Dopo l’orrore

(Toni Capuozzo) – La prima domanda che mi sono fatto è : pensi che sia impossibile che i russi, ritirandosi, abbiano fatto, per vendetta e odio, una strage di civili ? Non lo ritengo impossibile, ho visto troppe volte che la guerra porta a dare il peggio di sé. La seconda domanda è stata: pensi che sia impossibile che gli ucraini, aggrediti, bisognosi di aiuto, ansiosi di coinvolgere la comunità internazionale, abbiano “costruito” la scena ? Ho una lunga esperienza, dal Kossovo al Libano, da Betlemme a Belgrado, di situazioni forzate, modificate, usate: in guerra ogni mezzo è buono. In più, in questo caso, ci sono i precedenti della ragazza di Mariupol (diceva la verità allora, o la dice adesso ?), il mistero del teatro di Mariupol, i numeri che vengono forniti dalle Nazioni Unite e dagli ucraini su vittime civili e perdite militari russe (sarebbero morti 400 militari russi per ogni civile ucciso….). Il mestiere del giornalista è farsi domande, anche quelle scomode. E allora mi ha sorpreso una sequenza di date:

– il 30 marzo le truppe di Putin abbandonano Bucha

– il 31 marzo il sindaco, davanti al municipio, rilascia una dichiarazione orgogliosa, sul giorno storico della liberazione. Non parla di vittime per le strade.

-il 31 marzo Maxar Technologies pubblica le foto satellitari che rivelano l’esistenza di fosse comuni attorno alla chiesa. E’ una scoperta che poteva essere fatta a terra: è la fossa che pietosamente gli abitanti del posto hanno iniziato a scavare il 10 marzo per seppellirvi i propri morti nella battaglia – siamo poco lontani dall’aeroporto di Hostomel- in cui nessuno avrebbe fatto distinzioni tra civili e militari.

Il 1 aprile va in onda a Ukraine TV24 l’intervista al sindaco. Non è accompagnata da alcun commento su morti per strada.

Il 1 aprile un neonazi che si fa chiamare Botsman posta su Telegram immagini di Bucha. Dice solo di aver trovato un parlamentare, in città, non parla di morti. Ma lo si sente rispondere a una domanda: “Che facciamo con chi non ha il bracciale blu’?” “Sparate”, risponde.

Il 2 aprile la Polizia ucraina gira un lungo filmato sul pattugliamento delle strade di Bucha (che non è enorme:28mila abitanti). Si vede un solo morto, un militare russo, ai bordi della strada. Nel filmato, lungo 8 minuti ci sono abitanti che escono dalle case, e passanti che si fermano a parlare con la polizia. Lieti di essere stati liberati, ma nessuno parla di morti per strada. La cosa peggiore è quando uno racconta di donne costrette a scendere in una cantina, e uomini prelevati per essere interrogati.

Il 3 aprile il neonazi su Telegram incomincia a postare le foto dei morti. A tre giorni pieni dalla Liberazione.

Il 4 aprile, ieri, il New York Times pubblica una foto satellitare che riprende i morti per strada, spiegando che è stata scattata il 19 marzo (quindi i corpi sarebbero per strada da quasi due settimane, sembrano le armi chimiche di Saddam).

Va da sé che onestà e indipendenza (che poi uno scambi l’indipendenza come dipendenza da Mosca mi fa solo ridere amaramente) impongono domande. Com’è che gli abitanti di Bucha che, sotto la dura occupazione russa, seppellivano i propri morti, questi invece, pur liberi, li lasciano sulle strade ? Com’è che attorno ai morti non c’è quasi mai del sangue ? Se una vittima viene sparata alla tempia, è una pozza, finchè il cuore batte. Se gli spari che è già morto, niente sangue. Com’è che in una cittadina piccola e in guerra, dove nessuno presumibilmente si allontana da casa, nessuno ha un gesto di pietà, per tre giorni, neanche uno straccio a coprire l’oscenità della morte ? Erano morti nostri o altrui ? Se uno vuole credere, se cioè è questione di fede, anche l’osservazione che i morti, per bassa che sia la temperatura non si conservano così, è inutile. Morti pronti per il camera car che è una gimkana tra i corpi. Una volta tirai un sasso a un randagio, io che amo gli animali, perché si stava cibando del corpo di un terrorista, e non era in una città affamata.

