Il disallineato

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Oltre al razionamento dell’energia e dell’acqua, le autosanzioni occidentali, la battaglia del gas e del grano, la cobelligeranza per difendere il Donbass a sua (e nostra) insaputa, la siccità, il revival del Covid e del carbone, i rincari di bollette, benzina e materie prime, l’inflazione, la recessione, i cinghiali, i rifiuti a 35 gradi all’ombra, […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

64 replies

  1. Il disallineato

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Oltre al razionamento dell’energia e dell’acqua, le autosanzioni occidentali, la battaglia del gas e del grano, la cobelligeranza per difendere il Donbass a sua (e nostra) insaputa, la siccità, il revival del Covid e del carbone, i rincari di bollette, benzina e materie prime, l’inflazione, la recessione, i cinghiali, i rifiuti a 35 gradi all’ombra, le cavallette in Sardegna e il governo Draghi in tutta Italia, attendevamo la mazzata finale. E prontamente ce l’ha inferta il ministro Di Maio: “È a repentaglio la sicurezza dell’Italia”. E perché mai? Per “una bozza di risoluzione che ci disallinea dall’alleanza della Ue e della Nato”, che notoriamente “è un’alleanza difensiva” (come ben sanno Serbia, Afghanistan, Iraq, Libia e altri beneficiari del nostro difensivismo). Prima di piazzare i cavalli di frisia agli usci e i sacchi di sabbia alle finestre, è bene individuare il nemico alle porte: il M5S, che vorrebbe inserire nella risoluzione di maggioranza per il dibattito parlamentare di martedì una frase che impegni il governo a non inviare altre armi in Ucraina o almeno a far prima votare le Camere. Il che, per il Draghetto Grisù, comporterebbe l’immediata uscita (pardon, “disallineamento”: fa più fine) dalla Nato e dall’Ue.

    Abbiamo sempre difeso Di Maio da chi lo caricaturava come un bibitaro bifolco, anche se ora non ne ha più bisogno: gli bastano i baci della morte di Ballusti, Minzolingua, Sambuca, Merlo, Folli, Franco, rag. Cerasa, pidini, forzisti e renziani. Ma temiamo gli sfuggano un paio di particolari che un ministro degli Esteri dovrebbe conoscere: nella Nato e nell’Ue siedono diversi Paesi che non hanno inviato a Kiev nemmeno una fionda e/o non hanno sanzionato la Russia. Eppure nessuno li ha espulsi per “disallineamento”. Quindi non si comprende quali pericoli correrebbe la sicurezza nazionale se l’Italia tornasse all’art. 11 della Costituzione e la smettesse di armare un paese non alleato: cosa che non ha mai fatto prima con altri popoli aggrediti, dai curdi ai russofoni del Donbass massacrati per otto anni dalle truppe ucraine. Non solo l’Italia non rischierebbe nulla, ma tornerebbe protagonista di una svolta europea (come due anni fa col Recovery): si accrediterebbe, insieme ai paesi che la seguirebbero, come mediatore del negoziato Kiev-Mosca. Tutti ormai sanno che è inevitabile, per gli ucraini che contano 500-1000 morti al giorno e per i danni devastanti di una guerra lunga sull’economia europea. Ma nessuno fa il primo passo. Ora il M5S, finché è il primo gruppo parlamentare, potrebbe intestarsi anche quel merito. Se invece il “disallineamento” che teme il Draghetto Grisù è quello tra le sue terga e la poltrona, dispiace, per carità. Ma abbiamo problemi lievemente più seri.

    Piace a 10 people

    • Di Maio ? Conte? Stiamo parlando del movimento 5 stelle, scissione, uscita e appoggio esterno al governo? e x che cosa per rifarsi verginità? Noi non dimentichiamo cari 5 stelle, e alle prossime elezioni, se ci saranno, vi passiamo il conto. ….

      Piace a 1 persona

      • “Noi” chi, di grazia?… il Gruppo Vergini d’Italia? Chi?

