Mica siamo in Russia

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – L’altra sera, a Otto e mezzo, il pompierino della sera Massimo Franco ha rischiato la sincope a causa della pacifista Martina Pignatti, che osava citare quel putiniano del Papa, e l’ha accusata di stare con Salvini (quindi i pacifisti devono diventare guerrafondai per evitare che una mattina Salvini si svegli e dica eccezionalmente qualcosa di […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

100 replies

  1. Mica siamo in Russia

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – L’altra sera, a Otto e mezzo, il pompierino della sera Massimo Franco ha rischiato la sincope a causa della pacifista Martina Pignatti, che osava citare quel putiniano del Papa, e l’ha accusata di stare con Salvini (quindi i pacifisti devono diventare guerrafondai per evitare che una mattina Salvini si svegli e dica eccezionalmente qualcosa di sensato). Poi ha deplorato “la sfasatura fra la linea molto coerente filo-atlantista e filo-occidentale di Mattarella e Draghi e pezzi di maggioranza che fanno appelli al cessate il fuoco e al dialogo avulsi dalla realtà”. Purtroppo i “pezzi di maggioranza” rei di “sfasatura” pro dialogo sono 5Stelle e Lega, i due partiti più rappresentati in Parlamento, senza i quali non esiste maggioranza. E spetta a loro dare la linea al governo in Parlamento, casomai Mattarella e Draghi si ricordassero che ne esiste uno. L’unica volta che lo interpellò sul decreto sulle armi, Draghi raccontò “un intervento di sostegno e assistenza al popolo ucraino” con “la cessione di mezzi materiali ed equipaggiamenti militari”. Ora scopriamo dai pissipissi di palazzo che – autorizzato non si sa da chi – invierà carri armati e altre armi pesanti incompatibili con gli “equipaggiamenti militari” per difendere il popolo ucraino, mentre i nostri padroni Biden e Johnson teorizzano una guerra di anni, non più per difendere gli ucraini, ma per “sconfiggere Putin”, destituirlo (“non può restare al potere”), “fiaccare la potenza militare russa” e – dulcis in fundo – “attaccare la Russia sul suo territorio”. Ma per Franco il problema non è un premier che viola la Costituzione, umilia il Parlamento, ignora i suoi due principali alleati e se ne infischia della maggioranza degli italiani. Ma sono i 5Stelle (e forse, a giorni alterni, la Lega) che osano dissentire e fare politica. Ergo, fra Draghi mai eletto da nessuno e i leader dei due partiti che hanno vinto le ultime elezioni, prevale Draghi, come se ce l’avesse portato la cicogna. Verrebbe da domandarsi se siamo in Russia, se non fosse che Putin qualche voto l’ha preso: Draghi no.

    Intanto, su Rep, Giovanna Vitale racconta nei minimi dettagli l’incontro “riservato” fra Conte e Orsini, “avvenuto all’inizio della scorsa settimana”. Il prof di “simpatie filo-Putin” ha dispensato “consigli” al leader M5S, che ha risposto testuale: “Caro professore, io apprezzo il suo pensiero laterale” (meno, invece, quello frontale). Poi “tra il serio e il faceto, avrebbe buttato lì la disponibilità a candidarlo. Proposta che Orsini, ribattezzato URSSini dai detrattori, non avrebbe respinto. Anzi”. Tutto meraviglioso, a parte il fatto che Conte e Orsini non si sono mai visti né sentiti in vita loro. Verrebbe da domandarsi se siamo in Russia, se non fosse che le fake news di Putin mescolano fatti veri e fatti falsi: quelle di Rep solo falsi.

    Piace a 8 people

  2. Due mesi di propaganda a senso unico ucraina, cioè NATO, cioè USA, e il telecittadino è convintissimo che l’Ucraina è buona e la russia cattiva (una semplificazione che va bene per i bambini, ma la tv parla al nostro lato bambino, acritico e impressionabile, quindi tutto ok).
    Ma è vero?
    Chi ha massacrato la popolazione civile a Mariupol?
    Sicuramente l’esercito russo ha fatto la sua parte ma combatteva l’esercito ucraino che si nascondeva in mezzo ai civili (gli ucraini la chiamano difesa totale, e prevede l’uso di civili come scudi), mentre sempre più testimonianze dirette rivelano che i civili hanno subito danni materiali e fisici soprattutto dall’esercito del loro paese, quello ucraino, e volontariamente, deliberatamente, non come danno collaterale al bombardamento di nemici militari.

    Ora è ancora presto, e dopo due mesi di martellamento propagandistico a senso unico, il telecittadino non può credere a questa versione dei fatti, nemmeno se lo sente dire direttamente dai sopravvissuti, ma in futuro, fra settimane o mesi o anni, capirà cosa è accaduto realmente.

    Piace a 9 people

      • Chiedo scusa, è lo stesso video postato da Fabrizio.
        Ma basta e avanza…
        Come mai in tv passano solo filmati di inviati “accompagnati” dall’esercito ucraino?
        Come mai le persone, con questi inviati dell’ultima ora, non si esprimono?
        Gli viene chiesto che cosa accade e CHI sta facendo cosa? O NON CONVIENE né chiederlo né farcelo sentire, così viene dato per scontato che sia tutta colpa dei russi?
        Sono disgustata dal livello di propaganda che ci sta soffocando. Ogni minima critica, o anche solo domanda, viene etichettata come “propaganda russa” e finisce lì.
        Io non ce la faccio più, cambio canale all’istante, appena li sento cominciare le loro tiritere a senso unico e i loro atti di fede.
        Ogni verità è severamente proibita.
        Altro che propaganda russa, le uniche cose logiche le sento dire lì… ed è tutto dire.
        Alle nostra propaganda, totalizzante e richiedente un’assoluta SDI (*), quella russa può solo spicciare casa.
        Dilettanti.

        (*) Sospensione dell’incredulità, di solito richiesta per la visione di particolari film.
        In questo caso occorre anche sospendere le funzioni cognitive più alte, come le capacità di analisi e critica, ma questo a molti viene proprio naturale…

        Piace a 9 people

    • Ho visto i primi 5 minuti ammetto e non parlano di popolazione trucidata ma solo cacciata per appostamenti. Capisco per per chi abitava lì è una tragedia, ma se devono nascondersi per rispondere all’avanzata dell’esercito russo, mi sembra una tattica più che condivisibile, non è che possono affrontare i carri armati russi sulla strada a viso scoperto. Vi ricordo che stanno facendo la guerra, ripeto perché non vi entra in testa, sono in guerra! E la distruzione totale della città, visibile anche dal video sopra, non sono stati di certo loro a farla. Bruciano l’edificio dove si appostano per far credere che è stato già bombardato o distrutto, sono tattiche militari, lo capite?

