Ma mi faccia il piacere

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Massimo Draghini. “Cresce la richiesta di serietà e stabilità. Di cui Draghi viene considerato o percepito come il rappresentante e il garante. Con buona pace della premiata ditta Travaglio & Taverna” (Massimo Giannini, Stampa, 17.7). A proposito di serietà e stabilità: non eri tu che a gennaio volevi spedirlo al Quirinale? Sua Altezza. “Sondaggi politici […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

27 replies

  1. Ma mi faccia il piacere

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Massimo Draghini. “Cresce la richiesta di serietà e stabilità. Di cui Draghi viene considerato o percepito come il rappresentante e il garante. Con buona pace della premiata ditta Travaglio & Taverna” (Massimo Giannini, Stampa, 17.7). A proposito di serietà e stabilità: non eri tu che a gennaio volevi spedirlo al Quirinale?

    Sua Altezza. “Sondaggi politici sulla crisi di governo, gli italiani hanno fiducia in Draghi: il 53% contrario alle elezioni: ‘Per la maggioranza degli cittadini la politica non troverà un sostituto all’altezza’” (Repubblica.it, 16.7). In compenso, abbiamo degli giornalisti all’altezza.

    Sua Grassezza/1. “Avevamo l’unica persona, Mario Draghi, provvista di credibilità mondiale e l’abbiamo fatta scappare per l’insipienza dei suoi interlocutori e degli azzeccagarbugli” (Aldo Grasso, Corriere della sera, 16.7). Dài, su, Alduccio, non fare così: sono sempre i Migliori quelli che se ne vanno.

    Sua Grassezza/2. “Esco da Mentana ed entro da Maggioni su Rai1… Ci sono Damilano, Sechi, Cerasa, Contu e altri. Mi sembra di respirare un clima di compostezza, nella speranza che non spuntino i Travaglio, i Telese, tutti quelli che hanno tenuto bordone agli scappati di casa e ai putiniani nostrani” (Grasso, ibidem). Che tenero, Alduccio: nel suo piccolo ha fatto pure lui la sua listuccia di proscrizionuccia e ora lecca il suo chupa-chups tutto contento.

    Il kimona. “#ShinzoAbe, il ricordo di @matteorenzi: ‘Un patriota che amava l’Italia, regalò un kimono a mia figlia’” (ItaliaViva, Twitter, 9.7). Tipico dei patrioti.

    Mecojoni. “’Ci sono ragioni per andare e ragioni per restare’. Draghi ancora nel libro” (Repubblica, 16.7). Mica per nulla lo chiamano il Migliore.

    Giggino ‘o Stratega. “Se noi smettiamo di rifornire la resistenza ucraina, Putin potrebbe arrivare fino ai confini di Nato e Ue” (Luigi Di Maio, ministro IpF degli Esteri, 25.6). Nessuno ha ancora avuto cuore di informarlo che la Russia già confina con la Nato e con l’Ue.

    E le cavallette?“Se salta il governo Draghi, saltano il tetto massimo al prezzo del gas europeo, il superbonus, il salario minimo, le riforme del fisco e della concorrenza, il cuneo fiscale non si toccherà e non riusciremo a raggiungere la milestone del Pnrr” (Di Maio al congresso del Psi, 16,7). Mannaggia, proprio ora che avevano deciso di fare in un giorno tutto quello che non avevano fatto in 17 mesi!

    Votantonio La Crippa. “Colleghi! Bisogna essere onestamente intellettuali” (Davide Crippa, capogruppo M5S alla Camera, 11.7). E lui modestamente lo nacque.

    Diciamo così. “Berlusconi è, diciamo così, il padre spirituale di questo governo” (Antonio Tajani, vicepresidente FI, Agenzia Vista, 11.7). Solo che, diciamo così, non confessa.

    L’estremo oltraggio. “Scalfari mi ha insegnato che il direttore è il vettore responsabile delle notizie più importanti da veicolare all’opinione pubblica” (Maurizio Molinari, Repubblica.it, 14.7). Gli disse proprio così: “Maurì, mi raccomando, fai il vettore e veicola”.

    Sovranità autolimitata/1. “Nel Pd c’è chi confida ancora che Draghi si ravveda, ‘speriamo che venga chiamato da Washington e da Bruxelles e che magari lo convincano a restare’” (Francesco Verderami, Corriere della sera, 14.7). Oddìo, e ora chi lo sente il Copasir sulle ingerenze straniere?

    Sovranità autolimitata/2. “Fedriga: ‘Draghi piace agli Usa e la Lega è compatta al suo fianco’” (Repubblica, 9.7). E regalarlo agli Usa al posto di Biden?

    Crudité. “Genesi di una fake news: la Svezia e la Finlandia non hanno mai venduto i crudi al tiranno Erdogan” (Lanfranco Caminiti, Dubbio, 12.7). Infatti hanno venduto i curdi.