        Il conto presentalo a fasci e finti rossi, e a tutti i ricchi bastardi che che ci stanno tuttora strangolando tutti in tempo reale. Almeno con l’indirizzo lí ci azzecchi.

        "Mi piace"

    • D’accordissimo ! Dovremmo,però,anche prendere atto della divergenza totale su questo come su molti altri (quasi tutti) temi con il pd ed evitare alleanze fittizie con il pretesto di vingere le destre e che invece di ottenere questo risultato improbabile e illusorio distrugerebbe definitivamente m5s .

      Piace a 1 persona

  2. “Abbiamo sempre difeso Di Maio da chi lo caricaturava come un bibitaro bifolco” per poi scoprire dietro la caricatura del ministro, un bibitaro bifolco. …..lasciamo la difesa a Minzolingua, Sambuco , Merlo, Franco, ecc tanto son di bocca bona. ….hanno difeso l’ indifendibile, difendere un Di Maio è una passeggiata!

    Piace a 2 people

  3. Bravo Trasbaglio che ti sei svegliato sullo steward, ti ci sono voluti giusto quei 4-5 anni in cui lo incensavi come il futuro della politica, quando questo come ideale ha avuto sempre e solo la cadrega. Già quando si rimangiò le alleanze appena arrivato al 33%, andò subito a bussare dal tanto odiato Renzi che gli sbatté la porta in faccia, così andò da Salvini visto che condividevano l’avversione anti euro, pro gillet gialli e contro i taxi del mare. Poi si scoprì europeista e si alleo col PD e Forza Italia per votare la Von Der Leyen, poi si scoprì Draghiano per fregare Giuseppi e ora è pro Nato dopo che voleva uscire dall’Europa. Tra un po’ sarà anche pro nucleare e pro TAV, segue la scuola Grillo in cui Draghi è Grillino e Giuseppi non ha visione. Trasbaglio invece rimane il solito bello addormentato nel bosco grillino che non si accorge come Conte non conti un ca..

    "Mi piace"

    • @Giggino a poltrona

      Chiaro che se toccava a te la ventura di passare da un giorno all’altro dalle coke e patatine allo stadio, ad uno scranno in Parlamento per poi zompare alla Farnesina, tu saresti rimasto l’integerrimo urlatore di piazza di sempre.

      E, dopo 4-5anni, il miracolo di un’Italia libera da corrotti e corruttori, mafiosi, piduisti, gladiatori al soldo degli americani, terrorismi rossi e neri, si sarebbe realizzata come d’incanto.

      Confesso che io, con un percorso simile (dalla fabbrica a ministro), avrei forse fatto peggio del bibitaro.

      Chi me lo fa fare di diventare un eroe?
      L’Enrico Toti che lancia stampelle contro l’esercito e servizi segreti più potenti del mondo di chi non ha avuto remore a piazzare generali in Argentina e in Cile, a radere al suolo Hiroshima e Nagasaki, Vietnam, Iraq, Afghanistan con annessi milioni di morti?
      Ma chi me lo fa fare?

      Con tutta la fatica che ho fatto per studiarmi il mio nuovo lavoro?E non è da tutti riuscirci.
      Provateci voi a zompare d’un tratto dall’asilo a professore universitario: non sto prendendo in giro. Onestamente: chi altri sarebbe stato capace di riuscirci?

      Forse, però, un solo sussulto me lo sarei permesso. Forse neh…

      Quello di evitare, adesso, a lavoro ormai concluso anche con una certa dignità, di mettermi in cattedra a sbraitare che avevano ragione gli altri e che tutti si deve diventare come quelli contro cui si urlavano slogan di ogni genere in tutte le piazze d’Italia.

      Svicolare via, accontentarsi, dai, e grazie a tutti per l’opportunità.

      "Mi piace"

      • “Confesso che io, con un percorso simile (dalla fabbrica a ministro), avrei forse fatto peggio del bibitaro”:

        togli pure il forse! E’ per questo la stragrande maggioranza degli itaGliani si merita i politici che ha!

