Grillo: “Sbagliato puntare tutto sui vaccini, da soli non bastano”

(adnkronos.com) – “Il bilancio delle strategie adottate da gran parte dei paesi occidentali” per fronteggiare la pandemia di Covid-19 è “deludente”. Lo scrive Beppe Grillo sul suo Blog, in un post dal titolo “Onere o obbligo?”.

“In primo luogo”, spiega il garante del M5S, “perché quasi nessuno di essi ha adottato una strategia di contagi zero o tendenti allo zero, sopportando costi sociale ed economici molto superiori a quelli dei paesi che la hanno adottata. In secondo luogo, perché si sono limitati a puntare tutto sulle vaccinazioni, quando è ormai evidente che questa sola strategia non possa bastare. In terzo luogo, perché hanno sottovalutato le implicazioni delle restrizioni sia sul piano di diritti umani che sono capisaldi delle democrazie liberali, sia sul piano dei loro metodi di attuazione, che ben avrebbero potuto rispettare meglio la libertà di scelta degli individui e delle organizzazioni e delle comunità a cui fanno capo”.

“I paesi che hanno adottato la strategia di contagi zero o tendenti allo zero hanno non solo sofferto un numero molto inferiore di decessi, ma, secondo uno studio di Mckinsey, sono anche ritornati più velocemente alla (quasi) normalità – scrive Beppe Grillo – Tuttavia, con l’arrivo delle ultime varianti molti ritengono che questa strategia non sia più sostenibile, e occorra dunque rassegnarsi all’idea di convivere con una diffusione endemica del virus. L’unico paese al mondo che continua a perseguire questa strategia sembra essere la Cina, anche se la diffusione del virus nei paesi che la hanno prima adottata e poi mitigata resta molto bassa”.

“Il fatto che la strategia di contagi zero o tendenti allo zero non sia più sostenibile potrà forse consolare i governanti che non la hanno mai adottata, ma il costo che hanno imposto ai loro popoli resta comunque altissimo. Inoltre la convivenza con una diffusione endemica del virus non è risolvibile solo con l’estensione dei vaccini, come sostiene da mesi Luca Ricolfi. Occorrono altre misure restrittive, che sostanzialmente sono versioni più o meno attenuate della strategia di contagi zero o tendenti allo zero. Ciascuna implica limitazioni di diritti umani che nei paesi occidentali sono generalmente considerati ‘inviolabili’, fra cui il diritto all’inviolabilità del corpo, alla libertà di circolazione, alla privacy, e così via. Questi diritti sono fra i capisaldi delle democrazie liberali, e per questo la loro restrizione è estremamente critica”, osserva il garante del Movimento 5 Stelle.

Per fronteggiare la pandemia “molti governi hanno considerato con più leggerezza l’introduzione di un obbligo di vaccinazione, che riguarda l’inviolabilità del corpo, che quella di un obbligo di tracciamento, che riguarda la privacy. Nelle restrizioni di diritti questi diritti ci sono poi due questioni che incidono in modo rilevante sulla loro estensione ed efficacia”, scrive Grillo.

“La prima”, osserva nel post il cofondatore del M5S, “è se debbano sfociare in ‘oneri’ piuttosto che ‘obblighi’: le misure relative al green pass e al super green pass sono oneri per accedere all’esercizio di determinati diritti, analoghi alla necessità di disporre di patente per potere guidare. C’è chi dice che questi oneri siano un modo ‘surrettizio’ per introdurre obblighi, o come direbbero più elegantemente gli economisti anglosassoni, dei ‘nudge’ per esercitare una ‘spinta gentile’ alla vaccinazione; tuttavia è indubbio che un onere, almeno formalmente, preserva la libertà di scelta. Dunque, sul piano delle restrizioni dei diritti umani, l’imposizione di un onere è certamente meno problematica che quella di un obbligo”.

“La seconda è se debbano competere a scelte del governo centrale o delle organizzazioni e/o delle comunità a cui si riferiscono. Essere soggetti a controlli del governo centrale, e ancor più a trattamenti sanitari obbligatori, evoca immagini orwelliane che pesano molto psicologicamente”, rimarca Grillo, che aggiunge: “Viceversa, lasciare decidere alle organizzazioni e/o alle comunità quali misure adottare appare nel pieno spirito di un ordinamento liberale e democratico. Senza contare che la quasi totalità di queste organizzazioni e comunità finirebbe probabilmente per adottare misure ben più restrittive di quelle che potrebbero essere ragionevolmente adottate da un governo centrale”.

