Piantatela e lavorate

(“Piantatela e lavorate” di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Col voto degli iscritti che ha approvato, alla media del 90%, la squadra di Conte, si chiude la (troppo) lunga transizione fra vecchio e nuovo M5S, iniziata il 28 febbraio all’hotel Forum con la proposta di Grillo e degli altri big all’ex premier di rifondare i 5Stelle, interrotta il 24 giugno dalla retromarcia del fondatore, […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

51 replies

  1. Piantatela e lavorate

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Col voto degli iscritti che ha approvato, alla media del 90%, la squadra di Conte, si chiude la (troppo) lunga transizione fra vecchio e nuovo M5S, iniziata il 28 febbraio all’hotel Forum con la proposta di Grillo e degli altri big all’ex premier di rifondare i 5Stelle, interrotta il 24 giugno dalla retromarcia del fondatore, ripresa l’11 luglio con l’accordo Beppe-Giuseppe sul nuovo statuto, plebiscitata il 6 agosto dagl’iscritti col 93% al nuovo presidente, battezzata a settembre dai bagni di folla, funestata il 3-4 ottobre dal pessimo risultato alle Comunali e ora completata con l’organigramma. La nuova squadra dovrà mettersi al lavoro ventre a terra per organizzare e radicare un movimento perlopiù virtuale. E ci riuscirà se smetterà di parlare di regole e polemiche interne, inevitabili nella fase di passaggio, ma alla lunga insopportabili. Quando una forza politica passa più tempo a guardarsi l’ombelico e a parlare di sé, la gente scappa. Il voto bulgaro di ieri, come quello – molto meno scontato – sul 2 per mille, dovrebbe insegnare agli eterni mugugnisti che non c’è spazio per contestare o insidiare questa leadership: la base si fida di Conte, approva a prescindere le sue scelte e non considera alternative. Si mettano il cuore in pace e lavorino con lui, dicendogli in faccia quel che non va ed evitando complottini e congiurette da asilo Mariuccia.
    Ma il calo di partecipazione (solo il 20%) al voto di ieri è un monito anche per Conte. Ognuno ha i suoi modi e lui – come ha detto Grillo, una volta tanto non a sproposito – è “un gentleman più adatto ai penultimatum che agli ultimatum”. Non riuscirebbe a parlar male di Belzebù, anzi ci troverebbe qualcosa di buono: dunque nessuno pretende che definisca B. psiconano o puttaniere. Ma dire che “ha fatto molte cose buone” (per poi indicarne una sola) o tributare “rispetto al netto del conflitto d’interessi” a un pregiudicato che la Cassazione indica come frodatore fiscale e finanziatore della mafia è molto meno del minimo sindacale, specie per il leader 5S. In politica, dopo le buone prove da premier, Conte non ha nulla da imparare da Grillo (che deve farsi perdonare la resa senza condizioni a Draghi). Ma in comunicazione sì: non per passare al turpiloquio, ma per dare più concretezza e nettezza al suo linguaggio. A volte parla chiaro: specie quando lo attaccano e nelle emergenze (con Salvini in Senato, con Merkel e Rutte sul Recovery, poi sul Covid, sui Benetton, sulla Cartabia, sugli assalti al Rdc, al cashback e al superbonus). Altre si perde in fumisterie avvocatesi, come sul fisco per ricchi e lo sciopero. Basta guardarsi intorno: milioni di elettori esclusi da tutto attendono scelte e parole chiare per decidere se tornare a votare. E per chi.

    Piace a 2 people

    • Vota un iscritto su 5 e lei,direttore, parla di plebiscito ! Poi per controbilanciare l’eccesso di entusiasmo ci ricorda dell’uscita contiana su B. molto poco felice ma,addebitandola alla sua signorilità nei modi e non al suo essere accondiscendente alla maniera democristiana.Poi incolpa Grillo,e questo ci sta, della resa a Draghi, dimendicando gli innumerevoli attestati di stima che l’ex pdc ha profuso al presidente del consiglio attuale. Ma caro M.T. come riesce a far convivere nella sua testa l’avversione più totale per Draghi e i “migliori” che lo circondano,esprimendo giudizzi molto più lapidari di quelli di Di Battista e contemporaneamente coprire le connivenze governative del M5s contiano invitando addirittura i dissenzienti iscritti a tacere,credere e combattere.La verità che si rivela con i risultati partecipativi alle due ultime consultazioni on line del movimento è che c’è una grande delusione se non rabbia unita a compassione tra chi ha sostenuto m5s dalla sua nascita . Se Conte vuole far rinascere la fiducia deve cabiare registro e,per esempio, dire con chiarezza ai ministerialisti che non saranno ricandidati,aprire agli espulsi anti-Draghi e smetterla di imitare il pd.

