Di Battista: “Più grande sconfitta della storia M5S”

(adnkronos.com) – “Io credo che sia stata la più grande sconfitta della storia del Movimento 5 Stelle”. Lo dice sulle elezioni regionali Alessandro Di Battista in una diretta Fb. “Abbiamo perso ovunque, sia che andassimo da soli o in coalizione”, afferma. “Se c’è una cosa sgradevole del giorno dopo le elezioni è che sembra sempre abbiano vinto tutti. Così non è, occorre affrontare la realtà con onestà intellettuale e lucidità”, esordisce.

“Partiamo dal referendum: io ero molto scettico sulla possibilità di portare a casa queste riforme. Il 70% dei voti del referendum non possono essere considerati solo un successo del Movimento 5 Stelle. Occhio, ci andrei molto cauto: rischiamo di commettere un errore. Se il 70% ha votato sì, vuol dire che il quesito era giusto, comprensibile. Gli italiani hanno apprezzato che si intervenisse in maniera precisa e puntuale sul calderone. Ma è altrettanto vero che tante persone che hanno votato sì non apprezzano il Movimento, magari lo detestano. Un eccesso di esultanza è fuorviante, non credo sia giusto”, afferma.

“Passiamo ai risultati del Movimento 5 Stelle: io credo che sia stata la più grande sconfitta della storia del Movimento 5 Stelle. In Campania passiamo dal 17% al 10%, due anni fa il Movimento in Campania sfiorò il 50% alle Politiche, abbiamo eletto decine di parlamentari. E’ campano il ministro degli Esteri, è campano il presidente della Camera, è campano il ministro dell’ambiente, è campano il ministro dello Sport”, prosegue.

“In Puglia, dove c’erano candidati facilmente colpibili sulla questione del voto clientelare, siamo passati dal 17% al 10%. In Puglia ci sono andato io, abbiamo straperso -osserva ancora-. In Liguria siamo andati in coalizione con il Pd, siamo passati dal 22,3 al 7,8. Nelle Marche, da soli, passiamo dal 19 al 7%. In Veneto c’è un’enorme debacle: si passa dal 10,4 al 2,7, da 5 consiglieri regionali a zero, non potremo fare nemmeno opposizione”. “In questo momento, parlare di alleanze è profondamente sbagliato”, dice allargando il discorso. “Non è questo il tema del momento, il tema principale è la crisi identitaria del Movimento: è innegabile, non si tratta di essere disfattisti. Il sogno al quale hanno creduto tante persone oggi è in crisi, tantissime persone non ci credono più. Molti non sanno perché votare il Movimento, che si indebolisce sempre più: questo mi preoccupa”.

“Tra 2 anni e mezzo, quando si rivoterà, sarà più facile la restaurazione. E’ vero che il Movimento ha commesso errori e determinate promesse non le ha realizzate, ma abbiamo fatto tanto cose buone e ho paura che verranno cancellate”, dice guardando al futuro in cui “i portavoce futuri del Movimento in Parlamento assisteranno quasi muti allo smantellamento di una serie di successi portati a casa in questi anni”. “Non è questione di nomi -sottolinea- ma di identità, che si ricostruisce esclusivamente attraverso gli Stati Generali. Tutti si devono poter esprimere per una nuova agenda per ricostruire la comunità. Se se ne vanno gli attivisti, non resta niente”. “Il problema non è nemmeno la leadership forte, come qualcuno ha detto. La leadership forte c’è stata e il Movimento ha dimezzato i voti, con una sconfitta epocale alle Europee. Non si tratta di essere disfattisti, abbiamo perso dovunque -ribadisce-: dove sono andato io, dove non sono andato, dove abbiamo fatto i moderati, dove abbiamo fatto i duri e puri, dove abbiamo fatto una coalizione. Evidentemente c’è un problema se i cittadini non partecipano più al progetto. Non si può nascondere la polvere sotto il tappeto”. La soluzione sono “gli Stati Generali, senza blitz, senza cambiamenti di organi collegiali, il ‘chi’ viene dopo. Si può mettere De Gaulle a capo del Movimento, e nessuno lo è, ma senza identitià non si prendono voti”.