Purtroppo mi interessano poco le testimonianze de relato – “mi hanno raccontato che”- o i servizi che aggiungono alla scena solo rabbia e indignazione, e pietà all’ingrosso. Ricordo ancora a Gerusalemme il responsabile della sede RAI scrivere una mail privata ai dirigenti palestinesi attorno alle immagini di un linciaggio a Ramallah: “La Rai non avrebbe mai mandato in onda immagini che vi danneggino”. I gonzi pubblicarono la mail di solidarietà sui giornali. Né mi turbano le accuse dei tifosi, dei trombettieri e dei tamburini. Senza insulti sono disposto a discutere con chiunque, e so che quelle persone, chiunque fossero, in qualunque circostanza fossero state uccise, a qualunque scopo venissero esibite (i russi per terrorizzare, gli ucraini per emozionare il mondo) sono morte nel modo peggiore, e meritano pietà e giustizia, non propaganda

Resta l’orrore, e la speranza che commissioni severe indaghino e la facciano pagare ai responsabili. Se sono russi, irraggiungibili, resteranno nell’album delle infamie. Se qualche ucraino ha abbellito o costruito la cosa, è giusto almeno porsi un altro paio di domande scomode.

Come fai a non mandare armi a un popolo così martoriato, come fai a non reagire all’orrore ?

Come fai a convincere l’opinione pubblica mondiale che bisogna mandare altre armi e puntare a punire l’invasore, non a negoziarne il ritiro ? Come si giustifica un’escalation ?

In poche parole: a chi giova ? Ma, attenzione, anche rispondere a questa domanda non dà alcuna certezza. Perché la guerra è calcolo, ma ancora di più follia e stupida ferocia.

62 replies

    • Con questo ammirevole e coraggiosissimo articolo Capuozzo pare voglia dimostrare la verità di questo antico pensiero di Diderot:
      “L’incredulità è talvolta il vizio di uno sciocco, e la credulità il difetto di un uomo di spirito”.

      L’uomo di spirito vede lontano nell’imensità dei possibili. “Lo sciocco non vede altro possibile se non ciò che è”.

      Piace a 1 persona

  1. Jonny dio, marco ( o JB), Paolabl, andreaex, santo loquasto a voi la replica
    Tra esperti dovreste avere vita facile nel replicare…
    Saluti

    "Mi piace"

      • Sicuramente ciò che proponi ha più senso che credere aprioristicamente, o peggio da tifoso, a una o all’altra voce. Comunque non è detto che sia sempre la via che porta alla verità.
        Da una parte può esserci una motivazione utilitaristica e dall’altra semplicemente stupidità, odio, rabbia…
        io sono un gran fattore del “cui prodest?”, ma è una domanda che mi faccio solo quando si resta nel razionale e a certi livelli.

        Piace a 1 persona

  2. dopo le ultime notizie sui “no vax” filo Putiniani contro Soros che vuol dominare il mondo assieme a Bill Gates che ci cambia il DNA, non posso non pensare che il green pass dovrebbe rimanere per sempre.
    Uno strumento semplice semplice per separare l’umanità dai cretini di ogni specie.

    "Mi piace"

  3. SMONTATE LE BALLE DEI RUSSI SU BUCHA: LE IMMAGINI SATELLITARI DIFFUSE IERI SERA DAL NEW YORK TIMES MOSTRANO CHE DIVERSI CADAVERI ERANO GIÀ PER LE STRADE DELLA CITTÀ L’11 MARZO (IL CREMLINO SOSTIENE CHE I SUOI SOLDATI SIANO ANDATI VIA IL 30 MARZO E CHE I CORPI IN STRADA SIANO APPARSI SOLO IL 2 APRILE) – IL PENTAGONO CONFERMA CHE ALMENO DUE TERZI DELLE FORZE RUSSE, CHE COMPONEVANO L’ARMATA ORIGINARIAMENTE DESTINATA A CONQUISTARE LA CAPITALE, NEGLI ULTIMI QUATTRO GIORNI SONO USCITI DAI CONFINI DELL’UCRAINA…

    Per le scimmie ammaestrate di putin

    "Mi piace"

    • Dall’11 marzo? A parte il fatto che dopo 20 giorni un cadavere “dovrebbe” andare come minimo in putrefazione, come giustificare gli eventi che ha menzionato il Capuozzo, anch’essi incontrovertibili, come le dichiarazioni del sindaco?

