“Criminali” e “facce di bronzo”: l’aplomb della vecchia Giorgia

Evoluzione. Oggi chiede toni bassi, ieri insultava tutti: Conte, Macron, Obama. Il primo alleato di Giorgia Meloni è la brevità della memoria collettiva. La presidente del Consiglio si è presentata alle Camere con l’abito istituzionale e una richiesta alle opposizioni: abbassate i toni, se non altro per senso di responsabilità […]

(DI TOMMASO RODANO – Il Fatto Quotidiano) – Il primo alleato di Giorgia Meloni è la brevità della memoria collettiva. La presidente del Consiglio si è presentata alle Camere con l’abito istituzionale e una richiesta alle opposizioni: abbassate i toni, se non altro per senso di responsabilità. La riscoperta signorilità della premier si è smarrita per qualche attimo durante l’intervento di Giuseppe Conte – dal labiale si intuisce Meloni commentarlo con un soave “che merda” –, ma i media le hanno tributato comunque un plauso quasi unanime (“Una fuoriclasse”, ha scritto Repubblica). Un velo di oblio è già steso sulle esuberanze del passato. Meloni atlantica, europeista, addirittura moderata – che chiede moderazione a interlocutori e avversari – è la più recente versione di una politica che ha costruito il suo successo sulle invettive e gli insulti dai banchi dell’opposizione (fatta eccezione per quella “disciplinata” al governo Draghi).

Conte “criminale”. Particolarmente virulenta fu quella ai governi Conte, specie nella versione giallorosa e soprattutto nei primi anni tragici della pandemia. Proponiamo di seguito una breve rassegna dell’aplomb meloniano.

“Lei è un presidente che ci riempie di menzogne, ha svenduto gli interessi degli italiani per una poltrona” (2 dicembre 2019). “Ho trovato scandaloso l’atteggiamento del presidente del Consiglio (…). Conte ha responsabilità gravissime, ha detto che c’era una falla nel nostro sistema sanitario, siamo diventati gli untori di Europa. Sei un criminale a fare una cosa del genere, è un atteggiamento criminale verso l’Italia” (5 marzo 2020). “Conte fa un irresponsabile gioco delle tre carte sulla pelle dei sindaci, che sono prima linea per dare risposte ai cittadini” (29 marzo 2020). “Da Conte un atto di alto tradimento verso il popolo italiano” (20 aprile 2020). “Con quale faccia? Ci dite cosa diavolo state facendo? È da pazzi irresponsabili (…). Non renderemo tutto vano per la vostra furia immigrazionista. Noi non saremo conniventi con questa roba qui. Non vi daremo tregua fin quando non restituirete agli italiani la loro libertà” (29 luglio 2020). “Conte, se avesse avuto un minimo di dignità, si sarebbe già dimesso ieri” (15 gennaio 2021). “Non accetteremo più che l’Italia sia l’esperimento dell’applicazione del modello cinese a un paese occidentale. Il modello Speranza ci ha regalato una nazione che aveva le più grandi restrizioni e allo stesso tempo i più alti dati di contagio e di mortalità. Non piegheremo più le nostre libertà fondamentali a questi apprendisti stregoni”.

Giorgia arrembante. Nei lunghi anni all’opposizione, Meloni non spiccava per equilibrio e senso di responsabilità. Ne ha avute per tutti. Politici, intellettuali, uomini e donne, capi di governi italiani e stranieri.

“Renzi è l’esattore delle tasse dell’Europa, della burocrazia e della tecnocrazia: tra tutto quello che dice e quello che invece fa, a confronto Wanna Marchi era una pippa, tanto che lo chiamiamo Matteo do Nascimento e se non fosse che sta giocando con la pelle degli italiani, ci sarebbe da ridere” (20 aprile 2015). “Obama annuncia nuove sanzioni alla Russia: il governo italiano non assecondi l’ultima idiozia del peggior presidente della storia degli Stati Uniti” (29 dicembre 2016). “Abbiamo un governo che è complice degli scafisti (27 maggio 2017). “Non so se ammazzare Roberto Saviano sia una priorità della camorra” (22 giugno 2018). “La pseudo paladina della lotta alle occupazioni abusive Virginia Raggi in silenzio se l’immobile è occupato dai centri sociali. Ipocrita e incapace” (31 dicembre 2019). “‘Fateli scendere. Siamo tutti OpenArms’. Ma ‘tutti’ chi? Gli italiani chiedono la difesa dei nostri confini e STOP immigrazione clandestina. Continuano gli imbarazzanti appelli dei radical chic italiani: ma è il sole delle spiagge di Capalbio che fa questo effetto? (16 agosto 2019). “Quella faccia di bronzo di Macron continua a insultare l’Italia negando l’emergenza immigrazione e propone insieme al neo profeta dell’accoglienza, il premier socialista spagnolo Sanchez, una vomitevole proposta: aprire gli hotspot nello Stato di primo ingresso” (24 giugno 2018).

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

59 replies

  1. E intanto matteuccio polemizza con l’opposizione e apre alla maggioranza sulle riforme costituzionali. Chissà perché non sono sorpreso?

    "Mi piace"

  2. Ho seguito oggi la repliva del premier al Senato. Stimolata dalle richieste di chiarimento su come intende affrontare e risolvere il caro bollette, si imbarcata in 15 minuti di spiegazione disarticolata senza dire praticamente nulla. Immagino gli alleati come la condiranno nei prossimi mesi lasciandola sfogare con il RdC.

    Piace a 2 people

  3. L’espressione in foto è più eloquente di mille “finte sobrie” parole…è una delle tante “microespressioni”, beccate dall’obiettivo, che ne tradiscono la sostanza, al netto della vernice istituzionale.
    Rancorosa e subdola, falsa fino al midollo, maneggia una tecnica di delegittimazione dell’avversario, che si avvale della menzogna per denigrare.
    Gli italiani di basso spessore, suoi tipici elettori, che ingoiano la qualunque, hanno la memoria corta.
    Macron, però, mi sa che ricorda 😏
    … e anche noi. 😠

    Piace a 9 people

    • Buon giorno Anail! Sì la foto esprime e rappresenta la vera essenza!! È terribile l’espressione!! Un animo gentile non l’avrebbe mai!! Hai postato Licheri un gigante!! Lo adoro!! Buona giornata 🙋

      Piace a 4 people

      • Non si finisce mai di imparare,arrivare a contare fino a 3 è un bel passo avanti.
        Tu sei un grande,tranquillo.
        Mi raccomando oggi non andare nei supermercati,nemmeno ad Assago.
        Li c’è già stato un tuo collega.Stammi bene

        "Mi piace"

    • Anail,
      Mai come l’espressione di sufficienza strafottente quando ha parlato Conte, per finire col suo “che merda”!
      Precisa a Matteo Renzi , il quale soffre di invidia patologica verso Conte .
      Questa di “femminile” non ha niente .
      È orrenda, cattiva e irrisolta per suoi caxxi personali .
      La peggiore che poteva capitarci .

