Chi compra i diritti dei Mondiali, vince

(ANSA) Oltre 24 milioni di telespettatori francesi hanno seguito ieri davanti alla tv la finale dei Mondiali tra Francia e Argentina, un record assoluto stabilito da TF1.

Secondo Médiametrie, l’istituto Auditel francese, sono stati 24,08 milioni i telespettatori fra le 16 e le 18:55 davanti a TF1 che trasmetteva in diretta l’incontro. I Bleus hanno battuto il record da loro stessi stabilito con 20,7 milioni nella semifinale contro il Marocco: mai tanti francesi erano stati davanti ad un solo canale della tv.

Il picco di ascolti (29,39 milioni di spettatori) è stato registrato durante i calci di rigore finali. A tali ascolti elevatissimi, andranno aggiunti quelli della tv a pagamento BeINSport, che saranno resi noti in serata. La piattaforma di Tf1 ha annunciato che altri 3 milioni di persone hanno seguito la partita collegati alla tv via il cellulare.

(ANSA) Una finale stellare per i Mondiali del Qatar. “Argentina- Francia” ha superato ogni record stabilito dall’inizio delle gare raggiungendo il 68,6 di share e staccando di 2 punti di share e di oltre un milione di telespettatori la finale del 2018.

Sono stati quasi 13 milioni (12 milioni 948 mila) i telespettatori che dalle ore 16 hanno visto le fasi appassionanti di una partita straordinaria che sicuramente segnerà la storia del calcio. I tempi supplementari hanno fermato davanti ai televisori 14 milioni 993 mila telespettatori (71,5%), mentre i calci di rigore hanno raggiunto la cifra record di 16 milioni 101 mila spettatori e uno share del 74,3.

Questo enorme risultato corona una settimana di ascolti elevatissimi: dopo le due semifinali di martedì 13 e di mercoledì 14, che avevano fatto registrare 10.284.000 e 11.803.000 di ascolto medio, la finale per terzo e quarto posto di sabato ha ottenuto 4.832.000 di ascolto medio e il 39,5%.

Tutti risultati superiori alle precedenti edizioni dei Mondiali senza la partecipazione della nazionale italiana “Lo straordinario risultato di ascolto dei Mondiali di Calcio in Qatar, conferma che la scelta Rai di proporli tutti in esclusiva è stata vincente e pienamente in linea con la missione del servizio pubblico.

Il calcio è di tutti e noi lo abbiamo portato nelle case di tutti gli italiani ai quali, nonostante l’esclusione dell’Italia, credo abbiamo regalato momenti di sport di altissimo livello, con un racconto che non si è limitato alle sole cronache delle partite”.

Così l’Amministratore Delegato Rai, Carlo Fuortes, commenta i dati di ascolto della finale dei Campionati del Mondo di Calcio. “Il mio ringraziamento – aggiunge Fuortes – va a tutta la Produzione Rai, a tutte le maestranze, ai giornalisti di Rai Sport guidati dalla Direttrice Alessandra De Stefano, per la grande professionalità, l’impegno e la passione con la quale hanno contribuito a ottenere un grande risultato.

A Rai Radio 1 e Rai Radio 1 Sport che hanno raccontato con la giusta emozione le partite minuto per minuto. A Rai Play per aver permesso ai telespettatori di recuperare la visione delle partite, anche quelle trasmesse in orari mattutini. In questo modo, grazie al lavoro di tutti, Rai ha portato l’Italia ai Mondiali”.

Categorie:Calcio, Cronaca, Media

Tagged as: , ,

2 replies