Conte chiude: è un dittatore. Lo fa la Merkel: che statista

(di Daniela Ranieri – Il Fatto Quotidiano) – La politica è subalterna alla scienza. Non può decidere il Comitato tecnico scientifico. È una dittatura a suon di Dpcm. Esercenti e imprenditori fanno bene a ribellarsi. Riaprire tutto. Voci nel deserto del primo lockdown e dell’estate di tregua. Le fabbriche devono riaprire prima di Pasqua. Poi il resto. I negozi, le scuole, le librerie, le messe; si torni sui banchi il 4 maggio (Renzi, 28 marzo). Conte come Orban (Sabino Cassese, Corriere, 14 luglio). In Italia nessuna emergenza sanitaria legata al coronavirus. Uno stato di emergenza senza emergenza è una contraddizione logica prima che politica (HuffPost, 28 luglio). La nostra classe politica, letteralmente nascosta dietro il parere degli esperti (Il Foglio, giugno). Speriamo che il capo dello Stato… ostacoli con tutti i mezzi a sua disposizione questa cosa insensata della proroga dello stato d’emergenza #pienipoteri (P. Battista, Twitter, 10 luglio). Questo (lo stato d’emergenza, ndr) doveva cessare per assenza del presupposto (l’emergenza) (Sabino Cassese, Il Foglio, agosto). L’infinita emergenza che serve soltanto a tenere in sella Conte (Linkiesta, luglio). Rischio democratura (M. Feltri, HuffPost, 11 luglio). Per governare non servono gli stati d’emergenza. I principi base di un Paese non prevedono l’uomo solo al comando. La proroga pone più di un dubbio (Giuliano Pisapia, luglio). La proposta di prorogare per tutto l’anno lo stato d’emergenza è per molti versi discutibile… sia con riguardo alle attuali circostanze epidemiche, che non paiono esigere questa misura; sia per il significato simbolico che assume (Carlo Galli, Repubblica, 15 ottobre). Conte continuerebbe a decidere questo e quello per come gli gira… forse l’emergenza non è tanto nel Paese quanto nel governo (M. Feltri, La Stampa, 11 luglio). Un presidente del Consiglio che chiede a cuor leggero la proroga dello stato d’emergenza… getta un’ombra sulla reputazione dell’Italia, facendolo apparire come un Paese in emergenza e malato (MS Gelmini, Fi, 24 luglio). Ho ribadito che la chiusura dei ristoranti alle 18 fosse sbagliata, e così quella di palestre, cinema, teatri (Bellanova, Iv, 27 ottobre). Non è giusto far chiudere attività come i parrucchieri o i ristoranti (Boschi, Iv, 17 ottobre). Il governo agisce sulla base della paura. Conte è un becchino. Siamo alla dittatura sanitaria (Cerno, Pd, a Libero, 12 novembre). L’ultimo sopruso di Conte. Il piccolo dittatore vieta il Natale (Il Tempo, 4 dicembre). Se il lockdown è inevitabile, meglio non perdere tempo e chiudere subito (MS Gelmini, 30 ottobre). Bene il passo indietro del governo sullo spostamento tra comuni a Natale. Era una proposta di Italia Viva fin dal primo giorno, finalmente ci hanno dato ascolto (Boschi, Iv, 10 dicembre). Fateci morire di virus ma non di fame (Il Riformista, 24 ottobre). La seconda ondata di Covid travolge l’Europa (TgLa7, 24 ottobre). Merkel annuncia il lockdown duro in Germania dal 16 dicembre (Agi, 13 dicembre). Chiusi bar, ristoranti, negozi, scuole, parrucchieri, centri estetici. Una Merkel commossa, esasperata ma anche estremamente lucida… ha fatto della razionalità la cifra dei suoi 15 anni alla guida della prima economia d’Europa (HuffPost, 9 dicembre). Un Paese serio (vari giornalisti su Twitter). Aspettando una Merkel italiana: la cancelliera e la forza della scienza. Così parla un leader, uomo o donna che sia (La Stampa 14 dicembre). A quel punto Merkel si è come trasfigurata… il tono a quel punto si è fatto personale, la voce spezzata dall’emozione. Ha studiato fisica nella Ddr (Corriere, 10 dicembre). Fatti. La Merkel con 590 decessi chiede di rimanere a casa. In Italia con 887 decessi si discute su come uscire ancora un po’ di più. Merkel chiede nuove restrizioni fino a metà gennaio in tutta la Germania e mentre ne parla al Bundestag quasi si commuove (Cerasa, dir. del Foglio, Twitter, 10 e 14 dicembre). Se ora si vuole seguire all’improvviso l’esempio della Merkel lo si faccia fino in fondo (Il Tempo, 14 dicembre). È ‘l’effetto Merkel’ che spegne quella euforia del governo della spinta ai consumi per sollevare l’economia. La curva del contagio scende, ma troppo lentamente. E a gennaio il governo ora teme la terza ondata (Linkiesta, 14 dicembre). Merkel, la mamma fragile di tutti noi (HuffPost, 13 dicembre). Il virus della coazione a contraddirsi. Il governo chiude: democratura, pieni poteri, uomo solo al comando, comanda la scienza, guardate alla Germania, dove è tutto aperto. Il governo riapre: i contagi risalgono, servono misure più restrittive. Merkel richiude: ci vorrebbe la Merkel, viva la scienza. Il governo richiude: Conte ci affama, deriva liberticida. E avanti così, ancora, per mesi.