      Piace a 1 persona

      • Da quello che scrivi, di destra non sei senz’altro. Resta il sopra, il sotto e la sinistra. Sopra c’è il cielo, sotto “che merd4!”, ERGO (cit.) posso essere abbastanza sicuro, pur conoscendo di te solo che possiedi 6 magnifici gattini, che tu sia di sinistra: giusto?

        "Mi piace"

      • Biscia d’acqua dovevi segarmi le gambe,ci hai provato…ma hai ammesso una sonora sconfitta.
        Provocazione e sfottò in risposta a una provocazione e sfottò (Gatto è il provocatore n*1 a volte anche un po’ sboccato,siamo d’accordo)va bene,
        Ma questo continuo sfottò classista non fa onore a te e alla professione che svolgi,e mi da noia a leggerlo.
        E non sapere l’ideologia del Gatto solo dopo aver letto suoi 3 post,non fa di te un grande sociologo.
        Torna in aula o te le sego io le gambe.

        Ps: se il Gatto mi da il permesso te lo dico da dove viene politicamente.

        "Mi piace"

      • Si ho ammesso che la topica era mia,non ho paura ad ammettere lo sbaglio e questo ti fa capire con chi stai parlando.
        Non capisco perché una persona come te si ostini a difendere un troll di così basso rango.

        "Mi piace"

      • Biscia d’acqua,Guarda che sei tu che hai detto che mi segavi le gambe,
        Devi tenere conto delle conseguenze delle parole dette.
        Io non vado a cercarmi rogne ma non “porgo nemmeno l’altra guancia”,anzi…
        Sei tu che ti sei messo in questa situazione.
        Non difendo nessuno,puoi continuare a insultarlo(come abbiamo io e lui mesi fa) ma lascia stare questa cosa del “bidello”,che c@zzo c’entra?

        Ps: Gatto,ho finito la mia micro pausa panino,stasera sarai oggetto di studio filosofico-politico😂😂😂

        "Mi piace"

      • @carlgen

        Mi dispiace che tu abbia preso così alla lettera le mie parole scherzose; per me la questione con te è finita qui,è fuor di dubbio il rispetto nei tuoi confronti.
        Il mio sfottò classista,come lo definisci tu,era solo un toccare i punti più psicologicamente reconditi del personaggio per studiare le sue reazioni al solo scopo di ricerca.
        Io sono figlio di due operai: posso essere egoista e cinico,ma non classista.
        Aspetto con grande curiosità quello che scriverai stasera.
        Cordialità

        "Mi piace"

      • Che tenezza il piccolo fiammiferaio non classista (sfotter3 qualcuno, dandogli del bidello per umiliarlo, sostituendo così la discussione ad rem, con l’attacco ad personam, non è affatto classista, ma “inclusivista”; in questo, i figli degli operai, non “nonostante”, ma proprio “perché” tali, sono i peggiori e i più efferati: quando la merd4 la monta in scranno, se non la spussa, la fa danno!): lui pensa di essere capace di toccare “i punti più psicologicamente reconditi” di qualcuno. Ed è talmente convinto di questa sua dote, da pensare, illudendosi assai, di poterla sfruttare come professione. Ora, se si valuta che questa, oramai rarissima, capacità possono averla solo coloro che si sono elevati al di sopra dell’anima (e quandi, a maggior ragione, anche del corpo) nell’ambito delle cause prime – delle “idee”, platonicamente parlando-, a questo non bastando certo un corso universitario, si può capire agevolmente quale sia tutta la comica boria (non classista ovvio) di tutti indistintamente i microbi che bazzicano nelle cittadelle della (s)conoscenza che, per il famoso detto “pubblica o muori”, si vantano pure di apparire su Eurpippes.

        "Mi piace"

      • Sig Gatto (da “sig.Meloni” cit.)
        Ti consiglio di scrivere come mangi,e tu più che riso in bianco non hai mai mangiato;il caviale non fa per te, visto che lo accompagni al tavernello e ciò ti rendere ridicolo.Evita di addentrarti in un cul de sac senza via d’uscita usando paroloni che non sai addomesticare.

        "Mi piace"

      • Sintomatico! Ciò che tu scambi per “paroloni” e quindi per “caviale”, non è che l’effetto che fa agli in$ul$i tuoi pari, i quali, a forza di sgomitate, pensano di essere riusciti a diventare qualcuno e a contare qualcosa.
        In realtà, questi “paroloni”, non sono e non possono essere che “riso in bianco”, semplice, elementare, genuino, autentico, gustoso, non addomesticabile riso in bianco.
        Ringrazio Dio per avermi preservato dal “caviale” con cui si ingozzano i microbi come te – anche se ormai lo si può trovare agevolmente su tutti gli scaffali, pure del più modesto supermercato (idem per lo “sciampagn”) – , cresciuti a wurstel (cioè carne di porc0) e coca cola e convinti di aver avuto successo solo perché arrivati al… la “bottarga”, ma di fatto rimanendo eternamente dei ridicoli parvenu!

        "Mi piace"

      • Ah, dimenticavo: chiedo scusa a Maristella se, nel caso fosse iscritta, le stessimo invadendo la bacheca, ma, come è risaputo, Infosannio questo offre.

        "Mi piace"

      • Scuse a Mariastella anche da parte mia,soprattutto da parte mia

        Scommessa: il pensiero politico di Gatto

        Premessa:onde evitare spiacevoli qui pro quo ed urtare la sensibilità altrui:
        Il “gioco scommessa”(da prendere con leggerezza)è solo una riflessione filosofica e non di ideologia politica;non appioppo alcuna ideologia al Gatto ma solo “pensieri”.il pensiero è sempre rispettabile anche se non condivisibile.