      Piace a 1 persona

  2. “Scelte e parole chiare”
    Sì, ok. Quelle del (fu) m5* lo erano.
    Porcaccia la miseria se lo erano ..
    32%
    Ho qualche domanda: per quale motivo una parte dei milioni di elettori schifati da tutto e tutti dovrebbero tornare a votare e, in particolar modo, votare il (fu) m5*? Perché, eventualmente, parole chiare le pronuncerà Conte?
    Conte è più persuasivo di Grillo? Conte manterrà quello che promette? In base a cosa? Ci sono regole o situazioni ambientali che favoriscono Conte?
    I voltagabbana spariscono perché c’è Conte? La smania di potere pure?
    Gli elettori delusi si convinceranno a votare se si mette in piedi una bella alleanza “progressista”?

    Troppe seghe mentali, troppo pessimismo?

    C’è gente che non ne può più, gente che vota o votava da decenni e si era aggrappata a una speranza (sequela di bestemmie. Ma tante e terribili).
    Conte può farcela? Boh. A fare un partitino ruota di scorta sicuramente, dato che a livello personale riscuote consenso. Per cambiare il paese, se Grillo ha faticato 100, Conte dovrebbe moltiplicare lo sforzo per 1.000. Si perché c’è gente che è stanca di prenderlo nel 🍑.
    Domanda finale: il m5* ha un consenso
    “X” (15/16 o giù di lì): è forza del movimento o di Conte? Sono due cose distinte, e parecchio. A me non frega un cazzo di chi guida il (fu) m5*, a me interessa cosa stra-cazzo vuole fare il (fu) m5*!!!

    "Mi piace"

    • Cosa vuole fare ancora non si capisce e non è certo ciò che voleva fare nel 2018, ma il dramma è che qualsiasi cosa sia, lo vuole fare con il PD

      Piace a 3 people

    • Gentile, aggiungerei perché dovrei dare di nuovo fiducia a chi si è rimangiato in gran parte le cose buone fatte e dette, tradendo in gran parte i giusti ideali per cui aveva preso il 32%dei consensi elettorali? Dal 2007
      mi sono stancato di votare il meno peggio e ho dato fiducia e potere con il mio voto a chi si proponeva per cambiare finalmente le cose, non per sparare supercazzole più grosse del Conte Mascetti e fare giravolte spaziali alla Goldrake per finire a governare con le zecche, i ladri e delinquenti che parassitano la nostra vita da sempre. Cordialità.

      Piace a 1 persona

  3. E anche i 5 stelle sono andati sulle loro galassie! Purtroppo il potere corrompe ! E oramai non abbiamo piu possibilità di scelta ! ( Travaglio ci ha messo del suo a consigliare la fatale morsa con il mai stato Pd ) infatti si chiama partito destrorso! Dubito di tornare a votare se questo é il panorama ! Non ce la faccio a votare chiudendomi il naso !

    Piace a 1 persona

  4. Il parlamento è da anni pieno di una masnada di ladri e truffatori! Come fai a votare sti impuniti ! E poi bisonga anche vedere se ti fanno votare ? E ache pro ? Visto i risultati ?se ti lavorano ai fianchi e propongono un B. O un Amato o un Casini? Tanto vale il primo che passa per strada!!