27 replies

      • Jerome, hai prenotato l’esilio permanente dai commenti, violento seriale, cattivo e senza alcuna coscienza, anzi sì, la tua coscienza è un orribile buco nero da cui non esce un solo fotone

        "Mi piace"

      • Ormai è totalmente sputtanato!
        È una questione di credibilità e non di tempismo.
        Il Dibba fustigatore non ha mai fatto un accenno di critica al Guru, ha la schiena dritta lui, non le manda a dire a nessuno… tranne che a Beppe.
        È uscito dal movimento senza nemmeno adombrare un dubbio verso Beppe, come se fosse un passante.
        Può sembrare dritta la sua schiena solo se paragonata a quella di Andreotti/Di Maio

        "Mi piace"

      • Non ha mai detto niente contro Di Maio, ma dalle sue parole si capisce benissimo in che misura è in disaccordo. Ha solo avuto la sensibilità di non attaccarli direttamente, ma se sai fare due più due …

        "Mi piace"

  1. “Viceversa, lasciare decidere alle organizzazioni e/o alle comunità quali misure adottare appare nel pieno spirito di un ordinamento liberale e democratico.
    E sarebbero queste comunità?
    In pratica vaticina l’anarchia del facciamo come ci pare.
    Sta perdendo colpi il soggetto.
    Di base resta il solito NOVAX di sempre e sta sposando le bizzarrie dei vari Cacciari, Agamben, Zkok e Mattei.
    Ridicolo il passaggio della strategia contagi zero adottata da alcuni paesi.
    Cina e Corea del Nord per non far nomi.
    E, per non essere in contraddizione, lasciando libere le comunità invece di adottare decisioni centralizzate.

    Questo non ci sta più di testa. È confuso e distratto da altri problemi, mi pare evidente.

    Piace a 1 persona

    • @Jerome B.
      In realtà non ha mai avuto un cazzo da dire di sensato, ha scopiazzato qua e là, imbeccato da Casaleggio e dal suo staff.

      I post anche non suoi li spacciaca come suoi.
      Infatti inizialmente di Casaleggio non si sapeva nulla, il blog di Grillo era vissuto come blog personale di Grillo. C’è stata poca trasparenza fin da subito

      Grillo aveva la funzione di diffondere il messaggio di Casaleggio con la sua notorietà di comico.
      Non si è inventato nulla, è salito sul carro multimediale di Casaleggio, ha preso le sue idee ed ha iniziato ad urlare da un palco con l’aiuto dell’igraro Travaglio e di tanti simpatizzanti come me. Che più che simpatizzanti per Grillo eravamo antipatizzanti verso il sistema che Grillo fingeva di colpire mentre cercava di scalarlo.

      Ma non valeva tanto nemmeno come comico, secondo me. Era bravo ma non un fenomeno, basta andarsi a vedere qualche satirico americano, altro che Grillo.

      "Mi piace"

  2. Lassù lo sapevano bene che colpirgli il figlio l’ avrebbe fatto andare di matto…
    Adesso purtroppo qualsivoglia cosa dica, dopo quel video è facilissimo … depotenziarlo.

    Un suggerimento a tutti noi: a 18 anni i figli sono maggiorenni e possono fare o non fare quello che vogliono. Anzi, spesso sono bastian contrari nei confronti dei genitori che sono gli ultimi ai quali chiedono consiglio e danno retta. Ma dai quali continuano a pretendere pane e companatico.
    Quindi: fuori di casa e arrangiarsi. Se possono fare quello che vogliono che lo facciano: questo essere responsabili dei figli fino alla loro morte non porta bene, nè a noi nè a loro. Dopo i diciotto anni sono “uomini”, non ragazzini.
    Se il figlio di Grillo fosse vissuto in un monolocale ed avesse lavorato, come tanti non figli di VIP, come cameriere magari per pagarsi gli studi, col cavolo che la “modella” sarebbe andata a casa sua: Neanche uno sguardo di striscio…

    "Mi piace"

    • @Carolina
      Ma che stupidaggini scrivi?
      “Lassù lo sapevano bene che colpirgli il figlio l’ avrebbe fatto andare di matto”

      Quindi è stato un complotto ordito dal sistema contro Grillo per depotenziare i 5S?
      Ragioni esattamente come un berlusconiano.

