Salvini il voltagabbana, dai vaccini alla giustizia

In questi anni sull’incoerenza di Matteo Salvini si sono consumati fiumi di inchiostro e pure numerosi affluenti, ma il periodo che attraversiamo ne condensa l’ipocrisia nel suo succo più concentrato di sempre.

MATTEO SALVINI SENATORE LEGA

(pressreader.com) – di Selvaggia Lucarelli – Il Fatto Quotidiano – “Le rivoluzioni nascono da scintille. Se per sani principi c’è bisogno di finire in galera, qua dentro tanta gente lo farà mettendo a rischio la sua libertà personale. Chi tocca uno dei nostri deve cominciare ad aver paura, chi arresta uno dei nostri senza motivo lo andiamo a prendere a casa ovunque sia, chi attacca la nostra gente deve avere paura. Non è una minaccia, ma un impegno. Il boia sa che se ci togliamo il cappio il primo a rimetterci le penne è lui”. Potrebbe essere il comizio di qualche testa calda di Forza Nuova o dell’ultrà di una curva e invece, a parlare così solo sette anni fa, era il promotore del referendum sulla Giustizia, Matteo Salvini. Ripeto, quel tizio al governo che invoca la giustizia giusta, il garantismo, la presunzione d’innocenza e così via. Quel tizio che dai gazebo grida “firmate per la giustizia” credendosi Pannella e che fino a poco tempo fa suggeriva di organizzare squadroni credendosi Maduro.

Uno che al congresso della Lega suggeriva di andare a prelevare i giudici a casa, invitava gli elettori a commettere reati in nome della rivoluzione contro i boia di Bruxelles (tipo Draghi), che parlava di qualcuno che avrebbe dovuto “rimetterci le penne”. Perché in questi anni sull’incoerenza di Matteo Salvini si sono consumati fiumi di inchiostro e pure numerosi affluenti, ma il periodo che attraversiamo ne condensa l’ipocrisia nel suo succo più concentrato di sempre.

Del suo credibile sforzo per una giustizia giusta abbiamo appena detto, e basterebbe anche solo quello, se non si aggiungesse l’esilarante arringa di ieri in difesa dell’assessore alla sicurezza di Voghera, che ha sparato a un cittadino straniero in seguito a una discussione. Ora, a parte l’episodio in sé, per cui è un po’ come se l’assessore al turismo a Pisa riempisse la torre di cariche esplosive e ci costruisse sopra un lavaggio auto, secondo Salvini “si tratterebbe di legittima difesa visto che accidentalmente è partito un colpo”. In pratica, secondo il promotore del referendum sulla Giustizia, l’assessore si è difeso sparando a sua insaputa. L’imputato eventuale dunque è la pistola. O, al massimo, la mano dell’assessore, che però vivrebbe di vita propria tipo Mano della Famiglia Addams.

Mi raccomando, andate a firmare il referendum. Pure con una mano non vostra, alla Lega va bene lo stesso. Anche sul ddl Zan, nell’ultimo mese, l’ipocrisia di Salvini ha compiuto le sue acrobazie migliori.

Sorvolando su tutte le sue false interpretazioni della proposta di legge, l’idea che la sua avversione al ddl si basi soprattutto sullo spauracchio “reati d’opinione” fa parecchio ridere. Salvini che ha paura di vedere se stesso o uno dei raffinati pensatori del suo partito imputati per un reato d’opinione. Lui, che ai reati d’opinione s’appella compulsivamente per zittire non solo i suoi nemici, ma anche semplici cittadini, vittime dello Stato, vignettisti, giornalisti, perfino sacerdoti. Lui che querela la Cucchi perché gli dà dello sciacallo. De Benedetti perché gli dà dello xenofobo. Vauro per una vignetta. Il Fatto per “cazzaro verde”. Saviano. E perfino il povero Don Alberto, 80 anni, che aveva detto: “O si è cristiani o si è con Salvini”. I reati d’opinione, insomma, gli piacciono parecchio, purché evidentemente qualcuno non voglia impedire ai suoi colleghi di partito o ai suoi elettori di dire, che so, che i gay vanno bruciati a novembre assieme alle foglie secche. E infine, l’ipocrisia acrobatica più spettacolare: la sua limpida, cristallina posizione sui vaccini. Basta domandargli se si è vaccinato per leggere nei suoi occhi la serenità di Totti quando gli chiedono di Spalletti.

Ben attento a non scontentare i no-vax, non solo non si è vaccinato nonostante usi la mascherina per asciugarsi la fronte e faccia selfie pure con la spugnetta cattura-sporco, ma alla domanda “è favorevole alla vaccinazione?”, risponde: “Io non vado in giro a inseguire la gente con la siringa!”.