      "Mi piace"

      • Luca se avessi avuto la pazienza di andare oltre i 5 minuti quelle cose che non hai sentito dire le avresti sentite.
        Considero già buono che tu ammetta di non essere andato oltre, è un piccolo segnale di non rigidità mentale..
        Capisco anche che la propaganda martellante e ripetitiva abbia anche questo effetto: crea un blocco interno che fa sì che appena si sente qualcosa di contrario al Grande Racconto parte un rifiuto inconscio e una rabbia indignata tale che si ha bisogno di interrompere.
        E’ il bambino interno che si indigna perchè sente che tu vuoi difendere i “cattivi”, e non lo sopporta.

        Quello che mostra il video (almeno gli intervistati, e sono tanti, la pensano così) è che Mariupol è stata distrutta dagli ucraini, probabilmente, ipotizzo io, perchè sapevano che sarebbe tornata russa, e volevano consegnarla rasa al suolo. Mi sembra la spiegazione più logica. Fra l’altro dicendolo in un video si espongono al rischio di ritorsioni. Pensa csa farebbero loro se Mariupol tornasse a far parte dell’Ucraina. Sono coraggiosi, forse perchè disperati.

        Per quanto riguarda questo modo di difendersi, è illegale. Ci sono delle regole in guerra, anche nei confronti del nemico. Io ricordo che durante la guerra in yugoslavia la NATO si lamentava che i civili venissero usati come scudi. Si lamentava perchè è illegale. E’ strano che in guerra ci siano regole, ma ci sono, e una è che non puoi ostacolare il nemico coi civili.
        E al di là delle regole, tu cosa penseresti di un governo che per difendersi dal nemico ti usa come scudo sacrificabile, come un oggetto? Gli ucraini avevano il dovere di difendere la popolazione, e il fatto che la abbiano usata per ripararsi dai colpi lo trovo folle. Ti difendi dal nemico per difendere la popolazione, quello è lo scopo ultimo, e usarla come carne da cannone è immorale e insensato.

        Una guerra persa porta a trattare la resa, non all’autosterminio.
        A meno che la difesa non sia in mano a neonazisti, i quali considerano le popolazioni russofone come razza inferiore, allora tutto torna effettivamente, purtroppo.

        Piace a 1 persona

      • Ok, ora l’ho visto tutto e, almeno nel video sopra, non si parla di civili usati come scudi. Ma davvero pensate che la distruzione di Mariupol, i 4 giorni di bombardamenti di cui parla la signora, siano opera dei battaglioni ucraini? E oltre a Mariupol avrebbero quindi distrutto tutte le altre città ucraine rase al suolo? Gli Azov saranno pure degli esaltati e la guerra il loro habitat naturale, ma di fronte ad una montagna di merda mi state dicendo che la puzza è colpa dell’esercito ucraino.

        "Mi piace"

      • Luca, ti prego… se guardi i primi 5 minuti di Titanic, poi non puoi chiederti come mai tutti parlino di naufragio.
        Era tutta gente che si divertiva…

        Piace a 1 persona

      • No, vabbé, Lucaaaaa!!!
        Ma secondo te, perché è ILLEGALE?
        Forse perché se si appostano nei palazzi, mandando le persone negli scantinati, e poi sparano contro i russi, poi quelli RISPONDONO verso la direzione da cui arrivano gli spari? In pratica coinvolgono chi dovrebbe essere protetto.
        E lo sai che alcuni abitanti hanno dichiarato (mi dispiace di non ritrovare il video) che gli ucronazi percorrono a quadrato coi mezzi il perimetro dei palazzi e degli isolati sparando, in modo che poi i russi, rispondendo, colpiscano i palazzi?
        A quel punto sono scudi “umani”, ma anche
        sceneggiate per noi che guardiamo sgomenti la DISTRUZIONE che hanno compiuto i russi CONTRO I CIVILI.
        Ma contro DE KE?
        Come dici tu è guerra, ma qui è guerra crudele, sleale e d’immagine, compiuta in modo illegale da chi organizza i combattimenti in città e poi addossa le colpe agli altri!
        E guardali i video che postiamo, ché la “resistenza” psicologica è forte, come dice Fabrizio, dopo tutta la propaganda di cui ci sommergono…

        Piace a 1 persona

      • @Anail
        ho visto anche il resto e non mi sembra molto diverso dai primi minuti. Ma non è questo il punto. Molte città ucraine sono stare rase al suolo e non ci credo che per voi è tutta opera di Zelensky. Altrimenti, come guardate video tipo quello postato da Fabrizio, dovreste guardarvi anche le altre centinaia che dimostrano l’attacco russo e i bombardamenti a tappeto.
        Non mi sembrate degli sprovveduti dai, quindi non mi paragonate la vangelica pagliuzza con la trave!

        "Mi piace"

      • “E’ il BAMBINO interno che si indigna perchè sente che tu vuoi difendere i “cattivi”, e non lo sopporta…”:

        o il CR3TIN0?

        "Mi piace"

      • Luca sto solo dicendo che a Mariupol i sopravvissuti dicono di essere stati colpiti e uccisi, e le loro case distrutte, e tenuti prigionieri negli scantinati, dai loro connazionali più che dai russi. Ormai le testimonianze cominciano ad essere moltissime e immagino saranno sempre di più. Mentono tutti? Possibile ma sempre più improbabile direi.
        Sconvolgente vero?
        Il contrario di quello che racconta la propaganda ucraina, cioè NATO, cioè USA:
        Ma in fondo non è SEMPRE così?
        La puzza da quelle che si spacciano per un mazzo di violette, ma in TV la puzza non si vede e loro possono raccontare il contrario …

        Cosa sia successo nelle altre città non lo so.
        Ci sono giornalisti indipendenti a Mariupol (certo non ci sono andati quelli famosi della tv: troppo rischio) perchè è stata il fronte più caldo per settimane, e la città che ha patito la maggior distruzione.

        Piace a 1 persona

    • Ancora non abbiamo capito che la guerra la fanno gli oppressori con la pelle degli oppressi.Gli oppressi tutti contenti di scannano tra di loro per far contenti gli oppressori. Gli oppressi vengono, incanalati ,guidati ,illusi e fregati dai mezzi di propaganda degli oppressori.Bambini di otto anni sono affascinati dalle trame dei film,bambini di 8 anni tifosi e schiavi mentalmente del pallone,bambini di 8 anni credono al padre figlio e spirito Santo e al figlio venuto a salvarci tanto che da quando dicono che sia arrivato sono successe le più grandi tragedie dell’umanità.Finale del discorso se non avessimo una età mentale di otto anni forse andremmo tutti davanti all’ambasciata americana a chiedere che ci faceva il figlio di Biden coi laboratori produttori di virus tipo vaiolo in Ucraina???

      Piace a 3 people

  3. Battersi all’interno di un territorio completamente ostile perché in mano a forze antidemocratiche e/o collaborazioniste.