26 replies

  1. Ogni tanto Di Battista mi sorprende. Bravo una analisi lucida e spero sincera
    Il movimento cinque stelle è stato portatore di un sogno, l’anarchia di un sogno a cui in tanti hanno creduto. Una ventata di aria pura che facesse pulizia nella malsana politica italiana liberandola dalla ortodossia dello status quo, ossia la convenienza e il malaffare della convivenza elitaria.
    Ben presto si sono rivelati una illusione, i grillini, banalmente perché sono diventati come gli altri. Con gli stessi interessi degli altri, e si possono fare tutti i distinguo che si vogliono ma la sostanza è questa.
    L’identità che cerca Di Battista quale sarebbe, boh quella che non esiste quando si è al potere. Lui parla di una utopia forse senza rendersene neanche conto ma mi è piaciuto lo stesso per la moderazione che ha usato nei toni.

    "Mi piace"

  2. Bravo Dibba, concordo. E proprio sull’organizzazione degli stati generali e la creazione (o il recupero) dell’identita’ ti dovresti concentrare. Capisco i tuoi interventi degli ultimi giorni contro il voto disgiunto ma ormai era troppo tardi e controproducente…

    La frase chiave dell’intervento e’ questa: “abbiamo perso dovunque -ribadisce-: dove sono andato io, dove non sono andato, dove abbiamo fatto i moderati, dove abbiamo fatto i duri e puri, dove abbiamo fatto una coalizione”. Appunto che cosa e’ il m5s oggi? Quali e quante sono le sue anime? Qual e’ la linea politica? Siamo passati da un partito caserma dove chi apriva bocca veniva cacciato ad uno in cui 20 “leader” hanno 20 posizioni diverse.

    Ma piu’ di tutto, dove sono i temi e programmi per transofrmare il paese nei prossimi anni? Nessuno nega i successi del movimento in questi due anni di governo, ma le riforme sono le stesse disegnate 5-6-7 anni fa. Un partito non ha futuro se non riesce a modellare una visione a lungo termine chiara e spendibile. Quindi, testa basa sui temi (che sono poi quelli che hanno regalato il grande successo del 2018). I temi portano i voti e solo con i voti in tasca ha senso parlare di alleanze e contratti.

    Piace a 1 persona

  3. Di Battista i sogni restano sogni, la realtà è un’altra cosa , quando lasci lo strumento per 2 anni per
    dedicarti alla pettinatura delle rondini, devi lavorarci tre volte tanto per riprendere il livello originario. I tuoi parametri sono inadeguati ai tempi, non stare in pena è in atto una evoluzione positiva. Bay

    "Mi piace"

  4. Sono d’accordo con Andy, il problema è proprio quello di non aver avuto una linea valida per tutti ma tante correnti a seconda della “convenienza”. E’ arrivata l’ora per il M5S di crescere davvero per riportare al primo posto i temi, ma soprattutto per preparare i suoi membri ad un’attivismo e visibilità mediatica completa. Alla fine le persone che prendono più voti sono quelle più “famose”, sempre interpellate in ogni occasione, presenti in tutti i talk e nel web con comunicazioni giornaliere. Guardate De Luca che col suo video quotidiano anche piuttosto comico e privo di seri contenuti, è riuscito ad ottenere quel senso di simpatia e familiarità che ha spinto la maggiornaza dei campani a rivotarlo, a prescindere da tutto il resto. La differenza sta nel costante apparire e simpatizzare con le persone, sia sulle piazze che sulla tv, giornali, social ecc.. Senza questo costante martellamento da parte neanche di un solo leader, ma di una numerosa e valida squadra, i buoni propositi, il buon programma, le buone Leggi, le vittorie ottenute ecc., non servono a niente, anche perché nessuno le conosce.

