Nato a Kherson

I principali media italiani hanno diffuso grandi menzogne all’inizio della guerra, smentite con il tempo. Una prima menzogna, che a febbraio aveva gioco facile, è che la Nato non abbia mai fatto alcun tentativo di assorbire l’Ucraina. Ho presentato la documentazione della stessa […]

(di Alessandro Orsini – Il Fatto Quotidiano) – I principali media italiani hanno diffuso grandi menzogne all’inizio della guerra, smentite con il tempo. Una prima menzogna, che a febbraio aveva gioco facile, è che la Nato non abbia mai fatto alcun tentativo di assorbire l’Ucraina. Ho presentato la documentazione della stessa Nato contro questa versione propagandistica dei fatti nel mio libro Ucraina. Critica della politica internazionale (PaperFirst) e in vari interventi. Per citare un solo documento, la Nato ha svolto un meeting a Bruxelles, il 14 giugno 2021, il cui atto conclusivo consta di 79 paragrafi. Al paragrafo numero 69 – quando le tensioni con la Russia erano già altissime – la Nato scriveva che l’Ucraina sarebbe diventata suo membro e ribadiva le decisioni prese nel summit di Bucarest dell’aprile 2008 con cui aveva aperto le porte a Ucraina e Georgia scatenando una crisi gravissima con Mosca sfociata nella guerra tra Russia e Georgia dell’agosto 2008. A Piazza Pulita, il 10 marzo 2022, fui il primo a parlare delle esercitazioni militari che la Nato aveva svolto in Ucraina nel giugno, luglio e settembre 2021. I media dominanti non ne avevano mai parlato. Oggi nessuno ha l’impudenza di dire che la Nato non ha mai cercato di inglobare l’Ucraina tra il 2014 e il 2022. Far circolare queste notizie è stato faticoso, ma siamo riusciti nell’impresa.

Una seconda menzogna, profusa dai media dominanti a inizio guerra, è che la Russia ha invaso l’Ucraina come prima mossa per invadere altri Paesi europei. Abbiamo smentito anche questa narrazione propagandistica dei fatti in cui nessuno crede più: una versione sostenuta tenacemente da alcuni dei più noti giornalisti mainstream e da tanti ricercatori di politica internazionale collegati al governo Draghi. Ricordo ancora le loro voci fanatizzate durante i miei contraddittori alla tv: “Putin invade l’Ucraina come prima tappa per invadere l’Europa: guerra all’ultimo sangue!”. I media dominanti non hanno mai chiesto conto a questi personaggi televisivi delle loro assurde affermazioni perché sono collegati tra di loro da rapporti di amicizia e di potere. Per noi che difendiamo la società libera, la domanda è doverosa: “Quant’è libera una società in cui i media dominanti torchiano soltanto le voci del dissenso sulla guerra mentre sorvolano su tutte le analisi assurde degli analisti pro-guerra?”. Una delle mie tesi è che non tutte le società libere siano libere allo stesso modo. Così come esistono dittature più brutali di altre, allo stesso modo esistono democrazie meno democratiche di altre.

Prendiamo un altro esempio tra i massimi generali italiani, Vincenzo Camporini, già capo di Stato maggiore. Durante una diretta a Radio Rai del 14 febbraio, dieci giorni prima dell’invasione, Camporini si diceva certo che la Russia non avrebbe invaso. Nella stessa diretta, sostenevo il contrario. Dopo l’errore clamoroso, Camporini, candidato da Carlo Calenda, è diventato analista del Corriere della Sera. Vogliamo bene a Camporini, persona degna di stima. Ricordo questi fatti per difendere la società libera. In un articolo contro di me su Repubblica, “Alessandro Orsini e gli altri: scegliere a chi credere”, Concita De Gregorio ha esortato la Rai a non invitarmi più a Carta Bianca perché, a suo dire, avevo sbagliato previsione su Kherson che, invece, trova conferma ogni giorno: Kherson è in macerie. Se applicassimo il criterio autoritario di De Gregorio del tipo: “Chi sbaglia previsione non va più in televisione”, non rimarrebbe quasi più nessuno ad aprir bocca. Persino De Gregorio dovrebbe sparire dallo schermo (e noi, che siamo per il confronto fra idee diverse, non glielo auguriamo).

