Quando lo Stato non fa lo Stato. Quando i governatori non vogliono governare

( Stefano Rossi ) – A Lavagna (GE) l’Ospedale pubblico è investito da un focolaio di Covid per colpa di alcuni dipendenti che non si sono voluti vaccinare. Si parla anche di infermieri “no vax”.

E fin qui tutto normale.

Quello che rende la vicenda grottesca sono le autorità che dovrebbero decidere che hanno invece paura di prendere provvedimenti.

Il governatore della Liguria, Toti Giovanni, se n’è uscito con una tipica richiesta: “Il legislatore intervenga”. Ma come! Sono quelli che prima delle elezioni parlano di meno burocrazia, meno leggi, più semplificazione e ora vogliono aumentarle?

Così pure il direttore generale di Asl4 ligure, Paolo Petralia, che dovrebbe essere il primo responsabile dell’Ospedale: “Non conosciamo i nomi degli infermieri e medici che non si sono vaccinati. C’è la privacy”.

Ecco un caso tipico di persone che dovrebbero governare e prendere decisioni ed invece hanno paura di lavorare.

Dal 1942 esiste l’art. 2087, nel codice civile, che obbliga tutti i datori di lavoro a tutelare l’integrità fisica dei propri dipendenti. Questa norma si applica anche alla pubblica amministrazione e si interpreta estensivamente nel senso che il datore di lavoro, imprenditore privato o dirigente pubblico, ha l’obbligo di non trasformare il posto di lavoro in un luogo pericoloso per tutti i dipendenti e per coloro che sono presenti come pubblico o ricoverati.

Vero è che non c’è l’obbligo di vaccinarsi, vero è anche che chi non si vaccina non deve continuare a svolgere funzioni di infermiere e medico con il rischio di infettare i poveretti ricoverati.

Il direttore dell’Asl deve licenziare i dipendenti che non si sono vaccinati.

Il governatore deve licenziare il direttore dell’Asl che non licenzia i dipendenti che non si sono vaccinati.

La procura deve indagare il governatore e il direttore dell’Asl che non hanno fatto nulla.

Il CSM deve aprire un fascicolo nel caso la procura non faccia nulla contro i responsabili di questi focolai (cluster, scrivono i pennivendoli).

Insomma, la colpa è sempre di qualcun altro.

9 replies

    • Stai parlando di te stesso? Cosa ci sarebbe di sbagliato in ciò che ha scritto Rossi? Sentiamo…
      Niente battuttine accazzo please, in concreto

      "Mi piace"

      • Quindi siamo sicuri, i vaccinati, non trasmettono il virus. Licenziare, attaccare così, posizioni astruse, non si sa.
        Toti mi sta sul cazzo, prendo e vado sotto a casa sua.
        Drinn…
        Lei è Toti?.. vaffanculo.
        Preferivo.

        "Mi piace"

  1. In effetti io non ho ancora capito ( colpa mia) se i vaccinati NON prendono il virus oppure se il vaccino serve sostanzialmente ad attenuare o addirittura eliminare i sintomi più gravi; e,nel secondo caso, se i vaccinati potrebbero trasmettere il virus come gli asintomatici attuali.Mi sembra un chiarimento importante,anche alla luce del fatto che il vaccino non si sa quanto duri- tre mesi,sei mesi ,un anno ecc- quando lo sa,un vaccinato,il termine entro il quale potrebbe reinfettarsi e quindi reinfettare..chiarisco che non chiedo per polemica e non sono un no vax

    "Mi piace"

    • Ieri leggevo di un infermiere di Napoli vaccinato con doppia dose Pfizer fin da gennaio che a distanza di 37 gg dalla seconda dose è risultato positivo (covid trasmesso dal figlio che lo aveva predo al nido). A quanto pare non ha avuto sintomi se non raffreddore, e l’articolo ne parlava come di un caso molto raro: i positivi dopo il vaccino pare siano pochissimi, si parla di 4/100 che su milioni potrebbe dare l’idea di essere un numero alto. E zero sono quelli con sintomi gravi.
      Sulla durata non possiamo che aspettare: ma non sono quelli che hanno fatto da “cavia” alla sperimentazione a dover essere monitorati per verificare fino a quando avranno gli anticorpi?

      "Mi piace"

      • Paola, questo perché comunque l’efficacia dei vaccini non è del 100% se non per le forme gravi… Quindi c’è sempre quel 5/10% , ma secondo il vaccino, anche 30% di casi che sfugge all’azione.

        Piace a 1 persona

  2. “Il legislatore intervenga”. Buffone!
    Sono 20 anni che rompono le palle ogni giorno alla corte costituzionale con le competenze stato regioni e ora che c’è un vuoto nemmeno ci provano a riempirlo.
    La Puglia ci ha provato.

    Piace a 1 persona

  3. “La colpa morì fanciulla” e dall’Astro
    Viareggino, vaso di coccio, non aspettatevi posizioni decisionali è un cerchiobottista. Povera Liguria. La prossima volta ‘cambiamo’ ma davvero.

    "Mi piace"

  4. Pietro, non lo sanno di preciso neanche gli scienziati.
    Al momento si suppone che l’infezione sia possibile, ma con effetti ridotti e totale esclusione delle forme gravi.
    In base a ciò si ipotizza che si sia poco contagiosi per via della bassa carica batterica (il virus non si replicherebbe nell’organismo delle persone vaccinate).
    Per questo motivo si consiglia ancora di usare tutti i dispositivi sanitari di protezione.
    Questo, al momento, mi risulta…la conoscenza è in divenire, ne sapremo di più via via che andremo avanti…

    "Mi piace"