    Questo è il mio concetto di resistenza.
    Ed ecco perché ho creduto alle parole guerriere del primo M5*, partito che
    ho votato, sostenuto e varie volte perdonato, concedendogli le attenuanti del caso.
    Eravamo al 32%. Il regime ha vinto. Non vedo più alcuna traccia di eroismo nel (fu) m5*.

    Piace a 2 people

    • Pensavo che il primo volume fosse una fake….ed invece. Ho letto le motivazioni dell’editore, il perché si sia reso così ridicolo ( coi 2 autori dem). Hanno pensato che Zelensky veicoli un rinnovato business per il libro ( che è di diversi anni fa). Non necessariamente gli direi. Perché da adesso un libro della Newton Compton non lo compro nemmeno con la pistola alla tempia.

      Piace a 1 persona

  4. Altre chicche per i curiosi (sconsigliate alle Barbiere, LoGuasti e Blatte):

    E Floris ha anche la faccia (di cclo) di dire che anche in Italia ci sono fascisti ma non per questo la Francia ci invade.

    Eccerto. Ma non mi risulta che in Italia ci siano i fascisti al governo che ammazzano i francofoni della Valdaosta.

    Piace a 6 people

  5. Marcuccio, secondo me voi paci-putinisti siete cosi’ ingiustamente discriminati perche’ non vi fate capire bene da noi nazi-guerrafondai.

    Per esempio piglia Giuseppi, fagli una bella intervista e spiegaci se e’ nazi-guerrafondaio o meno se manda le armi “difensive” invece che “offensive”.

    Peraltro piacerebbe anche a noi nazi-guerrafondai sapere da Giuseppi quali sono le armi “difensive” ma non “offensive”: fucile a piombini, fionda, cerbottana, tricchetracche e putipu’? Giuseppi, diccelo tu.

    Ancora meglio sarebbe se i paci-putinisti dessero precisa indicazione di chi dovrebbe trattare con chi e su quali basi. Se ho capito bene, i paci-putinisti suggeriscono di mandare il sig. Zelensky disarmato in ginocchio e con bandiera bianca mentre Putin lo bombarda, giusto?

    Ho come l’impressione che nel caso auspicato dai paci-putinisti ci sarebbe poco da trattare, al limite se uno preferisce essere fucilato subito oppure esiliato in Siberia nei campi putinisti di rieducazione democratica.

    Marcuccio, comunque ti informo che tu non sei in Russia, ma purtroppo (assumendo valido il criterio paci-putinista) sei un fascio certificato, avendo in Itaglia la Melona, e inoltre fai pure il saluto fascista, avendolo fatto i fasci al funerale di Donna Assunta. Poi sei pure razzista, perche’ in Itaglia c’abbiamo i legaioli.

    Quindi preparati, fra poco Putin ti viene a denazificare, fai come dicono i paci-putinisti e arrenditi subito, fatti trovare con le brache calate che Putin ti deve rieducare.

    Piace a 1 persona

    • Silvio un ucraino non è nazista perchè in Ucraina ci sono dei nazisti, ti do ragione, però in Ucraina ci sono molti nazisti e hanno ruoli chiave nella politica, nel governo, nell’amministrazione, nell’esercito..
      Il golpe del 2014 ha dato il paese in mano a loro e loro lo hanno plasmato dal 2014.

      Neppure un italiano poteva essere considerato fascista solo perchè negli anni 30-40 al potere c’era il partito fascista. Mia madre mi racconta che mio nonno doveva per forza partecipare al sabato fascista per poter lavorare, e ricorda una volta che ha gettato a terra la camicia nera e l’ha calpestata. Mio nonno non era fascista, ma l’Italia era un paese fascista.

      Piace a 2 people

      • Gentile Fabrizio, tanti nazisti su 40.000.000 quanti sarebbero per lei? E qui in Italia, sicuro sicuro che non ci siano fascisti nei posti di controllo? E quanti sono? Cordialità.

        Piace a 1 persona

      • Davide (non ti dico gentile perchè non è il mio modo, però lo penso) non so quantificare, non ho elementi. A sensazione direi che nella parte “ariana” dell’Ucraina (cioè escludendo Crimea, Donbass, la parte polaccofona (?) e la parte sud e orientale russofona), la tendenza neonazista dopo un decennio di propaganda a partire dalle scuole sia abbastanza radicata. Certamente non tutti, direi nemmeno la metà, però più che sufficienti a dare un’impronta al paese, come nel periodo fascista in Italia. Anche da noi, nel presente ce ne sono diversi, forse anche quanti in Ucraina in proporzione, e alcuni certamente in posizioni di potere, ma non hanno (ancora almeno) in mano una propaganda unificata che li sponsorizza in tutti i modi, anche nei testi scolastici, e non hanno ancora cominciato a bombardare le regioni a statuto speciale soprattutto … Io non lo immaginavo nemmeno, pensavo li chiamassero neonazisti esagerando una tendenza di destra, poi informandomi sono rimasto a bocca aperta.

        "Mi piace"

      • Gentile Fabrizio, ovviamente non la pensiamo allo stesso modo. Non penso che ci siamo più nazisti in Ucraina che in Italia, ma mi chiedo una cosa, usando una iperbole. Se la mia Sardegna facesse un referendum per diventare indipendente ( in passato ci fu un movimento separatista dove tutti i pensatori finirono in galera), sono sicuro che mi troverei l’esercito sotto casa. Se poi chiedessimo e trovassimo armi da una superpotenza ed usassimo la forza per la nostra indipendenza allora sono quasi sicuro che ci troveremo sotto le bombe dello Stato italiano. Se fosse così, lei si sentirebbe un nazista? Cordialità.

        "Mi piace"

      • Ma la situazione è diversa secondo me, anche se ha tratti simili … da quello che ho capito io, dopo il golpe del 2014 il paese ha preso una crescente piega a destra. Per farti capire la situazione una delle prime leggi che fu fatta (i neonazisti avevano ministeri chiave, avendo vinto il golpe) fu eliminare il russo, che era la seconda lingua ufficiale del paese. Il Donbass chiese di essere parzialmente indipendente (come la Sardegna che ha ottenuto uno statuto speciale insieme ad altre 4 regioni) con un referendum e le fu concesso, solo che questa indipendenza non le fu mai concessa nei fatti, anche se le spettava per legge. L’inizio del contrasto mi pare di aver capito sia stato questo … se sbaglio qualcuno mi corregga. La risposta Ucraina fu la repressione violenta, e la cittadinanza russofila chiese aiuto e difesa alla Russia, la quale aveva anche un interesse geopolitico ad aiutarla e lo fece, ma solo in parte, tant’è che i bombardamenti ucraini continuavano ancora a ridosso della guerra.