    Piace a 1 persona

  5. Il solito Cazzone.
    Qual è la sua analisi?
    Che il M5S ha perso le elezioni.
    Estiqatsi!!!
    Nessuno se n’era accorto. Mancava la lucida analisi del DIBBA.
    Chi ci aveva creduto si attenderebbe l’individuazione delle cause e dei colpevoli. Veder volare i coltelli.
    Comunque, visto che questo turista sul triciclo non vuole inimicarsi il residuo corpo elettorale che dovrebbe assicurargli un altro giro di giostra, comincio io.
    Elenco.
    1) L’errore primario, tragico e ingenuo è stato il contratto con il capitone.
    Immediatamente il fannullone razzista ha dettato l’agenda sterilizzando di fatto l’imponente gruppo parlamentare pentastellato.
    I vostri ruoli da utili idioti che andavano a coprire e giustificare le intemperanze e le speculazioni di personaggi come Borghi e Savona, ARRICCHITISI ALIMENTANDO UNA SPECULAZIONE AL RIBASSO CONTRO L’ITALIA, PROVOCANDO LA FAMOSA IMPENNATA DELLO SPREAD E CONSEGUENTE RECESSIONE.
    2) Aver inconsapevolmente innescato il lancio in orbita del capitone, lasciando che si mettesse in cima ai problemi da affrontare quello DELL’INESISTENTE invasione africana, alimentato diffondendo un clima di paura e di odio razzista verso i neri.
    3) L’ignoranza diffusa, non solo scolastica, ma soprattutto da mancanza di esperienza. Uscite avventate e demenziali di personaggi come Di Maio, la Castelli, Sibilia, lo stesso DIBBA.
    4) L’approccio sciaguratamente dilettantesco, misto di faciloneria, di pressapochismo alla complessità di realtà su cui si sono ritrovati catapultati a decidere e indicare direzioni e soluzioni.
    5) La presunzione, l’arroganza e la maleducazione in certi atteggiamenti da teppisti.
    La richiesta dell’impeachment, non previsto nel nostro ordinamento costituzionale, verso il Presidente Mattarella per indurlo ad accettare quello speculatore di Savona. O i viaggi in Francia in appoggio alle fazioni violente e parafasciste dei Gilet Jaune da parte del VICEPRESIDENTE DEL CONSIGLIO, NON CHE BIMINISTRO E CAPO POLITICO DEL PRIMO PARTITO. Un affronto vergognoso verso il governo francese. Una cosa MAI VISTA dai tempi dei sorvoli di D’Annunzio sulla Trieste austro-ungarica. PROVOCAZIONE A CARICO PURE DEL DIBBA, che poi ha insistito con tanta ignoranza parlando del franco CFA.
    6) Il ripudio di alcune promesse effettive di cambiamento fatte in campagna elettorale. Io mi attendevo un insediamento al governo con persone che GIÀ sapessero il da farsi. Parlando di Miliardi mi sarei aspettato una gestione sicura e senza tentennamenti dei piani d’azione prestabiliti.
    Invece non c’era nulla, tutto si è concluso nell’occupazione famelica di poltrone.
    Di Maio ha avuto due ministeri di peso, di grande visibilità ma gestiti con risultati DISASTROSI.
    7) Meet up distrutti. Le voci critiche soffocate ed espulse. La partecipazione diretta una chimera. La piattaforma Rousseau NON CERTIFICATA una gigantesca presa per il Q.lo. I personaggi cooptati in lista dal capo politico, con la stessa logica di un Renzi qualsiasi, a danno di storici attivisti premiati dalle clickarie e che sono stati i primi a voltargli le spalle.
    8) L’insofferenza alle critiche, alla gestione verticistica troppo vicina ad un modello di destra.
    Le sceneggiate messe in piedi per festeggiare rumorosamente qualche provvedimento bandiera.
    9) La mancanza di prospettive, di nuove parole d’ordine che potessero emergere dal basso, da chi è a contatto con i territori. Ma avendo reciso le radici ci si è ridotti alla difesa delle poltrone conquistate e delle relative prebende. Aridità da pancia piena, sorda ai lamenti degli esclusi.

    Ma tu DIBBA, nel frattempo cosa caxxo stai facendo?
    Giri in mezzo alla popolazione o continui a farti mantenere? Da chi e come?
    Vista l’insipienza degli attuali eletti, non sarebbe opportuno appoggiarsi a che è più competente a maneggiare materie delicate?
    Ti contraddistingui per essere un formidabile parolaio contestatore. Ma quali sarebbero le tue soluzioni? REALIZZABILI CONCRETAMENTE e non alla Carlona maniera per riprendersi la scena come partito di riferimento?
    Mi fermo per stanchezza. Ma potrei scrivere un libro se volessi approfondire.