63 replies

  1. Solo MENZOGNE, questi sono collaborazionisti non giornalisti, c’è un grosso equivoco di fondo, e noi per la LATITANZA di questi VENDUTI ne pagheremo le conseguenze.

    Piace a 1 persona

  2. Ma poi dico …uno lo scrive su un libro … si verifica tutto ciò che è scritto … e, l’italiano crede ancora alle favole della TV.
    Grazie Orsini per il servizio che rende alle verità!
    Scripta manent e verba volant !

    Piace a 1 persona

  3. Altro round di teloavevodettismo…dategli ragione sennò si incupisce.
    E non ditegli che la ragione è dei bischeri.

    "Mi piace"

  4. Grazie Orsini,
    Per il tuo coraggio di esprimere la tua libertà intellettuale in un paese in c un’informazione è in mano a squallidi falsari.
    Ricorda sempre che non sei solo.

    Piace a 2 people

    • Non é solo, é circondato da complottari merli che coi loro click e le rivoluzioni su facebook fanno la fortuna dei media cospirazionisti.

      Un sociologo che parla di analisi militari.

      Tipo il barbiere virologo o il taxista ct della nazionale .

      "Mi piace"

      • Barbieri virologi…
        E neurini in malafede che fanno apprezzamenti sul prossimo tappandosi le orecchie per non sentire quel che non vogliono sentire.

        "Mi piace"

      • Un sociologo che 6 anni fa aveva previsto questa guerra! Anche fortunato sto sprovveduto. Meno male che c’è Neuron, che con un solo neurone, ne sa a pacchi di politica internazionale!

        "Mi piace"

      • È un sociologo del TERRORISMO INTERNAZIONALE.
        Piccola differenza.
        Proprio uguale uguale al barbiere virologo, al taxista ct della nazionale e al mononeurone critico degli analisti militari.

        "Mi piace"

  5. Ormai siamo alla commedia pura. Si da ragione da solo. Orsini, c’è anche gente che si informa ,non solo gli tuoi tifosi. Il mondo e più AMPIO ! E voi, carri suoi seguaci guardate l’ultimo video di av. Catania. Per vedere come si risponde alle scemenze che dice.

    "Mi piace"

    • Ma sei matto/a Ilina? Orsini per i suoi seguaci ha ragione a prescindere.

      Ha trovato un gruppuscolo per cui niente e nessuno li farà mai cambiare fede.
      Come i testimoni di geova sulle trasfusioni o gli sparvieri su imbrogli spacciati per santo graal energetico.

      Loro hanno un vate “coraggioso e resiliente” (sic) su cui riversare speranze e alleviare frustrazioni, lui ha una cricca di adoranti che massaggiano il suo smisurato ego da genio incompreso. Una società di mutuo soccorso.

      "Mi piace"

      • Chiedilo a chi ha brevettato il sistema. Forse ti rispondono.

        Comunque,bilancio energetico della fusione realizzata a Frascati su ordine di Rubbia?

        O quello ti fa troppo senso per parlarne, visto che lì ci hanno lavorato gli scienziati, mica i tr0lloni come te.

        "Mi piace"

      • Tipoco tentantivo – cheap – di diffusione.
        Il fatto che anche altri dicano minchiate non elimina le minchiate del tuo vate

        "Mi piace"

      • Non esiste nessuna fusione di Frascati, esistono le frescacce dei boccaloni che pensano esista la fusione di Frascati.

        Non mi fa affatto senso parlarne perché io di centrali di produzione di energia non solo ne parlo, le vendo, installo e mantengo da più di 20 anni.