      Piace a 2 people

    • Roby, osi OSTENTARE la tua figura di m ANCHE sotto questo articolo?
      Ma ceeeerto… se lo dicono il NYT e il Pentagono è sicuramente vero.
      E Biden, giusto per equilibrare i pareri, che cosa ne dice, sentiamo?
      Scommetterei che conferma.
      Al netto del fatto che a cambiare la data su un filmato, fatto da loro peraltro, sarebbe capace anche una persona inesperta…leggendo il tuo comunicato, mi è sembrato di udire la voce stentorea dell’istituto LUCE.
      Aiuto. Non è un bel presagio.

      Piace a 1 persona

      • Quanto sei intelligente tu, invece, lo vediamo sfavillare in ogni tuo post.
        “Scimmia ammaestrata di Putin” denota tutta la tua pochezza intellettuale ed una deprimente assenza di fantasia…

        "Mi piace"

      • in specifiche circostanze un cadavere può preservarsi (più o meno bene) per decenni. Come sottolineato nell’abstract dell’articolo “The Taphonomy of Natural Mummies” guidato dallo scienziato italiano Dario Piombino‐Mascali, infatti, vari ambienti e condizioni hanno il potenziale per interrompere le fasi naturali della decomposizione

        studia analfabeta

        "Mi piace"

    • Scusi egregio roby: guardi che lo ha scritto capuozzo nell’articolo o non lo ha letto? Capuozzo scrive NYT 19 marzo, lei NYT 11 marzo, il problema sono i quesiti che il giornalista si pone dopo
      Lei invece di scrivere in maiuscolo deve dimostrare il falso del giornalista o rispondere ai suoi dubbi
      Saluti

      Piace a 1 persona

    • E quali sarebbero queste specifiche circostanze? Quelle di Bucha? Ma va a cagare idiota, tu è meglio che leggi e studi il meno possibile se i risultati poi sono questi.

      Piace a 1 persona

      • Ma guarda, Stefano, che questo ha letto solo il titolo, ma non sa assolutamente nulla delle condizioni in cui si conserva un cadavere.
        Certo non all’aperto, se non congelando, quindi a temperature bassissime, da ghiacciaio.
        In caso contrario, dovrebbero esserci tassi di umidità bassissimi, se non nulli, tipo deserto, ma sottoterra, perché all’aperto accorrerebbe ogni tipo di fauna, insetti compresi, che sono i primi a colonizzare i cadaveri.
        Idem per le condizioni batteriche e micotiche, che certo non sono ideali in questa situazione.
        Sono stata sintetica e non voglio allargarmi oltre, visto anche l’argomento sgradevole, ma tanto basta per arrivare alla evidente “diagnosi”: siamo al cospetto di un cazzaro assoluto.

        Piace a 1 persona

  4. io sono quasi esperto di quasi paolabl quindi rispondo per lei:
    ieri era quasi sicura che i colpevoli erano i macellai russi maledetti ma aspettava conferme certe, oggi è quasi sicura che le quasi conferme certe arriveranno quasi quasi da giletti e quasi quasi da vespa che farà un bel plastichino.

    "Mi piace"

  5. roby hai ragione, nyt fonte certa! smontate le balle sui russi! i cadaveri erano già per strada l’11 marzo! capitolo chiuso
    chiusissimo strachiuso che più chiuso non si può.
    scimmia ammaestrate che non siete altro.
    se le immagini le da il pentagono porca miseria ladra vuol dire che è vero. punto.
    non occorre neanche scomodare l’esagono
    non vedo l’ora di vedere le immagini dell’ottagono! scimmie ammaestrate di putin imparate la geometria!

    Piace a 2 people

  6. Sicuramente qualcuno farà presente che il sindaco ha detto in una intervista precedente che c’erano morti per strada.
    Ma siamo in territorio di guerra e mi sembra ovvio che ci siano morti per strada, come per tutte le guerre.

    Nella seconda intervista, a distanza di qualche giorno (quindi avrà girato per la città), invece non fa cenno allo sterminio di civili giustiziati, che ora dicono siano centinaia. Ma anzi appare più rilassato che nella precedente intervista.