    "Mi piace"

    • 1) Errore anunciato perché Di Maio aveva detto che avrebbe fatto accordi in caso di non maggioranza, ma che Salvini abbia dettato l’agenda è un’idiozia visto che 9 provvedimenti su 10 erano del M5S;
      2) L’hai detto, inconsapevolmente e grazie ai media che rilanciavano continuamente le sparate di Salvini;
      3) Tutti troppo giovani, non puoi fargliene una colpa, perché allora avremmo dovuto rivotare Berlusconi, ti sarebbe piaciuto di più?
      4) Questa è una tua opinione che non condivido;
      5) Vedi punto 3, errori dovuti all’inesperienza, ma l’arroganza e maleducazione l’hai vista solo tu, tutti i leader parlano con sicurezza anche se sbagliano, altrimenti non farebbero i leader;
      6) Altra idiozia perché primo, trascuri ancora una volta che non era da solo a governare e secondo, non è affatto vero che non c’era nulla altrimenti non avrebbero realizzzato la metà del programma;
      7) Sui meet up posso darti ragione ma sulla piattaforma Rousseau non certificata smetto di risponderti perché non c’è verso di fartelo capire;
      8) Infatti Di Maio si è dimesso per evitare le critiche e le sceneggiate fanno parte della politica, le fanno tutti i partiti a fronte di vittorie, non è una colpa se ultimamente festeggia solo il M5S anzi;
      9) Altra fandonia perché, proprio per rilanciare il Movimento dal basso, sono stati pensati i facilitatori: certo non hanno sortito granché, si poteva fare di più e meglio, ma comunque c’ha provato.
      Dibba infine si fa pagare onestamente per il suo lavoro, chiedilo a Travaglio. Per i competenti invecve sto ancora aspettando il tuo contributo visto che come formidabile parolaio contestatore non sei da meno.

      "Mi piace"

      • 1) Un fine stratega avrebbe puntato al ritorno alle urne a giugno, per mirare a 40%e al relativo premio di maggioranza previsto dal rosatellum.
        2) Hai il 32% di parlamentari. NON TI FAI PlSClARE IN TESTA da chi ha la metà dei tuoi voti. Ma è comprensibile l’ansia da prestazione e la voglia smodata di poere e poltrone da occupare.
        3)OBIEZIONE RESPINTA. Vai al potere e DEVI SAPERE IN ANTICIPO QUALE SIA IL TUO PROGRAMMA DA SEGUIRE. Nei cinque anni all’opposizione precedenti hai fatto esperienza E NON TI FAI TROVARE IMPREPARATO. Invece si è lasciato spazio all’improvvisazione.
        4)Non è una mia opinione, ma la modalità con cui si sono mossi è sotto gli occhi di tutti.
        5)Inesperienza comportarsi da TEPPISTA. Ma veramente credi a quel che hai scritto? Ma te lo immagini un ministro dell’industria francese o tedesco andare a fare bordello tra i contestatori più violenti in un altro stato? Ma come sei tarato?
        6)Ma taci tu lDlOTA. Stiamo parlando della settima potenza industriale a livello planetario. E’ OBBLIGATORIO AVERE UN PROGRAMMA PRECISO E LO IMPONI A CHI HA LA META’ DEI TUOI PARLAMENTARI.
        7)La piattaforma Rousseau NON E’ CERTIFICATA. E’ stata bucata più volte da un hacker “buono” che ha donato alla casaleggio srl i dati sensibili degli iscritti. Inoltre sarebbe opportuno e obbligatorio certificare le procedure di votazioni per non fornire alibi a chi pensa che sia manipolabie.
        PERCHE’ NON VIENE CERTIFICATA? Hai presente i famosi ISO 9000 e qualcosa?
        8)C’è poco da festeggiare se, al di là delle buone intenzioni, le leggi vengono poi scritte con i piedi. 1 VALE 1, nel mondo degli ignoranti forse, E’ INAMMISSIBILE PER LA NAZIONE ITALIANA
        9) CHIIII? I FACILITACHE? Ma piantala di difendere questi poltronari fortunati. I principi su cui è nato il M5S SONO STATI TRADITI. Oggi la ridotta parlamentare pensa principalmente ad incassare l’emolumento mensile. Ovvio che sia giunto il momento di dirsi le cose in faccia LIBERAMENTE. Che il nuovo gruppo dirigente VENGA ELETTO con un sistema tradizionale di carta e penna, senza passare DALLA TRUFFA DELLA PIATTAFORMA ROUSSEAU. Solo con questo metodo a garanzia dell’anonimato e al riparo delle vendette dei capetti sarà possibile far emergere il pensiero degli eletti.
        SENZA PRESSIONI E RICATTI INDEBITI.