13 replies

  1. Passati in sordina:

    «𝓡𝓮𝓿𝓸𝓬𝓪𝓻𝓮 𝓲 𝓹𝓻𝓸𝓿𝓿𝓮𝓭𝓲𝓶𝓮𝓷𝓽𝓲 𝓹𝓻𝓾𝓭𝓮𝓷𝔃𝓲𝓪𝓵𝓲, 𝓶𝓪𝓷𝓬𝓪𝓷𝓸 𝓲 𝓹𝓻𝓮𝓼𝓾𝓹𝓹𝓸𝓼𝓽𝓲 𝓭𝓲 𝓯𝓪𝓽𝓽𝓸»
    (Lettera di un gruppo di medici al Governo-inascoltati).

    «𝓤𝓷 𝓹𝓸𝓹𝓸𝓵𝓸 𝓬𝓱𝓲𝓾𝓼𝓸 𝓲𝓷 𝓬𝓪𝓼𝓪 𝓲𝓶𝓹𝓪𝔃𝔃𝓲𝓼𝓬𝓮: 𝓮̀ 𝓪𝓵𝓵𝓪𝓻𝓶𝓮 𝓹𝓼𝓲𝓬𝓸𝓭𝓮𝓶𝓲𝓪»
    (Paolo Giulisano)

    «𝓠𝓾𝓪𝓵𝓬𝓾𝓷𝓸 𝓬𝓲 𝓼𝓹𝓲𝓮𝓰𝓱𝓲 𝓲𝓵 𝓼𝓮𝓷𝓼𝓸 𝓭𝓮𝓵 𝓽𝓮𝓻𝓻𝓸𝓻𝓮, 𝓭𝓮𝓵𝓵𝓪 𝓹𝓪𝓷𝓭𝓮𝓶𝓲𝓪, 𝓭𝓮𝓵𝓵𝓮 𝓬𝓱𝓲𝓾𝓼𝓾𝓻𝓮, 𝓭𝓮𝓲 𝓝𝓪𝓽𝓪𝓵𝓲 𝓲𝓷 𝓼𝓸𝓵𝓲𝓽𝓾𝓭𝓲𝓷𝓮, 𝓭𝓮𝓵𝓵𝓮 𝓶𝓮𝓼𝓼𝓮 𝓼𝓹𝓸𝓼𝓽𝓪𝓽𝓮, 𝓭𝓮𝓵 𝓭𝓮𝓯𝓲𝓷𝓲𝓻𝓮 𝓲𝓶𝓶𝓸𝓷𝓭𝓸 𝓵𝓸 𝓼𝓹𝓮𝓽𝓽𝓪𝓬𝓸𝓵𝓸 𝓭𝓲 𝓬𝓲𝓽𝓽𝓪𝓭𝓲𝓷𝓲 𝓬𝓱𝓮 𝓲𝓮𝓻𝓲 𝓼𝓸𝓷𝓸 𝓾𝓼𝓬𝓲𝓽𝓲 𝓹𝓮𝓻 𝓰𝓵𝓲 𝓪𝓬𝓺𝓾𝓲𝓼𝓽𝓲. 𝓓𝓸𝓿’𝓮̀ 𝓵𝓪 𝓹𝓪𝓷𝓭𝓮𝓶𝓲𝓪? 𝓘 𝓭𝓮𝓬𝓮𝓼𝓼𝓲 𝓼𝓸𝓷𝓸 𝓲𝓷 𝓵𝓲𝓷𝓮𝓪 𝓬𝓸𝓷 𝓰𝓵𝓲 𝓪𝓷𝓷𝓲 𝓹𝓻𝓮𝓬𝓮𝓭𝓮𝓷𝓽𝓲.»
    (Patrizia Rametta)