        PS: e poi, questi falliti, si impalcano a filantropi dell’anno. Che tristezza, che tristezza di Paese…

        "Mi piace"

    • Bravo @Giggino. Peccato tu non abbia il sostegno intellettuale di due pezzi da novanta come la gradassa e Pirgo, ma questo è quello che succede quando si usano le tecniche di storpiare i nomi, esclusiva che non può essere impunemente imitata, pena il vedersi malmenare dal famoso “righello”, brandito a mo’ di clava in uso presso i Flintstones. Se poi alle storpiature vengono sommate le approssimazioni stil Gazzella, o almeno a quelle che sono state insindacabilmente ritenute tali dal gotha degli esperti, il risultato non può che essere il disinteresse perculante…

      "Mi piace"

  4. Di maio era partito molto bene. Giovane, intelligente, non sudava mai durante i comizi elettorali. Dentro il parlamento ha portato avanti le idee del movimento per otto anni. Poi la poltrona dentro un governo gli è piaciuta talmente tanto, da diventare il Fregoli della politica pur di averla sotto il sedere. E pazienza se ha distrutto con Grillo la speranza di un cambiamento e la fiducia di 11 milioni di elettori. Peccato.

    Piace a 1 persona

    • Ma di cosa si sta parlando visto che uno non è più un grillino e l’altro non lo è mai stato e in fatto di personalismi è una bella lotta . È meglio che anche Travaglio si renda conto che il sogno è finito.

      "Mi piace"

    • Come sempre non avete capito che il nostro ministro è avanti, lui è resigliente. Non trovi lavoro a tempo indeterminato, se sei resigliente svolgi anche 3/4 lavoretti per sopravvivere. Il concetto è diventato di moda da qualche anno per dire che non bisogna difendere i propri diritti ma dobbiamo adattarci alle situazioni. Il ministro è l’esempio pratico di come si puo essere resigliente, per difendere la sua poltrona lui si adatta, un vero opportunista, se hai a che fare con personaggi del suo genere devi muniti di mutande di latta

      Piace a 1 persona

  5. L’ ho sempre giustificato Di Maio, ma purtroppo non potevo prevedere che avesse inserito colla sulla sieda su cui poggia le sue nobili terga.

    "Mi piace"

  6. Caro Travaglio,

    condivido pienamente le tue considerazioni e sono lontano aua dai poco onesti careghinari alla Di Maio che dagli inutili e dannosi massimalisti.

    Soltanto l ‘ impegno di Conte sta salvando da morte sicura i 5 Stelle, ora piu’ che. mai indispensabili alla vita politica e sociale del Paese

    Conte e’ l’ ultimo arrivato ma il piu’ grillino di tutti

    "Mi piace"

    • Conte non conta, anzi, assomiglia sempre di più al sig tentenna,
      La sua funzione di demolitore ha portato ai risultati che tutti possiamo ben vedere.

      "Mi piace"

  7. Di maio è ormai una figura imbarazzante,ma anche Conte lo vedo troppo timido e non in grado di fare alcunchè,tornerà indietro anche sulla questione delle armi

    Piace a 1 persona

  8. Ha preso da te, Marco…da te e la tua grande ‘coerenza’, di quando sui passaporola ci raccontavi delle nefandezze della classe dirigente piddina (la stessa spiaccicata di oggi con letta, fassino, d’alema, bersani, ecc), di come godevi nel conte I che fassino si fosse ‘ridotto’ a fare il consigliere di opposizione a Torino per poi rimangiarti tutto a Settembre delle stesso anno spingendo gigi poltrona e tutto il 5 stalle nelle mani del pd perché loro erano nati ‘come coscienza della sinistra’…come mai in quella circostanza non te la sei presa con grillo, ma ti sei tanto agitato solo quando sono entrati nel governo draghi (…dove poi, oltretutto, prima del ‘draghi grillino’, fu lo stesso Conte, ancora prima dell’elevato, a consigliargli di entrare per difendere i soldi del pnrr, ma questo tu è dibba fate sempre finta di non ricordarlo)? E poi che hai detto dalla Gruber qualche giorno fa? Ma tanto tu non sei solito leggere i commenti perché pensi chi ti rivolge le critiche siano solo i soliti troll e non magari delusi del m5s e che una volta compravano i tuoi libri e non perdevano un tuo intervento anche ad Agosto. https://www.youtube.com/watch?v=qApxsvP3t_0

