Ucraina: Mosca ha ordinato il ritiro in massa delle truppe da Kherson!

(Lorenzo Cremonesi e redazione esteri – corriere.it) – Il ministro della Difesa russo Serghei Shoigu ha ordinato alle truppe di ritirarsi dalla riva ovest del fiume Dnipro. Lo riportano l’agenzia Reuters e la Tass. L’ordine di ritirata dalla città di Kherson, l’unico capoluogo di regione conquistato dai russi dall’inizio dell’invasione, è stata presa da Shoigu dopo aver ricevuto un rapporto dal comandante delle forze russe in Ucraina, generale Surovikin.

MOSCA: NUOVA LINEA DIFENSIVA SULLA SPONDA SINISTRA DEL DNIPRO

Dopo l’ordine di ritirata da Kherson, il ministro della Difesa russo, Serghei Shoigu, ha approvato la proposta del comandante russo in Ucraina, il generale Surovikin, di rischierare le truppe sulla riva sinistra del Dnipro per organizzare una nuova linea difensiva. La decisione è stata presa perché sulla riva destra del fiume le forze russe rischiavano un isolamento totale e i civili rimasti erano a rischio per i bombardamenti ucraini. Lo riferisce l’agenzia russa Interfax.

«I RUSSI HANNO FATTO SALTARE IN ARIA 5 PONTI A KHERSON»

Per rallentare l’assalto delle forze armate ucraine, le unità russe stanno facendo saltare i ponti nella regione di Kherson: dapprima quelli di Daryiv e Tyagin, poi il ponte all’uscita da Snigurivka sul canale, successivamente quelli di Novokairy e di Mylovi. Cinque in tutto. Lo riferisce Unian citando il consigliere dell’amministrazione regionale di Kherson Sergii Khlan.

KIEV: I RUSSI SI RITIRANO SULLA RIVA DESTRA DEL DNIPRO A KHERSON

Secondo il consigliere dell’amministrazione regionale di Kherson in esilio Sergii Khlan «oggi i russi hanno effettivamente iniziato a far crollare l’intera linea del fronte in direzione di Kherson e hanno iniziato una ritirata di massa. Nella direzione di Berislav, gli occupanti sono scomparsi da un certo numero di località. I soldati russi se ne vanno in massa, ma quando se ne vanno fanno saltare in aria i ponti», ha detto Khlan. Lo riferisce Espreso Tv. Il vice del consiglio regionale ha anche aggiunto che gli occupanti stanno cercando di rafforzare alcune posizioni al fine di garantire il ritiro sicuro delle proprie truppe.

UCCISO IL VICEGOVERNATORE FILORUSSO DI KHERSON

Kirill Stremousov, il vicegovernatore dell’amministrazione filorussa di Kherson, è rimasto ucciso oggi in un incidente stradale. Lo riferisce l’agenzia russa Ria Novosti. Non sono ancora noti dettagli sulle circostanze della morte del funzionario. Secondo WarGonzo, uno dei blogger filorussi più seguiti su Telegram, l’incidente costato la vita a Stremousov è avvenuto nei pressi della città di Henichesk, come ha dichiarato l’autista del vicegovernatore.

Categorie:Cronaca, Mondo, Politica

Tagged as: , , , ,

11 replies

    • Penso lo stesso. Escalation senza freni ormai. Ed il peggio è che, quando verrà la pace, se verrà prima che tiriamo tutti le cuoia, l’ineffabile Zelensky verrà a dirci che dobbiamo aiutare a ricostruire l’Ucraina. Alto là. Prima ci sono, nell’ordine , Irak, Afganistan, Siria. Quindi stia buono, abbiamo già dato, armi a volontà per questo sciacallo che per la sua gloria ha lasciato distruggere il suo paese perchè stava bene agli USA

      Piace a 3 people

      • Nel 1943 per liberare l’Italia dal nazifascismo vennero a morire da noi decine di migliaia di americani, polacchi, inglesi, australiani ecc ecc. L’Italia, di fatto, tradì l’alleato tedesco quando la guerra si era messa male. I russi non vennero perché si occupsrono dell’Est Europa che liberarono e poi “occuparono”. La differenza con quei Paesi è che a noi ci hanno liberato gli Alleati occidentali che poi ci sostennero nella ricostruzione; i Paesi liberati dai russi non se la sono vista tanto bene per quasi mezzo secolo e appena possibile hanno bussato alle porte dell’Ue e della NATO. Nonostante tutti gli interessi economici e politici pagati a saldo della liberazione (coss che avverrà anche per gli ucraini) credo che siamo stati fortunati a non vedere l’Armata rossa sfilare per le nostre contrade. Abbiamo scelto un’alleanza (NATO, UE) e occorre rispettarne le regole. Quando ci conviene e quando non ci piace. Altrimenti si sciolgono i patti e si cambia alleato. Chi ci si vede nella Federazione Russa?

        Piace a 1 persona

      • antonno… Se queste regole prevedono di indebolire l’europa, impoverire i suoi popoli, spaccare il mondo in tronconi l’uno contro l’altro creando così i presupposti per guerre che dovranno sostenere figli e nipoti, prima o poi, ti sta bene? In quale parte ti rivedi tu, tra quelli che hanno abbandonato l’Afghanistan ? Ma come mai non siamo ancora magna grecia dopo che ci hanno portato cività e cultura, che lazzaroni a non rispettare le regole, nemmeno per l’impero romano si è portato rispetto a farlo crollare, e che diamine.

        "Mi piace"

      • ”Nel 1943 per liberare l’Italia dal nazifascismo vennero a morire da noi decine di migliaia di americani, polacchi, inglesi, australiani ecc ecc. L’Italia, di fatto, tradì l’alleato tedesco quando la guerra si era messa male.”

        Come no. Vennero per ‘liberarci’. Come quando bombardarono Roma, Milano, Torino, Pisa, uccidendo più di 50.000 civili.

        Ma ci credi veramente alle minkiate che scrivi? Da quando gli eserciti stranieri vengono per ‘liberare’ le nazioni invase? COYOTE.

        I russi non vennero perché si occupsrono dell’Est Europa che liberarono e poi “occuparono”. La differenza con quei Paesi è che a noi ci hanno liberato gli Alleati occidentali che poi ci sostennero nella ricostruzione; i Paesi liberati dai russi non se la sono vista tanto bene per quasi mezzo secolo e appena possibile hanno bussato alle porte dell’Ue e della NATO.

        ALTRA BISCHERATA, come dimostra chiaramente il fatto che a tutt’oggi l’Ucraina campa ancora delle infrastrutture lasciate dall’URSS. NON UNA CENTRALE ENERGETICA è stata costruita dopo il 1991, con gli ucraini troppo impegnati ad insegnare da 31 anni a questa parte l’odio per gli orchi russi.

        ”Abbiamo scelto un’alleanza (NATO, UE) e occorre rispettarne le regole. Quando ci conviene e quando non ci piace. Altrimenti si sciolgono i patti e si cambia alleato. Chi ci si vede nella Federazione Russa?”’

        ALLEATI, non SUDDITI di tutto quel che decidono a Washington.

        Gente come te pagherebbe per fare il servo, è evidente.

        "Mi piace"

  1. L’incidente del vicegovernatore filorusso sarà l’ennesima scusa per proseguire gli scontri, la cosa che sanno fare meglio i russi

    "Mi piace"