        Pertanto da convinto bakunin-iano che professa la totale libertà di pensiero(il pensiero non si può processare,ma solo le parole e le azioni che ne derivano quando esse violano le leggi dello stato e su ciò mi professo”coincidente” con lo Stato e coerente con esso)

        Dico:
        Anti establisment,anti vaccini,anti green pass,contro la N@To.
        Per tradizionalismo,per approccio misticoesoterico di stampo E(Giulio Cesare Andrea nato il 18maggio)per convinta visione attinente a quella di Rene(nato il 15 novembre),Gatto non può che avere una visione filosoficapolitica che viene dalla “droite”spiritualista del “primo P.no R..ti”
        che si discostò dal mito di M. posto al centro del pensiero politico.Potrebbe (visto che ha dichiarato di aver votato i primi 5stelle) richiamarsi anche a filosofie
        Di destra sociale o “post fasssista di sinistra”.

        Ergo
        50% non votante o scheda bianca.(copiando la scelta del primo avanguardista SDC che la fece)
        25% italexit (la percentuale sarebbe più alta sé ci fosse stato Paolo Bernard al posto di Paragone)
        15% Italia sovrana(ho percepito ultimamente simpatia massone)
        10% Meloni …ma solo per mero interesse personale…essendo dipendente statale,non per coincidenza di pensiero politico.

        Per parcondicio
        ho votato convintamente Conte,sono filosolicamente affine a bakunin, sono distante dalle posizione feline,ma iper rispettoso e non critico verso qualunque altrui pensiero, e con pochissima passione per la politica (odierna)…non me ne frega una 🪚.

        Scuse anticipate se non ho indovinato …Gatto!

        X serpe
        Anche le mie parole erano scherzose, è solo goliardia.
        Ma attento! Quando un sociologo che estrae per primo la pistola incontra un filosofo con il fucile,
        Il sociologo è un uomo….🤣🤣🤣🤣
        Buonaserata a te e a Gatto

        "Mi piace"

      • Si mi hai convinto,
        Non è stato contagiato dal covid, ma dal virus E(b?)ola.
        E sicuramente non ha votato;solo così può trollare le persone sul forum,non prendendo posizione.
        Attento Carlgen se il sociologo con la pistola è Clint E. il duello non è scontato…😝😂
        Buona serata anche a te.
        Mi unisco alle scuse a Mariastella.

        "Mi piace"

      • Scuse a Maristella e scusate se mi intrometto.
        Per me Gatto ha votato 5 stelle.
        Chi disprezza compra!
        Maledetti vaccinati😎🤣

        "Mi piace"

      • Bene.

        Intanto precisiamo che si chiama Maristella, non MariAstella…

        Non avevo dubbi sul fatto che per convincere Serpe non ci volesse poi molto.

        Cercherò di essere breve. Ahivoi, ho votato la terza scelta data al 15%, per i motivi che hai ben indovinato Carlgen, ovvero perché sono “Anti establisment (sic), anti vaccini, anti green pass, contro la N@To”.
        Non certo perché ho simpatie massoniche: T….no non lo è, anzi (ve lo posso assicurare), e la frequentazione che ebbe con M….di (lui sì massone ahimè, ma uno che, tra i tanti ormai, primeggia in incomprensione e ignoranza latomistica) fu di tutt’altra natura.

        La mia provenienza politica (la filosofia la lascerei stare, non potendo, quella vera, avere per definizione contaminazioni politiche), quando ancora le davo importanza, era agli antipodi di quella da te supposta, Carlgen, quindi: sinistra radicale.

        Il signore nato il 15 Novembre, di cui sono un estimatore, non c’entra nulla con l’altro nato il 19 Maggio (non il 18); a sua volta il secondo c’entra pochino con il terzo: R..ti. Quello che cerco di dire è che ci fu da parte degli interessati, un’azione di “parassitaggio” “a cascata”, con l’intento di procurarsi, non aderendo che parzialmente alle rispettive opere, dei benefit per tornaconti personali.

        E. tentò di accaparrarsi una parte del “pensiero” di G. (già credere che possa essersi trattato di un “pensiero di”, tradiva la sua incapacità di poter comprendere chi e cosa rappresentasse veramente G.) per questioni filosofico-speculative a lui congeniali; R..ti, fece la stessa cosa, ma abbassandosi ulteriormente al livello politico e con la differenza che si trattava questa volta di sfruttare un pensiero individuale, che altro non fu ciò che E. espresse nelle sue opere.

        E. a differenza di R…ti non si interessava affatto di politica che come accidente, e G. a sua volta non si interessava punto di filosofia che per evidenziarne i limiti rispetto alla metafisica, unico ambito al quale ha sempre inteso riferirsi.

        Ergo, il sottoscritto è stato contagiato dal virus E(b?)ola, ancor meno che dal Covid, cioè zero!

        Ultima breve annotazione: il termine “misticoesoterico” è una contraddizione in termini, soprattutto se si considera ciò che ormai il misticismo è diventato in occidente nella tradizione cristiana in generale e cattolica in particolare. Il misticismo è tutto compreso nell’essoterismo, mentre l’esoterismo non riguarda che l’ambito iniziatico.

        Buonanotte (anche a Serpe, stasera mi sento buono…).

        "Mi piace"

      • @Gatto
        Ottima risposta
        Be inizio dicendo,anche se non è da precisare,che il mio non è un giudizio di valore quindi non richiede nessuna giustificazione da parte tua.

        Proseguo facendo notare che gli estremismi si toccano spesso e si somigliamo molto.
        Lo dico a mio vantaggio della mia analisi😀

        Concordo totalmente sul neologismo”parassitaggio”; la mia era una simpatica trappola,non ci sei cascato…bravo. Lo faccio spesso con altri citando Ezra P.

        Sulla M@ssoneri@,non ho rimarcato molto…lascierei perdere…l’ho citata perché ho visto che qualcuno te la “addebitava”, altrimenti non ci avrei mai pensato.

        Sul discorso misticoesoterico (per brevità e celerità l’ho accorpato,non corrrettisimo) credo che tu possa aver preso un granchio bello grosso.
        Devo dire che l’italiano scritto del tuo ultimo periodo non è comprensibilissimo,posso aver capito male io quindi.

        Da wiki
        “L’etimologia di «mistico» attiene dunque alle antiche iniziazioni (in latino initiatio), ed ai termini greci mystikós, mystḕrion, mýstēs che nell’ambito delle religioni misteriche ineriscono alle relative “iniziazioni” cultuali, e alla loro concomitante “segretezza”, ma il suo espresso riferimento alla contemplazione del “divino” lo si deve per la prima volta alla lettura che ne dà Plotino:

        È questo il significato della famosa prescrizione dei misteri: “non divulgare nulla ai non iniziati”. Proprio perché il Divino non dev’essere divulgato, fu proibito di manifestarlo ad altri, a meno che questi non abbia già avuto per sé stesso la fortuna di contemplare.»Plotino.

