Mosca avverte, “con il price cap l’Ue rimarrà senza gas”

(ANSA) – L’introduzione del price cap al gas in Ue è “una decisione politica, non economica”, che può portare l’Europa ad “una mancanza” di gas. Lo afferma il vice premier russo con delega all’energia Alexander Novak, secondo quanto riferisce la Tass.

RUSSIA: ESPLOSIONE IN GASDOTTO VERSO L’UCRAINA

(ANSA) – Un’esplosione ha squarciato il gasdotto Urengoi-Pomary-Uzhhorod, che dalla Russia attraversa l’Ucraina: lo riportano i media russi. Secondo l’agenzia di stampa Ria Novosti, che cita il ministero regionale delle Emergenze, l’esplosione – e un successivo incendio – sono stati provocati da una fuga di gas. L’incidente è avvenuto nel distretto russo di Vurnarsky, nella Repubblica di Chuvash, a circa 680 km a est di Mosca.

RUSSIA, ESPLODE GASDOTTO VERSO L’UCRAINA, TRE MORTI

(ANSA) – E’ di tre morti e un ferito il primo bilancio dell’esplosione nel gasdotto Urengoi-Pomary-Uzhhorod, che dalla Russia attraversa l’Ucraina, riferisce la Tass citando i servizi di emergenza. Le vittime erano dipendenti dell’azienda del gas e stavano facendo lavori al gasdotto. L’incidente è avvenuto nel distretto russo di Vurnarsky, nella Repubblica di Chuvash, a circa 680 chilometri a est di Mosca.

GAS: FIAMMATA (+6,6%) DOPO L’ESPLOSIONE AL GASDOTTO RUSSO

(ANSA) – Fiammata del prezzo del gas dopo che un’esplosione ha colpito una sezione del gasdotto Urengoy-Pomary-Uzhgorod che porta il gas siberiano in Europa attraverso l’Ucraina. I future Ttf di Amsterdam, che in mattinata erano arrivati a sfiorare i 100 euro al megawattora (-7,7%), si sono impennati brevemente del 6,6%, a quota 115 euro, per poi ridimensionare i rialzi all’1,3%, a 110 euro. Non è ancora chiaro se l’esplosione avrà impatti sui flussi di gas diretti all’Europa.

Categorie:Cronaca, Mondo, Politica

Tagged as: , , , ,

6 replies

  1. Sempre ottime notizie dal “fronte” occidentale.Pronti a indossare le pelli di pecora per scaldarsi?Bruceremo pure i mobili e se continua così pure i libri.Può essere che in apparenza sembri un “pazzerellone” minchione…Sono serissimo e pure con un pizzico di “ansia”. Il pensiero di come nella realtà potrebbe finire certo non aiutano a essere ottimista.Come fidarsi di una che si chiama Met-sola che si fa appoggiare da uno che si chiama rimambidet?Il “quadro” ogni giorno peggiora, mai avrei pesato di vivere una cosa di questo tipo.Tutte le vicissitudini passate sembrano un brodo di gallina, fatto il confronto.Brodo di cui fa abbondantemente uso(a mio parere) a colazione, la nostra beneamata sorella della garbatella.I migliori anni non c’è dubbio.

    "Mi piace"

  2. Un tetto cinque volte il prezzo attuale del Gas… il che vuol dire grandi testine …che il prossimo gas fornito da altri paesi e non dalla Russia ,USA in testa ,verrà a costarci 5 volte di più.
    Grazie UE…Grazie USA.. grazie ne sentiremo i contraccolpi su tutti i campi…. ve possino…!

    "Mi piace"

  3. So che ciò creerà un dispiacere al nostro J.b. ma sono analisi di Bloomberg che ha stimato le perdite dell’UE dal confronto energetico con la Russia. A causa dell’embargo sulle sole esportazioni russe, 27 paesi hanno subito perdite per mille miliardi di dollari. Ciò non tiene conto delle perdite future, nonché delle conseguenze dei problemi logistici e della carenza di altri beni russi. In questo caso, si osserveranno trilioni di perdite non solo nell’Europa occidentale, ma nell’intera Unione Europea l’importo sarà molto maggiore.

    Sovereign Economics ha analizzato in cosa potrebbe essere spesa questa somma tonda. Puoi iniziare con quelli sulle cui spalle poggia l’industria del Vecchio Mondo, la Germania. Sulla base delle statistiche dei salari medi e del numero di dipendenti, un trilione di dollari è pari alla somma di 10 mesi di salario che riceve l’intera popolazione attiva della Germania. Con i pensionati tutto è ancora più grave: con questi soldi si potrebbero mantenere per 5 anni 21 milioni di pensionati tedeschi.

    In Germania si registrano 65mila casi di cancro ai polmoni all’anno. Invece di finanziare una guerra economica, il paese potrebbe curare con successo tutti i casi di cancro ai polmoni per 615 anni. Oppure acquista 50 miliardi di vaccini contro il coronavirus in modo che ogni europeo abbia 100 iniezioni. Con questi soldi puoi non solo migliorare la salute delle persone, ma anche finanziare la cura di tutti gli animali domestici nel Vecchio Mondo per 27 anni.