    I dubbi, anche visti i precedenti storici, rimangono. E non capisco per quale motivo debba essere additato come “terrapiattista” chi li espone, come se fosse una cosa impossibile usare cadaveri veri per inscenare una finta esecuzione di massa.

    Ricordo un articolo della Lucarelli in cui si accennava ad un giornale ucraino che avrebbe riportato l’esecuzione, da parte degli ucraini, di uomini che volevano lasciare l’Ucraina, i quali sono considerati disertori e punibili con la legge marziale per decisione di Zelensky.

    Qualcuno dovrebbe anche indagare su che fine abbiano fatto tutti i disertori e presunti collaborazionisti dei russi, ovvero coloro che non vogliono indossare la fascia blu da combattente.

    Piace a 3 people

    • Ce lo dice Capuozzo, nell’articolo…
      Il neonazi Botsman, a domanda, risponde: “Sparate”.
      A proposito, ce l’hanno la fascia blu, i morti?
      Pericoloso averla, coi russi… e non averla, con gli ucraini.
      Ma d’altronde, questi hanno assassinato 2 mediatori, come spie(!!)…figurati coi disertori che cosa farebbero.

      Piace a 2 people

  7. Zelensky dice che la situazione a Borodyanka possa essere più grave di Bucha, cosi come a Chernihiv e Sumy…… ma ci vorrà tempo perché come dicono Jonny D e Andreaex per allestire il set cinematografico per i poveri boccaloni che devono trasformare la realtà e costruire l’alibi dei russi tutte queste notizie rallentano l’operazione speciale che gli ucraini stanno facendo per danneggiare il loro popolo (franco oooo franco quanto sei ebete). Intanto è stato colpito l’ospedale pediatrico di di Mykolaiv e a Konotop sono stati trovati altri corpi di civili torturati (aah maledetti ucraini). Ovviamente la ricostruzione di Capuozzo è completamente errata (deve aver iniziato anche a bere, spero per lui sarebbe un’attenuante) l’Europa è unanime a condannare i fatti (non come muoversi) e a tutti i complottisti o a Putin ha torto però…… auguro un buon lavoro nei prossimi giorni per sostenere le vostre tesi perché sarete alla canna (non del gas

    "Mi piace"

      • Guarda bene, all’inizio del video si vedono due morti. E comunque a me sembra veramente assurdo che dei combattenti si mettano a fare sceneggiate coi morti, va oltre l’immaginazione. Ovvio che la verità non ce la dirà mai nessuno, ma spesso è la logica che ce la fornisce e la soluzione più banale al 99% è quella corretta. Per questo motivo, visto che l’esercito russo tra l’altro non è estraneo a queste barbarie, è molto più ragionevole che siano stati loro.

        "Mi piace"

      • Gli unici morti che sono stati avvistati prima di ieri consistevano in nr 1 soldato russo in una cunetta, se non sbaglio.
        Io trovo più ragionevole che siano stati colpiti quelli che (secondo i racconti, per altri versi abbastanza fantasiosi e illogici(*) dell’inviata di Mentana), con una FASCIA BIANCA al braccio, sventolavano una bandiera in segno di resa, verso i russi… proprio prima che gli ucraini dessero la caccia ai disertori privi della FASCIA BLU.
        E che gli “sceneggiatori” non siano affatto i combattenti, visto che hanno impedito l’ingresso agli esterni sino ad oggi, con la scusa di sminare…
        Perché sai cosa mi dice, principalmente, la logica?
        Che il primo e più noto alibi è NON ESSERE LÌ quando si verifica il misfatto.
        E che il sindaco libero e giulivo non fosse a conoscenza sino ad avantieri di 410 morti sparsi qua e là nella sua città, mentre i russi avevano sbaraccato sin dal 31 marzo, mi sembra davvero improbabile…

        * Quando parlo di racconti fantasiosi e illogici intendo questo: come può esistere che uno da Kiev venga “apposta a Bucha, al solo scopo di mostrare il punto esatto in cui si trovano i vicini morti” ?
        Ha una vista da Superman, per averli visti uccidere da Kiev e ne conosca, solo lui, ma non chi si trova in loco, l’ubicazione?
        Mi sembra che la realtà descritta dai tg sia ormai slegata da qualsiasi senso.
        Ci sono film che richiedono la sospensione dell’incredulità per essere gustati. Io già li sopporto poco, ma, quando si eccede, cambio direttamente il canale.
        I tg attuali li surclassano alla grande.
        E io, che non crederei neanche a Gesù Cristo, se mi sparasse qualcosa che non torna al mio senso logico esasperato,
        ringrazio di avere sky: guardo altro.

