Ma mi faccia il piacere

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Cazzese. “Di Maio statista, ha imparato la lezione della Storia” (Sabino Cassese, giudice costituzionale emerito, Riformista, 29.6). Qui la battuta fatela voi. Passatempi. “Non governo senza i 5Stelle” (Mario Draghi, presidente del Consiglio, 30.6). Sennò poi deve trovarsi un altro punching ball. Il foreign fighter. “Non possiamo permettere che Putin vinca” (Draghi, 28.6). Poi è […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

20 replies

  1. Ma mi faccia il piacere

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Cazzese. “Di Maio statista, ha imparato la lezione della Storia” (Sabino Cassese, giudice costituzionale emerito, Riformista, 29.6). Qui la battuta fatela voi.

    Passatempi. “Non governo senza i 5Stelle” (Mario Draghi, presidente del Consiglio, 30.6). Sennò poi deve trovarsi un altro punching ball.

    Il foreign fighter. “Non possiamo permettere che Putin vinca” (Draghi, 28.6). Poi è corso ad arruolarsi nel Battaglione Goldman Azov.

    Levategli il fiasco. “Perché, dopo il voto, il bicchiere di Draghi è ancora mezzo pieno” (rag. Claudio Cerasa, Foglio, 27.6). Alza pure il gomito?

    Muhammar al Cont. “La metamorfosi di Giuseppe. Da guida gentile in emergenza a insidia per il governo. Com’è cambiato il bonario premier che annunciava i lockdown. Dimostra rancore nella vicenda dei presunti messaggi tra Draghi e Grillo” (Tommaso Labate, Corriere della sera, 1.7). S’è radicalizzato nella madrassa della moschea di Volturara Appula?

    Autoblindo. “Mattarella blinda il governo” (Repubblica, 1.7). “Draghi blinda il governo” (Stampa, 1.7). Insomma, mettetevi d’accordo e poi fateci sapere chi è stato.

    Lo distolgono. “L’unico effetto tangibile di questa farsa messa in piedi da Giuseppe Conte e dai grillini sulle immaginarie pressioni di Draghi è stato distogliere il premier dell’Italia da un vertice Nato fondamentale. Ma per queste cose non paga mai nessuno?” (Goffredo Buccini, Corriere della sera, Twitter, 1.7). Giusto, per il delitto di distoglimento molesto di premier ci vorrebbe almeno una multa. Invece per i giornali che inventano liste di proscrizione di putiniani ci vorrebbe un premio.

    I nostri Valori. “La mensa della sala stampa al summit di Madrid diventa un caso… Ha suscitato scalpore, tra gli antipasti, la presenza dell’insalata russa (tradotta in inglese come Russian salad). Senz’altro una nota ‘stonata’ rispetto al tema di base del summit, il ritorno di Mosca come minaccia principale dell’Alleanza” (Ansa, 29.6). Per dire il livello della combriccola.

    Ideona. “Nei momenti di malumore penso che l’unico vero risultato politico del grillismo sia stato impedire a Bersani di vincere le elezioni del 2013” (Michele Serra, Venerdì di Repubblica, 1.7). Nei momenti di buonumore penso che, per far vincere il partito di Serra, si dovrebbero abolire tutti gli altri partiti, ma soprattutto i loro elettori.

    Sansoniente. “Sansonetti senza pietà: ‘Pronto chi parla? Nessuno. Era Conte’” (Libero, 3.7). O il lettore tipo del Riformista.
    Neolingua. “Ministro, si è confrontato con la sua coscienza come le ha chiesto Conte? Resterà alla Farnesina nonostante la scissione?”. “Per me l’Italia viene prima di ogni interesse di partito” (Luigi Di Maio, IpF, ministro degli esteri, intervistato dal Corriere della sera, 3.7). Ora il culo si chiama Italia.

    La mosca cocchiera. “L’Italia sta dimostrando protagonismo nella Ue e nei consessi internazionali” (Di Maio, ibidem). Biden gli ha già promesso che, se fa il bravo, avrà il privilegio di portargli pantofole, caffè e giornali ogni mattina.

    Il vice-Papa. “Le parole di Francesco sono fondamentali. Attribuiamo un grande ruolo alla Chiesa e al Papa: può rappresentare l’importante interlocutore per trovare la pace” (Di Maio, intervistato anche da Repubblica, 3.7). Ma ora non è ’sto Papa si monterà un po’ troppo la testa?

    Sogni. “La Gelmini in Azione? Sarebbe bello, ma non succederà” (Carlo Calenda, leader Azione, Foglio, 19.5). “No a campi laghi larghi eterogenei, costruiamo un’alleanza seria con Giorgetti e senza 5Stelle” (Calenda, Repubblica, 30.6). Di nuovo mangiato pesante, eh, Carlè?
    La differenziata. “‘Un altro piano straordinario’. Rifiuti, la mossa di Gualtieri” (Repubblica-cronaca di Roma, 30.6). Il precedente piano straordinario era troppo ordinario e sarebbe già stato cestinato, se si trovasse un cassonetto libero.

    Il titolo della settimana/1. “Il G7: ‘Democrazie imbattibili’” (Stampa, 27.6). Infatti la Macedonia del Nord ha battuto l’Italia.