    La parola all’esperto. “Il piano rifiuti per Roma tradito da chi dice no a tutto. Dieci anni fa elaborai la strategia che avrebbe risolto i problemi della città. Ma i decreti non furono mai attuati per colpa dei grillini, che ci han portato al disastro attuale” (Corrado Clini, ex ministro Ambiente, Riformista, 12.7). A parte che i grillini governano solo dal 2018), geniale l’idea di affidarsi a un tizio condannato a 6 anni dal Tribunale di Roma per corruzione aggravata e dalla Corte dei Conti a risarcire 1 milione di euro.

    Il titolo della settimana/1. “Il premier lontano da Palazzo Chigi: non si rendono conto dello sconquasso creato” (Corriere della sera, 16.7). Da lui.

    Il titolo della settimana/2. “Ma è scontro sul salario minimo. Bonomi: ‘Scassa i contratti’” (Repubblica, 13.7). E tocca pure pagare i lavoratori.

    Il titolo della settimana/3. “Salario minimo? No, grazie. Rischia di abbassare le paghe” (Luigi Sbarra, segretario Cisl, Giornale, 14.7). Guarda che quello è il salario massimo.

    I titoli della settimana/4. “L’allarme di Bruxelles: ‘Davvero lo mandate via?’. ‘E’ stato Conte?’. Vola lo spread, Borse giù” (Repubblica, 15.7). “I mercati scommettono su Draghi. Piazza Affari sale, spread fermo: ‘effetto Mattarella’” (Repubblica, 16.7). Se la Borsa cala e lo spread sale, è colpa di Conte; se la Borsa sale e lo spread cala, è merito di Draghi e Mattarella.

    Piace a 8 people

  2. Ma chi li legge questi giornali……
    Mi fa rabbia solo il fatto che la Rai alla quale pago il canone non dia una informazione pluralista.Ma non si
    potrebbe fare una denuncia collettiva per presa per il culo di chi paga il canone??¿? Noooooo… E allora si potrebbe rovesciare il cavallo.. quando si va in via Mazzini??

    Piace a 6 people

  3. “Sovranità autolimitata/2. “Fedriga: ‘Draghi piace agli Usa e la Lega è compatta al suo fianco’” (Repubblica, 9.7). E regalarlo agli Usa al posto di Biden?”

    anche no!
    di disgrazie ne abbiamo già troppe tra Berlusconi, Renzi, Salvini, Letta, Lupi, Cesa, DiMaio, Tabacci, Meloni, Draghi, Mattarella, la botta finale di Biden sarebbe impossibile da recuperare

    Piace a 1 persona

  4. Il Divino Cesare si è stufato di fare il premier. Abituato com’era alla Bce, dove lui in c.d.a. dettava la linea e subito dopo dava incarichi agli altri membri del consiglio per applicarla. Una volta catapultato a capo del governo, pensava di adottare lo stesso metodo, come se un paese fosse una banca. Infatti, per buona metà del suo premierato comunicava al consiglio dei ministri le sue decisioni con una velina consegnata ai ministri mezz’ora prima dell’inizio dela riunione del governo. E il parlamento era diventato un passacarte con il compito di votare velocemente le decisioni prese in quel modo dal consiglio dei ministri. Quando gli stessi ministri gli spiegarono che questo metodo poteva andar bene solo in un’azienda ma non nel governo di un paese, obbligandolo non senza polemica con lui, a discutere e analizzare i vari provvedimenti, il Divino Cesare cominciò a sentirsi sottovalutato e cominciò ad annoiarsi. Anzi di peggio: doveva ascoltare le varie campane dei partiti e tentare una sintesi che non poteva acontentare tutti. Poi c’erano anche gli incontri coi sindacati e altre organizzazioni con cui fu costretto a dialogare PRIMA non più DOPO aver preso e fatto varare le decisioni. Praticamente cominciò a perdere interesse per questa esperienza, ma non poteva comunicarlo al paese e allo stesso Mattarella senza fare una figura barbina. Ed ecco che ha preso la palla al balzo di scaricare le sue insufficienze democratiche su Conte che gli ha offerto su un piatto d’argento il pretesto per mollare tutto. QUESTA LA TRISTE REALTA’.
    SI’, MA VALLA A SPIEGARE AGLI ALTRI GIORNALI che invece preferiscono, come gli struzzi, nascondere la testa sotto la sabbia!!!

    Piace a 7 people

    • Penso che già l’indecente farsa quirinalizia fosse un tentativo di sfilarsi salvando la faccia (e anche alla grande, se gli fosse andata bene). Siccome gli è andata male ora ci riprova, servendosi meschinamente proprio di quel Conte che gli ruppe le uova nel paniere la prima volta.

