Le mamme sono più dure dell’Ue, caro Mario Draghi

(di Fabio Massa – true-news.it) – Dunque, i contagi risalgono. E da più parti si comincia a sentire l’antifona, ovvero quella parte del canto che arriva prima della preghiera. Sappiamo già, dall’antifona, qualcosa di quello che arriverà dopo. I contagi risalgono e nell’ordine stiamo sentendo queste cose.

Primo: che i diffusori sono i bambini tra i 5 e gli 11 anni. Ovvero quella fascia di piccole persone non vaccinate perché semplicemente non ne hanno alcun bisogno: la possibile mortalità da Covid è al minimo e pure i sintomi sono ridicoli. La cosa, guarda che stranezza, guarda che coincidenza, arriva mentre le varie agenzie del farmaco hanno dato il via libera alla somministrazione.

Seconda antifona: la minaccia che il Natale sarà blindato. Ora, io sono ampiamente vaccinato e farò il richiamo, ben sapendo che dovrò farlo, anno dopo anno, per un tempo medio lungo.

Quindi non ho dubbi sulla sua efficacia: lo raccontano i numeri. Però so un po’ come funziona l’opinione pubblica. Andate a dire alle mamme che i bimbi piccoli, che non hanno sintomi, di vaccinarli, e avrete una ribellione. Altro che 4mila no vax a Milano, in caso di green pass per i piccoli avrete 200mila persone in piazza. E poi gestirle non sarà uno scherzo. Secondo: andate a fare restrizioni natalizie, che già erano mal sopportate quando gli anziani morivano come mosche, in terre come la Lombardia con il 90 per cento di vaccinati, e starete comunicando a questi vaccinati che la vaccinazione è stata inutile. Stai dicendo che vuoi far fallire i richiami. Roba pesante, insomma.

Penso che siamo a un punto di svolta, molto delicato. Neppure la credibilità di Mario Draghi può niente contro le mamme, di questo bisogna rendersene conto.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

10 replies

  1. Dipende dai media e da quale Paese conviene prendere a modello. Ormai li abbiamo passati tutti, a seconda delle convenienze.
    GB : prima no, poi si, poi no, poi… Israele :vaccini a tappeto, “sono fuori, loro sì che sono stati altruisti” , poi terza dose a spron battuto.
    US: arrivato Biden, finalmente la pandemia sarà un ricordo:” fuori entro il 4,luglio, vaccini a go-go, organizzazione eccezionale”… poi…silenzio…
    E poi Francia, Spagna, “facciamo come loro…loro sì che….”
    Ora ci accontentiamo dei Paesi piccolini: Austria, Portogallo. L’importante è che “pensino” di spezzare le reni ai novax. Sul lockdown per tutti – loro hanno fatto in fretta a capire che o si chiude per tutti o non serve: sono bastati due o tre giorni – ovviamente si soprassiede: non serve.
    L’odio serpeggia e viene costantemente alimentato, e più cresceranno i contagi e più chi si è vaccinato verrà spinto a prendersela con chi non lo è, poiché tocca con mano che la sua vaccinazione tanto magnificata non è contata granché e che non è affatto “immunizzato” e neppure “in sicurezza”. E che occorre stare in campana e tornare un po’ meno “a vivere”.
    Il Governo, attraverso i media, fomenta l’odio: il bene comune è più importante di quello individuale!
    Spiace dirlo ma lo dicevano anche il secolo scorso, parlando degli Ebrei e di quanto rovinassero l’economia e la salute e la “razza” del Paese. Tutto sta a cominciare, con questi discorsi, come si finisce non si sa. Già si usano termini come “stanare”. ” untori” e “bambini maligni” e nessuno fa una piega. Lo trovo piuttosto preoccupante.
    Il terreno è già quindi bene arato ma non so se al Governo convenga veramente continuare di questo passo. Più cresce il numero dei vaccinati e più l’alibi per non aver fatto null’altro che comprare vaccini disinteressandosi del resto fa acqua. Converrebbe calmare le persone e cercare di pacificare: la pandemia, vaccino o non vaccino, durerà ancora. A meno che non si vogliano, come un secolo fa, leggi speciali. Scienziati pronti a metterci la mano sul fuoco non sono mai stati un problema. E non parlo neppure dei giornalisti…

    "Mi piace"

  2. ” Andate a dire alle mamme che i bimbi piccoli, che non hanno sintomi, di vaccinarli, e avrete una ribellione.”
    Tutte mamme che non hanno mai vaccinato i loro figli, fin da NEONATI, OBBLIGATORIAMENTE, con relativi richiami scaglionati nel tempo, e contro malattie che NON avevano ancora?
    Questa non la sapevo, che ci si vaccina quando si hanno GIÀ i sintomi.😳
    Ma quante se ne sentono… 🤦🏻‍♀️

    "Mi piace"

    • Il bello è che scrive su ” true-news “. Forse ho sempre sbagliato pensando che i giornalisti dovessero riferire le notizie e non diffondere le loro personali opinioni. Delle quali nulla potrebbe interessarmi di meno.

      Piace a 1 persona

    • Chissà dove era l’esime dirigibile sardo, quando migliaia di persone manifestavano davanti al parlamento nel 2017 contro il DL LORENZIN.

      Già, ai comunistoidi che importa della democrazia? Conta solo la propria ragione, eia eia alalà

      "Mi piace"

  3. I giornalisti – tutti-ormai fanno solo propaganda per conto di chi li paga, che ha sempre interessi politici. Le antiche W sono completamente sparite, adesso ci sono le tre S: soldi, sesso, sangue. E propaganda.

    "Mi piace"

    • Gentile Carolina, comporre la prima pagina di un qualsiasi giornale stampato è facilissimo. Bastano SEMPRE queste notizie:
      – una di politica nazionale
      – una di politica estera
      – una di economia ( deve essere terrorizzante: crollo della borsa, inflazione, chiusura/ trasloco di aziende, disoccupazione, spreco di denaro pubblico, nuove tasse, spread, etc.)
      – una di cronaca nera ( perennemente orribile e crudele e riferirsi SOLO a vecchi, donne e bambini, da noi o nel resto del Mondo)
      – una di cronaca rosa ( gli amorazzi, i divorzi, le malattie, i matrimoni, le liti dei ” famosi” del jet-set o dello spettacolo
      – una notizia di sport
      Ti invito, con simpatia, a controllare e vedrai che è un sistema, un protocollo.
      Un saluto

      "Mi piace"

  4. E più che altro sono le stesse in ogni giornale (e TG). Persino quelle di colore.
    Se prendiamo però i Talk show, ormai onnipresenti in ogni Rete – la7 fa solo quello – e diamo una scorsa al reiterarsi fino allo sfinimento dei medesimi argomenti – solo quelli che “servono” ad indirizzare il “cuore” e l’ indignazione – vedrà che sono, nell’ ordine cronaca nera (preferibilmente con un occchio al sesso: il “femminicidio” di una bella giovane attizza molto di più di quello di una ottantenne, che ormai non viene nemmeno più considerata “femmina”), outing di personaggi più o meno famosi (sesso e soldi) e propaganda politica travestita da “carità” ( il povero migrante, il cattivo “fascista”, l’ odio “sui social”, la velina che ricorda improvvisamente antiche molestie, ecc…)
    Insomma, voliamo ancora più basso…

    "Mi piace"