        "Mi piace"

  6. – la notevole preparazione scientifica di molti eletti non coincide con la necessaria conoscenza tecnico-giuridica degli apparati parlamentari/statali/europei
    – troppi eletti hanno creduto davvero all’iperbole “uno vale uno”. Non è così: un professore universitario ha un ” peso” diverso da quello di un’agitatrice dei centri sociali.
    – il fallimento della piattaforma Rousseau per la selezione degli eletti e la mancanza di un ” cursus honorum”.
    – al Sud il rdc è stato inteso come ” soldi gratis”, quando si visto che era una cosa seria, i voti sono tornati ai soliti notabili feudali, più o meno mafiosi.
    Trovo invece sbagliata la ricerca/proposta di nuovi obbiettivi. Quelli esistenti bastano e avanzano. Eliminare i decreti Salvini significa avere Milioni di Africani dall”oggi al domani in casa. Chi non vede il problema non fa la spesa al supermercato che pullulano di giovani, sanissimo , aitanti ” migranti” che chiedono l’elemosima che spartiscono con gli scafisti mafiosi.
    L’ERRORE PRIMARIO è stato quello di mettere alla presidenza un Foa che non ha garantito alcuna imparzialità. Mi domando perché non l’abbia fatto ed essendo Romano e malizioso ho i peggiori sospetti.

    "Mi piace"

    • Caro Paolo
      di solito metto “mi piace” ai suoi interventi. Con questa affermazione “Eliminare i decreti Salvini significa avere Milioni di Africani dall”oggi al domani in casa.” non le sembra di esagerare? Milioni? Dall’oggi al domani? A colpi di circa 300 a barcone, un numero enorme, ci vogliono circa 3500 barconi.

      I vari decreti del cazzaro verde in realtà hanno aumentato gli immigrati clandestini in circolazione, non certo ridotto. Qui in Germania nel 2015 sono arrivati davvero milioni di profughi. La prima cosa che il governo ha fatto è stato assicurarsi che imparassero il tedesco. Gente in giro a chiedere l’elemosina? Non ne ho mai vista. Ragazzi lavorare la sera in pizzeria che di giorno studiano all’università? Qualcuno l’ho conosciuto e amici mi dicono che ce ne sono parecchi. In particolare uno mi ha raccontato i suoi piani: lavorare 4-5 anni qui per restituire con le tasse quanto la Germania ha fatto per lui e poi tornare in Siria a lavorare come ingegnere elettrico e aiutare il suo paese distrutto. Potrei parlare per ore su questo tema…

      Piace a 2 people

      • già uno che paragona l’organizzazione tedesca a quella italiana la dice lunga. I tedeschi han preso eslusivamente siriani-istruiti con delle competenze, noi raccattati africati buoni solo a fare una buca e poi tapparla.

        Il fenomeno migratorio è TALMENTE ENORME che solo un imbecille come te può buttarla sul razzismo. Se c’è una cosa che non c’entra un CAZZO col razzismo di questi ENORMI flussi umani sono i numeri, ma tu i numeri non li conosci.

        Hai idea di cosa sia un miliardo e mezzo di persone che continuano a moltiplicarsi come criceti allo stato brado?

