L’onta lunga del covid

(Massimo Gramellini – il Corriere della Sera) – Federica Pellegrini non riesce a capacitarsi che le sia toccato proprio adesso, Mariastella Gelmini giura di essere stata «superattenta», Valentino Rossi ci tiene a far sapere di avere fatto del suo meglio per rispettare le precauzioni. Non si era mai visto un paziente giustificarsi e chiedere quasi scusa per essersi ammalato, ma il Covid non è una malattia come le altre.

Lo abbiamo raccontato come un giudizio divino, che, almeno tra i famosi, colpiva in prevalenza gli sbruffoni, per cui chiunque lo prende si sente in dovere di protestare la propria innocenza. Il malato teme di passare per traditore e per potenziale untore, e mentre in qualunque altra malattia starebbe in pena in sé, in questa finisce per essere quasi più preoccupato da quello che penseranno gli altri. I vip della politica e dello spettacolo hanno paura di apparire disattenti e strafottenti, gli sportivi si sentono offesi in quella che è la loro attrezzatura di lavoro, il corpo.

Ma su tutti, famosi e non, sportivi e non, aleggia la sensazione di una punizione divina e di un giudizio sociale che non hanno ragione di esistere, se non nelle ossessioni dei terrorizzati, che ai miei occhi hanno la stessa credibilità dei loro contraltari negazionisti. Il Covid non è la peste né un castigo biblico, ma un virus molto contagioso da cui dobbiamo proteggerci meglio che si può e per quanto si può. Sapendo, però, che risultare positivi al tampone non solo non è una sentenza di morte. Non è nemmeno una nota di biasimo.

Categorie:Cronaca, Editoriali, Interno

Tagged as: , ,

2 replies

  1. Mamma mia! Gramellini scende in campo a difendere questi idioti che vivono una vita parallela sui social in cui devono spiegare il perché di tutto e tira fuori il giudizio divino e lo stigma sociale. Chissenefrega di sta gente non ce lo metti?
    Ad ogni modo avrei da eccepire su “Valentino Rossi ci tiene a far sapere di avere fatto del suo meglio per rispettare le precauzioni”.
    Cioè il meglio di Valentino Rossi è in moto, abbi pazienza ma dubito fortemente che sappia attenersi a 3 regole: mascherina, distanziamento e lavaggio mani. Idem per Maria Star e per gli altri idioti.

    Piace a 1 persona

  2. Gramellini fa finta di non sapere che i tanti che deridevano le precauzioni ( per strafottenza, per interesse economico, perché Sgarbi) non sono amati da quelli che non vogliono ammalarsi e devono pagare le spese sanitarie per i capaci e competenti contagiati. Chi si ammala teme di essere confuso con loro o forse con l’articolista.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.