        Piace a 2 people

      • @Anail

        Io a questo punto mi sento direttamente Lavrov:

        Il ministro degli Esteri di Mosca, Sergej Lavrov, bolla il massacro di Bucha come “una provocazione antirussa INSCENATA appositamente e diffusa dai social occidentali”.

        "Mi piace"

      • Esatto.
        Con tutta probabilità, visto anche che avevano le fasce bianche al braccio, quindi erano filorussi, cioè “disertori”.
        Non ci farei tanta ironia sopra.
        Se fosse vero è ancora più tragica, la propaganda, perché mira ad un solo scopo: alzare il livello dello scontro.
        E se lo dichiarano, firmando la dichiarazione congiunta condivisa da Dibba, gli inviati di guerra più stimati, figurati se prendo in considerazione il vostro parere piuttosto che il loro.

        "Mi piace"

      • Ho appena visto la FASCIA BIANCA al braccio di un morto, a Di martedì.
        È UNO SCANDALO che nessuno dica che quella fascia indica i “filorussi”, o meglio i DISERTORI, TRADITORI dell’Ucraina che si volevano arrendere ai russi e ai quali il neonazi ha detto di sparare. anche solo se privi della fascia blu…figuriamoci!

        "Mi piace"

      • @Anailov

        Ti consiglio di vedere un paio di cose trasmesse nel programma di Floris.
        L’intervento di Roberto Saviano su fatti di Bucha (questa è la cosa più seria).
        L’intervento del tuo idolo Giorgio Bianchi in una trasmissione della televisione russa (questa è la cosa meno seria).

        "Mi piace"

      • @Saint the failure
        Sì ceeerto, tu continua a guardare quella montagna di menzogne, dove la “prova USA” dei morti risale al 10 marzo, ma il tuo caro Saviano, inviato di guerra al massimo a Casal di Principe, parla di uccisioni che per lui risalgono alla FINE di marzo, in modo da giustificare la sua tesi per cui i russi hanno compiuto il misfatto avvelenati e nostalgici mentre andavano via sui carri armati… ma si fermavano a legare le persone che gli stavano sul cz a prima vista, magari con la loro stessa fascia bianca, quindi filorussi, per ucciderli non si sa come, senza la minima perdita di sangue.
        (Si mettessero almeno d’accordo tra loro!)
        Floris ha fatto la mossa di mostrare il filmato del 2 aprile, in assenza di morti, per poi passare subito al fake fatto passare per “datato 10 marzo”, dove i morti erano individuati nella stessa posizione del 3 aprile. 🤦🏻‍♀️
        Logica, questa sconosciuta… perché continui imperterrita a non saltarci addosso?
        Meglio Carta bianca, senza dubbio: maggiore pluralismo e nessuno che ti toglie la parola, quando dici qualcosa di sgradito ai nostri signori e padroni.
        Poi, vedi tu.
        Capisco che non ti basti l’allegra compagnia che condivide le tue (si fa per dire) idee, quelle che, stasera, avrai estaticamente “ingerito” senza neanche masticare: neanche il minimo pensiero vagante deve disturbare il tuo apprendimento full immersion.
        Ma ti prego, fattene una ragione e non continuare a chiamarmi in causa, altrimenti, per risponderti, mi tocca invadere il blog e non ne avrei né il desiderio né la voglia.
        Tu dici la tua (si fa sempre per dire).
        Io dico la mia.
        Non ti va? E chissene.

        Piace a 1 persona

      • @Anailov
        “… per risponderti, mi tocca invadere il blog e non ne avrei né il desiderio né la voglia”.
        Ah ah ah! Questa è davvero troppo.
        Non hai desiderio né voglia!! TU!!
        Ma se stai invadendo ogni angolo possibile del blog da quando è cominciata la guerra!! Altro che rispondere a me!

        Te lo ripeto: vediti Saviano da Floris. Le foto non mentono. E anche il tuo amico Bianchi, usato come un pupazzo dalla tv russa. Spero ti faccia vergognare almeno un po’.