    "Mi piace"

  9. Qui c’è solo da piangere e ogni giorno che passa è peggio.
    Mi piacerebbe fregarmene e pensare ad altro ma ogni volta che faccio benzina o vado al supermercato trovo il benzinaio e la cassiera che mi riportano prepotentemente alla realtà .
    Chissà …
    I nostri politicanti truffaldini si fermeranno quando una zucchina costerà 5 euro e la benzina 10 al litro o continueranno ancora ad assassinarci all’infinito?

    Piace a 1 persona

  10. La storia si ripete prima in tragedia e poi in farsa. Quindi Di Maio sarà il degno successore di Renzi.

    "Mi piace"

  11. Urge riforma costituzionale:
    Art 11
    L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

    Sostituire “ripudia” con “adora”.

    Quando draghi ha parlato di scegliere fra condizionatore e pace, il telecittadino ha pensato: la pace!
    Però era inizio primavera, era fresco.
    Ora lo stesso telecittadino pensa: ok, bella la pace, ma intanto io accendo il condizionatore e li frego.
    Non ha calcolato però che c’è un modo di impedirlielo comunque, e che insieme al condizionatore dovrà rinunciare anche al ventilatore, all’ascensore, e al congelatore e al frigo … come fanno?
    Molto semplice: blackout.

    "Mi piace"

    • “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali…”.
      BELLISSIMO.

      "Mi piace"

      • Le perle di Medvedev.

        11.47 Medvedev: “L’Ue potrebbe sparire prima che entri l’Ucraina”.

        “E se anche l’Ue sparisse per allora? Mi viene da pensare a quale scandalo, a quali sacrifici sono stati fatti sull’altare dell’adesione all’Ue e a quale inganno delle aspettative degli ucraini infelici? Per non portare sfortuna…”. L’ex premier ed ex presidente russo, ora vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa, Dmitri Medvedev, torna ad attaccare su Telegram minacciando l’Europa in un post dove analizza il processo di adesione dell’Ucraina all’Ue. Gli ucraini saranno sotto “verifica per decenni. Pertanto, la vera scadenza è la metà del secolo. Non prima”, ha detto.

        "Mi piace"

    • @Fabrizio

      🤣👍
      ” sostituire ripudia con adora”
      Chapeau!

      E riguardo al blackout purtroppo non è fantascienza…….in Sri Lanka è già realtà e ( considerando che stiamo scivolando verso il terzo mondo) magari tra un pò anche noi potremo provare questa nuova esperienza.

      Piace a 1 persona

      • Già cominciato, Milano, Torino, Roma … e se il caldo aumenta aumenteranno anche i blackout …

        "Mi piace"

      • Visto che tardi a rispondere, genio coi baffi,
        anticipo la mia risposta a quella che stai elaborando a fatica:
        Ma mi facci il piacere (cit. ancora più… coltissima) 😁

        "Mi piace"

      • Ma sul serio esiste gente come te? Cioè gente che per non ammettere i propri fallimenti ed essere stata perculata a sangue, giustifica quelli degli altri adducendo che lei stessa avrebbe fatto peggio? Siete dei raccoglitori di merda a fondo perduto: non esiste dose massima che possa saturarvi, pendeminchia docet…

        Ma che cazzo andate a votare a fare, mi domando… E c’è pure qualcuno che leggero, leggero come un tòco de nero, se ne esce bello, bellino auspicando “una “SOCITA’ CIVILE”, critica informata e appassionata, che consapevolmente chiede e controlla”.

        Ah ah ah!