        Per darti un’idea della situazione …

        "Mi piace"

      • In più, con decreti governativi, le truppe paramilitari nazi e nazionaliste sono entrate a far parte dell’esercito regolare. Questo implica che hanno ricevuto finanziamenti, addestramento militare, anche NATO, armamenti, appoggio politico ec cosa più importante copertura. Accedere a un patrimonio di informazioni sensibili e avere un governo che collabora e occulta crimini seriali, è il vulnus in tutta questa narrativa che non vuole l’assimilazione degli ucraini al nazismo.
        Se io frequento un gruppo di mafiosi, faccio affari con mafiosi, partecipo a attentati e stragi mafiose, occulto e secreto crimini mafiosi, reitero comportamenti mafiosi, accompagno i mafiosi nelle scuole a insegnare ai bambini i valori della Santa, della Famigghia e della Cosa Nostra, gli do accesso ai miei contatti lavorativi e sociali e gli consento di esercitare il loro potere su altri, sono anch’io un mafioso?
        È chiaro che non si tratta di tutto un popolo nazista…ma di un Governo, di un sistema economico-amministrativo-culturale che si è schierato chiaramente in una direzione.
        Anche in Italia non erano tutti fascisti, ma la linea che è divenuta predominante è stata quella di un Paese fascista.
        Ecco, noi chi stiamo armando in Ucraina? Nazisti? Integralisti islamici? Mercenari stragisti Ceceni?
        Mafiosi ucraini? Mercenari internazionali e professionisti assassini di massa? Civili? O tutta questa mescolanza di soggetti?
        E chi li disarmerà?

        È giusto pensare che Putin sia pericoloso, ma è altrettanto giusto pensare che ci stiamo affidando a amici e nemici che non conosciamo e a cui il benessere del loro popolo non interessa minimamente.

        Piace a 1 persona

      • Gentile Fabrizio, ti ringrazio per il civile scambio di idee. È sempre un piacere confrontarmi con te. Spero che tu apprezzi la nostra diversità di vedute. Cordialità.

        Piace a 1 persona

      • Gentile Fabrizio, so che ti piace tanto scopare a me invece farmi le seghe. Spero che tu apprezzi la nostra diversità di vedute. Cordialità.

        "Mi piace"

      • Gentile gatto, grazie per averci ricordato che per lei l’educazione e il civile scambio di idee diverse sia una cosa sconosciuta. Non gliene faccio una colpa, visto che non conosce la materia. Cordialità.

        "Mi piace"

  6. Basterebbe chiedersi chi ha invaso una nazione con il proprio esercito senza dichiararle guerra, chi ha bombardato e devastato, chi con l’esercito di galantuomini ha assassinato civili, stuprato donne e bambini, chi ha bombardato sulla croce rossa, se la Nazione assalitrice è una nazione democratica o dittatoriale, chi sta minacciando l’invasione e l’attacco di altri paesi confinanti, chi sta minacciando l’uso della bomba atomica, sentire Papa Francesco che condanna da subito l’inutile massacro, ecc. Basterebbe analizzare in modo critico i fatti attuali per capire, fermarsi e chiedersi se è meglio vivere con la nostra pseudodemocrazia occidentale o se sia migliore il modello alternativo cinese, russo, arabo, cubano. Basterebbe chiedersi se le ucraine e gli ucraini che fanno da badanti ai nostri anziani siano dei presunti nazisti e come mai permettiamo che lo facciano in casa nostra. Basterebbe chiedersi se nel nostro territorio vi siano o meno dei seguaci del fascismo e del nazismo, e se siamo davvero convinti che nella nostra polizia, forze armate ecc. non vi sia nessuno che aderisca a quelle ideologie. Basterebbe sentire chi ha vissuto davvero la guerra sulla propria pelle e capire che iniziare un conflitto vuol dire andare incontro a sviluppi imponderabili ed impensabili. Basterebbe capire quali siano davvero gli interessi che muovono le Nazioni. Basterebbe fare tesoro di ciò che è accaduto nella seconda guerra mondiale. Per capire basterebbe fare affidamento sulla nostra coscienza, sul nostro essere umani, e magari spegnere la TV.

    Piace a 2 people

    • “Basterebbe chiedersi se le ucraine e gli ucraini che fanno da badanti ai nostri anziani siano
      dei presunti nazisti e come mai permettiamo che lo facciano in casa nostra.”

      già il fatto di aver capito che tutti gli ucraini siano nazisti la dice lunga sul suo livello di comprensione
      ma tralascio

      non è che si potrebbe pure chiedere perché quelle persone sono costrette a venire a pulire il qulo
      ai nostri vecchi non autosufficienti?

      non lo faccia perché poi, magari, scoprirebbe che lo sono per via dell’impoverimento di quella nazione
      avvenuto da quando è commissariata dagli usa
      temo invece che si convincerà che sono buoni d’animo e, vedendoci in difficoltà
      nel non poterli accudire, hanno deciso di sacrificarsi loro al posto nostro.

      "Mi piace"

      • Gentile, lei interpreta come le pare e in modo sbagliato ciò che chiaramente ho scritto. Risponda anche alle altre questioni nel merito, se ne ha voglia, possibilmente evitando insulti. Cordialità.

        Piace a 1 persona

      • “non lo faccia perché poi, magari, scoprirebbe che lo sono per via ell’impoverimento di quella nazione avvenuto da quando è commissariata dagli usa”

        Ed anche Marco mostra di essere intriso di una notevole parzialita’. A parte che non spiega come mai quell’articlo di Quirico gli fa tanto schifo, vorrei ipotizzare che la tua parzialita’ ti renda ignorante sull’Est dell’Europa? Da Berlino a oggi?

        Piace a 1 persona

    • I tuoi amici nazikantiani che VOLUTAMENTE ammazzavano i bambini:

      Vantati di supportare questa feccia dell’umanità.
      Codardi senza attributi che non liberano gli SCUDI UMANI sotto l’acciaieria.
      Solo un idiota può credere che non li facciano uscire perchè Putin, sotto gli occhi del mondo intero, farà sparare alle donne e ai bambini quando escono.

      Piace a 3 people

      • @Guido
        Probabilmente, se non sono i loro parenti, lo farebbero LORO, alle spalle, come facevano coi corridoi umanitari.
        Tanto, ormai, possono addossare qualsiasi colpa ai russi, anche se sono assenti da almeno 2gg, se non da 4, perché qui ci beviamo tutto.
        Ormai hanno via libera per qualsiasi nefandezza e ci devono trovare gusto, visto il concetto che hanno, e che trasmettono anche ai bambini, a scuola e nei loro campi “estivi”, per istradarli meglio, dei russofoni del Donbass: esseri che è permesso uccidere perché NON SONO UMANI.
        Poi, però, non parliamo di nazismo, ché qui qualcuno ha l’animo sensibbbile.

        Ps Certo che ci devono proprio considerare degli idioti boccaloni.