        "Mi piace"

      • Hai ROTTO. Purtroppo l’ho sentito, il coglione, e ti assicuro che mi vergognavo per lui.
        Che facciano vedere le foto dell’uscita dei russi, che mostrino se c’erano ancora i russi insieme e PRIMA dei morti, come suggerisce Alessandra, invece di cambiare la data a quelle del 3 aprile per i boccaloni come te.
        E certo che invado.
        Proprio non ci arrivi a capire quello che dico, eh?
        Invado per RISPONDERE a TE e ad altri idioti della tua cricca, che non fate che riempirmi la bacheca di stronzate, mentre mi limiterei a scrivere QUANDO e A CHI VOGLIO IO.
        O mi vuoi dire che sono IO ad interpellarti? Figurati.
        E vorrà dire che non ti rispondo più.

        "Mi piace"

  8. @Paola
    Davvero ha iniziato a bere? Mi era venuto il dubbio. Non fa altro che parlare di tutte le guerre a cui ha partecipato, e “di quella volta che…”, tipo quando ha dovuto addirittura tirare un sasso a un randagio, lui che ama gli animali, perché si stava cibando del corpo di un terrorista! L’ego non gli manca, l’alcool neanche, direi che è pronto per essere accolto a braccia aperte nella compagnia di giro DuPre.

    "Mi piace"

  9. Visto che ci tiene tanto Capuozzo a fare domande scomode, le cui risposte peraltro non garantiscono alcuna certezza per sua stessa ammissione, perchè Capuozzo le fa? Per seminare dubbi è ovvio. Ma a che servono e a chi servono questi dubbi? A che pro il giornalista, già inviato di guerre passate, si sta prodigando fin dall’inizio di questa guerra , a deresponsabilizzare l’aggressore Putin e scaricare responsabilità sull’Occidente, gli USA in particolare, rivangando su vicende passate (peraltro molto complicate e dalle responsabilità multiple )e cercando di smontare qualsiasi presa di posizione dei difensori degli ucraini, con la puntigliosità di un tenente Colombo che cerca l’ago nella spazzatura. Lungi da me anche solo pensare di conoscere la verità. Ma Capuozzo invece sì ritiene di esserne l’unico possessore e, dice lui, disinteressato, “onesto e indipendente da Mosca”. Peccato che , guarda caso , lo voglia o no, di fatto, con il ruolo che si è assunto, insieme al gruppetto degli 11 ex inviati guerra che hanno firmato una assurda lettera contro i colleghi in servizio ora, accusati di fare “propaganda”, anche lui stia facendo una serrata quotidiana propaganda degli argomenti che Putin usa per difendere se stesso. Non ricordo , nei casi delle guerre passate tanto citate da questi presunti integerrimi cronisti, che qualcuno di loro si sia prodigato a mettere in dubbio la veridicità delle torture compiute dagli americani ad Abu Graib o altrove, o che si fossero impegnati a giustificare o stemperare le colpe degli americani con le torture e le atrocità compiute anche dai terroristi islamici, dai guerriglieri di Ho Ci Min, con le purghe di Stalin, con le stragi di Katin o di Homolodor , con le torture dei cinesi e dei giapponesi, ecc. Perchè tanto zelo e tanta determinazione oggi nel voler salvare il tiranno massacratore Putin nascondendolo dentro un polverone di accuse generalizzate contro le guerre, in modo che se tutti sono colpevoli nessuno (nel caso Putin) è personalmente colpevole ?

    "Mi piace"

    • A che pro le streghe scoreggione come te continuano a dare addosso a Putin e ai russi apprescindere, pur NON essendo un’inviata di guerra e non sapendone 1 caxxo delle cose che ha detto Capuozzo?

      Vai, vai a farti martirizzare in Ucraina, portati dietro Loguasto, AndreaEX, PaolaBL e qualche altro filonaziucraino del blog.

      "Mi piace"

    • Forse lei legge sempre male gli articoli , e con il cervello voltato verso le sue certezze riesce persino a travisare le parole di Capuozzo .. ma siccome si taccia da insegnante sono felice di non averla mai incrociata nelle scuole che lei ha frequentato!

