L’ex ministro Vincenzo Spadafora: “Conte? un personaggio arrogante”

(Anticipazione da Oggi) – Vincenzo Spadafora, ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio, ex ministro e braccio destro di Luigi Di Maio, parla per la prima volta dopo la mancata elezione alle Politica: «Certo che ci sono rimasto male. E mi manca partecipare al governo, al potere, alla politica: solo quando sei lì puoi incidere davvero sulle cose e ne percepisci la complessità».

Poi Spadafora racconta a OGGI il suo viaggio «tra Colombia e Ecuador con Terres des hommes. Un ritorno al primo amore, la cooperazione» e rivela i suoi progetti politici. Con un occhio al Pd.

«Non escludo che quello con Terres des Hommes possa diventare da gennaio un impegno più strutturato. Vorrei portare dei ragazzi in missione con loro, nei campi profughi in Iraq, e raccontare, sulla Rai, la loro esperienza», dice.

Su Giuseppe Conte è molto chiaro: «Siamo stati superficiali nel non capire che stavamo consegnando il Movimento nelle mani di un personaggio che lo avrebbe stravolto e nel farlo non avrebbe mostrato alcuna riconoscenza verso chi lo aveva portato al 32%. Non avrei mai pensato che una persona che si ritrova, dal nulla, a fare il presidente del Consiglio potesse avere nei confronti di chi lo aveva reso possibile un atteggiamento arrogante e di sfida, come ha avuto Giuseppe».

Su Luigi Di Maio: «Non rinnego la scelta di coerenza di aver seguito Luigi, con cui per sei anni ho vissuto tutta la mia esperienza politica… Gli devo molto ma credo che anche lui debba molto a me e che me lo riconosca. Il nostro è un bilancio professionale in pari e un solido rapporto umano».

E sul futuro dice: «La mia area di riferimento è sempre stata il centrosinistra, e il Pd è l’unica famiglia in cui ci si può riconoscere, con tutte le sue difficoltà… Se ci fosse uno spazio per contribuire e fare delle cose per i giovani col Pd, quindi, perché no? Altrimenti nulla vieta di mettere in piedi altro».

A OGGI Spadafora rivela anche un sogno personale: «Per i miei 50 anni, nel 2024, vorrei anche regalarmi un’unione civile. Ma per ora non ho un fidanzato».

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

13 replies

  1. Si dovrebbero nascondere dentro un cesso. Conte sarà un arrogante il quale, nominato capo del grillismo, ha trasformato il movimento in un partito simile se non peggio degli altri, però loro, che abbandonarono il movimento per renderlo ininfluente nei rapporti con il governo Draghi, si sono dimostrati ancora peggio, anche rinnegando le battaglie che avevano portato il movimento al 32%

    Piace a 1 persona

  2. Personaggio squallido direi, tutti quelli che ha portato giggino si sono rivelati un disastro per il movimento. Al personaggetto va chiarito che al 32 non ce lo portò nè lui nè giggino, se è questo che intende, che anzi ne dimezzò i voti, Conte lo prese che era al 15. L’astio nasce dal successo personale di Conte che prendendosi il partito li ha tagliati fuori e condannati all’irrilevanza, che a questi manca terribilmente il palazzo, di una ambizione spropositata, questa è tutta la complessità, si trovi un fidanzato

    Piace a 8 people

  3. Sono allibita.
    Ho letto l’articolo con la bocca aperta.😲
    Questo, che coi suoi degni compari ha tradito qualsivoglia ideale e ogni singolo compagno del m5s, si permette pure di accusare Conte, diciamolo chiaro… di AVERGLI ROTTO le uova nel paniere (e ben gli sta, TIÈ!). 😆
    … e ora guarda al Pd come vera sinistra?😳
    Ma mi faccia il piacere…🙄

    Piace a 11 people

  4. Uihhhh come gli brucia ancora il sederino! Va, vai dal tuo sodale Giggino ex poltrona, con un po’ di fortuna una sedia da bidello te la trova, e magari con cuscino per le doloranti chiappette

    "Mi piace"

  5. Sparatoria è quantomeno un opportunista e un voltagabbana ma tutte le allusioni squallide alla sua omosessualità fanno schifo

    "Mi piace"