Putin ci ricatta con il gas

(ANSA) – Gazprom starebbe riducendo ulteriormente le forniture verso la Germania attraverso il gasdotto Nord Stream 1 nel Mar Baltico. A partire da mercoledì il flusso scenderà al 20% della capacità totale, ovvero 33 milioni di metri cubi al giorno. Lo riportano diversi media, citando una comunicazione della stessa Gazprom. Il motivo sarebbe il fermo per riparazione di un’altra turbina.

Gas: prezzo vola (+10%) con taglio flussi Gazprom

(ANSA) – MILANO, 25 LUG – Il prezzo del gas europeo s’impenna fino a toccare un rialzo del 10%, a 176 euro al megawattora, dopo che Gazprom ha annunciato che da domani taglierà dal 40 al 20% i flussi dal Nord Stream. In questo momento il prezzo dei future ad Amsterdam sale dell’8,8% a 174 euro.

Categorie:Cronaca, Inchieste, Mondo

Tagged as: , ,

15 replies

  1. Ma ma ma non siamo stati noi ad imporre sanzioni contro il gas russo? Non siamo stati noi a rubargli oltre 300 miliardi di dollari? Fortuna che i russi ( per me sono scemi ) non hanno chiuso tutti i rubinetti come avremmo fatto noi nei loro confronti,
    O questi nostri governanti sono dei geni, oppure siamo in mano ad una banda di idioti,
    Sono propenso a credere nella seconda ipotesi.

    Piace a 4 people

    • Concordo! Adesso sarebbero veramente dei coglioni a non tagliarci il gas dopo tutte le sanzioni e le bombe ! Chi sono Joe Condor? Come si fa a scrivere e lamentarsi di una giusta reazione ? Chi scrive queste puttanate ?

      "Mi piace"

  2. Chiedete ai signori dell’agenda draghi come si può risolvere il problema.
    Ammesso abbiano idee al riguardo. Al momento sembra che quel trust di cervelli abbia tutte le idee occupate a garantire il futuro da 15 mila euro/mese alle loro chiappe.
    Guarda che bordello di incuiuci e alleanze farlocche sulle spalle dei c@glioni che li voteranno!!!

    Piace a 5 people

    • Il draghistan sta per essere sommerso dalla merd@ di menzonie che ha propinato. “Volete la pace o i condizionatori accesi” come battuta farebbe ridere se non fosse che a rimetterci siamo noi. Dell’agenda draghi sappiamo cosa farne

      Piace a 2 people

    • Si mormora che l’agenda gliel’ha rubata Giggino e l’ha fatta sparire ingoiandola per intero….ora, dice, per conoscerne il contenuto, bisogna chiedere a lui.

      Piace a 1 persona

  3. I problemi non arrivano mai troppo tardi
    A causa della fine del tempo della revisione (secondo le istruzioni di Rostekhnadzor e tenendo conto delle condizioni tecniche del motore), Gazprom interrompe il funzionamento di un altro motore a turbina a gas Siemens presso il Portovaya CS”, dice il comunicato.
    Tutti i nodi vengono al pettine
    E draghi prima di rimanete con il cerino in mano ha preferito eclissarsi.

    "Mi piace"

  4. Ma dai????
    Lo hanno scoperto adesso?
    Conseguenza delle politiche governative?
    Chi paga?
    Chi ha preso le decisioni?
    Le fanno i giornalai queste domande a chi ha votato tutto questo?

    Piace a 2 people

  5. Probabilmente i coglionazzi draghisti pensavano che Putin stesse scherzando.
    Meno male che si vota.
    Spero che ( se con le elezioni cambierà qualcosa) abbia pietà di noi e capisca che draghi non lo abbiamo ne voluto ne votato.
    Lo abbiamo solo subìto.

    Piace a 5 people

  6. E questo sarebbe uno statista lungimirante ed intelligente?
    Al massimo può fare l’avvocato ch’io.

    "Mi piace"

  7. Nell’attesa che Putin ci tagli tutto noto un grande furore agonistico nell’installare a bomba rinnovabili.

    "Mi piace"

  8. Ma non eravamo noi che avremmo distrutto l’ economia russa con le sanzioni e non comprando più il gas?
    Comunque rimpinguaremo l’ economia Us… con gas liquido e rigassificatori.

    Tra inquinamento, pandemia,la guerra (guerra? Abbiamo dichiarato guerra? stiamo difendendo, come da accordi un Paese NATO attaccato? Da quando?) le migrazioni sapientemente organizzate e la sovrapopolazione mondiale primaria causa di tutto ciò, e’ in arrivo un nuovo Medioevo. Che, non a caso, gli storici “alla moda” ora ci descrivono come un periodo se non d’ oro, d’ argento… Col senno di poi, ovviamente: basterebbe contare le invasioni, i saccheggi, e il drammatico calo della popolazione…

    E tutto ci va dietro: il ritorno ai fossili più inquinanti, il degrado delle città, la povertà in drammatica crescita, la violenza ormai giornaliera tra bande giovanili e contro i soggetti più deboli, la violenza nei confronti degli animali (la “fame” giustifica tutto, per non parlare degli allevamenti super intensivi in cui mancherà anche il presunto “benessere” per produrre di più ed a costi minori) …
    Praticamente ogni giorno in ogni città c’è un accoltellamento, ma , come durante il fascismo, i media nazionali non ne parlano, se non quando c’è da sfruttare politicamente il “caso umano”.

    Ci prendono, ci prenderanno, per “fame”. E purtroppo non è un eufemismo.

    "Mi piace"