Renzi gongola pure sul Financial Times: “L’Italia è tornata, il miracolo è merito mio”

(HuffPost) – “L’unico modo nel mezzo di una pandemia era chiamare il miglior giocatore, perché Mario è il miglior giocatore”. Così Matteo Renzi in un’intervista al Financial Times torna a rivendicare il suo “capolavoro” politico. Ieri il leader di Italia Viva aveva condiviso il proprio entusiasmo con il NyTimes; oggi è la volta del quotidiano finanziario con base a Londra.

“L’Italia è tornata, proprio come ha detto Joe Biden degli Stati Uniti. Se guardi ai mercati finanziari, ai leader internazionali, alla fiducia dei nostri cittadini, è un miracolo”. E questo miracolo – insiste Renzi – non sarebbe avvenuto senza di lui.

Il suo piccolo partito politico segna il 3% – ricorda il Ft – e rischia di essere spazzato via in future elezioni. Eppure Renzi, 46 anni, primo ministro italiano dal 2014 al 2016, è di umore trionfante. Mario Draghi, l’ex presidente della Banca centrale europea celebrato come il salvatore dell’euro, è sul punto di formare un governo di unità nazionale. E niente di tutto questo sarebbe successo – sottolinea l’ex premier – senza di lui. Il mese scorso ha fatto cadere il governo di coalizione di Giuseppe Conte ritirando il sostegno del suo piccolo partito Italia Viva.

“Nella mia cerchia ristretta molte persone mi dicevano, ‘ma sei pazzo?’ Ogni talk show in Italia diceva: guarda questo pazzo che apre una crisi per motivi personali”. In molti – prosegue il Ft – lo accusano di aver tentato di minacciare di far cadere Conte per aumentare la propria influenza sulla coalizione, cosa che lui nega. “Molte persone mi hanno detto: lo stai facendo solo per avere più ministri, solo per te. Ma un mese fa avevo la golden share nel governo, con Draghi no. Ho perso potere con questa operazione”. Renzi sostiene che il piano fin dall’inizio era quello di creare un’apertura per portare Draghi. “La possibilità di essere guidato da Draghi era un’incredibile speranza”. “Così ho deciso di rischiare tutto, perché l’obiettivo avrebbe giustificato quel rischio”.

“Ho ricevuto molti messaggi che dicevano: un mese fa ho scritto su Facebook che eri un figlio di puttana, ma ora riconosco che hai avuto coraggio – va avanti l’ex sindaco di Firenze – Ma è una minoranza. Per molte persone continuo a essere un figlio di puttana”.

Renzi difende anche la sua presenza al panel al fianco del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, mentre in Italia si consumava la crisi da lui stesso innescata. “In Italia questo non è molto normale… È normale per Tony Blair, o David Cameron…, Nicola Sarkozy o gli ex presidenti degli Stati Uniti. In Italia, sono uno dei primi a farlo”.

Nell’intervista Renzi esclude la possibilità di servire come ministro nel governo Draghi. ”È come andare in bicicletta. Ho fatto un buon lavoro, e ora devo togliermi, farmi da parte; è il momento che il capitano della squadra, Mario Draghi, vada. Sono così felice e così orgoglioso, ma so anche che è ora di lasciare il ruolo ad altri”. La sua popolarità personale o il suo futuro – assicura – non lo preoccupano più di tanto: “Questo è un problema, lo so, perché in politica la popolarità è importante. Paradossalmente, essere impopolare mi ha permesso di fare questo… Ovviamente preferisco essere amato che odiato. Ma se voglio solo essere amato, il mio lavoro sarebbe quello di influencer, non di leader”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

20 replies

  1. Cito: “Per molte persone continuo a essere un figlio di puttana”.
    Infatti per me continui a esserlo.
    Ma l’ho pensato fin da subito, cioè da quando sei apparso alle primarie del PD.
    In 40 anni di voto mi è capitato di pentirmi delle scelte che ho fatto. Con te però non ho mai sbagliato un colpo: mi sono sempre tenuto alla larga.

    Piace a 1 persona

    • Alegan :
      Io invece confesso, alle europee lo votai, e da allora mi è pesato sempre non aver capito che razza di figlio di puttana è il Bomba. E questo verme, più invecchia e più repellente diventa. Ma è felice così, ricco ma un poveraccio disgustoso

      Piace a 1 persona

      • Gente Bugsyn,

        mia madre, vecchia contadina emiliana, fiera comunista, nonché per decenni ottima cuoca alle feste dell’unità del mio paese 😋, nel tempo era diventata un’attivista del PD.
        Anni fa, quando questo figuro si prospettò come rottamatore della vecchia classe dirigente e innovatore, padre della nuova sinistra, me ne tesseva lodi così sperticate che volli approfondire la sua conoscenza attraverso la lettura e visione di interviste, ricerca del suo operato politico, ecc.
        Non so, ma non mi sono mai fidato e dalla sua visita a casa di B ho deciso mai e poi mai lo avrei votato.
        Io e mia madre abbiamo litigato per anni. Penso che alle ultime primarie con Renzi in lista mi mentì dicendomi che non l’aveva votato… Ora, ne sono certo, l’ha finalmente capito anche lei.

