Renziani, meloniani e la politica al sto peggio

(Andrea Scanzi) – E’ un periodo molto difficile, ma per fortuna la politica sta dando il meglio di sé. Il senso di responsabilità denotato da Fim (Forza Italia Morta), il non-partito di Matteo Renzi, è per esempio straordinario. Al di là delle lievissime fibrillazioni politiche generate da quel che resta del renzismo, e cioè niente, preme qui sottolineare la performance di tal Gianfranco Librandi. Il quale, parlando in radio all’interno di un elevatissimo simposio gestito da un deejay curiosamente refrattario allo shampoo, ha detto: “I meridionali resistono di più al coronavirus perché sono africani bianchi. E’ una questione genetica”. Le sue parole sono parse così equilibrate e condivisibili, nonché poggianti su saldissime motivazioni scientifiche, che perfino Il Giornale si è sdegnato: “Librandi fa il razzista”. Eppure lui, di fronte alle polemiche trasversali, ha detto che è stato frainteso (questa è nuova…) e che in realtà voleva fare un complimento ai meridionali (pensa se li voleva offendere!).

In questa carrellata continua di geni e galantuomini, è forse sfuggita ai più la prestazione oltremodo plastica dell’ignoto Domenico Mollicone. Chi è? Non si sa. La sua pagina Wikipedia piange come un sondaggio (qualsiasi sondaggio) riguardante Maria Elena Boschi, cui peraltro va – a margine – la nostra solidarietà dopo il suicidio mediatico che Ella ha voluto elargire a se stessa giorni fa a Otto e mezzo: un harakiri così straziante, tragicomico e definitivo che persino Gaia Tortora, per un attimo, ha avuto la tentazione di non difenderla (poi però l’ha difesa, perché un renziano è come un diamante: per sempre!).Ma torniamo al nostro Mollicone. Wikipedia ci informa che la sua pagina sia un “abbozzo”, somigliando forse in questo alla sua carriera politica. Trattasi di parlamentare meloniano, per l’esattezza deputato di Fratelli d’Italia. Nato a Roma nel ’70, che a guardarlo dovrebbe voler dire “1870” (ma Wikipedia scrive “1970”). Dati generali: “Diploma di scuola media superiore”. Uhm. E poi? Solo questo: “Organizzatore culturale”. Apperò! Di cosa, ahinoi, non è però dato sapere. Cosa organizza culturalmente il Mollicone? Raduni a Predappio? Marce su Roma? Rave party con techno music a cura di Fausto Leali? Chi lo sa. Si sa però che il Mollicone, mentre Giuseppe Conte parlava la scorsa settimana alla Camera, gli è passato dietro e ha mostrato con fare maschio il pollice verso, tipo imperatore romano. Evidentemente pensava d’essere Nerone, o molto più semplicemente una comparsa mesta del Bagaglino. La cafonata, che rafforza peraltro la sensazione che Giorgia Meloni abbia un sesto senso mefistofelico per la felicissima selezione dei suoi candidati, è stata condannata più o meno universalmente. Il “meno” è Franco Bechis, il Sallusti che non ce l’ha fatta, che dal sito clandestino dell’ancor più clandestino quotidiano Il Tempo ha plaudito la “beffa” (?) orchestrata dal Mollicone a danno del “dittatore sanitario” Conte.

Non poco ammirati di fronte a una simile escalation di coattume e truzzeria politiche, consigliamo ai meloniani, ma a questo punto pure a renziani e salviniani, di alzare ulteriormente la posta. Perché limitarsi? Liberate i vostri istinti peggiori sino in fondo! Per esempio, mentre Conte parla alla Nazione, potreste fare così.

1. Luciano Nobili gli passa dietro e grida: “Suka!”.

2. Ignazio La Russa invade la Polonia, possibilmente sulle note di Povia.

3. Senaldi si fa saltare in aria, metaforicamente, s’intende, urlando “O Feltri o morte!”. Sarebbe bellissimo. Grazie per tutta questa bellezza, ragazzi!