        A

        Piace a 2 people

      • “Solo un idiota può credere che non li facciano uscire perchè Putin, sotto gli occhi del mondo intero, farà sparare alle donne e ai bambini quando escono”.
        Tranquillo, ci saranno sempre idioti tipo te e i tuoi compari paci-putinisti (cit.) che affermeranno con assoluta certezza che a sparare sono stati gli ukronazi. Magari dopo aver ricevuto l’ordine direttamente da Biden.

        "Mi piace"

      • @Guido
        Ormai l’assedio prosegue da settimane, io ritengo che ci siano linee di rifornimento attive che mantengono lo stallo alla messicana:
        gli asserragliati non escono perché hanno segreti e ostaggi, Putin non bombarda perché non vuole perdere l’acciaieria.
        Dopo tutti questi giorni senza possibilità di cibo, acqua, medicine e assistenza medica, è impossibile ci sia ancora margine di sopravvivenza….a meno che non arrivino aiuti dall’esterno.

        "Mi piace"

    • Stuprato donne e BAMBINI, adesso!
      E gli spiedi per arrostirli, ancora non li hanno trovati? Eh eh… grave dimenticanza, ma non demordiamo…
      Prima o poi, dopo i forni crematori portatili, arriveranno anche quelli!
      Certo che hanno ricordi e RIMPIANTI freschi questi nazi.
      Ah beh, sarà perché, nei libri di scuola, la storia è stata “adattata” alle loro esigenze.
      E dai, solo un piccolo scambio, i partigiani inesistenti e i nazisti eroi nazionali…così tutto fila.

      Piace a 1 persona

      • Gentile Anail, mi scusi se intervengo. Purtroppo stupri alle donne e ai bambini e altri orrori sono da contorno alle guerre. Ricordiamoci cosa accadde durante la guerra dell’ ex Jugoslavia. Cordialità.

        "Mi piace"

      • Ma i russi quando ci liberarono dai nazisti (purtroppo, bisognerebbe aggiungere, dando così il via alla genia dei cordialmente idioti… ), stupravano donne e bambini o sono cambiati nel frattempo?

        "Mi piace"

      • Gentile gatto, le sfugge che durante la seconda guerra mondiale i sovietici non liberarono gli italiani da nessuno, ma che si sostituirono nella dittatura nazista nei paesi dell’est. Non fu liberazione per quei popoli, ma solo un regime dittatoriale sovietico che si sostituiva a quello tedesco nazista. Altro che luberazione. Cordialità.

        "Mi piace"

      • Inoltre, gentile gatto, lei continua a dare il peggio di se con insulti che la squalificano. Ergo, perde occasioni per tacere su argomenti che non conosce. Cordialità.

        "Mi piace"

      • Ah ah ah!

        Scusa Brezza per l’invasione (visto che va di moda ultimamente…), ma il tipetto cordiale e gentile credo sia lo sceneggiatore de La vita è bella!

        "Mi piace"

      • @Davide
        Quindi sono supposizioni date per scontate, ma solo in versione russa, nonostante che le testimonianze siano contrarie..
        Invece i massacri CERTIFICATI e FILMATI degli ucronazi non fanno testo?
        I Russi hanno SCONFITTO i nazisti e liberato i campi di concentramento, con 26milioni di perdite umane.
        Non l’hanno fatto certo gli americani, che sono passati da noi lasciando macerie e radendo al suolo intere città, come Cagliari, da cui “to cagliarize”: radere al suolo.
        La storia della Germania est è un’altra storia, frutto di accordi post guerra.
        E comunque è stata liberata da Gorbachev proprio sulla base di un patto, ovviamente NON rispettato dagli USA, così come non hanno mai rispettato alcun accordo coi nativi americani che sono stati praticamente sterminati, in tutti i modi possibili e immaginabili: il genocidio più numericamente esteso della storia, altro che olocausto.
        Ti consiglio di leggere “Seppellite il mio cuore a Wounded Knee”, e capirai di che pasta si sono sempre dimostrati…

        Piace a 1 persona

      • Gentile gatto, non è una soddisfazione, ma un dato di fatto. Inoltre penso che lei sia una persona molto migliore di come appare, mi capita a volte di leggere con interesse i suoi commenti, che però puntualmente salto quando lei inizia con gli insulti. Cordialità.

        "Mi piace"

      • Gentile Anail, per mia scelta personale non guardo video postati o i pollai TV, preferisco farmi una mia idea basandomi sui fatti che spesso elenco anche qui, i sui ricorsi storici. Poi si possono avere idee diverse, ma l’importante è avere un confronto civile. Cordialità.

        "Mi piace"

      • Quindi non ascolti mai le testimonianze dirette delle persone e continuerai ad attribuire crimini così, per pregiudizio, ovviamente a coloro che ti hanno detto averli compiuti. Cavolo, ti avevo dato persino il minuto preciso in cui si testimonia ciò di cui parliamo.
        Ma se ti basi sul nulla, nessun dialogo ha senso.
        Spero che tu non faccia il giudice.

        "Mi piace"

      • Gentile Anail, l’unione sovietica non ha liberato ed instaurato una democrazia, ma ha semplicemente sostituito il regime nazista con il regime comunista e (come saprà) non solo nella ex Germania dell’est. Lei sa bene che a me fanno schifo tutte le guerre e i sporchi interessi che le generano, e le ricordo che è vero che Cagliari come Alghero in Sardegna furono pesantemente bombardate perché obiettivi militari (c’erano gli aeroporti), ma le ricordo che eravamo in guerra alleati con i nazisti e sotto un regime fascista, salvo poi tradire il patto con i tedeschi ed accogliere gli alleati che vennero a liberarci con pesanti ripercussioni geopolitiche che ancora paghiamo. Ma le voglio chiedere se per lei è meglio la nostra pseudodemocrazia o il modello russo putiniano? Cordialità.

        "Mi piace"

      • Domanda retorica, che non sposta di 1 pelo la discussione e butta la palla in tribuna.
        Come dirmi di ospitare a casa mia i migranti, se sono favorevole al loro salvataggio.
        L’aeroporto di Cagliari è a Elmas, tu lo sai bene.
        La CITTÀ, invece, ben lontana, è stata bombardata TUTTA, per MESI!!!
        Non hanno alcuna scusante per essersi accaniti così, se non la loro barbarie.

        "Mi piace"

  7. Mica siamo in Russia?
    Se leggo questi editoriale e le dichiarazioni di Lavrov a me pare di sì.

    02.38
    Lavrov: “Il sostegno Nato a Kiev ostacola un accordo politico”

    “Il sostegno della Nato all’Ucraina ostacola il raggiungimento di un accordo politico per porre fine al conflitto”. Così il ministro degli Esteri russo Lavrov all’agenzia cinese Xinhua. Il capo della diplomazia di Mosca ha ripetuto che se gli Stati Uniti e la Nato fossero “veramente” interessati a risolvere la crisi ucraina, “dovrebbero smettere di inviare armi” a Kiev. E ha aggiunto: “Esprimendo pubblicamente sostegno al regime di Kiev, i Paesi della Nato stanno facendo di tutto per impedire la fine dell’operazione con accordi politici”.