      “Adesso purtroppo dopo quel video…”
      A parte che anche quel video dimostra la natura
      becera e prevaricatrice dell’uomo Beppe, che il figlio deve aver preso come esempio, ma tutto il FOTTUTO RESTO?
      Le votazioni farsa, gli insulti a Conte salvo poi fare marcia indietro per puro calcolo, la sua opacità nelle decisioni anche più delicate, Draghi grillino, Cingolani supremo…

      Ci sono figli di ricchi ben educati.
      Se fossi un padre e mio figlio scrivesse sui social “ti stupro bambina” e sta pure in fissa cogli sport da combattimento, qualche campanellino d’allarme mi sarebbe suonato.
      Non che il comportamento di un figlio dipenda unicamente dal comportamento del padri ma un po’ sì.

      Tu eri quella che scriveva che la ragazza (che tu chiami sarcasticamente “modella” con l’astio di una vecchia racchia che non si è mai fatta una bella scopata) non poteva essere stuprata perché il giorno dopo ara andata in spiaggia a fare kite surf, impossibile da praticare dopo una notte di bagordi perché tu sei esperta di sci nautico (e purtroppo non sai nemmeno cosa sia un trapezio che usano sia i kiter che i windsurfer). Io facevo windsurf pure dopo una canna, col mare mosso e 40 nodi di vento, bastava avere un trapezio. Ed ero una pippa.

      Insomma, tante balle.
      Se proprio le devi scrivere, risparmiacele su argomenti così delicati come nelle ipotesi di stupro di gruppo.

      "Mi piace"

  3. Comunque io i post di quest’uomo non li leggo più.
    Però mi diverto a leggere i commenti.
    Sempre più sprezzanti.
    Daje che je la famo a levacce ‘o psiconano genovese da le ….

    "Mi piace"

  4. “inviolabilità del corpo”

    Ecco, bravo, vallo a spiegare a quel testa di cazzo di tuo figlio!
    E spiegalo anche a te stesso, fai la boccuccia storta per un vaccino e poi in una ipotesi di stupro di gruppo in casa tua che ha visto coinvolto in prima persona tuo figlio…:

    Ha denunciato giorni dopo… (quindi non è vero lo stupro).
    Faceva kite (quindi non è vero lo stupro).
    Si divertivano a girare col pisello di fuori (quindi si scherzava, non è vero lo stupro).
    Arrestate me (… altrimenti faccio cadere un governo)
    Draghi grillino
    Cingolani il Supremo.

    Insomma, a sto tizio quante cazzate volete perdonargli.
    Neanche i berlusconiani erano così attaccati al loro leader.
    È stata proprio questa l’involuzione peggiore del M5S, l’atteggiamento prono verso l’elevato genovese, una cosa che mi ha sempre fatto schifo del M5S, anche quando lo votavo.

    Ma ora la sua parabola è finita, c’è qualche leccaculo che non sì è ancora schierato, non critica Beppe ma la sua lingua gira meno vorticosamente.

    Un M5S con Grillo non ha nessuna chance di sopravvivenza.
    Per me un M5S con dentro Grillo è peggio del PD.
    Ma sia chiaro che non voterò entrambi.

    "Mi piace"

  5. @Andreaex, la signora veniva indicata come modella dai media. Qualcosa contro le modelle?
    Io i post di Grillo non li ho mai letti. Lo sono andato a vedere un paio di volte quando faceva – bene – il comico molti anni fa e di quel video ho notizia solo perché tutte le TV lo hanno mandato più e più volte. Ed è stata proprio una stupidata.

    Rimango però dell’idea che la signora ( come la devo chiamare? Disoccupata?) abbia – almeno da quanto si legge- esitato un pochino avendo denunciato solo una volta tornata a casa su consiglio della famiglia. Io immagino le stuprate stare ben lontane dagli stupratori nei giorni successivi al fatto, ma evidentemente non tutti si comportano nel medesimo modo. Continuo altresì a pensare che la signora, ampiamente maggiorenne, non avrebbe seguito volontariamente lo “stupratore”( per ora presunto o no?) a casa sua di primo mattino se fosse stato un cameriere del Blionaire e non il figlio di Grillo. E – se ne faccia una ragione- continuo anche a pensare che il fatto – per ora presunto- ha fatto molto comodo ad un sacco di politici, a destra e sinistra, che non aspettavano altro.
    Insomma, i dubbi sono molti. Vedremo il processo.
    Sugli insulti glisso: pensi quello che vuole, il marito c’è l’ho già e pure carino e in forma 😄…

    "Mi piace"

  6. Vedrete come la stampa serva lo tratterà bene, basta stare in linea col sistema.
    Non saranno due supercazzole sulla ecologia e sulla democrazia a renderlo credibile.