        Da treccani
        Esoterico: Nella storia delle religioni e delle filosofie, il termine è stato usato per indicare gruppi o orientamenti di pensiero che si presentano come portatori di dottrine riservate a pochi discepoli o iniziati, e ne rifiutano quindi la divulgazione, occultandole in espressioni rituali, simboliche, mitologiche che solo gli aderenti al gruppo possono comprendere

        {Dire che misticoesoterico è una contraddizione in termini …}è proprio una contraddizione …ma tua.
        Gattino fai il bravino quando entri nel mio “campo”…passi lenti e sicurezza sul dove metti i piedini…
        Con simpatia
        Ciao alla prox

        Ps:Ovviamente le affermazioni di serpe non mi appartengono.

        "Mi piace"

      • @Carlgen

        Sono sicuro che starai sorridendo con me.
        È una supercazzola unica,dall’inizio alla fine,quella del felino
        In ambito sociologico,noi identifichiamo questi sbrodolamenti senza ne capo ne coda sintomo di persone che non hanno
        Nemmeno la sicurezza di saper come si chiamano.
        Si autoproclama esperto di Guenon e dice a proposito
        “ G. a sua volta non si interessava punto di filosofia che per evidenziarne i limiti rispetto alla metafisica, unico ambito al quale ha sempre inteso riferirsi.”

        Guenon solo metafisica,non filosofia. Dunque.

        Da wiki(è inutile citare fonti più colte)
        La metafisica è quella branca della filosofia che, andando oltre gli elementi contingenti dell’esperienza sensibile….

        È inutile perdere altro tempo.

        Che Apollo, il dio greco-romano di luce, conoscenza, intelletto lo perdoni e non lo ⚡️ fulmini.

        Buonanotte Gatto,Buonanotte Carlgen

        "Mi piace"

      • Visto che mi tocca ribatterti sulla questione del misticismo, volevo precisare anche che ho riportato integralmente la tua valutazione su di me, incluso l’aspetto “anti vaccini”, solo per semplificazione . In realtà, non sono contro i vaccini, prova ne sia che anch’io qualche vaccino l’ho fatto in passato, ma contro ciò che viene spacciato per tale, e soprattutto sull’obbligo: decido io cosa far o non far entare nel “Tempio”!

        Detto questo passiamo al contendere.

        “Gattino fai il bravino quando entri nel mio “campo”…passi lenti e sicurezza sul dove metti i piedini…”

        Innanzitutto, quello iniziatico è un “campo” che non può essere né tuo, né mio, né di nessuno altro, la peculiarità che lo distiungue è infatti quella dell’annichilimento dell’ego e di conseguenza anche dei piedini.

        Spero tu mi faccia la cortesia di non considerarmi così sprovveduto e ingenuo da essere stato all’oscuro del significato originale del termine, ragion per cui, il motivo del perché ho tenuto a precisare “soprattutto se si considera ciò che ormai il misticismo è diventato in occidente nella tradizione cristiana in generale e cattolica in particolare.”.

        Per tagliar corto, ti posto uno stralcio del primo capitolo di “Considerazioni sull’Iniziazione” del signore nato il 15 Novembre “Via iniziatica e via mistica”, che ti consiglio caldamente di leggere molto, molto, attentamente:

        “… l’iniziazione è, per sua stessa natura, propriamente incompatibile con il misticismo. Tale incompatibilità, del resto, non deriva da ciò che il termine «misticismo» implicava originariamente, termine che è anzi manifestamente apparentato con l’antica denominazione dei «misteri», vale a dire con qualcosa che, al contrario, appartiene all’ambito iniziatico; soltanto che tale parola è una di quelle per le quali, lungi dal potersi riferire unicamente all’etimologia, si è rigorosamente obbligati, se ci si vuol far comprendere, a tener conto del senso che è stato loro imposto dall’uso, senso che è, di fatto, il solo che gli si attribuisca attualmente. Ora, ognuno sa cosa si intende con «misticismo», ormai già da molti secoli, cosicché non è più possibile servirsi di questo termine per indicare qualcos’altro; ed è questo che noi diciamo che non ha e non può avere niente in comune con l’iniziazione, in primo luogo perché il misticismo appartiene esclusivamente all’ambito religioso, vale a dire exoterico, e poi perché la via mistica differisce dalla via iniziatica in tutti i suoi caratteri essenziali, e questa differenza è tale che ne risulta tra di loro una vera incompatibilità…”.

        Inoltre, al capitolo 17°, “Miti, misteri e simboli”, si può leggere quanto segue:

        “…mystikos, in effetti, è l’aggettivo che deriva da mystês, iniziato; esso equivale perciò originariamente a «iniziatico» e si applica a tutto ciò che ha rapporto con l’iniziazione, con la sua dottrina e con il suo oggetto stesso (però, in questo suo senso antico,
        esso non può MAI ESSERE APPLICATO A PERSONE [maiuscolo mio, ndr.]); ora, per i moderni, questa stessa parola, «mistico», sola fra tutti questi termini di origine comune, è giunta a denominare esclusivamente qualcosa che, come abbiamo visto, non ha assolutamente niente in comune con l’iniziazione, e che, anzi, ha caratteri opposti a essa sotto certi riguardi…”

        Fai clic per accedere a 15%20Considerazioni%20sull’iniziazione.pdf

        "Mi piace"

      • @Gatto

        Se Guenon,che come più volte da me riportato non è stato certo il fulcro dei miei studi,
        Vuole destituire il significato etimologico corretto (latino e greco) in base a chissà quali personali e non oggettive
        Considerazioni “moderniste” del termine non è affar mio e non mi compete.
        La storia della filosofia pone le sue basi su fondamenti ben concreti su cui non è possibile transigere,altrimenti non ci sarebbe stata nessuna evoluzione del pensiero filosofico umano.
        Il teorema di Pitagora è uguale 2000 anni fa come adesso e si intende allo stesso modo.
        Quando scrivo pera,intendoun frutto…se tu lo scrivi,intendendo una siringa di eroina,sei in errore in ambiente accademico.
        E la parole esoterico,exorterico e mistico non sono state inventate da Guenon,ma dai greci.
        Se le usa deve attenersi al significato originale e non modificarlo,altrimenti si inventi una sua personale lingua.
        Estrapolare poi parti di brani filosofici dal loro contesto fa perdere loro di significato,quindi non sono argomento di analisi.