        "Mi piace"

      • Quindi, secondo te gattone, fatto 1000 il numero di quelli che perculano via social Di Maio per aver trovato modo di rimanere a galla dopo essersi caricato sulle spalle un peso più grande di lui, quanti, trovandosi nei suoi panni, avrebbero avuto il coraggio, per esempio, di schierarsi contro la Nato da Ministro degli Esteri?
        La mia risposta è uno, forse (e non credo saresti tu).

        Questo perché non ho mai creduto agli eroi.
        Non lo è né lo è mai stato Di Maio, ma nemmeno quelli che hanno creduto lo fosse quandi urlava i vaffa e che adesso si indignano perché non si aspettavano di trovarsi di fronte un tengo famiglia qualsiasi.

        Non è un eroe nemmeno Conte, ma lui (su un tema come quello delle armi) sembra ci vorrebbe provare a non intrupparsi coi devoti guerrafondai filoNato.

        Facilmente non ci riuscirà, ma non abbiamo ancora la prova che Conte si stia incamminando sulle orme dell’umanisimo DiMaio che (insieme a Fico oggi e Grillo ieri) ha preferito sopravvivere piuttosto che fare l’eroe.

        E allora (e qui sta il senso di quel che ho scritto ieri e che tu, da sedicente genio, hai scombinato perché ti diverti sempre a rompere gli zebedei al prossimo) piuttosto che star qui a scorticare i mancati eroi, posso limitarmi a chieder loro, a mandato concluso, di togliersi gentilmente di torno?

        E lasciar il posto a qualcun altro che ci vuol provare (a fare almeno un po’ l’eroe).

        Chissà che si possa, un giorno, pescare il jolly.😁

        Te capì? O devo rispiegartelo a cadenze più lente?

        "Mi piace"

      • Sembra impossibile esistano degli idioti come te, eppure bjsogna arrendersi all’evidenza…

        Vale la pena riportare sillaba per sillaba una parte del fine (s)ragionamento del mangia merd4 a sua insaputa:

        “Quindi, secondo te gattone, fatto 1000 il numero di quelli che perculano via social Di Maio per aver trovato modo di rimanere a galla dopo essersi caricato sulle spalle un peso più grande di lui, quanti, trovandosi nei suoi panni, avrebbero avuto il coraggio, per esempio, di schierarsi contro la Nato da Ministro degli Esteri? La mia risposta è uno, forse (e non credo saresti tu).”

        Un peso più grande di lui? Qualcuno lo ha obbligato o è venuto lui a proporsi raccontandoci che era quello giusto per aprire la scatoletta di tonno? Che credeva, di andare a vendere bibite al San Paolo? E se si fosse scoperto incapace, doveva dire: “signori miei il peso è più grande di quello che posso sopportare, lascio a chi ha spalle più larghe delle mie” e togliersi definitvamente dai coglioni (se la memoria non mi inganna, è quello che la candidata 5S a sindaco di Milano ha, lei sì, coraggiosamente confessato…)! Troppo comodo rimanere a galla affogando tutto quello che lo aveva portato lì dov’è! Tra quei 1000 che lo perculavano, non già forse uno poteva essercene di capaci a fare il Ministro degli esteri, ma non dovevano essercene proprio: questa è la differenza che intercorre tra elettori ed eletti.
        Il coraggio di schierarsi contro la Nato, cavallo di battaglia di tutto il M5S, ubi Maio minor cessat, ce l’ha avuto a chiacchiere finché si è trattato di prendere voti, poi gli è improvvisamente mancato e glien’è Nato uno nuovo, nuovo che lo ha portato a tradire tutti quelli che avevano riposto nel Movimento speranze e aspettative: e mi verresti anche a dire che “ha preferito sopravvivere piuttosto che fare l’eroe”? Ecco perché sarai sempre un coglione assieme alla legione di coglioni tuoi pari: pensate che si sia trattato di una scelta? Fate raccapriccio per quanto siete insulsi…

        "Mi piace"

      • Povero Gatto,
        Ma quanto ti è bruciato che non sia toccato a te di dover diventare Ministro?