    Voi credete a una sola parola pronunciata da Lavrov? Lui fa, legittimamente, propaganda, e in Italia c’è chi l’aiuta.

    Piace a 1 persona

      • “Ma per capire, quale sarebbe la propaganda in queste parole?”.
        Tu hai una visione talmente distorta della realtà che manco ti rispondo.

        "Mi piace"

      • Piano piano scopriamo che hai fatto il concorso per diventare carabiniere e non ti hanno preso.

        "Mi piace"

      • E perché?
        Solo perché ho detto che quello che dice Travglio è la FOTOCOPIA di quello che dice il tuo idolo Lavrov?

        "Mi piace"

      • Dicevo a proposito della barzelletta… ma va bene comunque.
        Perché, quello che ha detto Lavrov, da quand’è che è stato detto, qui e altrove…magari è lui che ha copiato Travaglio e noi. 😆
        Denunciamolo per plagio.

        PS Adesso esprimere lo stesso OVVIO concetto è diventato putinismo e idolatria nei confronti di chi lo esprime.
        Boh…non c’è più religione.

        "Mi piace"

    • Per amore di Dio, può essere che è l’ennesimo bluff. Poi però può essere che non è un bluff quello di Lavrov, come gli altri, e ci ritroviamo in terza guerra mondiale. Io preferirei non correre il rischio. A quanto pare molti di voi e di quelli che conosco si. Con un piccolo particolare da precisare.
      A me dell’Ucraina, delle badanti e dell’autodeterminazione di quel popolo me ne frega nella stessa identica maniera di cui me ne è fregato dei vietnamiti, dei palestinesi, degli iracheni, dei siriani degli yemeniti e di tutti quegli altri popoli costretti a subire sofferenze a causa di guerre ingiuste, ivi compresi i russi o i “russofili” del Donbass. Voi vi accalorate sull’onda emotiva di più per il popolo ucraino, e non ne vedo il motivo di quel “di più”.
      Ergo, personalmente non dirò mai che non me ne frega un cazzo, ma, parliamoci chiaro, finché non vengono toccati i tuoi interessi personali, te ne frega di meno. E ora, i miei interessi personali, come quelli del popolo italiano, sarebbero anche quelli di riprendere a lavorare e a vivere normalmente dopo 2 anni di una pandemia non ancora finita, durante la quale per ogni verità ci hanno raccontato almeno 5 balle. Per concludere, qualora fosse serio il rischio che Putin in qualche modo voglia invadere l’Europa e arrivare fino a Lisbona(cit Severgnini) bisogna combatterlo senza ne se ne ma. Se invece, come penso io, e come la realtà dei fatti allo stato attuale lascia supporre, questa sia solo una guerra regionale beh, facessero pure il cazzo che vogliono, non voglio fare sacrifici nella mia vita in nome di presunti ideali che nel corso della storia sono stati calpestati e calpestati e ancora calpestati. Senza ipocrisia. Saluti

      Piace a 1 persona

    • Insisto. Ma quale sarebbe la stranezza o falsità nella dichiarazione di Lavrov??? “Il sostegno della Nato all’Ucraina ostacola il raggiungimento di un accordo politico”. Mi sembra evidente a tutti. Poi uno può dire che la Nato fa bene a non far raggiungere un accordo politico. Ma la dichiarazione di Lavrov è ineccepibile. Mi sorprende che Santo la inserisca nella propaganda russa. Che non ho mai detto non ci sia.

      Piace a 2 people

      • @Paolo

        Lavrov dice:
        “Il sostegno della Nato all’Ucraina ostacola il raggiungimento di un accordo politico per porre fine al conflitto”. E poi:
        “se gli Stati Uniti e la Nato fossero veramente interessati a risolvere la crisi ucraina, dovrebbero smettere di inviare armi a Kiev”.
        Cioè: la Russia vorrebbe la pace, vorrebbe smettere di fare la guerra, vorrebbe sedersi a trattare, ma è tutta colpa degli americani e della Nato che continua a fornire armamenti agli ucraini (continuo io: che non ci fanno fare i nostri porci comodi in Ucraina).
        Davvero credi che questa sia LA VERITÀ? O non piuttosto una bugia grande come una casa, e un ennesimo tentativo di influenzare l’opinione pubblica occidentale, tra cui anche te?
        Davvero credi che la Russia stia compiendo un’operazione speciale “difensiva” che ha lo scopo di liberare le popolazioni russofone del Donbass dal genocidio perpetrato da un pugno di nazisti?
        Io rispetto la tua coerenza, come posso rispettare (con molta più difficoltà) la coerenza di quei ragazzi che seguirono Mussolini fino a Salò.
        Ma se arrivi a trovare “ineccepibili” le parole di Lavrov, non c’è coerenza che tenga. Questa è ipnosi indotta.

        "Mi piace"

      • Parla di ipnosi indotta uno che non si accorge (?) di essere sponsorizzato dalla Nuland e il suo “fuck the EU”?

        «Salvare l’Europa: appello al signor Kinzhal

        Ciò che gli europei non hanno capito è che agli Usa e al mondo anglosassone in genere non importa un fico secco di loro. Il folle tentativo di creare un nuovo secolo americano di dominio planetario assoluto passa per la separazione dell’Europa dalla Russia e dall’Asia perché un simile aggregato, anche informale, trasformerebbe gli Usa in una potenza di secondo piano. Ora questo obiettivo può essere ottenuto in due modi: sia logorando la Russia e sigillandone i confini, sia logorando l’Europa separandola dalle fonti energetiche e minerarie necessarie alla sua manifattura e innescando un rapido declino: l’uno o l’altro processo sono indifferenti rispetto allo scopo finale. Anzi perseguirli entrambi cogliendo due piccioni con un’Ucraina, somma la velocità con cui si raggiunge l’obiettivo: un continente europeo in catastrofica crisi anche intellettuale e scientifica, può offrire ben poco alla Russia e viceversa. L’occasione perfetta per innescare questo processo è stata la creazione della questione ucraina e può essere sintetizzata dalla famosa frase della Nuland “che la Ue si fotta”. Dunque gli stati Uniti hanno tutto l’interesse che la loro guerra per interposta Ucraina porti al totale isolamento della Russia, così come a un rapido declino dell’Europa. Il disegno per la trasformazione della Russia in una grande Polonia risale in sostanza a Brzezinski, non teneva però sufficientemente conto della irresistibile ascesa della Cina a protagonista assoluto dell’economia mondiale e dunque del gigantesco appoggio di cui oggi la Russia può godere, senza parlare dell’India e di altri grandi Paesi che si stanno staccando dalla visione unipolare avendone compreso gli enormi svantaggi, perciò esso è stato in qualche modo aggiornato: al posto della semplice implosione della Federazione russa si può, anzi si deve aggiungere la decapitazione dell’ economia europea per evitare che essa si colleghi alla grande Asia il che riproporrebbe il problema sia pure sotto altre spoglie.