        E tu pensi, GENIO ASSOLUTO, che un paese di poco più di 50 milioni tra vecchi, bambini, morti di fame e senza lavoro possa ACCOGLIERE alla saviano maniera raccattati da ogni parte del mondo? Oppure pensi di avere un tessuto industriale paragonabile a quello tedesco con aziende tutte medio-grandi dai 100 dipendenti in su?

        Il caso del siriano che torna in siria, lascitelo dire è proprio una stronzata. Quindi se ne arrivano un milione, poi il 90% riparte per l’africa? Mi sembri proprio un IMBECILLE, altre parole non ne ho.

        Oppure pensi che li istruiamo tutti noi, ora che abbiamo anche i nuovi banchi, così poi potranno tornare da dove sono partiti per ricostruire il loro paese?

        Alice nel paese delle meraviglie in confronto a te è una cosa seria. Andrebbe letto e poi applicato per risolvere TUTTI i mali del mondo.

        "Mi piace"

    • @paolo diamante Roma
      ….e figurarsi se non ci stava il luogo comune: sud=“soldi gratis “, e che i voti tornano “ai mafiosi”.
      A parte che la mafia ora sta più al nord e al centro ( dive girano i soldi veri).
      Ci sarà stato giusto “qualcuno” così duro di comprendonio da non aver ascoltato fino alla nausea da di Maio e tutti gli altri in campagna elettorale che il Rdc era una integrazione al reddito e se non subito il lavoro, dovevano rendere delle ore lavorative al comune di residenza, ma non tutto il sud !
      Continuiamo così , col razzismo territoriale , andremo lontano!!!

      Piace a 2 people

  7. L’errore primario è stato lo zerbinaggio di Di Maio nei confronti di Salvini e il voto favorevole nel caso della Diciotti.
    Era evidente sin dal primo giorno del governo giallo-verde che il cazzaro verde aveva un solo obiettivo e se l’ho visto io, come ha fatto a non vederlo Di Maio? Da un leader mi aspetto maggior capacità d’osservazione, soprattutto dopo la fantastica campagna elettorale che ha portato il M5S al 34% dei voti. I tentativi di riparare in occasione delle europee sono state la pezza peggiore del buco perché sembravano falsi.
    Adesso non fa bene questa moltitudine di voci e il contributo di Di Battista a questa sconfitta è certamente rilevante. Nel momento di mostrarsi unito, il M5S somiglia ai vari partiti di sinistra degli ultimi vent’anni, quelli in cui N correnti litigavano per spartirsi qualcosa che non avevano ancora vinto… e che poi è andato ai vari governi B.

    Piace a 1 persona

    • parli che sei un BUON osservatore, invece mi sembri un gran TONTO.

      Allo stato attuale, col pezzo di merda verde al 20% (del 50%), con zaia che ha l’accetta in mano per farlo fuori tu critichi chi critica la sceltta SCELLERATA di eliminare i decreti sicurezza???

      Mi sembri proprio scemo. Il piddi non aspettava altro: far rinascere il pezzo di merda verde dalle ceneri uccidendo il m5s, perchè i responsabili ADDITATI di un eventuale abrogazione dei cosidetti decreti sicurezza sarebbero proprio i 5 stelle, che perderebbero altri voti, vagonate di voti. Il mio di sicuro.

      Si è detto più volte di RECEPIRE le correzioni di mattarella, quello deve essere fatto. POI BASTA.

      Come osservatore, lasciatelo dire, non sei buono nemmeno a vedere i piccioni scacciati dalle macchine sulle strade. Dammi retta, lascia perdere.

      "Mi piace"

      • Andrea, il dr. Mascaro non abbisogna di difensori. In ogni caso non si possono accettare commenti insultanti e che vadano fuori delle regole accettate e condivise dalla stragrande maggioranza degli interventori.
        Si può non essere d’accordo, ma la cortesia è un obbligo. La segnalerò ai moderatori.

        Piace a 2 people

      • “…In ogni caso non si possono accettare commenti insultanti e che vadano fuori delle regole accettate e condivise dalla STRAGRANDE MAGGIORANZA DEGLI INTERVENTORI… (cit.)” …AHAHAHAHAHAHA…. La frutta quando è marcia cade da sola dall’albero, non occorre nemmeno far la fatica di staccarla…. AHAHAHAHAHAH…. Che grandi miserie, Sig. Diamante, che grandi tristi miserie…
        PS… Pensa a volte l’ironia della sorte: “interventore” in origine aveva il significato di “visitatore importuno”, perfetta descrizione delle “vergini violate” nelle quali si inserisce di forza anche il Sig. Diamante…. ahahahahah….

