Beppe Grillo: “La guerra non è più una scelta”

(ANSA) “La guerra non è più una scelta”. Così Beppe Grillo sul suo blog intitola un post “pacifista” in cui porta l’esempio delle scelte prese dal Costa Rica. “Nel 1948 José Figueres, presidente del Costa Rica smantellò l’esercito.

I fondi per la difesa furono assegnati all’istruzione e alla sanità” riporta Grillo citando un brano del libro “Salva la terra” di James Bruges. “Le banche, le assicurazioni, tutti i servizi di pubblica utilità e le ferrovie furono statalizzati. Furono introdotti una tassa sulla ricchezza e un sistema di sicurezza sociale. Fu concesso il diritto di voto alle donne e agli immigrati dai Caraibi. Ma non fu un cammino semplice. Gli Stati Uniti cercarono di cacciare Figueres nel 1950 e tentarono per due volte di assassinarlo.

Una disputa vecchia di cent’anni col Nicaragua per lo sfruttamento del fiume San Juan s’infiammò nel 1998, ma fu sedata dopo due anni di pazienti negoziati senza ricorrere alle armi. E, cosa significativa, il Costa Rica è l’unico Stato della regione a non essere stato invaso o usato come base dagli Stati Uniti. Ora il Paese è democratico, relativamente ricco e regolarmente nelle prime 50 posizioni dell’Indice di Sviluppo Umano delle Nazioni Unite. La gente istruita lo rende una nazione attraente per gli investimenti.

Ma la ‘violenza economica’ potrebbe distruggere il suo sogno. Le privatizzazioni in seguito alle pressioni del FMI di recente hanno causato rivolte diffuse. Secondo l’ex presidente ‘i costaricani hanno coltivato uno spirito di civiltà, antitetico alla militarizzazione e alla violenza, capace di trovare soluzioni pacifiche ai conflitti e rispettose dei diritti altrui. In assenza di armi per mezzo delle quali imporre un’idea, l’unica arma che resta è la ragione. Oggi le persone come me sono pienamente convinte del fatto che uno Stato che organizza un esercito diventa aguzzino di se stesso… ” si legge nel brano scelto.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

10 replies

  1. Titolo fuorviante, sintatticamente La guerra non è più una scelta, induce a pensare che è obbligata, ma mi pare di capire che vuole dire altro, nel senso che la pace è obbligata. Ma forse ho capito male

    "Mi piace"

  2. Io ho capito che per il Costa Rica la guerra non è più una scelta. ….cioè un paese può decidere ed essere determinato ad usare la politica e la pace come sua azione . ….come dire quel governo e quel popolo non si sono neppure posti se scegliere tra la guerra o la pace, hanno escluso la guerra, come mezzo di risoluzione di conflitto/conflitti. …quindi la scelta, cioè decidere fra due opzioni contrastanti, non esiste, non è più tale! Magari ho capito male io. ..ma credo che il significato sia questo, considerare la guerra come strumento/mezzo di soluzione è già errato, perché si pone poi la scelta fra usare quel mezzo, cioè la guerra, o la pace!

    Piace a 1 persona

    • Penso che tu l’abbia capito molto bene! 🤗😊Sono di questo pensiero anch’io. La guerra non dovrebbe neanche esistere o meglio: le armi non dovrebbero più avere ragione di esistere.

      Piace a 1 persona

  3. Titolo ad effetto e, come sempre, fuorviante. La guerra è solo peggiorativa nei casi di conflitti generati da satrapi che fanno e finanziano le guerre in casa d’altri. Si parla del Costa Rica, come esempio di nazione che ha scelto la pace anziché la guerra per i suoi cittadini…

    "Mi piace"

  4. Direi che il titolo è paradossale. Vuol forse dire che la pace è una scelta obbligata? E allora perché è stato espulso Petrocelli? Solo nelle dittature si tappa le bocche al dissenso. E qui Petrocelli non doveva nemmeno essere considerato un dissenziente. Sono io che non capisco quello che accade o il M5S si sta incartando su se stesso?

    "Mi piace"

    • Da quando ha deciso di appoggiare Draghi Grillo si è totalmente squalificato ai miei occhi. Qualunque cosa dica o faccia, non gli credo più e nutro i peggiori sospetti.

      "Mi piace"

    • Tranquilla, è il Movimento allo sbando, completamente impreparato e senza basi solide. Il sarcasmo di Petrocelli era difficile da capire, i marchi stanno togliendo la Zeta dai prodotti, una isteria, lui voleva segnalare il paradosso della Z, era difficile da capire obiettivamente, molto più facile farsi espellere, ma che ci stava a fare ancora lì, sono un’altra cosa rispetto ai voti che hanno preso.

      Piace a 1 persona

  5. Che brutta fine Beppe…
    fossi al tuo posto con i tuoi soldini me ne andrei in esilio come Garibaldi… ( E tanti altri…)
    Magari in Costa Rica!!

    Piace a 2 people