    Piace a 1 persona

  5. Che narrazione del cavolo, anche Travaglio ha esfoliato , per non utilizzare un termine più proprio, spogliato (!), i suoi interventi quotidiana, nella sequela di una cronaca sterile e giocata sempiternamente, su quel povero campo di ossa , cervelli e piedi che si chiama Paese(?) Italia (?).
    Nessuna proposta , nessuna idea se non slogan da trattorie in chiave giuridica.
    Ma quale giurisprudenza è lecito saperlo?
    Tutto lo stato si basa su codici, leggi e decreti.. e poi?
    Il rottamatore (il novello picconatore e povere gioventù bruciate), che non ha concluso, anche se ha rottamato se stesso, ha operato sul tessuto politico nazionale in modo sia diabolico sia in antitesi agli squarci teorici di una logica appuntata in qua e là che non ha fatto altro che amplificare la burocrazia inserendo posti PC , facendo lavorare comunità di giovani su software a paghe indiane e come regalo al pozzo, una ferrea e indicibile rete di controlli mono-step. ..
    Con il computer è molto facile cancellare la storia, come l’esistenza delle persone, figuriamoci il CV, o cavalierato…
    Diabolik vi fa proprio un baffo!

    "Mi piace"

  6. Grillo e i parlamentari m5s che lo hanno seguito nel suicida appoggio a Draghi hanno responsabilità STORICHE. Hanno ammazzato la speranza: chiunque potrà dire : ” perché dovrei votare, perché dovrei votare m5s? Tanto sono tutti uguali, attaccati alla poltrona, pronti ad approvare la qualunque ai danni dei cittadini, hanno lasciato smontare quel che avevano costruito, pur di rimanere lì “. Conte non doveva buttarsi in politica, bensì tornare a avolgere il suo lavoro come Cincinnato. Tra qualche anno da Roma o da Bruxelles sarebbero andati a cercarlo col cappello in mano…

    Piace a 1 persona

    • Sto pensando a Nanni Morertti che ura “Di’ qualcosa di diverso! Di’ qualcosa di diverso!” alla televisione.

      "Mi piace"

    • Be Travaglio è innamorato cieco di Conte è lo protegge ,ma il M5Stelle quello vero non esiste più, il capo del movimento non avrebbe mai detto Che Berlusconi ha fatto anche cose buone e non ci governerebbe assieme in un governo Draghi. Da quando Conte guida questo suo partito non è stata fatta una azione politica degna di nota. Gli è stato consegnato il M5Stelle per paura che lui si facesse un partito al di fuori del M5Stelle per ambizione personale e mai iscritto al M5Stelle e con lo sguardo rivolto al PD

      Piace a 1 persona

    • Sì signor Paolo, a malinQuore sono d’accordo, questo avvicendamento al vertice è stato terribile.
      E anche tutti questi voti (assolutamente predicibili, lineari e coerenti nel risultato) non risultano al momento significativi.

      Piace a 1 persona

  7. Mi limito ad una considerazione che è sotto gli occhi di tutti.
    Il primo Governo Conte e la coalizione con il M5stelle a maggioranza, in pochi mesi ha compiuto una impresa che pareva fino ad allora impossibile: entrambe le forze hanno mantenuto le promesse elettorali per le quali erano state votate dagli elettori: mai successo prima. Reddito di Cittadinanza, riforma della giustizia, Quota 100 e contenimento degli sbarchi. Piaccia o meno questo è successo.
    Infatti è subito iniziato il bombardamento di entrambi i “soci”: continuo e senza esclusione di colpi. Fino alla capitolazione ed il rientro nei ranghi di entrambi.

    Qualunque cosa si pensi dei due alleati e delle iniziative promesse e mantenute, questa è stata la realtà. I cittadini eleggono i loro rappresentanti non perchè sono simpatici o “etici”, ma perchè mantengano, in tempi storici, le promesse del programma elettorale in cui gli elettori stessi si riconoscono. Ma non eravamo abituati… ed è stato facile quindi sputtanarli con Spelacchio, la pochette, i banchi a rotelle, il giro in motoretta del figlio, il Papete ( questo ci ha messo molto di suo…) e, temo, con intimidazioni di vario tipo, anche pesanti…

    E in un battibaleno siamo passati da “mai col PD” e le prese di diistanza nei confronti di Berlusconi a… l’ ammucchiata agli ordini di Draghi sotto la regia di Renzi… Quello che doveva lasciare la politica in caso di sconfitta… E lo smantellamento delle iniziative prese è da subito cominciato ed anzi sta andando ben oltre.
    Ma ora maggioranza degli Italiani, convenientemente foraggiata, è contenta: non conta più alcunchè. Però è diventata “più buona e moderata”. Per forza, dorme…

