Vittorio Feltri: i problemi drammatici del Paese sono stati accantonati

(Vittorio Feltri – Libero quotidiano) – Gli occhi di tutti in questi giorni sono puntati sulle sorti del prossimo governo, probabilmente non migliore di quello uscente dato che sarà sostenuto, più o meno, da una maggioranza scadente, quella sperimentata con al vertice Conte. I problemi drammatici del Paese al momento sono stati accantonati, come non esistessero. Il più grave attiene una rapida soluzione della questione vaccini, che sono da importare, senza i quali il dominio del Covid è totale e semina terrore nella popolazione.

Purtroppo il nostro esecutivo si è affidato all’Europa per approvvigionarsi del prodigioso farmaco, cosicché ora siamo in brache di tela poiché l’Unione non è stata in grado di acquistare sul mercato un numero adeguato alle esigenze. Le aziende produttrici sono addirittura in causa con l’istituzione continentale, visto che i contratti con esse sono stati fatti con i piedi anziché con la testa. Risultato finale? Le vaccinazioni di massa, le sole che ci consentirebbero di salvarci, sono in colpevole ritardo. E per difenderci, invece di ricorrere all’ antidoto, siamo obbligati a soggiacere a provvedimenti restrittivi che da circa un anno ci rendono l’esistenza grama.

Non si capisce per quale arcano motivo le autorità non abbiano provveduto a recuperare il materiale sanitario sul mercato anziché dipendere da Bruxelles. Sarebbe stato sufficiente sborsare quattrini per incamerare dosi in quantità industriali e soddisfare le richieste della gente. Lo Stato ha speso montagne di denari per il reddito di cittadinanza, per i bonus di ogni tipo, tuttavia non ha investito il necessario per l’unica cura efficace.

Sarebbe una buona ragione per cacciare all’istante sia il premier sia i suoi ministri rivelatisi inetti nel gestire l’emergenza come Dio comanda. La Germania se ne è infischiata della Ue e si è accaparrata iniezioni a iosa, Israele ha messo al sicuro i suoi cittadini, in Russia se paghi 150 euro ti rendono immune, nei Paesi arabi con una cifra modesta ti fanno la puntura salvifica, mentre noi beoti siamo in attesa di fiale che non arrivano.

Avremmo bisogno di essere amministrati da persone serie, non certo da Speranza e Boccia. Sostituire i quali, non solo Conte, è un imperativo categorico. Dal Palazzo Romano viceversa giunge l’ eco fastidiosa di chiacchiere trite e ritrite riguardanti la distribuzione delle poltrone, obiettivo prioritario di lorsignori. Tutto ciò è disgustoso e conferma che la politica ormai è marcia. Ergo, è superfluo dire che i vaccini non dovrebbero essere gratis per ricchi e poveri, bensì esclusivamente per questi ultimi. Tutti gli altri pongano mano al portafogli, così non ci saranno ostacoli per garantire la salute pubblica.

4 replies

  1. “in Russia se paghi 150 euro”
    se lo compri alla borsa nera, con il rischio di avere, se va bene, soluzione fisiologica.
    Feltri se vai tu e fai un poco di reclam te lo fanno al prezzo di costo, 22 euro
    che è il prezzo per la doppia dose per concordata per i paesi stranieri.

    "Mi piace"

  2. E’ un sollievo leggere Feltri, sa tutto lui.

    Naturalmente col senno di poi, perchè prima non ne azzecca una. Parla di virus inesistente (5 mesi quest’estate) ma poi accusa il governo di non fare abbastanza. Logico.

    Parla di non affidarsi all’europa (“spezzeremo le reni al virus”) ma poi propone soluzioni da seconda elementare, peraltro che non funzionano. Logico.

    Dovrebbem, il buon cantore della lega, osservare che cos’ha fatto in lombardia:

    1. La colpa è del governo, che ha sbagliato a fare i conti. Ma i numeri, per i conti, li ha tirati fuori la lombardia, che non sa neanche fare le addizioni.

    2. Ah no, scusate, è l’rt che non indica nulla. Come no, solo la capacità media di contagiare altre persone, ed è cosi in tutto il mondo, anzi, l’universo dove vale la matematica. Ma vuoi mettere, un genio come fontana ne sa di più.

    3. Eh ma le email pubblicate sono ad orologeria. No, veramente ci sono state 54 infrazioni da maggio e non hanno mai detto nulla, per quieto vivere.

    Ecco, se tanto mi da tanto e il meglio del duo salvini-meloni (anche nelle marche fascista siamo sullo stesso livello di competenza con, in più, la censura dei giornali locali compiacenti) aspettiamoci altre catastrofi.

    Intanto vado a vedere se a londa accettano scommesse sui morti quando ci saranno i fascisti al governo, vedi mai di alzare un po’ di soldi……

    Piace a 1 persona