        Eh si perché tu sei la più grande rapprestazione della chiacchiera che diventa prassi.
        Si vede da come ti muovi su qui su questo sito.

        Sei il Calenda di Infosannio.

        Quello che crede davvero di essere l’unico adulto in mezzo a tanti bambini.
        E invece è solo… Calenda.

        Quello a cui Padellaro oggi, sul Fatto e qui su Infosannio, ha dedicato un bell’articolo che si conclude così :

        “Impari cos’è la passione politica, la capacità di ascoltare, di discutere, di riflettere. E anche un briciolo di buona educazione.”

        Dedicato a te Gatto Calenda.

        "Mi piace"

      • “Povero Gatto, Ma quanto ti è bruciato che non sia toccato a te di dover diventare Ministro?”: per dire a che livello i Gsi stercorari possono arrivare; proprio quelli che avrebbero capito cos’è la passione politica, la capacità di ascoltare, di discutere, di riflettere, con il massimo di inutile buona educazione.

        Povero stercorario itaGliano,
        Ma quanto ti brucia che sia toccato a te dover diventare il nulla che sei?

        Eh si perché tu sei la più grande rapprestazione della prassi che diventa chiacchiera.
        Si vede da come sei immobile anche qui su questo sito.

        Sei il Gonde di Infosannio.

        Quello che crede davvero di essere l’unico valevole in mezzo a tanti buzzurri.
        E invece è solo… Gonde.

        Quello a cui il Vate, non sul Fatto né qui su Infosannio, ma nella Divina Commedia ha dedicato un bellissimo verso che si conclude così :

        “…Gli ignavi sono coloro che della loro vita non hanno fatto niente, né di buono né di malvagio, niente che li rendesse meritevoli d’essere ricordati. Le loro colpe, inesistenti all’apparenza, sono le peggiori e non consentono a queste anime né di accedere al Paradiso né all’Inferno.”

        Dedicato a te Gsi Gonde.

        "Mi piace"

  12. Bravo Gatto,
    Peccato che tu, anche se lo credi, non sei Dante e ci capisci un acca nei giudizi sulla gente a cui vorresti appioppare, con molta modestia, un girone della Comedia.

    Anche se hai molte nozioni nel tuo bagaglio, sei un po’ tonto e le usi male.

    Piace a 1 persona

    • Peccato che tu, anche se non lo pensi, sei, invece, proprio un Padellaro qualsiasi, di una tipologia scadente pure, senza con questo accreditare il parallelismo che vorrebbe mi credessi il Vate: ahahah, che mi tocca leggere.

      Siamo alle comiche, vidimate dall’imprimatur dell’immancabile – quando si tratta di dar man forte agli inutili idioti – Jonny Fumisteria. Sentirsi poi dare del tonto dal re dei gonzi è IRRICEVIBILE! Siete solo dei comici golem, morti viventi e nulla più, almeno finché il rabbino di turno non cancellerà dalla vostra fronte inutilmente spaziosa, non la già la “E”, ma la “C” (sembra abbastanza facile intuire, senza dovere essere più espliciti, quale sia il significato della parola che prende corpo da tale iniziale…), momento in cui vi accascerete al suolo come sacchi vuoti, privi anche di quella parvenza di coscienza che vi era stata solo prestata:

      “Questo misero modo tegnon l’anime triste di coloro che visser sanza ‘nfamia e sanza lodo”.

      "Mi piace"

    • Ridi, ridi coglione che Gonde ha fatto gli gnocchi (con la farina di volpe)! Arriverà, o se arriverà, il momento anche per te in cui ti accorgerai della nullità che incarni, ma sarà troppo tardi anche per pentirsi.

      Nel frattempo, buon divertimento, stercorario…

      PS: sappi che l’ultima cagata non l’avrai, sono qui appositamente, ché le deiezioni dei cani, essendo una persona civile, non le lascio mai in giro.

      "Mi piace"

  13. Prova misura la tua di nullità prima di giudicare quella altrui.
    Ma i palloni gonfiati di aria fritta come te non ne sono neanche capaci.

    "Mi piace"