      "Mi piace"

    • Sembra di assistere a discussioni di tifosi al bar dopo la partita. Non si possono avere dubbi? La granitica esaltazione degli angioletti ucraini non deve presentare fessure? Io credo, dando per scontato che si è trattata di una aggressione russa, che gli Ucraini hanno toccato tutti i tasti, propagandistici e no, per suscitare indignazione ulteriore in Occidente. In questa ottica, mi stupirebbe se Putin non abbia raccomandato ai suoi militari di evitare eccidi ingiustificati, per non accrescere il discredito. La storia, almeno io sono arrivato a questa conclusione, di Bucha si inquadra a meraviglia nel torbido gioco di Zelensky con i nostri intelletti e sentimenti. Quindi, sono propenso a credere che si tratti di una macabra sceneggiata Ucraina

      Piace a 3 people

  10. Ma l’ esercito russo era in rotta o si è ritirato con relativo ordine? In questo caso perché non hanno messo nelle fosse comuni ,per occultarli, pure quei poveri corpi lungo le strade?

    Piace a 2 people

  11. A tutto avrei pensato ma che la replica a capuozzo fosse: si è messo a bere!!!!!!!! a che pro scrive questo articolo, quando tutti dicono il contrario? Un altro filo putin!!!!!!!!
    Neanche il nazista che risponde : sparate! Ha fatto calare 2 secondi di silenzio e vergogna!!
    Che tristezza, saluti

    Piace a 1 persona

  12. Bell’articolo.

    Aggiungo un altro dubbio: ma i russi che hanno evitato i bombardamenti aerei indiscriminati proprio per non fare una montagna di morti tra i civili adesso mandano i soldati per le strade dei villaggi a sparare un colpo alla nuca ai civili che escono di casa in bicicletta?

    “A proposito, ce l’hanno la fascia blu, i morti?”

    Su radio radicale (quindi non esattamente dei terrapiattisti putiniani) hanno letto il reportage di un giornalista francese tra i primi ad arrivare che ha visto cadaveri con al braccio una fascia bianca, cioè i filorussi.

    No per dire…

    Qui sembra così evidente quello che è successo che scappa fuori da tutte le parti, pure da radio radicale.

    Piace a 2 people

    • Ale,
      Ecco, bravo… vedi?
      Ho appena scritto a Lucapas che, secondo me, avendo sentito dall’inviata la storia dei tizi con la fascia bianca che volevano arrendersi ai russi, avendo fatto 2+2 con il racconto di Capuozzo sul filonazi che diceva di sparare a coloro che fossero privi di quella blu, la logica mi diceva che i morti fossero quelli.
      Uccisi dai naziucraini, quindi, e addossati ai russi, che NON C’ERANO PIÙ.
      Tu mi confermi l’intuizione.

      "Mi piace"

  13. Fabio c hai proprio ragione. Il sentimento più logico quando vedo con quale incoscienza il mainstream ci sta conducendo, nella migliore delle ipotesi, verso una crisi socio-economica devastante, nella peggiore verso un conflitto nucleare, dovrebbe essere la tristezza. Ed infatti io che sto vivendo una fase di grande rabbia voglio indirizzare le mie reazioni solo sulla tristezza. Perché incazzandosi, facendosi il sangue amaro, sapendo poi che non puoi fare nulla, hai solo un riflesso negativo in salute. Meglio con dolore nell’animo constatare la deriva di gran parte dell’umanità, che consapevole o meno, sta rovinando il futuro a tutti. Anche per questo saluto i più imbarazzanti commentatori su Infosannio ( a cominciare da Paolabl e Santo Loquasto) e con tristezza mi eclisso. P.s. Prima del commiato definitivo sarà pronto il mio “Io confesso” col quale saluterò quel qualcuno/a che stimo.