    … se i morti per malattie respiratorie sono in linea con gli altri anni, (e prima o poi il dato diventerà palese), non lo sono i morti per 𝙘𝙖𝙣𝙘𝙧𝙤 (+13%), per 𝙞𝙣𝙛𝙖𝙧𝙩𝙤 (triplicati), 𝙥𝙚𝙧 𝙨𝙪𝙞𝙘𝙞𝙙𝙞𝙤 𝙤 𝙩𝙚𝙣𝙩𝙖𝙩𝙤 𝙩𝙖𝙡𝙚 (+40%). In aumento verticale le spicosi tra bambini e adolescenti. Le visite mediche GRATUITE rinviate per il vostro bene, ammontano a 4̲ ̲m̲i̲l̲i̲o̲n̲i̲; lo stesso non si può dire per quelle a pago. È d’uopo oramai per le visite intramoenia (le uniche accessibili, oltre quelle private), che gli operatori vi chiedano se avete l’assicurazione sanitaria. per il vostro bene, ovvio.

    Finalmente l’Italia torna ai vertici delle classifiche europee, con una doppietta di podi:
    maggior numero di decessi (truccare i dati ha delle conseguenze) e maggior calo del Pil.
    Un ottimo lavoro. Davvero.

    "Mi piace"

    • Cosa vol dire morti “per suicidio o tentato tale”? Chi TENTA di suicidarsi, non muore. Inoltre, non mi risulta che questi dati statistici ufficiali vengano pubblicati prima che l’anno sia finito. Posso chiedere dove li hai presi, in modo da poterli verificare, o almeno su che base sarebbero? Mensile (di quale mese?), semestrale, da inizio pandemia, o che altro? Non dirmelo, voglio indovinare. Sono buttati lì a casaccio da qualcuno che ha sempre la verità in tasca (solo quella che gli fa comdo, però. il visto che il dato dei morti per malattie respiratorie dev’essergli caduto fuori quando si è chinato per raccogliere la cacca del cane): se è così, evita pure di rispondere, as usual.
      Certo che farai l’opposto, mi permetto di consigliarti di prestare maggiore attenzione all’attendibilità delle tue fonti: ad una prima analisi, non paiono serie nè documentate.

      "Mi piace"

  2. Sicuramente se la Germania chiude, chiuderà anche l’Italia.
    L’Italia non può permettersi di alzare la testa se la Germania l’abbassa.

    "Mi piace"

  3. Quello che più gira le scatole è che, ora, se il governo chiude, è perché vuole IMITARE la MERKEL!
    Che la Merkel, casomai, si stia ispirando al nostro lockdown, visto che l’abbiamo fatto per PRIMI in Europa?
    Ma un po’ di dignità, questi squallidi pennivendoli…?

    Piace a 1 persona

  4. La puzzolente cacofonia di questo infernale cicaleccio mediatico, costituisce la più meschina tragicommedia all’italiana del XXI secolo.

    Inutile ripetere le ormai abusate formule retoriche sull’onestà intellettuale, etica e morale. Se c’è un luogo dove “la ragion d’esser nazionale” dà uno sfogo di sé particolarmente sintomatico, è nel mondo dell’informazione. Di qui, il disorientamento, la confusione e la mancanza di stupore, del domandarci il perché di questo orrore dei dittatori della pubblica opinione…

    Piace a 2 people

  5. E pensare che vogliono far cadere il Governo…
    Ma la cosa più atroce è che se dovessimo malauguratamente andare alle elezioni, questi signori avranno in mano il potere esecutivo. Chissà dove saremmo arrivati se lo avessero avuto già da prima.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...