Liberté, égalité, vacciné

(tag43.it) – A dettare la necessità di una stretta sulle vaccinazioni è stato l’impennarsi dei contagi da Covid causati dalla variante Delta. Per questo il presidente francese Emmanuel Macron, durante il suo messaggio alla nazione, non solo ha confermato l’obbligo vaccinale per il personale sanitario, ma ha annunciato a partire dal mese di agosto l’emissione di una sorta di green pass – vaccinazione completa o test negativo – per avere accesso a ristoranti, caffè, centri commerciali e strutture mediche. E ancora, per prenotare il proprio posto su treni a lunga percorrenza e aerei. Addirittura da luglio, il documento servirà per accedere a luoghi di svago, quali cinema e teatri. «La vaccinazione di tutti i cittadini francesi è l’unica via per un progressivo ritorno alla normalità», ha detto il presidente nel discorso tenuto a reti unificate. I numeri, d’altronde, preoccupano e oltralpe la variante Delta inciderebbe ormai per il 50 per cento sul totale dei contagi.

Giorgio Gori «Facciamo come in Francia»

Una comunicazione che, almeno nell’immediato ha sortito gli effetti sperati, visto che le prenotazioni per ricevere il vaccino si sono improvvisamente impennate. Istantanee anche le reazioni, non solo interne. In Italia, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha salutato con favore il provvedimento: «Come si fa a passare da poche centinaia di vaccinazioni a 20 mila al minuto? Come in Francia», ha twittato. Sotto il post, come prevedibile, si sono scatenati i commenti, tra i favorevoli a una maggiore incisività dei provvedimenti e i contrari, scettici circa la possibilità di mettere in piedi un sistema di vaccinazione di massa all’altezza di una mole elevata di prenotazioni.

Bassetti: «Guardiamo e impariamo» dalla Francia

Sulla stessa linea francese anche Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive dell’ospedale Policlinico San Martino di Genova. «Gli ospedali si sono quasi completamente svuotati di pazienti Covid e le rianimazioni sono tornate a occuparsi di tutti gli altri malati», scrive su Facebook. «E mentre in Italia qualcuno che sembra vivere sulla luna propone nuove zone gialle o di altri colori più cupi, in Francia scatta l’obbligo vaccinale per I sanitari e da agosto non potrai più andare al ristorante, al bar, sul treno, sul pullman o al cinema e a teatro senza essere vaccinato o avere un tampone negativo. Dal 21 agosto vale per tutti quelli che hanno più di 12 anni. Guardiamo e impariamo!!! Nel calcio siamo campioni d’Europa e nella gestione della pandemia e del green-pass? Non ci saremmo nemmeno qualificati….».

Nella giornata di ieri anche il generale Francesco Figliuolo aveva espresso approvazione per la decisione adottata in Francia, ritenendo possa essere utile a dare una spallata definitiva al Covid, ma ponendo davanti a ogni cosa il rispetto dei diritti sanciti dalle leggi. «È una soluzione per una spinta. Poi, per chi non lo dovesse avere, varrebbe anche il tampone, bisogna comunque rispettare la Costituzione». Anche le sue affermazioni, tuttavia, hanno incontrato reazioni di tenore opposto, che hanno posto questa volta l’accento sull’impossibilità sancita per legge di imporre trattamenti sanitari, salvo rare eccezioni.

6 replies

  1. Imagino come cresceranno i consumi…
    Dopo due giorni baristi e negozianti in rivolta.
    Mia nipote, 35 anni sta tentando invano di prenotarsi. Adesso in ER solo per gli over 60.
    Mancano vaccini.

    "Mi piace"

    • i miei parenti undo 60 sono già stati vaccinati con le due dosi
      non quelli che lo dovevano per lavoro, che sono ormai pronti per il richiamo annuale (per dire, eh!),
      io over attendo la seconda anticipata

      strano che non riesca a prenotarsi, credevo che prenotassero senza dare la data,
      ma che prenotassero.

      comunque fanno gli over perché hanno a disposizione l’Astra che, per gli under, non va bene
      se poi aggiungiamo la tegola J&J, la disponibilità si ridurrà ulteriormente
      (vedi a snobbare lo Sputnik V, che potevamo farcelo in casa su licenza… e invece no…)

      "Mi piace"

  2. per Macron, 1 milione hanno prenotato?
    tze! chiamate il generalissimo Figliuolo, te li fa in 2, dico 2, gg.
    comunque i tedeschi pare che non ti seguano, sull’obbligo
    (che ritendo sensato, tranne ovviamente a chi proprio non può – astenersi furbetti, a voi 2 dosi aggiuntive)

    per la signora Von UE
    “abbiamo fatto la metà degli europei >20 anni…”
    bravi, ora vi rimane solo da fare l’altra quasi metà, visto che l’immunità di mandria
    l’hanno portata dal 70% al 90% perché abbia un minimo di possibilità di funzionare.
    e visto che per questi ci avete messo circa 6.5 mesi a Gennaio del prossimo anno sarete a bolla.
    (chissà quanti a livella?)

    Piace a 1 persona

    • Tutta ammuina, fanno solo la faccia feroce.
      So “pensate”, nessuna decisione. Te li immagini i Francesi?

      "Mi piace"