    Piace a 2 people

    • @Paolo
      Quindi secondo te è il mainstream che ci sta conducendo “verso una crisi socio-economica devastante, nella peggiore verso un conflitto nucleare”? E non l’azione scellerata di un criminale ricattatore davanti alla quale, purtroppo, era IMPOSSIBILE non reagire? Finché non ci sarà questo iniziale punto d’incontro, e si continuerà a considerare responsabile di questo macello Nato, Usa, Europa, Repubblica, Corriere, Stampa, e tutto il mainstream del mondo, come affermi anche tu come un Lavrov qualsiasi, sarà impossibile unire le rispettive tristezze e rabbie.
      Un saluto

      Piace a 1 persona

    • Paolo, 🥺…
      Hai tutta la mia ammirazione.
      Io penso che mi ammalerò per la rabbia di assistere a questa montagna di menzogne.
      Più vengono fuori motivi di dubbio, più aumenta il livello delle menzogne, per mettere a tacere ogni voce critica.
      Ho appena sentito, di straforo:
      “Bisognerà verificare che le atrocità siano state commesse da Putin” (nell’ambito di un eventuale processo per crimini di guerra ndr)
      “Sì, ma il colpevole è lui, perché è lui che ha cominciato la guerra”
      😳😳😳
      Quindi è colpevole di ogni crimine di guerra compiuto, magari, dai naziucraini?
      Non si può sentire.
      Perdonami per avertelo riferito.
      Il tuo approccio è sicuramente migliore del mio.
      Con stima, A.

      "Mi piace"

  14. La maggior parte delle persone pensa che i russi abbiano fatto un massacro a sangue freddo, una minoranza pensa che bisognerebbe indagare per sapere come sono andate davvero le cose, infine una minoranza ancor più piccola pensa che siano stati gli ucraini stessi per aizzare il mondo contro i russi.

    Io però penso che quando uno stato ne aggredisce un altro si debba applicare la responsabilità oggettiva all’aggressore.
    Intendo dire che “comunque” la colpa è dei russi, sia che abbiano direttamente trucidato quei poveri ucraini sia che siano stati invece degli ucraini a allestire una macabra sceneggiata, che non avrebbero mai fatto se non fossero stati invasi.

    Poi tra le due ipotesi c’è ovviamente una differenza e teoricamente i russi potrebbero anche provare (ma devono trovare loro le prove) che non sono stati loro. Ma questo cambia di poco il risultato finale: la colpa e vostra e ne pagate voi tutte le conseguenze.
    E che sia un monito per il futuro: fate la guerra a qualcuno? Peggio per voi: rispondete di qualsiasi abominio ne consegua, da chiunque venga compiuto.

    Piace a 1 persona

    • La Libia fu bombardata dopo che si sparse la bufala che Gheddafi avrebbe fatto bombardare con aerei un corteo di manifestanti, seguita poi dalla bufala delle fosse comuni. Ricordo i tg che davano la notizia/bufala come qualcosa di acclarato. Quindi col beneplacito del popolino indignato abbiamo cominciato a bombardare la Libia.

      Ti risultano che qualcuno abbia pagato con sanzioni o carcere?
      Se no, non capisco come fai ad essere sicuro che da oggi pagheranno tutti gli invasori di Stati sovrani.

      Piace a 1 persona

    • X Onoda:

      quindi i morti irakeni e afghani sono sufficienti per mandare tutti i presidenti americani degi ultimi 20 anni al patibolo, giusto?

      Il bombardamento dell’ospedale MSF di Kunduz, per esempio, 2015, dice niente?

      "Mi piace"

  15. Io ho visto foto credo di Bucha del FQ di domani, e mi sono fatta le stesse domande: è un piazzale di una casa, ci sono 6 cadaveri di giovani, uomini e donne, il cadavere di una donna è in stato avanzato di decomposizione, mentre gli altri no, sembrano appena morti. …nessuno ha ferite o segni di arma da fuoco. …come sono stati uccisi? E perché in momenti diversi?

    "Mi piace"

  16. Se non sbaglio, le immagini satellitari che hanno mostrato i morti per le strade, civili uccisi, dovrebbero risalire secondo il New York Times al 19 marzo quando i russi erano presenti sul luogo, presumo che un’ immagine satellitare sia in grado di mostrare oltre ai cadaveri la presenza anche dell’ esercito russo, mezzi corazzati, camion, militari. …dove sono? Non sono affatto esperta in merito, ma un’ immagine satellitare dovrebbe avere uno spazio di inquadratura talmente ampio da dimostrare senza ombra di dubbio la presenza di un esercito, inteso come militari e mezzi. …questa sarebbe una prova evidente della tempistica e dei responsabili! È possibile che con gli attuali strumenti tecnologici come un’ immagine satellitare si possa avere una sola immagine? Lo chiedo a chi ha più competenza di me in merito. …

    Piace a 2 people