Che voglio dire, è una risposta di per sé piuttosto curiosa. È tipo chiedere a qualcuno: “Le piace il mare?”. “Be’, non vado mica in giro con un ombrellone nel sedere!”. O: “È favorevole all’eutanasia?”. “Be’ non vado mica in giro a mettere in faccia cuscini alla gente!”. “Scusi Salvini, condivide le battaglie di Greta Thunberg?”. “Sì, ma non chiedo mica a Claudio Borghi di farsi le trecce!”. Boh. Roba che uno alla fine non sa mai dove collocarlo, quest’uomo.

Salvini risponde a ogni offerta possibile, asseconda qualunque idea, ammicca a qualunque corrente. Giustizialista, garantista, pro-vax, no-vax, pistolero texano, fine giurista, euro-nemico, euro-scodinzolante. Tutto. Lui non cambia idea. Non cambia palco. Cambia platea. E chi dice che è un buon venditore di tappeti, sbaglia. Lui vende tutto, dai tappeti alle ciabatte elettriche. Solo che se torni a cambiare qualcosa di tarocco o non funzionante, scopri che il negozio è sparito: ha già aperto una pizzeria.

Ogni volta che parla in una piazza gli andrebbe ricordato. Magari alzando una mano. E se non gli piace la domanda, ricordatevi: potete sempre dire che la mano non era la vostra.

37 replies

  1. Ludwig avrebbe detto…

    “La societa’ italiana e’ allo sbando, Strafalcioni come ‘qua dentro tanta gente lo farà mettendo a rischio la sua libertà personale’ passano intatti dallo sdegno, le donne fanno battute sui calciatori.”

    "Mi piace"

  2. unica coerenza che ancora mantiene
    è da leggersi pensando a voce grignante e sprezzante tipo Bossi pre ictus
    “io, coi 49 milioni, non centro niente, vi porto in tribunale”

    "Mi piace"

  3. E dopo che abbiamo appurato per l’ ennesima volta che Salvini è cattivo, fedifrago, ignorante… che succede?
    Succede che chi la pensa come lui si incattivisce ed il “tifo” nei suoi riguardi aumenta mentre anche quelli tiepidi, vedendolo continuamente deriso e attaccato, lo percepiscono come perseguitato e lui ci guadagna. Chi non la pensa come lui non cambia di una virgola, viene solo ogni volta confermato nelle proprie convinzioni.
    Sicuro che servano questi attacchi continui? Non è che, come recita l’ adagio, “il troppo stroppia” e si ottengono risultati contrari?
    Lo stesso vale per i vaccini, la legge Zan, ecc…

    Piace a 1 persona

    • Vale anche per gli immigrati?
      Perché parlarne non stroppia mai?
      Forse perché quello è un argomentato che interessa (a qualcuno in particolare)e che serve a distrarre e quindi in qyel caso è giusto e doveroso parlarne?
      Diciamo la verità, il troppo stroppia quando l’argomento non ci piace, perché altrimenti si dovrebbe convenire sul fatto che del DDL Zan se ne parla perché si cerca di affossarlo con scuse ridicole (vedi la libertà di opinione invocata da querelatori seriali come l’altro Matteo) o sul fatto che se si parla di vaccini ci si dovrebbe mettere d’accordo con se stessi e decidere se del Covid-19 ce ne si vuole infischiare (e allora si abbia la decenza di non parlare dei morti) o se lo si vuole arginare e come, visti i no a vaccini, mascherine, distanziamento sociale e chiusure.

      P.s. Io sono favorevolissimo al blocco dell’immigrazione incontrollata (in Italia deve starci chi può realmente integrarsi, anche diventando economicamente indipendente)

      Piace a 1 persona

    • Carolina, non è che venga continuamente criticato, è che continuamente dice caxxate e le fa. Il bello è che si comporta così solo per comparire, intellettualmente irrilevante, eticamente e moralmente incoerente ma ha seguito da servi (giornalisti ) e simili a lui. E’ impossibile lasciar correre anche se gli fa pro.

      Piace a 2 people

    • Io mi tengo la mia dignità ed onestà di persona pulita e certe pippe mentali sul tifo non me le faccio.

      Essere coerenti dall’inizio alla fine risulta essere così ETICAMENTE difficile?

      Stiamo arrivando ad una fase in cui verrà considerato legittimo avere guappi di quartiere che girano armati, si fanno baciare le mani e sistemano con modi spicci, tipo legge del taglione, le liti del popolino.

      Carolì i freschi prati di montagna ti attendono.
      E non scordare il campanaccio per trasmetterci i tuoi pensieri i codice Morse.

      Piace a 1 persona

  4. E’ stata una tragica fatalità.
    Lo sceriffo è stato spinto sul petto e cadendo all’indietro gli è scappata la pistola col colpo in canna e che era solito tenere in mano tra la folla.
    Non appena l’arma ha toccato terra è partito il colpo di legittima difesa accidentale.

    "Mi piace"

  5. Era semplicemente una constatazione “, psicologica”: criticare sempre allo stesso modo ( chiunque) crea in alcuni un sentimento di solidarietà nei confronti della vittima.
    Vale per Salvini come per altri.

