Vittorio Feltri: “Trattano le donne come ciabatte e il governo li mantiene”

(Vittorio Feltri – liberoquotidiano.it) – Si continua a predicare che urge un piano volto a favorire l’integrazione degli stranieri che giungono in Italia. In effetti sarebbe opportuno, anzi risolutivo, che gli immigrati riuscissero ad assimilare la nostra cultura e soprattutto i nostri costumi. Il minimo che ci si aspetta dalle persone che ospitiamo è che si adeguino agli stili di vita caratteristici della terra in cui sono venuti a costo di rischiare la vita in mare. Sarà banale, ma se inviti qualcuno a casa tua (o se questo qualcuno si “autoinvita”), pretendi che si comporti in modo civile. Da noi invece succede un fatto assolutamente disdicevole: si trasferiscono tunisini a Roma e a Milano o altrove e molti di loro si distinguono in attività criminali; pervengono islamici dal Medioriente e non si sognano neppure di sposare le nostre abitudini, trattano le donne come ciabatte, impongono alle figlie di non inserirsi nel contesto sociale che abbiamo costruito in cui la parità dei generi è accettata da chiunque abbia un cervello normale.

Insomma, la famosa e auspicata integrazione resta un miraggio. E ciò rende la convivenza degli extracomunitari con noi assai problematica, se non impossibile. Né mi sembra di capire che i musulmani siano disposti a rinunciare al loro assurdo bigottismo e ad abbracciare le regole in auge da queste parti. Da qui la certezza che la legge cosiddetta ius soli, che la sinistra desidera introdurre in fretta, sia destinata ad aggravare e non a risolvere i problemi perniciosi derivanti dai continui sbarchi sulle nostre coste. L’Italia è già alle prese con una serie impressionante di grane, non sarebbe il caso di aggiungerne altre. Eppure, a questo punto, siamo convinti che il governo disgraziato che ci tocca avere farà di tutto per peggiorare la situazione. Esso sta lavorando alacremente allo scopo di eliminare i decreti sicurezza e si impegnerà per spalancare le porte agli africani assicurando loro il mantenimento oltre alla cittadinanza. Peggio di così non potrebbe andare. 

2 replies

  1. Ecco un’altra chicca del Feltri pensiero, come al solito pateticamente qualunquista.

    “Molti di loro si distinguono in attività criminali”? Chi, quanti, dove, come?

    Detto poi da uno che lavora(va) per Berlusconi, che è noto per frode fiscale, amico degli amici, paga le donne (mica come le ciabatte) per “evitare di prostituirsi” (hahaha), va con le minorenni, manda una consigliera regionale a prendere una minorenne senza documenti con migliaia di euro in contanti è come una troia che desse della puttana ad una suora.

    Ma oramai Feltri ci ha abituato alla sua onestà intellettuale al soldo del miglior offerente, grosso modo come le donne di Silvio.

    "Mi piace"

    • Mi ero ripromesso di saltare sempre e comunque gli scritti di questo pseudogiornalista, per non perdere inutilmente 30 secondi della mia vita durante i quali posso far benissimo mille altre cose molto più interessanti tipo sputare in aria cercando di scansare la saliva che ricade causa gravità, produrre flautolenze, ruttare come se non ci fosse un domani…..ma confesso che quando ho letto il titolo del nostro eroe… “trattano le donne come ciabatte ed il governo li mantiene” pensavo che, finalmente, colto da un improvviso bisogno di autocritica, quello che appare all’improvviso quando si è parecchio avanti con gli anni, per intenderci, il Feltri avesse scritto di sè stesso e delle sue immemorabili porcherie verbali contro le donne di cui si fa vanto in tv e sui giornali!!!
      Invece parlava di “immigrati”!!!!
      Ora i conti tornano.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.