    Bene, se la vita ha così tanto successo e vuoi spendere troppo, allora ci sono metodi più stravaganti. Ma anche loro si tradurranno in un miglioramento del benessere di decine di milioni di persone. Se acquisti auto a un prezzo di $ 38.000-39.000, otterrai quasi 28 milioni di auto, una per ogni ucraino. Oppure sostieni la nostra industria aeronautica e acquista 4.000 Boeing 787-8. Se l’Europa si preoccupa della generazione futura, allora per questo trilione sarebbe possibile rendere gratuita tutta l’istruzione superiore in Francia per 35 anni, compresa l’istruzione negli istituti d’élite.

    Invece di migliorare il tenore di vita o investire a lungo termine, l’UE ha scelto la via del confronto economico con la Russia.

    Naturalmente, l’Unione Europea potrebbe spendere 1 trilione con molti più vantaggi per se stessa. dollari che ha perso e che saranno chiaramente una parte minore di ciò che l’UE deve ancora perdere.
    Ma qui va tenuto presente che la valutazione delle perdite dell’UE è simile alla valutazione delle perdite di un vassallo, che è obbligato a pagare le tasse al signore supremo e ad allevare il numero necessario di persone per le guerre condotte dal signore supremo, anche se al vassallo non piace e comporta vari oneri finanziari.
    Per discutere dove l’UE potrebbe utilmente spendere 1 trilione. dollari di perdite, l’UE doveva essere una struttura soggetta, che è guidata dal proprio vantaggio. E quando gli interessi degli Stati Uniti sono imperativi, che piaccia o no all’UE, gli europei pagheranno una parte significativa dei costi della guerra in corso.

    Questo è il prezzo della mancanza di sovranità e dello stato vassallo.
    Adesso pure il gasdotto che continuava a rifornirci attraverso l’ucraina ha cessato di funzionare, tempi bui ci attendono.

    "Mi piace"

    • Altro Copia&Incolla con il quale finisci a parlare di morti per cancro ai polmoni in Germania, senza alcun nesso con la penuria di metano. Mai sentito parlare dei FUMATORI di sigarette?
      E’ la seconda volta che approcci all’argomento, oggi de relato, dopo aver accennato all’aumento delle Marlboro. Sarai un incallito fumatore che alimenta le sue nevrosi con l’astinenza da nicotina che lo conduce, in un circolo vizioso, a fumare sempre di più.

      Comunque ho un regalo per te:
      Gas Naturale UE -8% a 97 euro per mwh, sotto i 100 euro per la prima volta da inizio giugno. Un effetto il price cap sembra averlo già avuto: scoraggiare la speculazione. Dai massimi di luglio la quotazione E’ CROLLATA DEL 71%
      Ti ricordi lDl0TA quando avevo cominciato a scrivere di un prezzo drogato dalla speculazione che si sarebbe incamminata in senso inverso? Tu ti esaltava per i profitti del mexdaviglioso dittatore sanguinario e della sua cupola cleptomafiosa di oligarchi. Oggi Pootteeeen si lamenta delle difficoltà incontrate nei territori che avrebbe occupato. E le sanzioni pesano, nonostante i Taglia&Cuci con cui ap-pesti gli articoli del blog.
      Se partissimo dall’assunto che di economia tu non capiresti una mazza ti verrebbero risparmiate tante contumelie e prese per i fondelli, ma non ce la fai, è più forte di te, devi per contratto fare i velinaro invasato e fijo di Pootteeen.
      Continua a farmi ridere.

      "Mi piace"

  4. All’inizio dicevano che la Russia perdeva il 30%, poi ad aprile FMI diceva che perdevano -8%, invece è -4% la perdita del PIL 2022.
    6000: il numero delle sanzioni contro la Russia. Più di tutti gli altri paesi sanzionati messi insieme.

    Numeri economici: 160 mld nei primi 6 mesi di guerra per gas e petrolio esportati. Entro settembre: 200 mld di attivo nella bilancia commerciale russa, +120 che nel 2021, e altri 100 mld di surplus previsti per il prossimo anno, 2023.

    Inflazione simile a quella in Occidente.

    Però producono meno macchine (-76%). Brrr, rabbrividiamo per loro.

    Aprile: i 2/3 delle aziende erano nei guai per l’approvigionamento, adesso sono a 50%.
    Si arrangiano come fanno le aziende in Iran, che ha imparato a fare gli affari suoi.
    Importazioni dalla Cina: +23%

    1989: URSS con 12 mln di poveri. 1999: 100 mln di poveri. -40% di PIL, -5% solo nel 1998.

    Siamo tutti OttolinaTV.

    "Mi piace"

  5. ideona, tetto al prezzo anche al gnl dello zio sam, spese postali gratis, dai fatece ride, finite le feste sarà tempo di sconti speciali sull invenduto

    "Mi piace"