        "Mi piace"

      • “Da wiki(è inutile citare fonti più colte)
        La metafisica è quella branca della filosofia che, andando oltre gli elementi contingenti dell’esperienza sensibile….”

        E con questo il povero Serpe – un po’ mi fa pena – e con lui anche wiki, dimostrano tutta la loro crassa e inconsapevole ignoranza, da bravi moderni, soprattutto occidentali, riguardo al termine “fisica/o”, “phisis/φύσις”, che non significa nient’altro che NATURA.

        Ora, la natura comprende sia l’aspetto sensibile o somatico, sia quello sottile o psichico, anche se ormai, come per il termine misticismo, visto che siamo in tema, ha subito una banalizzazione che lo fa sinonimo di corporeo.

        Quindi essere al di là (meta) della Natura (sia naturans che naturata), vuol dire essere immensamente oltre l’esperienza meramente sensibile.

        Non che fonti ben più autorevoli di wiki abbiano le idee chiare, certo è che appoggiarsi a queste carabattole per, una volta in più, far emergere tutto il classismo di cui ci si crede immuni, fa vedere ancora una volta, quali siano le miserie di cui sono consustanziati gli accademici.

        Inoltre: filosofia significa “amore/amante per/della la sapienza”, quindi ancora non la Sapienza, ma un mezzo (amore) per il tramite del quale viene avvicinata, epperò inquinata, perché non oltre l’esperienza psichica (amore).

        La metafisica invece, come abbiamo visto al di là di qualsiasi esperienza, sia sensibile che psichica, è l’ambito dell’Intuizione intellettuale pura (Gnosi): come potrebbe in queste condizioni essere la Metafisica una branca della Filosofia e non caso mai il contrario, se questo non conducesse ad una erronea soluzione panteistica, in quanto le due condizioni, in realtà, sottostanno ad un rapporto di irreciprocità, incommensurabilità e irreversibilità?

        Da quello che la povera biscia d’acqua sostiene, si evince che di G. non ha mai nemmeno letto la biogarafia, ed è costretta a scomodare Amici miei per restare, non dico in gioco, ma almeno a sbraitare dalla panchina.

        "Mi piace"

      • * DA cui ci si crede immuni

        PS: Carlgen, nessun inventa nulla, né i greci, né G.: si può solo scoprire, la Verità essendo una condizione preesistente all’uomo. Se avrai la pazienza di leggere quello che ti ho consigliato, capirai cosa intendevo dire, altrimenti fa lo stesso.

        ‘Notte

        "Mi piace"

      • Neanche il Mascetti sarebbe stato capace di ciò;uno sfarfugliamento unico che lo porta alla fine a non riconoscere più chi è: andrai a dormire con la convinzione di essere un elefante ma ricordati che sei sempre un gatto.
        Poi un umiltà unica: sarebbe capace di correggere Einstein e le sue formule🫣🫣.
        Carlgen devi essere proprio in odore di “santità” per abbassarti così tanto e dedicare tempo e parole ad un essere simile.

        Continuo a sposare la tesi di Jonny Dio.

        “Gli abissi della miseria umana”

        "Mi piace"

      • X gatto

        Vero la verità si scopre, e quindi non si racconta,se Guenon la vuole raccontare deve attenersi alle umane convenzioni, chiamate lingue, nel nostro caso derivanti dal latino o dal greco.
        Notte

        "Mi piace"

      • “Se Guenon (sic), che come più volte da me riportato non è stato certo il fulcro dei miei studi,
        Vuole destituire il significato etimologico corretto (latino e greco) in base a chissà quali personali e non oggettive Considerazioni “moderniste” del termine non è affar mio e non mi compete… se Guenon (sic) la vuole raccontare deve attenersi alle umane convenzioni, chiamate lingue, nel nostro caso derivanti dal latino o dal greco.”

        Ti sembrerà strano, Carlgen, ma è proprio questo il motivo per il quale Guénon ha tanto insistito sulla questione del Misticismo in rapporto con l’Iniziazione, e cioè perché ha dovuto, per far chiarezza, attenersi “alle umane convenzioni”, colpevoli loro, non lui, di aver deposto – questo è un fatto – il termine dal suo vero significato. Significato originale di cui G. non era, come abbiamo visto, punto all’oscuro.

        Non è G. che ha voluto destituire il significato etimologico corretto del termine Misticismo, ma l’abuso che già da qualche secolo, sia il laico (anche questo è un termine che ha indebitamente assunto il significato di “non credente”) che il chierico hanno sempre più inconsapevolmente introdotto, per scopi non sempre disinteressati: non hai idea dei retroscena che ci sono in certi ambienti exoterici, nei quali, non più in grado di negare l’esoterismo, come in un primo momento hanno tentato di fare, ci si adopera per assimilarlo tout court all’aspetto religioso, attraverso l’indebita riduzione semantica di cui qui stiamo parlando.

        Delle due, l’una: o ci si arrende al fatto che il termine “misticismo”, da diversi secoli, è stato usato indebitamente, soprattutto nella Tradizione cristiana, per descrivere un aspetto particolare della Religione cattolica, epperò allora lontanissimo da qualsiasi iniziazione misterica, ovvero se lo si vuol considerare per il suo valore semantico originale, bisognerebbe avere la consapevolezza che si sarà sicuramente fraintesi. E questo non dall’uomo della strada, cosa affatto irrilevante, ma dagli addetti ai lavori (Serpe con la questione dei termini “metafisica” e “filosofia” ne è un esempio tristemente attuale) che oggi fanno il brutto e il cattivo tempo in ambito epistemologico.

        Per fare un esempio che vale più di mille parole, si potrebbe scomodare il sostantivo “illazione”: quanti al giorno d’oggi, dopo secoli di indebito uso, sono ancora consapevoli che non significa altro che “deduzione” e non affatto “congettura indebita” o “supposizione arbitraria”, come esclusivamente viene inteso?
        Se in un argomentare, colui che fosse al corrente dell’etimo originale, non tenesse conto della corruzione subita dal termine, come potrebbe pensare di poter intendersi con chi lo usa nell’accezione corrente e che crede (o fa finta di credere per proprio tornaconto) non significhi altro che supposizione?

        Sicuramente è una situazione deplorevole, ma se non si tenesse conto di questo, sarebbe impossibile oggi parlare esaurientemente di checchessia.