        "Mi piace"

      • L’hai stabilito con appositi strumenti di tua invenzione che non è esistito l’esperimento di Frascati? E che non ha dato risultati? Hai parlato con Rubbia oppure te l’ha detto Chicco Mitraglietta Mentana?

        Buff0ne e tr0llone.

        "Mi piace"

      • Raffaele/Ella, ma perché non vai velocemente a ca*are?
        Sarebbe un’azione proficua, piuttosto che stare qui a sparare ciò che dovresti, TU, RIVERSARE nel WC, altro che altri le loro speranze.
        E le frustrazioni ce le hai, visibilmente, tu, da alleviare, poiché il tuo inutile ego ne conterrebbe 100, di quelli di Orsini, ma non ottiene altrettanta soddisfazione.
        Peccato che tu non abbia una sola motivazione da opporgli, solo le menzogne che ti bevi, evidentemente a getto continuo…
        Si vede come ti hanno conciato il cervello, in tutti i temi che affronti (si fa per dire).

        Piace a 1 persona

      • Io non c’entro, non era mio compito parlare con Rubbia. Le pubblicazioni scientifiche dicono chiaramente cosa è stato fatto a Frascati e altrettanto chiaramente perché le ricerche non hanno proseguito.

        "Mi piace"

  6. da quello che vedo, Orsini e’ sbugiardato regolarmente dai siti di geopolitica piu’ accreditati, come Limes o Parabellum…

    "Mi piace"

    • AHAHAHAHAAHAHAHAH

      PARABELLUM un sito geopolitica accreditato.

      Rendiamoci conto.

      A che livello siamo ridotti.

      Quanto a Limes, Caracciolo è venduto e comprato al suo gruppo editoriale, di sfondoni ne ha detti tanti ‘Lui’, però non è Orsini e fa quel che gli ordinano dai piani alti, quindi va tutto bene.

      Piace a 2 people

  7. TRADUZIONE E FA UNA FIGURA DI PALTA: IL PROF CITA UN ARTICOLO DI UN GIORNALISTA DEL NEW YORK TIMES, TAL “WILLIAM J. AMPIO” CHE PERÒ NON ESISTE. ESISTE PERÒ “WILLIAM J. BROAD” (OVVERO, AMPIO IN INGLESE). IL TUTTOLOGO ORSINI STAVA LEGGENDO UN ARTICOLO TRADOTTO IN AUTOMATICO DA GOOGLE CHE HA TRADOTTO PURE IL COGNOME DELL’AUTORE. Un coglio.e al servizio delle due scimmiette ammaestrate che sbavano alle sue cag..te

    "Mi piace"

      • Ah, certo, perché non sei TU che hai scritto:
        “Loro hanno un vate “coraggioso e resiliente” (sic) su cui riversare speranze e alleviare frustrazioni”
        riferendoti precisamente A ME…
        Non meritavi altro che una mandata in quel posto.
        O credi di poter denigrare qualcuno senza che questo reagisca?
        Non sarai mica Carmen che prima offende e poi si lamenta della “maleducazione” altrui?

        "Mi piace"

  8. Al professor Alessandro Orsini la sicumera non manca ma l’ultimo errore è di quelli che rischiano di venire ricordati a lungo. La storia l’ha tirata fuori il giornalista Antonio Talia su Twitter ed è questa.

    In un video su YouTube pubblicato ieri, Orsini spiega il cosiddetto ‘memorandum di Budapest’ del 1994 e per chiedersi se la Russia lo abbia violato o meno al minuto 1:15 cita l’articolo di un certo “William J. Ampio”, pubblicato dal New York Times. Orsini fa anche lo spelling dell’autore, “a-m-p-i-o”. Solo che un altro utente Twitter, Parabellum, fa notare che sul New York Times non scrive nessun “William J. Ampio”.
    Ci scrive, invece, William J.Broad, già premio Pulitzer. In pratica il traduttore automatico ha tradotto il cognome “Broad” in “ampio”. Insomma, il professor Orsini stava leggendo un articolo tradotto probabilmente da Google Translate, traduzione che ha causato l’epico sfondone. Anche se ai propri ascoltatori Orsini spiegava, citando l’analisi, “qui continuo a tradurre al volo dall’inglese, scusate per qualche pausa…”.