    Piace a 1 persona

    • Faccio notare a Carolina i 4 risultati ottenuti con la Lega erano poco più che fuffa poiché la Lega stessa che governa con Draghi li ha disconosciuti.
      Si chieda che ha fatto Lega per mantenere in vita quota 100. Nulla. Perché? Glielo dico io: non stava in piedi e i primi a non crederci erano i leghisti.

      Si chieda poi perché con la Lega al potere con Draghi, gli sbarchi di immigrati continuano esattamente come sempre.
      Glielo spiego io: 1) perché viviamo in un periodo storico in cui è diventato difficilissimo fermare (ci vuol altro che quattro trovate demagogiche suggerite a Salvini da un Morisi per riuscirci) il flusso uomini e donne che vogliono condividere il benessere di cui noi siamo beneficiati e
      2) perché questo flusso porta manodopera fresca e sottopagata ai nostri imprenditori (amici della Lega) che hanno bisogno di essere competitivi nel mondo globalizzato.

      Si chieda poi (visto che lei non se n’è accorta) perche la sua Lega ha fatto cadere il primo governo Conte. Glielo dico io: per impedire che andasse in porto la riforma della Giustizia di Bonafede.
      E sa perché l’ha fatto? Perché la Lega è succube del signor B.. Comanda lui. E lui non vuole riforme della giustizia che mettano in discussione la sua impunità.
      E infatti abbiamo poi trovato la sua Lega a fianco di Cartabia Renzi e F.I. e Fratellastri d’Italia con PD ancora troppo renziano nel demolire la riforma Bonafede.

      È rimasto il reddito di cittadinanza che pur con tutte le sue incongruenze è sostenuto dalla Sinistra non dalla destra.
      Quindi, con tutto il rispetto, che storia ci sta raccontando?

      Piace a 1 persona

      • Entrambi i partiti hanno poi disconosciuto, nei fatti, quello che hanno fatto.
        Dopo un bombardamento mediatico del genere H24 cosa potevano fare? E i cinghiali, e la pochette, e la dittatura dei DPCM, e i banchi a rotelle, e Tonelli ridicolo, e Buonafede ignorante, e Di Maio bibitaro, ecc… E Salvini da Capitano a ubriacone ( e lo hanno fatto fidanzare con la figlia di Verdini per controllarlo meglio…)…
        Salvini succubo di Berlusconi e il M5stelle succubo del PD. Non a caso entrambi hanno in mano ogni mezzo di informazione, Rete compresa.
        Vince chi ha in mano i media, fosse anche Satanasso: noi elettori possiamo sapere solo quello che ci dicono. Non si accorge come guidano il discorso pubblico e come creano e distruggono a piacimento chiunque? Basta una trovata delle Jene o di Fazio o Giletti e sei finito. O al contrario raggiungi gli altari.
        Temo inoltre che, data la posta in gioco, le “intimidazioni”siano anche state altre, e più concrete…

        "Mi piace"

      • Carolina, stai mettendo insieme governi diversi. La pochette, i banchi a rotelle, i dpcm sono scattati col Conte 2, non col Conte 1. L’obbiettivo del bombardamento mediatico in mano al partito di B. e affini di tuttibi partiti, era demolire la riforma Bonafede che era l’unica conquista davvero grande del M5S . E Salvini si è prestato alla grande per demolirla. Quindi non vedo che c’era da salvare di un governo con la Lega.

        "Mi piace"

  8. Si, e nel frattempo siamo in Draghistan, e il ducebanchiere controlla tutto e tutti lasciondosi cadere qualche briciola dal tavolo per il povero conticino (RDC).