        "Mi piace"

      • Gatto,
        Quando parlo di umane convenzioni,mi riferisco alla lingua in comune che usiamo per comunicare,non alle abitudini umane che possono mutare nel corso dei secoli.
        Per poter attuare un simposio filosofico o altro,devono esserci delle regole comuni accettate da tutti,altrimenti viene fuori un bel casino,tra l’altro su un argomento che è già piuttosto complesso.
        Non è lo studioso,il filosofo o l’iniziato (scegli tu) che deve venire in contro alla massa adattandosi a un linguaggio “spurio”,semmai il contrario.
        Non siamo alle scuole elementari,ma un po’ più in alto:su questo credo che converrai con me.L’obbiettivo non è farsi capire da tutti,ma sperare che anche solo qualcuno capisca qualcosa.Non è proprio argomento da cultura di massa,ma più “meritocratico”,se così si può dire attualizzando ai giorni correnti.
        Se paragoniamo “la discussione” a una partita di calcio,non si possono usare due palloni,uno rotondo e l’altro ovale(rugby).Altrimenti ne viene fuori un pastrocchio e non si capisce nulla.
        Allo stesso modo una squadra non può venire incontro all’altra più scarsa accettando di giocare con una porta più larga e più alta: non avrebbe senso e la partita sarebbe falsata.
        Detto ciò non metto in dubbio che G. Non sappia di cosa parli,per carità; per quello che ho letto di lui(critica alla Divina Commedia) l’ho trovato sottile e profondo come pochi.
        Probabilmente voleva dire un altra cosa o si rivolgeva ad un pubblico “diverso” o entry level.
        Sono un po’ busy oggi,ti devo lasciare.Alla prox.

        "Mi piace"

      • Ahahaha Carlgen!
        Sei commovente!
        Ti piacciono le mission impossible!Stai cercando di far camminare eretto e su due zampe un Gatto!
        Ma non ce la farai mai;per natura camminerà sempre a 4 zampe,è contro natura con gli svantaggiati di tale livello provare a spiegare anche solo le basi.
        Tra l’altro hai trovato una personaggino umile umile.
        Lui non solo corregge te;lui insegna fisica a Einstein, da dei consigli a Verstappen,bacchetta sul diritto Zagrebelsky,da del pirla a Socrate e insegna latino a Cicerone.Insomma un fenomeno da baraccone unico e inimitabile.Un “illuminato” con la batteria scarica.ahahahahah
        Deve aver preso tante bacchettate sulle mani dal suo maestro di scuola elementare che adesso cerca i suoi 15 minuti di rivincita alla Andy Warhol.
        Fai bene! giusto concederglieli,se lo farà stare meglio e se ciò contribuirà a un mondo migliore
        😂😂😂😂😂😂

        "Mi piace"

      • Ma Carlgen, su questo siamo perfettamente d’accordo, nemmeno è da discutere la questione. Ma cosa non ti è chiaro della frase:

        “…E questo non dall’uomo della strada, cosa affatto irrilevante, ma dagli addetti ai lavori (Serpe con la questione dei termini “metafisica” e “filosofia” ne è un esempio tristemente attuale) che oggi fanno il brutto e il cattivo tempo in ambito epistemologico.”?

        Guénon non ha mai inteso riferirsi se non a chi era in grado di capire, da qualsiasi condizione provenisse. E per far questo ha dovuto smantellare delle visioni erronee che non provenivano dall’uomo della strada, ma da specialisti che avevano l’ardire di parlare di argomenti, con la competenza dell’ultimo degli ignoranti.
        Con questi si è sempre battuto e non certo per ambizione, ma perché, come ho già detto, erano, e sono, coloro che, avendo il prestigio e l’autorevolezza dell’erudito, e convinti di avere conoscenze specialistiche in merito, non differi/vano/scono in sostanza, se non per un linguaggio accattivante, dall’ultimo degli incompetenti, ma con l’aggravante che il loro contributo serv/iva/e per tracciare ciò che è giusto e ciò che non lo è, non per chicchierare al bar.
        Se questo si limitasse all’angusto ambito nel quale tutta la conoscenza moderna si è imprigionata, il danno non sarebbe poi così grave, ma qui si tratta della Conoscenza per eccellenza, riguardante la Realizzazione metafisica.

        Mi fa specie il fatto che tu non riesca a capire questa semplice questione…

        "Mi piace"

      • @ sig. Cat
        In tutto il mondo
        Mistica ed esoterismo hanno il significato che dice Carlgen!
        Non sei tu e non è quello che vuoi far dire a Guenon che cambierà le cose.
        Se Guenon ,come dici tu(ma ho molti dubbi come su tutto quello che dici)
        Ha perso la sua vita a dire agli stolti che sbagliavano,
        La colpa è di Guenon non degli stupidi.
        In ambito della ricerca della verità ultima,
        Il Cristo,Buddha,Krisna,San Francesco,Lao tse e tanti altri
        non andavano in giro a dire che gli altri erano stupidi e sbagliavano,come dici tu e il tuo Guenon.
        Dicevano la verità e basta,e non si preoccupavano degli altri che non conoscevano nemmeno il significato dei termini.

        L’abitudine a correggere gli altri è solo tua e del “tuo Guenon” non di quello vero,su questo sono sicuro.
        Ed è sinonimo di pochezza culturale e filosofica,la tua è certa quella di Guenon certamente meno.

        Virgilio dice a Dante di guardare le tre fiere e andare oltre,non di fermarsi a spiegare quello che è giusto e quello che è sbagliato ad esse

        Carlgen sta facendo questo errore con te
        come Guenon lo ha fatto con gli ignorantoni (da quello che dici tu ma che è poco credibile… in quanto lo dici tu)

        "Mi piace"

      • Non si finisce mai di imparare,arrivare a contare fino a 3 è un bel passo avanti.
        Tu sei un grande,tranquillo.
        Mi raccomando oggi non andare nei supermercati,nemmeno ad Assago.
        Li c’è già stato un tuo collega.Stammi bene

        "Mi piace"

      • “Il Cristo,Buddha,Krisna,San Francesco,Lao tse e tanti altri non andavano in giro a dire che gli altri erano stupidi e sbagliavano,come dici tu e il tuo Guenon… Virgilio dice a Dante di guardare le tre fiere e andare oltre,non di fermarsi a spiegare quello che è giusto e quello che è sbagliato ad esse (sic).”