    ( La fase ‘capitano” è durata ben poco: appena si è visto che il governo giallo verde stava mantenendo ciò che aveva promesso in campagna elettorale – quota 100, riforma giustizia, reddito di cittadinanza, riduzione degli sbarchi ( piaccia o meno su questo i due partiti avevano preso i voti) – e cresceva nei consensi oltre “dovuto”, è immediatamente iniziata la fase “ubriacone”.
    E hybris del Nostro ci ha messo del suo.

    "Mi piace"

    • Infatti tutta l’informazione compatta critica SALVINI
      non c’è nessuno che prende le sue difese
      non lo nominano MAI
      tutti i TG fanno a gara per censurarlo

      Rapporto
      Osservatorio tg Eurispes: Matteo Salvini è il più presente in tv
      Rapporto
      Osservatorio tg: Eurispes, “Salvini protagonista quasi assoluto della comunicazione”

      Piace a 2 people

  6. Prima gli appestati eravamo noi meridionali, ora sono gli stranieri. La catena dell’odio non si ferma, cambia solo bersaglio, muta per sopravvivere. E se passa dalle parole ai fatti, se ti rende un assassino, non puoi giustificarlo. Hai le mani sporche di sangue.
    #LegaAssassina

    Senza un nemico da odiare la lega non avrebbe un katzo da dire e proporre.

    "Mi piace"

  7. Logica:
    Al bar con la mascherina è dittatura sanitaria
    Al bar con la calibro 22 è tutto regolare
    (E sparare ad una persona in piazza è un “incidente” che può capitare a chiunque)
    Tutti a ripetere assessore. Io lo chiamerei assassino.
    Tutti a ripetere marocchino. Io lo chiamerei uomo ucciso.

    Accusa: eccesso colposo di legittima difesa.
    Legittima (lat. legitimus, conforme alla legge) se anche l’altro avesse avuto una pistola o fosse stato armato o avesse fatto il gesto di estrarla.
    Invece l’altro era disarmato. Disarmato.

    Dove sta la legittima difesa? #Legaassassina

    Piace a 1 persona

  8. TANTA GENTE è DIFFIDENTE SUI VACCINI (TANTA) Forse a ragione?.Voi cosa fate?Teorizzate l’obbligo vaccinale.Bravi.Visione “politica” e di società fascista a priori.Salvini diventa il meno “pericoloso”…complimenti.

    "Mi piace"

    • Dei tuoi 1000 nick (come se non ti si riconoscesse dall’assenza di spazi dopo la punteggiatura e altro), questo è sicuramente il più conforme… 👏🏻😆🤣😆

      "Mi piace"

  9. Salve, aspettavate il mio commento eh? Tranquille ragazze, sono qui…

    Oggi vi potete inginocchiare al mio cospetto dopo aver letto questa riflessione mia originale garantita. Sentite qua:

    Alcune delle piu’ popolate citta’ sono collocate in zone costiere che sempre piu’ si dimostrano vulnerabili all’invasione di acqua dovuta al proressivo smerdamento climatico. Che diamine, Sud-Est Asiatico, New York, Vlissingen, ogni anno arrivano ondate in strada, e’ sempre peggio. E da qualche 100 anni pare il fenomeno non sia proprio proprio dovuta all’ira divina ma soprattutto alla insipienza umana. Alcuni Stati stanno pensando di costruire muraglie antitempesta sul mare, per fronteggiare, deviare e controllare le masse d’acqua. Il problema e’ che l’acqua da qualche parte deve andare, se costruisci il muraglione davanti alla citta’ i piedi a mollo (per non dir di peggio) se li beccano le persone e le comunita’ che si trovano ai due estremi del suddetto. Semplice no?

    Vi e’ piaciuta? Baaave, adesso, inginocchiatevi (davvero) dinanzi a me (idealmente) e fatemi sapere come parlate di immigrazione adesso che le vostre menti sono tutte infuse della mia Santa Persona.

    A stasera, adesso vado al fiume… Se volete venire io sono qui: 51.98173426262009, 5.041732550136489

    "Mi piace"

  10. Pregevole articolo della Lucarelli, che oltre alla consueta, spietata analisi del personaggio contiene la notizia della reazione salviniana all’omicidio di Voghera (per chi si interrogasse sull’opportunità o meno di parlarne).

    Dissento solo sull’aver individuato in Salvini l’acrobata. Quel ruolo spetta di diritto all’altro Matteo, mentre questo è chiaramente il capo clown. Sotto il variegato tendone di Piazza di Monte Citorio trovano spazio anche (oltre all’esimio direttore-domatore) contorsionisti di livello (Cartabia), giocolieri (Letta) e non può mancare lo zoo di animali esotici (M5S, ed altri animali onesti ormai in via di estinzione).

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...