    "Mi piace"

  9. Da quando ho raggiunto la maggiore età ( tanto tempo fa…) ho sempre votato. Politiche, amministrative, referendum. Forse un paio di volte non sono andato al seggio per motivi familiari. Altrimenti sempre. Pure quando l’offerta politica lasciava a desiderare. E tanto. Mi son sempre detto che non votando lasciavo in mano agli altri il diritto/dovere di scegliere. E lo avrebbe fatto per me un numero rilevante di persone che non stimo, che giudico pericolose e nefaste. Quindi il mio contributo alla democrazia l’ho sempre dato. Ho votato anche, anzi soprattutto, quello che ho giudicato il meno peggio. L’ho fatto a volte per dare un sostegno ad un partito, movimento, leader, “odiato” dal Sistema imperante, dalla Stampa, dall’informazione mainstream. Anche perché ho sempre considerato quest’ultima il cancro da estirpare, più della peggiore politica. Il M5s mi ha deluso assai. L’asse col PD, con questo PD ancora non derenzizzato, ancora privo di afflato, di missione, coerente con quello che doveva essere una Sinistra decente, lo trovo un suicidio. Figurarsi che trovavo preferibile il primo asse con la Lega, nella speranza che questa si incanalasse in un percorso di Destra decente. Nulla di tutto questo c’è o è avvenuto. Però resto convinto che al momento del voto non mi tirero’ indietro. E non la darò vinta a coloro che vogliono il loro amato finto bipolarismo. Se non ci sarà di meglio ( Di Battista) in campo voterò il gentleman Conte. Non è di Sistema, lo schifano tutti ( quelli che io schifo) e in tale contesto sarà sempre il meno peggio.

    Piace a 3 people

    • Anch’io ho pensato non voterò mai più dopo aver fatto sempre il mio dovere, spesso per il meno peggio, poi ho visto che è uno degli obiettivi da raggiungere quello di spingere la gente ad astenersi, quindi voterò. Sarà difficile, ma voterò

      "Mi piace"

      • Sì, per quanto sia l’ombra di sé stesso, il movimento sarà sempre meglio di partiti che hanno esclusivamente pensato alle loro tasche!! E poi Conte a parte qualche stortura è una degna persona.. questo penso..

        "Mi piace"

      • la mentalità italgliana di votare sempre il meno peggio, oggi per alcuni è il partito di giuseppi, ci/vi ha portato ad avere un pdr figlio di mafia, un pdc agente al soldo della grande finanza e un parlamento strapieno di corrotti, fancazisti e poltronari il cui loro unico interesse è mantenere il culo al caldo

        "Mi piace"

      • Che ha cercato di fare il possibile in un momento difficilissimo per il nostro paese.. non ho scritto che è la verità assoluta ma esclusivamente il mio pensiero.. posso sbagliare.. ma guardo gli altri e c’è da mettersi le mani nei capelli.. non andare a votare poi, credo sia essere menefreghisti, girarsi dall’altra parte e poi criticare sempre.. il voto è dovere e diritto.. se non c’è nulla che ci convince veramente si deve votare comunque, lo so sembra assurdo ma se non si vota si consegna il paese ai peggiori e stiamo vedendo come agiscono.. sempre questo penso e non è la verità assoluta..

        Piace a 2 people

  10. Mi limito ad una considerazione che è sotto gli occhi di tutti (cit.): le meraviglie del Conte 1, quelle che avevano realizzato le promesse dei programmi votati dagli elettori, dopo 11 mesi facevano registrare +20% alla Lega e meno 18% al m5s.
    Fatevene una ragione: se volete votare a destra assumetevi la responsabilità delle vostre scelte.