        Ah ah ah! Che razza di pajasso! Una per tutte:

        «Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo! Se la tua mano o il tuo piede ti è occasione di scandalo, taglialo e gettalo via da te; è meglio per te entrare nella vita monco o zoppo, che avere due mani o due piedi ed essere gettato nel fuoco eterno. E se il tuo occhio ti è occasione di scandalo, cavalo e gettalo via da te; è meglio per te entrare nella vita con un occhio solo, che avere due occhi ed essere gettato nella Geenna del fuoco. Guardatevi dal disprezzare uno solo di questi piccoli, perché vi dico che i loro angeli nel cielo vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli».

        “L’abitudine a correggere gli altri è solo tua e del “tuo Guenon (sic)” non di quello vero,su questo sono sicuro.”.

        Stendendo un velo pietoso sulla comica sicumera che dimostri in ambito spirituale (vedi sopra), su che basi affermi audacemente di essere sicuro che esisterebbe un “mio Guénon” e un Guénon, non sapendo nemmeno scrivere correttamente il suo nome? Sono io sicuro invece che tu, nell’affermare apoditticamente questo, di Guénon non puoi aver letto nulla di nulla, altrimenti, è certo, potresti sostenere quello vai ragliando al cielo, solo sapendo di mentire spudoratamente. Ma quelli come te hanno l’aggravante di non essere nemmeno in malafede, essendo ingenuamente convinti di dire e fare la cosa giusta: la peggior disgrazia che può capitare ad un essere umano.

        Nulla di stupefacente comunque, visto come addestrano il personale docente nelle cittadelle dell’ignoranza, da mandare al fronte: siete carne da cannone e neanche ve ne accorgete. Siete tragicamente e sinistramente patetici.

        "Mi piace"

      • Sei un fenomeno. Quando incomincia a mancarti l’ossigeno (intellettualmente parlando) parti a blaterare insulsaggini.
        Faccio come te guarda….
        Supercalifragilistichespiralidoso
        Ho vinto io!!!! L’ho detta più complicata.
        Sig Gatto tu dovresti aprire un canale YouTube e parlare di guenon e metafisica.
        Faresti soldi a palate, come ha fatto questo grande mistico (sic non c’è più).
        Più o meno il tuo livello è questo

        "Mi piace"

      • Eccolo che corregge.
        Secondo te perché tu correggi sempre gli altri e nessuno corregge te? Tu sei er meio perché hai il santino di guenon nella camicia o forse perché tutti ti considerano un fesso?
        Povero guenon se sapesse che un bigolo come te pronunciasse il suo nome praticherebbe autolesionismo nella tomba

        "Mi piace"

      • “Povero guenon (sigh!) se sapesse che un bigolo come te pronunciasse il suo nome…”: “sigh”!

        Ah ah ah!

        E poi sarei io che imparabbi l’itaGliano da Frassica…

        "Mi piace"

      • Ahahah lo avevo detto!non avevo dubbi
        Non riesce a collegare una frase all’ altra talmente è sc3mo. In 3 secondi ci ricasca… ma tu avessi mai letto topolino saresti già a un livello ottimo… 3..2…1…

        "Mi piace"

  4. IN MERITO AL MERITO- BRUNO FUSCO
    I meritevoli non mi hanno mai appassionato, ho sempre avuto simpatia per i disadattati, i timidi, gli incerti, anche in famiglia, dove da ragazzi eravamo cinque fratelli nella stessa casa, non ho mai sentito mia madre dire: “vediamo chi si merita una polpetta in più!” Sempre parti uguali, più o meno.
    A dire la verità, il problema nasceva con il pollo, sette bocche e solo due cosce, per fortuna mio padre non amava la carne di pollo, la schifava proprio, e mia madre era una erbivora, rimanevano cinque bocche e due cosce di pollo.
    Il dibattito avveniva sulle patate, la mia convinzione era quella che mia madre barasse, mi metteva un piattone di patate e se scavavi, ma bene, bene, riuscivi ad intravedere un’ala di pollo e un altro pezzo, che non ho mai capito bene cosa fosse, la sensazione che si trattasse del culo del pollo, ma mia madre mi ha sempre detto che fosse un fianco, mah…
    Accontentato il sottoscritto, mica tanto, le altre quattro bocche fingevano un’attesa disinteressata, ma appena una coscia di pollo finiva nel piatto di qualcuno, le rivendicazioni emergevano.
    Mia madre riusciva, comunque, a sedare la rissa, aveva la dote di convincere i delusi che i migliori pezzi fossero andati proprio a loro, in fondo, la coscia non era poi questa grande scelta, meglio il petto!
    Non ho mai pensato che la coscia di pollo fosse una scelta di merito, mia madre usava dire che i figli sono come le dita della mano, sono tutti uguali, “la prossima volta, la coscia sarà di Brunettiello!”
    Per un genitore non esiste un figlio che meriti più di un altro, e i figli sbagliano, salvo casi rari ed eccezionali, a pensare che un genitore abbia delle preferenze di merito su coloro che hanno messo al mondo, sarà il percorso di ognuno di loro a determinare il destino, ma i genitori offrono lo stesso amore e le stesse garanzie di partenza, anche se uno dei figlio fosse più dotato degli altri, più intelligente, più intraprendente, non sentirete mai un genitore dire: “questo mio figlio e più meritevole dell’altro…”, come disse Cornelia, madre dei Gracchi: “questi sono i miei gioielli”.
    La scuola deve essere come una famiglia, e la famiglia dev’essere la prima scuola.
    Da bambino soffrivo a vedere che altri bambini, della mia classe, avessero accesso al refettorio della scuola, volevo andarci anch’io, mi è successo solo una volta: pasta con il formaggino, panino, scatoletta di Simmenthal e succo di frutta a pesca!
    Quel giorno non l’ho mai dimenticato, solo con il tempo ho capito che al refettorio avessero accesso i bambini di famiglie povere e disagiate, e il professore mi fece un regalo, per un solo giorno, farmi accedere alle meraviglie del refettorio, e solo per l’assenza di altri bambini, io non ne avevo diritto, non che fossimo ricchi, mio padre era un macchinista delle ferrovie e mia madre casalinga, ma esistevano famiglie, sicuramente, meno fortunate.
    Più che di merito parlerei di rispetto e solidarietà, questa dovrebbe essere la scuola, il rispetto per i professori, e la solidarietà verso chi resta indietro, perché nessuno nasce meno meritevole di altri, ma in una condizione che gli crea disagio, vuoi in famiglia, vuoi per difficoltà economiche, vuoi per l’ambiente in cui si cresce, vuoi per disabilità mentali e fisiche, e la scuola deve essere presidio di uguaglianza sociale, mettere a disposizione di tutti gli stessi strumenti, le stesse garanzie, le stesse possibilità di riscatto.
    Il merito va benissimo, ma che resti una medaglia, un premio, un riconoscimento, per cose fatte e per risultati ottenuti, riconosciuti come tali, e non per aver il posto giusto per aver leccato il culo a quel primario, a quel politico, a quel dirigente, aver detto sempre sì, avere quella tessera in tasca, conoscere quel tizio, magari aver prestato il corpo o la propria coscienza e raggiungere il proprio fine, e il parlamento è pieno di questa gente, ma questo non è merito ma è miseria umana venduta per talento!