        Impedire agli europei di acquistare risorse energetiche, monetarie, alimentari dalla Russia dopo averli compromessi in una sporca guerra significa dare un colpo mortale alle loro economie buttandoli fuori dal mercato: essi avranno infatti i prezzi in assoluto più alti di qualsiasi altra parte del mondo. Naturalmente ci si aspetterebbe una ribellione delle vittime che invece non c’è anzi esse stesse manifestano con fermezza la volontà di procedere al suicidio: non si tratta solo di ceti politici comprati in blocco dalle oligarchie finanziarie insieme ai media, ma degli stessi cittadini che non riescono a comprendere il nocciolo della questione o che, come al solito lo capiranno solo dopo che i giochi sono fatti. Dopo trent’anni di guerre sanguinose, di stragi e di caos non si è ancora capito che le elite americane sono abituate a camminare sulla terra bruciata e che la Nato è un’alleanza esplicitamente aggressiva: come si faccia a non vedere che dalla seconda guerra mondiale, intere città sono state rase al suolo dai bombardamenti, compresi quelli nucleari, immense superfici sono stati inondate di diserbanti cancerogeni e mutageni, che si sono bombardate le popolazioni con munizioni radioattive, si sono bruciati vivi gli irakeni con le bombe al fosforo bianco, si sono aiutati i terroristi ad avvelenare i siriani con il cloro. E che ora si è allevata un’ intera generazione di nazisti da scagliare contro la Russia. Stare nella Nato significa rinunciare a ogni etica e questo magari al cittadino comune importa ben poco, ma fino ad ora poteva pensare che comunque ciò non comportasse grandi sacrifici, anzi fosse in qualche fumoso modo vantaggioso. Ora invece la Nato ci presenta la pistola per il suicidio che a questo punto è ancor più necessario visto che il nemico non è crollato con le armi dell’aggressione economica.

        In questi casi a volte un atto di forza, un ceffone ben piazzato, un pugno che stordisce può far svegliare dall’atmosfera dall’ipnosi di morte e di menzogna nella quale siamo caduti. Per questo spero vivamente che il Cremlino risponda ai tentativi di allargamento del conflitto alla Moldova, alla Polonia e alla Romania con qualche signor Kinzhal ipersonico ben piazzato o magari qualche Mr Sarmat di avvertimento: così si potrà toccare con mano il fatto che il padrone può solo sacrificarci e non difenderci. E’ l’ultima speranza di uscirne fuori.».

        Piace a 3 people

      • Ultime perle di Lavrov : “non ci consideriamo in guerra con la Nato, ma c’è la sensazione che la Nato creda di essere in guerra con la Russia” – “la Russia non usa mai mercenari”

        "Mi piace"

      • Santo, la Russia di Putin ( ma anche di chicchessia) non voleva essere accerchiata da forze ostili. Punto. Che la NATO come organizzazione, come emanazione militare, sia ostile è oggettivo. Che la politica USA, specie con i democratici alla Presidenza, persegua una politica che definire di “ridimensionamento” della Russia è un eufemismo, è un fatto. La Russia ha tutto il diritto di non sentirsi una Potenza regionale ( Obama dixit), sia per la sua Forza militare, sia per la sua estensione, sia per il tributo di sangue versato nel Secondo Conflitto Mondiale. In base a cosa gli USA possono attivare il proprio credo imperialista ( di gran lunga oltre i propri confini) e la Russia non può puntare a costruire zone d’influenza per rafforzare il suo? Se gli Imperialismi fanno schifo allora vadano in malora tutti. Nessuno escluso. L’Ucraina è più vicina per storia, cultura, società alla Russia che all’Occidente. La rottura di questo dato, che negare è ridicolo, è avvenuto con un lavoro sporco di almeno 10 anni. Gli USA hanno seminato la frattura tra Ucraini di Ucraina e Russofili d’Ucraina. Devo ripeterti ancora come, quando e perché? Certamente il sentimento antirusso c’era in buona parte dei paesi dell’est ( per quello che rappresentò l’URSS) ma molto meno in Ucraina che è stata Russia per molto tempo. Ma soldi, corruzione, inquinamento con forze militari neonaziste, mercenari, allevamento sul campo di pagliacci da usare come leader, hanno permeato parte della Società Ucraina che ha virato sull’Occidente. Senza avere un minimo tratto della “pseudo” cultura occidentale. E quindi continuerò a pensare che Lavrov, Peskov, lo stesso Putin, pur corresponsabili di un Crimine come la Guerra, sono più affidabili quando parlano dei cialtroni ucraini, resi tali da Burattinai immondi. Dalla Torre, nel gioco, butto Biden e Johnson molto prima di Putin. E tra poco pure Draghi….

        Piace a 2 people

    • Questa è la più bella di sempre!
      Chi critica la polita guerrafondaia degli USA, e di riflesso quella Italiana, lo fa perché sta aiutando Lavrov!
      😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂
      Lavrov con le nostre riflessioni ci si pulisce il deretano!
      Stessa pratica fanno Biden e Draghi.
      Noi siamo solo il gregge belante che si incammina alla macellazione, chi prima chi dopo.
      Cazzo!!!! Gli aiutanti di Lavrov, vale quanto filo-russi e putinisti!
      Che teste!!!!!!

      "Mi piace"

    • No. Dare credito all’ambasciatore della Russia equivale a darlo pure a quello degli USA. Non si crede a Lavrov e basta, o vuoi parlare con l’ufficio stampa di Marta Fascina?Lavrov quando parla ha la stessa credibilita’ di ControTV.

      "Mi piace"

      • @lacoscienzadizero

        Lei è un bigattino?
        O vive cieco e sordo in un ventre caldo di vacca targata MC Donald?
        La informo che in entrambi i casi si finisce mangiati.
        Se posso permettermi: apra bene occhi e orecchie e smetta di credere, a chiunque.
        “Ascolta quello che dicono, guarda quello che fanno” e questo vale per tutti i rappresentanti e i piazzisti del sistema.

        Piace a 1 persona

  8. “Gli aiuti umanitari della Germania all’Ucraina vengono respinti al confine con la Polonia
    Un corrispondente del Blaulicht Magazin tedesco ha filmato montagne di aiuti umanitari scartati al confine. Scatole di generi alimentari e cose sono state semplicemente buttate via. E ci sono molti episodi simili.