    Piace a 1 persona

    • Purtroppo troppi cosiddetti capi pentastellati si sono lasciati convincere dai media a confrontare i dati elettorali delle elezioni politiche con le europee, invece che con elezioni dello stesso tipo e cioè politiche con politiche, europee con europee, Regionali con regionali, comunali con comunali.
      SE avessero messo a confronto i risultati dello stesso tipo di elezioni avrebbero capito che il vero confitto alle europee del 2019 era stato il PD e la coalizione di centro sinistra che aveva restituito al centro destra i 5 milioni di voti di forza italia che nel 2014 erano andati a partito di Renzi. Avrebbero anche capito che la lega si era preso semplicemente i voti Forza Italia, voti che, secondo i sondaggi di questi giorni si stanno spostando verso Fratelli d’Italia. Se i cosiddetti capi del nuovo movimento sapessero interpretare i risultati elettorali e anche i sondaggi capirebbero che se non vogliono scomparire dovrebbero operare per recuperare gli astensionisti e non trasformandosi in ruota di scorta del pd. Capirebbero che nel 2018 fu il (fu) movimento grillino a impedire la vittoria del centro destra e non sarà certo la trasformazione del movimento cinquantino in una piccolissima appendice del pd a raggiungere quel risultato.
      voti validi PD tot csx Lega FI Tot cdx M5S
      Europee 2009 32.659.162 7.980.455 11.159.895 3.123.859 10.767.965 16.563.191 ——-
      Europee 2014 28.908.004 11.172.861 12.455.757 1.686.556 4.605.331 8.495.627 5.792.865
      Europee 2019 27.652.929 6.050.351 6.873.115 9.153.638 2.344.465 13.221.335 4.725.708

      Politiche 2008 36.457.254 12.095.306 14.813.628 3.024.543 13.629.464 19.999.696 —–
      Politiche 2013 34.005.755 8.646.034 10.049.393 1.390.534 7.332.134 9.923.600 8.691.406
      politiche 2018 32.841.025 6.161.896 8.621.522 5.698.687 4.596.956 12.152.345 10.732.066

      "Mi piace"

      • Scusa strabiliato, ma la discussione sulla lana caprina non mi appassiona. Politiche con politiche, europee con europee: ma che stiamo giocando?
        Queste sono paranoie (per non dire altro) mentali. Sta tutto nell’irrealtà. Tra l’altro il confronto tra il risultato delle amministrative 2016 e quelle del 2021 pare ti sia sfuggito.
        E basta co sto pd. Ma dove volete arrivare con questo benaltrismo? Ma poi cosa te ne frega del pd? Pensa al tuo movimento e agli errori che avete fatto.
        E basta pure col fu movimento, non vi rendete conto che vivete nel passato. Fattene una ragione, non c’è più.

        "Mi piace"

  11. anc’hio voterò, non certamente il fu mv5stron.i di giuseppi e gigino, sicuramente il piu estremista sia che sia di destra sia che sia di sinistra,
    su 130 000 iscritti hanno votato in poco piu di 30 000 e giuseppi ha la faccia come il culo affermando che il 90% è con lui,
    cambia lo stile ma l’anima è esattamente uguale a quella del bomba di rignano con cui siede in parlamento,

    "Mi piace"

    • Tanto per citarne 1
      L’aveva detto vent’anni fa e adesso lo ripete: “Il vecchio Bernardo Mattarella, padre del capo dello Stato, mi fu presentato come uomo d’onore di Castellammare del Golfo”. E aggiunge: “Me lo presentò tra il ’63 e il ’64 il dc Calogero Volpe, affiliato alla famiglia di Caltanissetta, che aveva uno studio a Palermo”. Franco Di Carlo, il pentito che per trent’anni ha fatto da ponte tra Stato e mafia, torna ad accusare il vecchio patriarca democristiano, scomparso nel 1971, che per un decennio (’53-’63) fu ministro della Marina, dei Trasporti, del Commercio, delle Poste e dell’Agricoltura.
      E la batosta dei 5stron.i allé europée fu dovuto al cambio di direzioni Imposto da gigino o bibitaro con la nomina di 5 capo liste piovute da non si sa dove e sottomissione totale a più europa.

      "Mi piace"

      • “ Tanto per citarne 1” Bravo Cagliostro ! Finalmente si è capito il perché di tanto livore per il bibitaro e il giuseppi !
        Certamente madre natura con te e’ stata prodiga; non si è risparmiata !

        "Mi piace"

      • Si nomina uno stronzo e Zac. Come per inCanto appare il nome danilo
        Potere Dell nome o dello stronzo.?