        "Mi piace"

  8. Io non vedo nessun pessimismo, Dibattista lei è una persona vitale per i 5s, lei dimaio, toninelli, avete inventato Conte il miglior pdc che io ricordi( voto da 37 anni)
    Non cada come calenda bonino e renzi nella tentazione di nuovo partito
    Si sono fatte cose in questi 2 anni eccezionali che riguardano i poveri, i lavoratori, i disonesti
    Si è sbattuto la porta in faccia ai potenti( benetton)
    Si è fatto accordo con la cina anticipando Francia e Germania
    Si è gestita emergenza pandemia (OMS ieri ci ha preso come modello mondiale)
    Conte è notevolmente visto dall’America e dall’UE
    HA STRAPPATO 209 MILIARDI, non lo dimentichi
    Noi siamo i fatti gli altri le chiacchiere
    Ieri tal pieroiula in un post ha sintetizzato benissimo l’elettorato 5s
    Berlusconi dopo governo di disastri consegnò l’Italia alle regionali 17-3 agli odiati comunisti che tronfi vinsero per 20000 voti le nazionali
    La partita da giocare( come le olimpiadi) è nel 2023, voi concentratevi sull’obiettivo, ci sta una sgambatura sbagliata, fuori forma
    Ottimismo, e pluralità, buon senso
    No vittimismo

    "Mi piace"

  9. Di Battista ha fatto una disamina pacata e senza astio, almeno in questo articolo, dei motivi, secondo il suo punto di vista, della deblacle elettorale dei cinque stelle; perciò l’ho definita lucida non certo per la conta dei numeri.
    Poi è seguito , da parte degli interventori, l’elenco delle cose benfatte e delle cose malefatte, degli errori, delle alleanze, dei meriti e demeriti di questo partito, esprimendo ognuno le proprie convinzioni, asserendo le sue verità. Si può essere d’accordo o in disaccordo, ma la dialettica è sempre una buona cosa e bene ne sia la vivacità.
    Delle cose fatte dai cinque stelle ritengo in assoluto la peggiore l’approvazione dei decreti sicurezza. Con Il secondo in più che introduce norme contro i migranti assolutamente riprovevoli. Non ha fermato l’immigrazione ed ha aumentato la clandestinità. Ha creato un’orda di invisibili senza identità che sopravvive di miseria senza un nome un’età un’origine. Preda di chiunque ne voglia sfruttare la peculiarità di uomini che non hanno più niente da perdere. Non ha creato un sistema di rimpatri su larga scala che era l’unico motivo per giustificarli.
    L’immigrazione è un problema troppo grande e complesso che non si può fermare con due decreti di una singola nazione ma che si può solo regolare con la concertazione di tante. Ripeto regolare perché l’immigrazione non potrà fermarsi.
    Poi a chi dice che qui arrivano migranti che non sanno fare niente voglio rispondere: ma che sapevano fare gli italiani che nel secolo passato emigravano in America, in Argentina, in Australia, in Svizzera, in Germania in Inghilterra. Imparavano se gli davano la possibilità di farlo.

    Piace a 1 persona

    • @Fabio
      Si è fatto accordo con la cina anticipando Francia e Germania
      MA SEI SERIO???