    "Mi piace"

    • L’epico SFONDONE HAHAHAHAAHAHAHAHAHA

      Detto da una NULLITA’ come PARABELLUM.

      Mentre nel frattempo, il PARABELLUM non ha detto una parola sugli SFONDONI che hanno detto i giornalistoni dall’inizio della guerra, giusto?

      Un totale BABBE0 che ha meno cervello che capelli. E non mi riferisco ad Orsini.

      E questa è la risposta che ha dato ai COYOTI come te, Para-Culum, Mentana e Giannini vari e assortiti.

      Piace a 1 persona

      • La solita diffusione come forma mentis Anail.
        Tutti quegli improperi e l’aggressività verbale su una persona che non conosci minimamente, come se sminuire la persona a te sconosciuta per quello che pensa, riabiliti, in una sorta di bilancia, la posizione del tuo paladino.

        Piace a 1 persona

  9. Si tratta di una figura misera per chi da mesi imperversa nelle tv presentandosi come uno studioso serio, l’unico accademico che analizza i fatti e i documenti con rigore mentre tutti gli altri sono asserviti alla Nato. La gaffe è penosa, ma non dovrebbe far imbarazzare più tante altre uscite del tipo “Putin ha già vinto, l’Ucraina è persa” e “mi scrivono le mamme di Mariupol”. Ma soprattutto, più che Orsini, questa scenetta dovrebbe far vergognare i tanti conduttori televisivi, soprattutto della televisione pubblica, e le testate giornalistiche che in una situazione drammatica come la guerra in Ucraina hanno dato spazio e legittimità a un personaggio come Orsini. A loro spetterebbe un esame di coscienza. Questo sì bello ampio.

    "Mi piace"

    • Invece Mentana che fa vedere uno SPEZZONE DI FILM per descrivere l’assalto a Capitol Hill va benissimo eh?

      Vuoi mettere?

      Giannini che mischia la strage di Donetsk fatta dagli Ucraini con le notizie sui bombardamenti russi va benissimo, vero?

      I CLOWN come te e ParaCulum ad Orsini non dovrebbero nemmeno nominarlo, troppo intenti a sputarvi in faccia davanti allo specchio.

      E adesso, la rassegna stampa delle MINKIATE dette dagli eminentissimi giornalisti e intellettuali de noaltri:

      Piace a 2 people

      • INDICE della diretta
        1. Colin Powell, armi di distruzione di massa iraquene
        2. Prima guerra del golfo. Le incubatrici kuwaitiane
        3. Bufale sulla Nord Corea: lo zio di Kim sbranato da 120 cani…
        4. I mini Putin
        5. Immagini di videogame spacciate per sequenze di video reali, da Purgatori alla guerra in Ucraina
        6. La Stampa, la strage di Donetsk e la prima pagina della bambina con lecca lecca e fucile
        7. La bufala dei forni crematori mobili dell’esercito russo
        8. “Con l’euro lavoreremo un giorno di meno guadagnando come se lavorassimo un giorno di più”
        9. Le bufale di Lorenzin sul morbillo (la strage di Londra)
        10. La demonizzazione dell’idrossiclorochina e lo scandalo Surgisphere

        Piace a 1 persona

  10. Quando parla Orsini, esponendo chiaro chiaro alcuni concetti logici logici, una serie di milizie cammellate dotate di doppio o triplo nick interviene disperata, con il pannolone che non trattiene più il panico da spiffero di verità.
    Ma voi neocon lo siete, siete pagati per farlo o ve la bevete proprio gratis?

    Piace a 2 people

  11. Ormai la vera cifra distintiva di Orsini è l’atteggiamento vittimistico, insieme all’immancabile pubblicità al suo libro sull’Ucraina.