        "Mi piace"

  12. Mi permetto di replicare a Cagliostro chiedendo innanzitutto chi sia il PdR figlio di mafia. Poi gli ricorderei che un parlamento pieno di fancazzisti, corrotti etc. c’è da tempo, indipendentemente dal voto al meno peggio, e ben prima che nascesse il M5s ( che anzi nasce e ha avuto consenso proprio per combattere quello). Poi comunque non amo le generaluzzazioni. Qualche persona perbene, o per lo meno portatrice di idee della e nella Società, c’è sempre stata. Per me è il sistema istituzionale che ha falle enormi. Falle che consentono l’imboscarsi dei fancazzisti e che non mette al bando i corrotti. Replico anche a paolapci che indica come suicida l’alleanza programmatica con la Lega. È vero la Lega in quel connubio è uscita vincente nei sondaggi. Ma soprattutto per la visibilità in tema di immigrazione. Facciamocene una ragione ma nella Società i temi trattati con ipocrisia e pelosa solidarietà alla Saviano e soci non hanno appeal. Poi la Lega ingrassava perché le battaglie realizzate dal M5s sui temi sociali, sulla giustizia e sull’impianto della nostra democrazia ricadevano positivamente solo sulla Lega. Perché non aveva nemici ( se non un irrilevante avversione della società di sinistra militante che ha sempre guardato alla Lega come ad un movimento razzista e fascista, quando è fondamentalmente un movimento populista cialtronescamente guidato), l’unico nemico per l’informazione mainstream era il Movimento. Lapidato in ogni dove e comunque. Questo ha eroso i consensi. Anche per l’incapacità di reagire a tono. Che comunque viaggiavano non al 15% come ora ma molto sopra il 20%. Poi l’abbraccio col PD e le altre legnate prese dai media, corredati da tante scelte screditanti ( quindi ci hanno messo del loro) li hanno portati a queste percentuali. Io come ho scritto sono molto deluso da loro. Ma non la darò vinta agli aguzzini di questi 4 fessi, spesso inadatti a svolgere una battaglia così difficile, ma pur sempre migliori di chi ama sguazzare nello status quo.

    Piace a 1 persona

    • Ho letto volentieri questo commento di @Paolo.
      L’evoluzione del M5S, che può voler dire trasformazione, frammentazione o scomparsa, è nella logica delle cose, se la si inquadra da un punto di vista Storico. Bisogna solo vedere se, oltre alla sua classe dirigente, anche i suoi elettori saranno all’altezza di questo passaggio. Dando una rapida lettura ai commenti su questo blog, così carichi di risentimento, sguardi rivolti all’indietro, banalità corredate da inutili epiteti a questo e a quello, la vedo dura. Bisognerebbe volare alto, non auto scavarsi la fossa.

      Piace a 1 persona

      • X Santo LoGuasto:

        Hai detto le stesse cose della LOMBARDI, complimenti.

        Da bruco a farfalla, direbbe lei.

        Più precisamente, da bruco a VERME.

        X Paolo:

        Bernardo Mattarella. Fai una breve ricerca su internet, qualcuno l’ha già accennata, ma la sua carriera è stata tutto fuorché immacolata.

        "Mi piace"

  13. Alle elezioni si presentano solo nazisti e fascisti: chi votate?
    I fascisti perchè sono (o sembrano) meno peggio?

    Questa storia del meno peggio non mi convince per niente: c’è un limite.

    Ha cominciato a usarla la (sedicente) sinistra quando con lo spauracchio dei fascisti chiedeva il voto agli schifati.
    Che fai, non vai a votare e permetti il ritorno del fascismo?
    Poi però si è scoperto (almeno a me sembra sia così, ognuno la vede come la vede, e qualcuno ha ancora l’idea che sinistra e destra siano intrinsecamente diverse mentre secondo me sono la stessa persona con due vestiti diversi) che il fascismo era tornato lo stesso, in sella al partito democratico, e faceva le stesse politiche della destra.

    Mi convincerei se il meno peggio fosse comunque decente, ma votare il meno peggio assoluto porta al rischio di votare qualcosa di comunque negativo per il paese.
    Se uno fa male 90 al paese e un altro gli fa male 80, dovrei votare il secondo?
    Posso dare il mio voto, cioè la mia fiducia, a qualcuno che so in partenza che farà del male al paese?

    Ma poi, siamo sicuri che ci siano queste differenze fra peggio e meno peggio?
    Perchè a me sembra che tutti i gruppi politici siano formati da persone che pensano soltanto ai propri interessi e che al di la di slogan pubblicitari su questioni marginali che non disturbano il manovratore, siano venduti tutti agli stessi padroni e solo a loro rispondano.