        "Mi piace"

      • Alegan, lo stesso percorso tuo per farmi idea del rottamatore .Festa di Unità una decina di anni fa, le brave ” razdore”
        emiliane, uscivano dalle cucine tutte sudate dal caldo e la stanchezza, e con la dolcezza tutta emiliana, come dici tu
        si sperticavano a salutarlo con ” Ragasōl Tín bôta, t’é sèimp’r al pió fôrt”

        Nessun dubbio ?
        BINDI (poveretta è un pò stanca),Lapo Pistelli (da suo portaborse a pugnalata per le elezioni sindaco di Firenze) incontro con Berlusconi 2010, Franco Marini nel 2013, Enrico Letta nel 2014, Lavoro e Politiche sociali con delega alle Pari opportunità
        Ministro: Enrico Giovannini (spero in Draghi ) e tanti altri bravi che ha rottamato lungo il suo camino e sostituito con utili
        idioti ,servi per lui.

        “Il Pd deve scegliere: restare dentro il solito recinto galvanizzando i propri elettorali,
        O aprire i cancelli e lanciarsi nelle praterie del voto di opinione” – Stop 04 .12. 2016

        2021 Demolition man RICOMINCIA più potente che mai con appoggio di quasi tutte testate giornalistiche e TV.
        Renzi ha salvato ITALIA . OGGI L’aria che tirà VOTO RENZI 8 il massimo
        Renzi – l’ho fatto per salvare ITALIA da incapaci, a me non interessa altro (si è immolato per il bene di tutti)

        ELLETTORI spetta solo a noi liberarci da questo diabolico personaggio, ma ne dubito nel giudizio popolare drogato, sperom

        Dialetto reggiano
        Al prēt ch’ al zughêva cun la vèsta”.
        “il prete che giocava con la veste”

        "Mi piace"

      • Mi pareva dicesse delle cose interessanti agli inizi, quando era ancora d’accordo con Civati. Approfondita meglio la sua figura – anche dopo una finta intervista con Severgnini cui assistetti dal vivo, in cui sparò supercazzole per un’ora filata – scappai a gambe levate.

        "Mi piace"

  2. Io mi chiedo cosa cavolo ci guadagnano sti giornali a intervistare un idiota simile? Esistono davvero compratori così imbecilli da non vedere l’ora di leggere le scoregge di questo verme? Mah

    Piace a 1 persona

  3. Tranquilli, tanto che è solo un BUFFONE NARCISISTA ce l’ha scritto in fronte, non sfuggirà certamente neanche a loro.
    Traditore lui e quelli che lo appoggiano.

    Piace a 1 persona

  4. Ho letto l’articolo. È vero che lui gongola ma l’intervistatore è duro. Una su tutte:
    Renzi difende di andare legittimamente da Bin Salman, ma dopo la risposta c’è la chiosa del giornalista che dice “ma Renzi è still pagato dal senato quindi gli esempi che ha fatto (Blair, ecc) non sono funzionali”.
    Fuffington non si smentisce, ma il FT lo ha intervistato con cognizione di causa.

    Piace a 2 people

  5. .” Per molte persone continuo a essere un figlio di puttana”. come disse Sordi in un film : “hai già 21 anni hai diritto a sapere di chi sei figlio…”

    "Mi piace"

  6. la LA7- TELERENZI OGGI

    Campagna elettorale per IV
    partita dalla Meli portavoce del bomba fino al ridicolo
    Rosato facente parte della muta del bomba quello della legge elettorale
    Renzi e le sue perle:
    Governo Draghi: Sono onesto l’ho sognato dopodiché il king maker è Sergio Mattarella altrimenti manchiamo di rispetto
    “Potere per me è un verbo, non un sostantivo”
    L’arrivo di Draghi ha segnato la fine dell’incompetenza e di un gruppo di dilettanti grillini arrivati ​​al potere con il “vafanculo”
    Il peccato di Conte / Casalino? Averli rappresentati
    Ritengo Minzolini e Verderame grandissimi giornalisti ( perchè lo hanno elogiato per il lavoro svolto)
    Ora in Arabia Saudita le donne possono guidare le macchine , non capisce attacchi in materia di diritti delle donne

    "Mi piace"

  7. ROSY BINDI: La politica, una vita.

    “Caro Pd, a 70 anni ti dico che devi rifare tutto da capo”
    Domanda: Lei certamente avrà alcune cose da dire a proposito della crisi e del suo ex partito.
    Risposta: avrei dato un’altra possibilità a Conte. Se è vero che qualche carenza c’è stata, è indubitabile che contro di lui si è scatenata la guerra. E mi incuriosisce il fatto che Renzi oggi riesca a dire, abbastanza impunemente, di aver aperto la strada a Draghi. Lui l’ha chiusa a Conte. Il suo obiettivo era Conte. Stop. E per raggiungerlo ha fatto rischiare l’osso del collo all’Italia. Ora la stampa tutta ha un atteggiamento sussiegoso con lui, permettendogli di affermare verità che sanno di velenose bugie.
    Come lo definirebbe oggi il partito di Zingaretti.
    Zingaretti sembra una brava persona, ma le crude parole di Lucio Caracciolo sono quelle che più si avvicinano purtroppo alla realtà: “un’accozzaglia di avanzi di partiti “.Io proprio per questo non ho preso più lla tessera, non lo sento più mio.

    "Mi piace"