Covid, Gismondo: “Danni psicologici più gravi di quelli su salute”

(adnkronos.com) – “Credo che la vastità e la gravità” dell’emergenza coronavirus Sars-Cov-2 “si rileverà essere più impattante per i suoi effetti collaterali che non per quello diretto sulla salute”. E’ il monito della microbiologa Maria Rita Gismondo, intervenuta oggi al convegno in Senato ‘Covid-19 in Italia: tra informazione, scienza e diritti’, la cui partecipazione di alcuni specialisti aveva suscitato polemiche all’interno della comunità scientifica.

“Mi riferisco – sottolinea Gismondo che ha spiegato di essere presente all’evento “in veste apolitica” – ai danni indiretti sulla salute. E’ stato istituito un osservatorio sui suicidi e ad oggi ci sono stati 54 suicidi dovuti e dichiarati a Covid e altrettanti tentativi. Le vendite alle stelle degli antidepressivi sono state citate dall’Ordine nazionale dei farmacisti, e sono state massime in marzo-aprile, ma il trend continua purtroppo. Basta parlare con psichiatri e psicologi e loro non hanno più spazio per i loro pazienti. La Società italiana di cardiologia ha pubblicato che ci sono stati il 30% in più di decessi da infarto per la paura del paziente che accusava sintomi ad andare in ospedale”.

Per Gismondo, c’è poi “l’aspetto più originale del lockdown: chi ha studiato infettivologia e microbiologia nei sacri testi davanti a una minaccia di epidemia ha sempre trovato la raccomandazione di stare all’aria aperta e proteggere i fragili. E’ la prima volta che si è applicato un lockdown. I Paesi che non l’hanno imposto così come noi hanno percentuali alla fine uguali, senza però conseguenze psicologiche gravi. Intervistando gli svedesi si vede che hanno più fiducia nelle istituzioni mentre qui assistiamo al disastro“.

3 replies

  1. Dato che c’era poteva dire anche che al polo nord gli eschimesi non hanno fatto la quarantena e nessuno è morto di covid.
    Io non capisco questi paragoni con altri paesi con meno % di anziani, con clima diverso, con usanze (baci, abbracci) diverse e con meno densità di popolazione. Ma anche se fossero tali e quali all’Italia, non capisco perchè il virus dovrebbe colpire ogni luogo della terra allo stesso modo. Da sempre, quando ci sono epidemie, ci sono zone più colpite e zone dove il virus fa meno danni o è del tutto assente. Far intendere che è stata inutile la quarantena, in virtù di confronti strampalati con altri paesi, è avvelenare il pozzo in un momento dove milioni di italiani hanno timori per il loro futuro.

    "Mi piace"

  2. Ci mancava la scemenza psicologica.

    Bene, 54 morti contro 35mila, con la differenza che i suicidi sono difficilmente attribuibili al lockdown.

    Se questi sono i danni “descitti nei sacri testi” (quali?) allora la signora dovrebbe cambiare mestiere.

    Forse non ha capito che SE SI ESCE SI E’ A CONTATTO CON ALTRE PERSONE, ed è questo che va evitato per i contagi.

    Va da se che se sei in svezia, che ha una densità di abitanti che è 9 volte INFERIORE rispetto all’italia, hai meno probabilità di beccarti qualcosa.

    Detto questo, la “fiducia” nelle istituzione la sta minando proprio lei, come i vari Salvini e Sgarbi.

    Ed è per questo che, magistralmente, conoscendo gli italiani, il governo ha prolungato lo stato di emergenza e, se continua cosi, chiuderà un’altra volta, magari con multe parecchio superiori.

    Se l’italiano è un cretino la colpa non è certo del governo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.