    La credibilità è tutto in un parlamento di traditori di principi e valori propagandati nelle campagne elettorali solo per raggiungere la poltrona e così difendere strenuamente i cazzi propri.

    "Mi piace"

  7. Per Carolina

    “la signora veniva indicata come modella dai media. Qualcosa contro le modelle?”

    No, ma qualcosa contro chi chiama una ragazza (che era diverse cose, anche una kiter ed una studentessa, per dire) “modella” per alludere alla sua propensione a darla, sì, ho qualcosa contro.
    Se poi la chiami sarcasticamente “signora”, rifiutandoti per l’ennesima volta di chiamarla ragazza, fai capire bene qual è il tuo becero punto di vista.

    “Io i post di Grillo non li ho mai letti. Lo sono andato a vedere un paio di volte quando faceva – bene – il comico molti anni fa e di quel video ho notizia solo perché tutte le TV lo hanno mandato più e più volte”

    Perché, non era una notizia da dare “più e più volte” secondo te? Vorresti alludere ad una persecuzione della Stampa verso Grillo in questa vicenda? Ad essere perseguito nel M5S è stato Conte non Grillo, che ha contribuito a perseguitare Conte insieme alla stampa di regime.

    “Ed è stata proprio una stupidata”
    Sì, certo, una stupidata, non una azione arrogante, prevaricatrice, manipolatrice della realtà ad opera di un uomo RICCO e POTENTE.

    E’ stata una stupidata anche l’eventuale stupro di gruppo, ragazzate Carolina.
    Ma tu voli alto, la tua sagacia ti fa vedere cose che gli ingenui non vedono.
    Peccato che a sfuggirti non sono quei dettagli insignificanti che alimentano il chiacchiericcio ma alcune ovvietà, che non sono seducenti per un post ma sono VERE!

    "Mi piace"

    • Grillo va aspramente criticato in primis per aver tradito la fiducia ed aver rubato la speranza di milioni di italiani, che sarà quasi impossibile da recuperare.
      Si è rivelato per quello che era, il ventriloquo di Casaleggio, un borghese piccolo piccolo privo (lui sì) di visione politica e di identità.
      Detto questo, paga le sue colpe di padre assente, ma non assente perché ha dovuto portare a casa la pagnotta, ma perché (diranno i suoi sostenitori) si è messo gratuitamente per anni al servizio del Paese, o perché (diranno i suoi detrattori) era solo un istrione pieno di sé che doveva annegare il suo ego nelle folle, per sentirsi importante.
      L’unica cosa sensata che dovrebbe fare ora è mettersi l’anima in pace e lasciare che il figlio sconti, se colpevole, qualche sano ed educativo anno di carcere (per i quali lui resta comunque il mandante morale), cedere il simbolo 5S ai grillini della prima ora, e andarsi a godere definitivamente la spiaggia di Bibbona, a fare il bilancio della sua non banale vita.
      Qualsiasi altra scelta sarà tutta a vantaggio di quel Sistema che è stato ad un passo dall’abbattere, se sollo fosse riuscito a mantenere la barra dritta, o se solo Casaleggio fosse stato ancora in vita.

      Piace a 1 persona

  8. Andreaex, come avrà notato io non do del “tu” ad alcuno, e chiamo “signora”le persone con cui non ho famigliarità, per rispetto ( signora Merkel, ecc…). Siccome lei trovava il termine “modella” irrispettoso, “signora” mi pareva abbastanza rispettoso. Signorina non mi piace perchè non ha il maschile ( o meglio ce l’ ha ma… le piacerebbe essere chiamato “signorino”?)

    Detto questo chiudiamola qui: lei chiami chi vuole come le pare ( mi pare che nei miei confronti il suo maschilismo più becero si sia ampiamente palesato con tanto di insulti ed illazioni, altro che “signora”! ) io mantengo tutte le mie riserve sul conto della “signora modella” data la notorietà del soggetto accusato e le modalità con le quali i fatti pare si siano svolti. Deciderà la Magistratura sperando diventi un po’ più celere e che con altrettanta cura si occupi dei fatti di Capodanno a Milano e dei tanti stupri di signore che non frequentano il Bilionare, non si accompagnano a bambocci strafatti ma danarosi ma se ne tornano dal lavoro la sera in strada o in treno e certamente non tornano il giorno dopo a cercare i loro aguzzini.
    La lascio liberamente fantasticare riguardo la modella o signora che sia.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...