    "Mi piace"

  5. Anziché profondersi in argomentazioni,
    Ogni tanto in parlamento dovrebbero mandare un collage di registrazioni delle passate dichiarazioni dell’uno o dell’altro.
    Così da raccoglierle e metterle agli atti.

    Piace a 4 people

  6. Il buongiono si vede dal mattino questi sono una massa di sprocitati e merdacchioni povera Italia in mano agli italioti pattriotti

    "Mi piace"

  7. Siccome noi crediamo che non solo un fermo immagine, ma anche una penna Bic, sia più eloquente di mille FINTE sobrie parole (cit.), ci permettiamo allora di pubblicare qualche migliaio di VERE sobrie parole, avvallate da VERISSIMI sobri fatti che descrivono, più di qualsiasi penna Bic, chi sia veramente Dendenna:

    Gli italiani di alto spessore, suoi tipici elettori senza ingoio, hanno la memoria lunga: peccato che se la dimenticano spesso.

    "Mi piace"

    • @mm angiaratti, il bidello e filosofo frustrato.
      Ti dò un’esclusiva:
      Il 32% degli elettori del M5S avevano votato, fino al 2013, per altri partiti, compreso PD, Forzamafia, Fratelli di Taglia ed altri.
      Pensa piuttosto a quel traditore del Bomba toscano, che alle Europee del 2016 urlò dal palco verso Grillo di sciacquarsi la bocca quando citava Berlinguer e oggi flirta apertamente con una fasciocoatta ignorantissima e collusa con i mafiosi.
      Ti che fai tanto il saccente e fustigatore delle altrui scelte e convinzioni partecipi al voto?
      Se si, a chi dai ed hai dato la preferenza?
      Se fossi il solito impavido che lancia il sasso nascondendo la mano non rompere il catso e tornatene nella fogna.
      Da quale armadio ammuffito hai estratto sto pirla?

      "Mi piace"

      • Boy George: che c’entrano gli elettori? Qui si sta parlando di ELETTI! Ricordo al w4ter aziendale che all’epoca il PD aveva 97 senatori di 321 e 281 di 630 deputati, mentre il M5Stekke 35/321 e 88/630.

        Ma quello che importa sapere non è questo, è che Conte non è uscito dal cappello di Fefè, ma da quello di Andreotti.

        "Mi piace"

    • *Gatto 9,33,
      Premesso che non sono tenuta a dire le mie simpatie o non-antipatie politiche, in quanto sono dati sensibili, ma oggi sono in vena, anche perché sicuramente tu avrai un foglio Excel dove diligentemente annoti la provenienza politica di tutti i frequentatori info sanniti, e quindi ti manca la mia casella.
      Tu di destra lo sei sicuramente, in quanto solo voi vi auto obbligate a farvi piacere qualunque leader purché sia dei vostri, compresi buzzurri , pedofili e delinquenti assortiti.
      Il mio commento delle 8:46 atteneva unicamente la incapacità di gestire lo stress e la rabbia , e la volontà di rivalsa tossica della signorina Meloni , alias la coatta pesciaiola ( È incazzata cronica anche perché il suo compagno non vuole sposarla oltre che per l’abbandono del padre). Proprio lei nei 30 anni che campa
      Di politica, (e’pure assenteista cronica) ha sempre offeso tanto e tutti, e insultato anche sul personale, soprattutto chi non lo meritava. Indimenticabile gli ultimi giorni del secondo governo Conte quando lo appellava “avvocato Conte, “giusto per non riconoscerlo come presidente. Era solo rabbiosa perché le mancava il potere, che ora userà per favorire criminalità , evasori e corrotti e suoi compari consimili in crisi d’astinenza da anni. Essendo io una lavoratrice corretta , una cittadina onesta e una contribuente fedele, non sono mischiata in gente di questa risma.
      Ciò fa di lei a mio avviso una persona pericolosa in quanto irrisolta e molto cattiva, alla quale non farei gestire nemmeno il più scalcinato dei condomini. Di conseguenza non dovrebbe adontarsi se eventualmente in parlamento qualcuno la appellerà come “maturata dell alberghiero Meloni”.😁
      Neanche 100 tailleur Armani faranno di lei una signora.
      (Ti posso dire però che in passato ho NON votato, ma apprezzato Gianfranco fini, che almeno era composto ed educato. Che poi si sia fatto rigirare come una cotoletta dalla moglie e dal cognato, e’altra faccenda.)
      Le valutazioni di cui sopra senza disconoscere gli sbagli di Conte, la sua piaggeria verso le regioni del Nord, che gli hanno comunque fatto marameo, in quanto lui ha considerato i voti del Sud scontati. Non ha avuto ne’ gli uni ne’ gli altri.
      Sai , io mi sforzo di essere obiettiva.
      Però no, io non sono di destra.
      in passato ho votato di Pietro , un lungo periodo non ho votato nessuno, poi potere al popolo, Leu, movimento cinque stelle. Sul PD sono d’accordo con di battista che sia la peste nera.
      Come vedi valuti volta per volta chi mi convince. Non ho bisogno di chiedere niente a nessun partito perché sto già bene, per cui voto -quando lo faccio,- per mia convinzione personale riguardo gli esponenti , e comunque molto vado a naso e a intuito femminile, che
      non mi ha mai tradito.

      Spero di aver soddisfatto le tue curiosità, Micio. Se non ci sono riuscita non posso farti niente, questo era l’unico bonus che ti ho concesso perché avevo tre minuti .

      "Mi piace"

  8. Allora qualcuno, ben informato, mi dica dal cappello di chi sono usciti fuori Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo………perché ho smesso di credere a Babbo Natale a 5 anni……e non è che si può dire Babbo Natale non esiste, ma le renne gli tirano la slitta!

    "Mi piace"