    Riguardo l’ex M5S direi che sia ancora effettivamente meno peggio rispetto al mercato delle vacche della casta, ma: stanno colmando molto velocemente il divario, e non esiste che dia la mia fiducia a chi dopo averla incassata l’ha calpestata e se l’è venduta al mercato nero.
    La mia fiducia è preziosa e chi la tradisce la perde.

    Voterò se si presenterà al voto qualcuno almeno apparentemente degno di fiducia, anche se i sondaggi lo dessero allo 0,00000001% (in pratica il mio solo voto), altrimenti, e per la prima volta, annullerò la scheda.

    Eh, ma allora arriverà il fascismo!
    Arriverà? Secondo me è già al potere, e da decenni.

    Piace a 2 people

  14. Mi piacerebbe che un giornale tastasse il terreno con un quesito tipo:
    Sareste favorevoli alla introduzione del vincolo di mandato per gli eletti?

    No
    Così, per curiosità. Magari la gente non va a votare anche perché ha capito
    che prevalgono gli interessi personali di coloro che vengono eletti.

    "Mi piace"

    • Beh, non proprio formulato così, dato che per il trasporto l’ho messo giù allegro. “Cosa ne pensi” è meglio di “sei favorevole”.

      "Mi piace"

  15. Siete proprio sicuri che non votare significhi non partecipare e contribuire alla vittoria o sconfitta del peggiore o del migliore? Cioè per non votare il meno peggio, si fa vincere il peggiore? E questo non significa comunque essere responsabili? Poi vorrei capire di cosa si sono resi colpevoli il M5S e Conte, di governare insieme prima alla Lega e poi al PD? Con chi avrebbero dovuto formare un governo, con i commessi di Camera e Senato? Siamo in una democrazia rappresentativa parlamentare, se prendi il 33% e gli altri il 67%, cioè la maggioranza ancora sistema di malapolitica, e vuoi governare, non hai altra scelta, e per questo devi ringraziare chi si è astenuto e non ha permesso un’ autonomia governativa al M5S con percentuali di autosufficienza! Anche la Raggi poteva governare Roma, da sola, senza compromessi , se quel 50% di astensione avesse votato a suo favore, invece gli astenuti hanno fatto vincere il PD e Calenda, senza neppure lo sforzo di recarsi alle urne, perché si vota anche non votando! Io ho sempre votato e continuerò a farlo, perché il sistema che qualcuno pretende di sconfiggere dal divano, si combatte facendo esattamente il contrario di ciò che ti induce a fare, cioè astenersi, senza assumersi la responsabilità della scelta, e al momento la mia scelta migliore rimane il M5S! Se poi arriva la perfezione che non è di questo mondo, voterò via Spirito Santo! !!

    Piace a 4 people

    • Dici cose di buon senso (o era senso comune ?) ragion per cui il Quore pulsante del blog che ama complotti e cospirazioni e totalmente refrattario alla logica del due più due uguale quattro, ti vedrà come una debosciata con le braghe calate (cit.).
      Non serve fare nomi: li puoi facilmente riconoscere, infatti amano ripetere quotidianamente il mantra del m5s che non li rappresenta più e bla bla bla.
      Ah: altro tema che non li fa dormire la notte è il doppio mandato.

      Piace a 1 persona

  16. se andare a votare e votare per un mv5* che era tutto fuor che un apparato del sistema e vedere che dopo appena un anno si era e si è omologato tanto da renderlo irriconoscibile a quel sistema che doveva combattere, e bene allora preferisco i peggio,
    perchè fintanto che si voterà il meno peggio avremo sempre un draghi che detterà le sue ricette e un berlusconi che correrà per la presidenza,

    "Mi piace"

  17. Vedi come reagiscono immediatamente gli sguatteri del sistema?
    Con l’elegia ai traditori!
    (Non qui. Il luogo è facilmente intuibile: chi è servo di un oligarca ha un suo balconcino privilegiato).
    Sì alla introduzione del vincolo di mandato!

    "Mi piace"