      La Francia e la Germania sono presenti in Cina da più di vent’anni. Hanno venduto loro treni veloci, vi producono automobili, ed infatti la cina è il primo mercato per Mercedes e Volkswagen, hanno impiantato reti distributive.
      Tutti sanno che NON SONO LEGHISTA, ma ricordo che da ministro dell’Agricoltura Zaia firmò un accordo con Auchan e Carrefour per vendere le nostre eccellenze enogastronomiche attraverso le loro reti in Cina.
      Infatti a partire dal 2011 è cresciuto esponenzialmente l’export del crudo di Parma, Parmigiano Reggiano, vini e quant’altro verso la Cina.
      La verità, come al solito, è che l’Italia come classe politica HA DORMITO,anche quando si è trattato di andare a difendere l’interesse nazionale nelle sedi europee.
      Un esempio su tutti per chiarire il concetto. La mozzarella di latte vaccino è oggi il formaggio fresco più venduto in Europa. Ma la classe politica pre-tangentopoli non si pose MAI il problema di proteggere questa eccellenza richiedendone la certificazione di prodotto DOP. Oggi IN ITALIA, consumiamo mozzarelle Galbani, gruppo Lactalis, prodotte in Slovacchia.
      Abbiamo per lo meno ottenuto la certificazione per la mozzarella di bufala campana.
      Sarai una brava persona ma un tantino ingenua se ti fidi dell’essere umano a scatola chiusa.
      Ti sarai accorto che tanti, troppi, hanno utilizzato il movimento per farsi i caxxi propri.
      I primi furono i due tarantini. Labriola e Furnari, che a giugno 2013 si inventarono una scusa per abbandonare immediatamente il partito e tenersi le previste indennità da restituire.
      E la storia è proseguita con quelli accasatisi altrove, i ribelli o semplicemente gli espulsi.

      "Mi piace"

      • Jerome io so solo che di maio ha anticipato merkel e macron, proprio quello che dici tu ha irritito il duo: come noi siamo presenti in cina da x anni e di maio l’ultimo arrivato ci anticipa!!! E se questo lo definisci un incapace!!! Come mai i vertici cinesi sono venuti, per aprire la via della seta, a patti con l’Italia? E non sono andati invece dato i ventennali rapporti con i due prima in Germania e Francia? Demerito di di maio??????

        "Mi piace"

      • Jerome, io per natura, vedo l’obiettivo, non mi sono mai rilassato, vuoi fare polemica la porta è aperta, entra. Io ho amici leghisti, di berlusconi, della meloni che insieme nel 2018 abbiamo votato 5s. Qualcuno è pentito e allora. Cosa ti aspettavi: che di fronte a 20000,00 euro al mese tutti facessero le vergini? Chissenefrega, a me preme: no furti, reddito di cittadinanza per 2500000 persone(pochi soldi, ok intanto li prendono)
        Quota cento, spazzacorrotti, gestione pandemia eccezionale, non spendo una parola sui capaci lombardi, 209 miliardi di crediti europei( ero abituato a leggere di moniti europei sui conti, con governi di dx e sx) in due anni!!!! Ti vuoi attaccare alla cariola, a delle macerie in nero, ad un appartamento?? Tu sei libero
        Io al contrario, li definisco dei fenomeni visti gli ultimi 30 anni

        "Mi piace"

  10. Zappavano. Questi chiedono l’elemosina i cui proventi spartiscono con gli scafisti mafiosi che li hanno portati qui. Mercati e supermercati sono tutti presidiati.

    "Mi piace"

  11. Per quanto riguarda il M5S è necessario fare al più presto gli Stati Generali, non online come qualche folle sostiene, ma reali, in modo che ogni delegato a partecipare agli S.G. possa confrontarsi liberamente, ascoltando dal vivo le proposte di chi intende avanzare una nuova linea politica.
    La mia modesta idea è che il M5S deve mantenere una sua connotazione politica specifica ma allo stesso tempo essere equidistante dal Pd e dalla Lega e all’occorrenza far convergere uno o l’altro su un condiviso contratto di governo, minuzioso in ogni suo particolare. Occorre potenziare, strutturare ed organizzare sui vari territori i Meetup, selezionando e riconoscendoli come unici e veri centri di incontro delle persone che condividono le idee e i principi del Movimento. Infine, faccio appello ai portavoce (parlamentari) del M5S di essere più presenti sui mass media e pretendere, anche in modo perentorio, che ci sia da parte dei giornalisti e dei conduttori dei talk show parità di trattamento dei parlamentari invitati e delle varie forze politiche, evitando le TV e
    i giornali a non divulgare e strumentalizzare false notizie.
    In caso contrario, naturalmente mi auguro di no, il M5S verrà piano piano assorbito dalle due forze politiche.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.