    Molte cose, vestiti e altri aiuti umanitari donati dai residenti tedeschi giacciono in un villaggio polacco vicino al confine, e nessuno se ne preoccupa

    L’aiuto per gli ucraini è stato raccolto da volontari e ora hanno sporto denuncia contro le compagnie di trasporto responsabili della consegna. Gli esperti stanno già commentando: le armi vengono trasportate a Kiev su camion e gli aiuti umanitari vengono semplicemente buttati via.”

    Piace a 3 people

  9. Orsini ci ha letteralmente rotto le scatole, basta con quell’ ego che straripa da tutte le pareti , tra lui e Sgarbi e Cacciari non sai più a chi chiudere : ” umiltà , signori il vostro sapere è una frazione di micrometro con una vostra ignoranza che risulta infinita!!! Rilassatevi, andate a giocare a briscola ogni tanto e ascoltate il popolo.

    Piace a 1 persona

      • Ma poi “CI ha letteralmente rotto le scatole”
        “CI HA” a chi?
        Parlasse per lui e continuasse a guardare Barbara D’Urso, perché il livello del “popolo” a cui si riferisce è quello.
        Gente che non si informa, ma poi parla per sentito dire, ripetendo ciò che gli inculcano i rari tg guardati all’ora di cena.
        E, con tutto ciò, direi che il 43 e rotti % (la maggioranza, comunque) di contrari all’invio di armi in Ucraina ha del miracoloso.

        "Mi piace"

    • @Beppe
      Io invece vorrei sentire più voci fuori dal coro, anche stonate se vuole, ma con un’opinione personale. Preferisco Orsini alla solita litania del Paese aggressore e Paese aggredito….tanto più che abbiamo ipocritamente foraggiato entrambi i Paesi.

      "Mi piace"

  10. Intanto che il governo draghi mena il can per l’aia le stime economiche danno l’itagglia in recessione, -0,2 e ancora più negative per fine 2022. E l’inflazione intorno al 7% in aumento,
    Presto invidieremo i greci

    Piace a 1 persona

  11. Stanotte ho sognato di andare sulla terrazza della mia casa (una casa che in realtà non conosco), era sera, il cielo nuvolo.
    Si sentiva un lontano rombo di motori e guardando in alto ho notato degli aerei, piccolissimi là in alto, che a gruppetti di 510 in una lunga fila, volavano verso il mare.
    Pensavo fossero di passaggio per chissà dove, e invece all’improvviso, a qualche decina di km da dove ero io, ho visto delle esplosioni sulla città, sembravano fiori sbocciati in un attimo. Era scoppiata la guerra mondiale atomica.
    Questi enormi fiori erano lontani ma ne avremmo presto sentito gli effetti anche noi, si capiva…
    Dopo sono comparsi come dei fiumi di fumo di tonalità diverse, come tubi affiancati e sovrapposti che ricoprivano tutto (una nuova arma?), che dalle colline scendevano verso il mare, probabilmente per avvelenarlo.
    Poi ero su una strada che saliva verso le montagne, con persone sconosciute ma vicine, solidali, cercavamo case abbandonate dove ripararci.
    Poi ero in un paesino di quelli tipo villeggiatura, in giro c’erano tante persone, e l’atmosfera era triste.e rassegnata.
    Io non mi sentivo spaventato ma solo rassegnato, al limite del cinismo visto che non c’era più niente da fare, e tutte le persone in giro per il paese avevano più o meno il mio stesso umore.

    Mi sentivo scoraggiato e deluso, e pensavo che tutto quello che potevamo fare per prevenire la guerra atomica, che era crescentemente possibile e lo sapevamo anche se non volevamo crederci, non lo avevamo fatto.

    Piace a 4 people

  12. Barbara Lezzi
    5 h ·
    Tutti i leader dei partiti di maggioranza hanno chiesto qualcosa a Draghi. Chi di riferire in Parlamento sull’invio armi, chi lo scostamento di bilancio per aiutare famiglie imprese. Il Migliore fa trapelare veline non firmate a mezzo stampa nelle quali minaccia il voto in accordo con il Quirinale.
    Le reazioni dei leader sono scontate, tornano a sbraitare sui media senza dimenticare di rassicurare la stabilità di governo.
    Per Draghi va tutto bene. Potrà andare da Biden per ritirare gli ordini da eseguire e a spendere una buona parola per se stesso che ambisce alla poltrona più alta della Nato. Potrà portare avanti la sua strategia finalizzata ad assecondare gli USA nel prosieguo del conflitto che produce morti e distruzione e che risulta letale per un Paese come il nostro alle prese con rincari esorbitanti, difficoltà nel reperire materie prime e povertà in aumento.
    Per alcune imprese sta addirittura diventando sconveniente produrre e sarà sempre più difficile ripartire quando finalmente sarà tutto finito. Se non si sostiene il sistema produttivo, si corre il rischio di perdere per sempre migliaia di imprese con i relativi posti di lavoro
    La strategia dilatoria di Draghi e della sua maggioranza nell’erogare gli aiuti, lascia estendere le ferite di questa crisi. Aiuti modesti che risultano inefficaci come un cerotto su un taglio profondo.
    Ci vorrebbero coraggio e coscienza per smetterla di pensare solo alle proprie ricollocazioni e ascoltate le richieste di aiuto che arrivano da fuori dei palazzi.

    Piace a 2 people

    • Accettando Draghi, ci siamo allevati una serpe velenosa in seno…
      Non avrei mai creduto ad un simile comportamento indifferente ai bisogni di un intero popolo e funzionale solo ai suoi interessi.
      Svanito il sogno del Quirinale, ora aspira al segretariato Nato…ed è disposto a passare su qualsiasi cosa per ottenerlo.
      Il suo personale lecchinaggio è il minimo, ma distruggere un intero tessuto economico e coinvolgerci in una guerra mondiale, se non atomica, ha dell’incredibile, per egoismo ed efferatezza.
      Ma quanto conta il potere per questo “vile affarista” ? E quand’è che gli facciamo andare di traverso anche questo obiettivo all”AD dell’Italia ?

      "Mi piace"

  13. No comment
    China Energy Policy Research Institute afferma che il taglio del gas è stata la risposta “più dura” della Russia alle sanzioni occidentali. La Russia ha iniziato a cercare nuovi canali per la vendita di risorse energetiche e l’Europa ha iniziato a tentare di sbarazzarsi della dipendenza dal petrolio e dal gas dalla Russia. La Russia sta andando alla grande, ma l’Europa sta morendo e non cerca nemmeno di cambiare ciò che sta accadendo.

    "Mi piace"

  14. Giovanna Vitale deve utilizzare gli stessi informatori di Gramellini.

    Attendibilità alta!

    “Ancora meglio sarebbe se i paci-putinisti dessero precisa indicazione di chi dovrebbe trattare con chi e su quali basi.”

    1. Zelensky. Anche perché gli altri partiti li ha chiusi tutti e uno a uno sta accoppando pure tutti i politici rimasti.

    2. Pace in cambio di territori. In genere le guerre finiscono così.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...