      Piace a 7 people

      • Esatto, Jonny! Possibile che non lo dica mai nessuno? È da Natale che ripete di aver finito… per fare l’ascesa al Quirinale, che Conte gli ha troncato sul nascere, con grande scorno suo e del suo lacchè, quello che impedì l’avvento della Belloni con grande strepito e le prime serie avvisaglie di infamia e tradimento.
        È così chiaro… ma continuano a scaricare la colpa su Conte.
        È stato solo il trampolino per l’uscita, con vendetta di contorno.
        Che essere meschino, altro che migliore…

        Piace a 6 people

    • 👏👏👏👏👏👏
      Ma siamo così sicuri che le veline consegnate mezz’ora prima delle votazioni fossero farina del suo sacco e non che il draghi sia un semplice passacarte?

      Piace a 1 persona

  5. Ormai grazie al marcio sistema informativo italiano viviamo nel puro metaverso. Ci propinano una realtà politica perennemente capovolta, dove gli incompetenti vengono elevati a migliori e salvatori della patria. Da quando il movimento si è affacciato sulla scena politica, grazie anche al metodo Raggi, abbiamo scoperto che il Matrix informativo esiste davvero, solo che non ci chiedono nemmeno se vogliamo la pillola blu o rossa. Ci danno direttamente la supposta.

    Piace a 8 people

  6. Per l’ informazione grazie a di Maio qualcosa nella percezione della gente è cambiato: sto incontrando molte persone che si stanno chiedendo come mai lo stesso sia passato improvvisamente da bibitaro ignorante a grande statista… c’è speranza che a lungo andare a forza di essere ipocriti si facciano male da soli

    Piace a 3 people

  7. “E le cavallette?“Se salta il governo Draghi, saltano il tetto massimo al prezzo del gas europeo, il superbonus, il salario minimo, le riforme del fisco e della concorrenza, il cuneo fiscale non si toccherà e non riusciremo a raggiungere la milestone del Pnrr” (Di Maio al congresso del Psi, 16,7). Mannaggia, proprio ora che avevano deciso di fare in un giorno tutto quello che non avevano fatto in 17 mesi!”

    Anzi, avevano fatto l’opposto! Che presa per qlo.
    Come se dopo un anno di torture e stupri, da parte di un maniaco, una si ribellasse e si sentisse dire: “ma come… PROPRIO ora che stavo per accarezzarti?”
    Impaziente e ingrata, proprio…

    Comunque:
    -per il tetto massimo al prezzo del gas, in Europa non l’hanno neanche ca4ato. Magari se avessimo mandato CONTE…
    -il superbonus, l’abbiamo visto, ci si strappa i capelli per l’ansia di riapplicarlo, dopo averlo eliminato.
    -il salario minimo è il suo faro, proprio.
    -le riforme fiscali e della concorrenza le immaginiamo tutti: sul genere della schiforma Cartabia, a favorire straricchi&delinquenti.
    -Cuneo fiscale? Ma quando? Solo a favore delle imprese, ovvio…

    Siete penosi. 😖

    Piace a 3 people

      • Tempi difficili, caro… Terribile(?)
        Per salute personale e dei genitori anzianissimi, non mi sposto da casa da almeno 3 anni, se non per qualche ora al Poetto(Bellissima zona, la vostra😍🤩)
        Abbiamo comunque modo di esprimerci anche qui su Infosannio, dove certo io non mi “contengo” e dove noi sardi siamo il “partito di maggioranza”, se non te ne fossi accorto… 👋🏻😆😂

        "Mi piace"

      • dove noi sardi siamo il “partito di maggioranza”, se non te ne fossi accorto…

        Ce ne siamo accorti, pare di stare su Infosulcis…😆😂

        Piace a 2 people

  8. “Cresce la richiesta di serietà”

    e in effetti da un governo che avrà come perno un condannato per guai fiscali e uno che fino a qualche anno fa lanciava simpatici cori razzisti contro i napoletani il minimo che ti aspetti è un po’ di serietà.

    Finalmente!

    "Mi piace"

  9. Ma oggi i velinari dell’establishment sono in ferie?
    Nessuno che spernacchi Travaglio o insulti Conte per applicare la sacra regola del contraddittorio anche in questo piccolo blog.

    PS
    “I titoli della settimana/4” me lo tiravo da quando avevo visto le prime pagine di l’Expubblica di quei giorni.
    A proposito tutti ad incensare il fondatore, divenuto di sinistradestra dopo essere diventato ateocredente.
    Vendere Rep ad Elkan non è stato tanto diverso dal sentire l’ex-bibitaro (con tutto il rispetto per i ragazzi che si arrangiano con quel mestiere) discettare di atlantismo e di Italia nel mondo.

    Piace a 2 people