(Oggi sul Fatto)

6 replies

  1. I NEMICI DELL’ITALIA- Viviana Vivarelli.

    Salvini è stato capace solo di favorire i più ricchi, gli amici palazzinari o mafiosi e le cliniche private.
    Renzi favorì solo le banche corrotte a cui regalò 89 miliardi di euro, le lobbye di cui è al servizio e la Troika che vorrebbe farci fare la fine della Grecia e che pretende di schiavizzarci col MES.
    Entrambi si sono dimostrati nemici del popolo e soprattutto delle classi più deboli e povere.
    Entrambi hanno presentato emendamenti per impedire il rifinanziamento del reddito di cittadinanza che ha dato da mangiare a 3,5 milioni di persone in questo momento di pandemia. Il M5S ha respinto ogni modifica per garantire protezione sociale a chi è in difficoltà.
    L’Italia non ha bisogno di gente come la destra o come Renzi ma di chi fa il bene di tutti e rispetta i diritti civili e sociali, aiutando i più poveri.

    "Mi piace"

  2. Qualcuno non riesce a capire l’odio di Travaglio (e di qualche decina di milioni di italiani) contro Salvini/Meloni, ma che strano!
    Eppure si sono limitati a essere i più lavativi e assenteisti in ogni governo italiano e pure al Parlamento europeo, a cercare di governare peggio che potevano in ogni governo di cui hanno fatto parte, firmando le cose più oscene comeil MES o il Trattato di Berlino salvo ora rinfacciarle a chi non le ha mai volute a sostenere sempre et ubicumque il più delinquente dei delinquenti italiani,a insultare mezza Italia salvo fare voti di scambio con la parte più criminale e mafiosa, a cercare di cambiare la Costituzione accentrando il potere in modo dittatoriale, a creare zizzania e odio persino in tempi di Covid aizzando no mask e no vax, a intascare tangenti da due continenti e a rubare ai loro stessi elettori, a chiudere gli ospedali pubblici a favore della sanità privata, a scaricare i contagiati nei pensionati per vecchi, ad allearsi con i peggiori dittatori europei, a rovesciare ogni cosa che hanno detto nel suo esatto contrario, ieri erano contro la Tav oggi sono a favore, ieri firmavano il MES, oggi sono contro il MES, ieri volevano la secessione e mettevano il tricolore al cesso, oggi si mettono il tricolore sulla mascherina e si chiamano ‘patrioti’! E qualcuno dovrebbe ancora stimare questa gentaglia? Forse può farlo solo qualcuno che sia disonesto come loro.

    Piace a 3 people

    • @vviviana.v,
      tipo i disonesti fivestars destrorsi (usuropatori, traditori e pure un po buffoni?) che ci governano assieme e che stanno in europa coi tiranni amici dei leghisti ladri di 49milioni e chissà quant’altri milioni… e alla sedicente sinistra “protettrice” delle banche e dei banchieri bancarottieri…??
      ma per favore, basta con sta retorica da retrobottega in svendita… un po di coerenza non guasterebbe…!!!

      "Mi piace"

  3. LA BANDA DEI QUATTRO- Viviana Vivarelli.

    Ma ci rendiamo conto che sia il trio diabolico della dx che Renzi sono contro i più poveri? Vogliono tutti e 4 abolire lo stato sociale, gli ospedali pubblici, il medico di base. Vogliono tutti e 4 uno Stato accentrato a Roma con poteri forti. Vogliono tutti favorire i più ricchi e i più corrotti e ridurre la giustizia a brandelli.
    Ma come si fa a votare gente così?
    Non dovrebbe farlo nemmeno chi è ricco, prima di tutto perché la ricchezza è labile e oggi c’è e domani no (pensiamo alla crisi del ’29 e a quandi super ricchi si trovarono senza niente!), poi perché ci sono dei principi di giustizia sociale e di democrazia che uno dovrebbe ripettare anche se è ricco.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...