Silvio Berlusconi, sabato il “quasi matrimonio” con Marta Fascina

Sabato il «matrimonio simbolico» all’americana a Villa Gernetto. Tra i sessanta invitati i figli, ma alcuni di loro potrebbero non esserci. Amici e familiari avrebbero voluto spostare l’evento per ragioni di opportunità. La fidanzata regala al suo uomo un calco con le loro mani

desc img

(Paola Di Caro – corriere.it) – La parola d’ordine è «discrezione», accompagnata ad un’altra, obbligata: «Sobrietà». Ma la «festa dell’amore», il «matrimonio simbolico» all’americana, lo scambio di doni e fedi e promesse tra Silvio Berlusconi e Marta Fascina si farà, come annunciato due mesi fa. Sabato, a pranzo, a Lesmo, in quella Villa Gernetto sede anche dell’«Università della Libertà» e dei ritiri pre-partita del Monza.

Non è bastato il pressing molto insistente da parte di tutti i figli del Cavaliere, degli amici più cari, da Fedele Confalonieri a Gianni Letta, perfino dei collaboratori stretti, tutti perplessi o contrari sull’opportunità di festeggiare un evento che non ha valore giuridico ma che non può che stridere con la tragicità della fase storica che stiamo vivendo, e che un politico come Berlusconi non può ignorare, anche per la vicinanza personale a Putin che finora ha fatto sì che sull’aggressione russa all’Ucraina non abbia in pubblico pronunciato nemmeno una parola. Non c’è stato nulla da fare.

Giurano che lui si fosse anche convinto che forse sarebbe stato meglio non cancellare ma almeno rimandare la cerimonia di qualche settimana. Marta Fascina, la giovane compagna (53 anni in meno dell’ottantacinquenne Berlusconi) non ha voluto sentire ragioni. Già molto offesa e arrabbiata per aver dovuto rinunciare a un vero matrimonio, con tutte le conseguenze civili che avrebbe comportato anche nella complessa successione di un impero come quello del leader azzurro, la deputata forzista che da oltre due anni convive con l’ex premier ha preteso che data e modalità della cerimonia fossero confermate. E Silvio, alla fine, ha detto sì.



Il primo stop quindi, imposto soprattutto dai figli con un perentorio «questo matrimonio non s’ha da fare» ha funzionato
. Il secondo no. Ma, a quanto sembra, si eviterà in tutti i modi di rendere la cerimonia sfarzosa e inappropriata. Si terrà un pranzo seduti (i due quasi-sposi hanno testato per il catering vari ristoranti stellati nelle settimane scorse, compreso quello di Cracco) e gli invitati sono fra i 50 e i 60: i figli (non tutti però sembra che saranno presenti, qualcuno – dicono – avrebbe non meglio precisati «impegni precedenti»), i nipoti, famiglia della sposa, Confalonieri, Galliani, Letta e pochissimi politici: Licia Ronzulli ovviamente – che ha avuto un ruolo centralissimo nell’organizzazione dell’evento – e i massimi vertici del partito, da Antonio Tajani ai capigruppo Anna Maria Bernini e Paolo Barelli, a Valentino Valentini.

Non ci saranno ministri né alleati. E non ci sarà una copertura mediatica imponente: 
qualche foto ufficiale sui canali social e probabilmente un servizio su Chi. Ad «officiare» la cerimonia non dovrebbe essere nessuno degli amici di una vita, ma potrebbe essere la stessa Ronzulli. Poi sarà la volta della lettura delle reciproche promesse d’amore dei due sposi simbolici e lo scambio dei doni: Berlusconi ha già regalato alla compagna un magnifico solitario, e lei ha voluto far realizzare, attraverso il fratello, un calco delle sue mani intrecciate a quelle del compagno, come testimonianza di un amore che non si spezza. Ci saranno anche le fedi, fattura Damiani. Top secret l’abito della Fascina e la colonna sonora dell’evento. Toccherà aspettare sabato.

Categorie:Cronaca, Interno

Tagged as: , ,

12 replies

  1. Fra gli invitati non vi sarà Travaglio e credo neanche Davigo. Forse per pranzo arriverà Di Maio.

    "Mi piace"

  2. ” qualche foto ufficiale sui canali social e probabilmente un servizio su Chi. Ad «officiare» la cerimonia non dovrebbe essere nessuno degli amici di una vita, ma potrebbe essere la stessa Ronzulli. Poi sarà la volta della lettura delle reciproche promesse d’amore dei due sposi simbolici e lo scambio dei doni: Berlusconi ha già regalato alla compagna un magnifico solitario, e lei ha voluto far realizzare, attraverso il fratello, un calco delle sue mani intrecciate a quelle del compagno, come testimonianza di un amore che non si spezza”

    Per fortuna la parola d’ordine era sobrietà. Pensa se fosse stata “baracconata”!

    "Mi piace"

  3. AH, l’AMOUR, cos’é l’Amour!

    Notoriamente, per un vecchietto normale con pensione sociale a 85 anni è facilissimo sposare una signorina di 32 anni.

    A proposito, ma questo non stava troppo male anche per presenziare alle udienze l’autunno scorso?

    Il COVID, non poteva liberarci di questo soggettone, o per programmazione genetica non colpisce strunz e politici vari?

    "Mi piace"

    • *SM,
      Come sei pessimista…😆😆
      Un pensionato sociale di 85 anni , per conquistare una 30 enne , se non ha tv, squadre di calcio, imperi editoriali , Può puntare tutto sulla simpatia….😎

      "Mi piace"