    Il titolo della settimana/2. “Perché ci serve il gendarme Usa” (Nathalie Tocci, consigliera d’amministrazione Eni, Stampa, 30.6). Perché siamo un popolo di cameriere e maggiordomi.

    Il titolo della settimana/3. “Più armi e soldati in Europa”, “All’Italia un sistema di difesa anti-aereo (e altri 70 uomini Usa). Draghi: ‘Noi pronti’” (Corriere della sera, 30.6). Che culo, anzi che Italia!

    Il titolo della settimana/4. “Da domani sul podcast di Libero. Ascolta le barzellette dalla voce di Berlusconi” (Alessandro Sallusti, Libero, 3.7). Sono la cosa più seria che avevano in casa.

    I titoli della settimana/5. “Draghi avverte Conte sull’appoggio esterno. Se il movimento lascia non c’è più il governo” (Domani, 1.7). “Letta parla a Conte: se voi lasciate, subito al voto e ognuno per sé” (Corriere della sera, 1.7). Praticamente, tre piccioni con una fava.

    Piace a 9 people

  2. Siamo alle comiche
    Che lo avrebbe mai detto che siamo governati da degli imbecilli con un QI pari a quello di una gallina?

    Bloomberg:
    Secondo la fonte, l’Ucraina prevede di presentare il piano di ripresa a un forum nazionale sulla ricostruzione a Lugano, in Svizzera, dal 4 al 5 luglio.

    Funzionari dell’Unione europea hanno affermato che il blocco di 27 membri che ha formalmente riconosciuto l’Ucraina come candidata il mese scorso fornirà la maggior parte dell’aiuto finanziario complessivo, che potrebbe superare i 500 miliardi di euro.

    Si noti che le autorità ucraine hanno discusso la bozza del progetto con i donatori, compresi i paesi dell’UE.

    In precedenza, l’Unione europea ha trasferito all’Ucraina una nuova tranche di assistenza macrofinanziaria per un importo di 600 milioni di euro.

    C’è ancora qualcuno che crede che questo governo guidato da draghi con il sostegno dei fu mv5s debba ancora derubare i risparmi degli italiani?

    Piace a 1 persona

  3. “Lo distolgono. “L’unico effetto tangibile di questa FARSA MESSA in PIEDI da Giuseppe CONTE e dai GRILLINI sulle IMMAGINARIE PRESSIONI di Draghi è stato distogliere il premier dell’Italia da un vertice Nato fondamentale. Ma per queste cose non paga mai nessuno?” (Goffredo Buccini, Corriere della sera, Twitter, 1.7).”

    Questo è campione mondiale di rigiramento frittate, con triplo salto mortale e avvitamento.
    Incredibile! 😳

    Piace a 2 people

      • La ricordo perché era fantastica… e, giustamente, non ricordo chi era Nicolazzi😆
        Credo che l’avesse riportata “Cuore”, di cui ero assidua e ingorda lettrice.

        Piace a 1 persona

      • Cara Anail, francamente anche i miei ricordi non sono precisissimi. Ero molto piccolo allora e sono molto vecchio ora…I leader del PSDI erano Tanassi, Cariglia e Nicolazzi. Quando uno di loro era segretario del partito, gli altri due erano ministri. Fortebraccio preferiva colpire il segretario di turno (noblesse oblige…).Il più bersagliato era Tanassi, al quale forse era riferita la battuta della portiera. Non credo abbia mai scritto su Cuore o su Tango (anche qui…noblesse oblige). Il suo spazio inviolabile era il Corsivo dell’Unità!

        Anch’io militavo da quelle parti. E siccome non sono intelligente, non ho mai cambiato idea.

        Piace a 1 persona

      • No, che io ricordi non ha mai scritto su Cuore, ma credo che la frase sia stata in qualche modo riportata in un articolo o usata in qualche vignetta… chissà.
        Certo che sono inquantificabili lo squallore e il becerume del tizio, che usa la battuta, distorcendola, a scopo dispregiativo nei confronti di Conte, senza neanche l’uso di un “semicit”.
        Questi sarabbero i garantisti… seeee… Coi delinquenti!
        Con le persone oneste e corrette come Conte, invece, riscoprono l’ebbrezza del linciaggio morale. Peggio della forca!

        Piace a 2 people

      • Tra tutti gli ex, gli ex comunisti sono i più detestabili…Quelli fulminati sulla via di MEDIASET fanno anche moderetatamente schifo.

        Piace a 1 persona

      • Oddio, io come mi posso considerare? Ho sempre votato a sinistra – sinistra e, come te, non sono ancora guarita… 😉
        Ma mi sento 5s senza essere mai riuscita a votarli.
        Credo che, con Bersani e Fratoianni ci sia più “profumo d’intesa”, che con questo PD, sempre più alla deriva verso il cdx.
        Forse il campo largo che immagino io non è poi tanto largo…

        Piace a 1 persona

  4. “Da domani sul podcast di Libero. Ascolta le barzellette dalla voce di Berlusconi” (Alessandro Sallusti, Libero, 3.7).

    Si prendono per il c**o da soli. Geni!!!

    Piace a 2 people