    "Mi piace"

    • Jonny, sarà anche vittimista, ma magari anche VITTIMA di un’accerchiamento non da poco.
      E penso che quasi tutti sarebbero sfuggiti alla continua derisione e alla delegittimazione, mentre lui, se non altro, le affronta e si oppone, mettendoci la faccia.
      Che sia coraggioso e resiliente, quindi, non si può negare, secondo me, checché ne dica qualche stron2one, offendendo pesantemente ogni santa volta che mette mano ai commenti.
      Come vedi, capacissima di ributtargli la palla, se non avesse richiamato tutti i possibili colleghi troll di infimo livello, rendendo ancora più evidente l’attacco continuo ad un professore, autorevole nella sua materia, da parte di chi, probabilmente, non sa neanche fare un cerchio col bicchiere.
      Rispondessero nel merito, se possono, invece di attaccare la persona e chi l’apprezza.

      Piace a 1 persona

      • Boh, a me l’impressione che dà è quella di uno capace di vendersi molto bene (l’anno scorso nessuno sapeva chi fosse, da quest’anno ha fatto il botto, professionalmente parlando). Sul vittimismo, che sia giustificato o meno ci sta comunque marciando, e questo rischia di togliere forza alle sue argomentazioni, che ritengo generalmente corrette (anche perché ripete sempre più o meno le stesse cose).

        "Mi piace"

  12. Il prossimo passo del prof. URSSini sarà quello di parteggiare per il regime Khomeinista dei Pasdaran contro il grande Satana amerikano, e le sue sacrosante purghe e condanne a morte di migliaia di agenti della CIA che protestano nelle piazze..

    "Mi piace"

    • La ca22ata delle 22:51 è gentilmente offerta dal pugliese tonto che crede di essere intelligente.

      A proposito, quando è che tu, J.iDiota, Roby, Raffa e qualche altro non partite per il Donbass?

      Forza, che i drone russo-iraniani vi aspettano.

      Non vedo l’ora di erigere il monumento alla vostra memoria.

      Piace a 1 persona

      • Ancora qui? Hai finito con le indigestioni di bicarbonato come prescritto dal tuo para-guru Mazzucco?!? Sei diventato un po’ rosso di vergogna dopo le parole di Bergoglio sui tuoi eroi kadyroviti? So che per te è un complimento ed un auspicio, e quindi ti auguro di passare il resto della tua esistenza in un bel regime putinian-khomeinista, magari a fumetti.

        "Mi piace"

  13. Stasera gli autori di Carta Bianca
    hanno trovato il modo di tappare la bocca a Orsini.

    Oltre ad invitare una ragazzina che vuol continuare la guerra nel suo paese per tutto il tempo necessario (non si sa a far chi), gli hanno appioppato pure un francescano (con libro dj Natale da vendere) indeciso se fosse giusto o no (ma più si che no) mandare armi alla guerra della Nato in Ucraina.

    Alla faccia del cantico di S. Francesco.

    Povera RAI come sta messa male.

    Piace a 1 persona

    • La RAI, quella che al TG ha gli inviati che parlano di bombardamento russo, quando a bombardare sono stati i miliziani ucraini con armi nostre. Oppure tacciono il doppio bombardamento a un ospedale di Donetsk a distanza di pochi giorni,
      Pagati da noi, servizio pubblico…

      Piace a 1 persona

    • Pensa che ho cambiato subito canale all’apparizione dell’ennesima “ucraina”, si fa per dire, cresciuta in Italia, messa a contrastare, sicuramente con argomenti pregnanti, gli analisti di geopolitica…
      “Abbandonata a sei anni dai genitori”: bastava quello per impietosire e fornire motivazioni ineccepibili all’invio delle armi…
      Ahhh, ci tenevo troppo a sentire i suoi sproloqui, sul genere della ballerina onnipresente vestita di gialloazzurro…
      ZAP.

      "Mi piace"