Un paese di ottuagenari sfuggiti alla rottamazione

(Gianfranco Pasquino – huffingtonpost.it) – Questo è un paese per ottuagenari. Purché carichi di denaro, di esperienze e di onori. “Suprematisti” (nel senso che hanno raggiunto i vertici più elevati nelle loro rispettive attività) bianchi che sono circondati da ammiratori (tric) e collaboratori, molti dei quali hanno ruoli importanti e altri ne potrebbero acquisire se i loro referente assurgono (non vorrei essere più preciso). Berlusconi, De Benedetti, Prodi, s’erano tanto combattuti e adesso i due del centro-sinistra sembrano avere molto bisogno e nostalgia dell’ex-Cavaliere e addirittura acconsentire al suo sdoganamento per la carica più elevata della Repubblica.

D’altronde, quando fu eletto la prima volta al Quirinale anche Giorgio Napolitano era un ultraottantenne. Persino negli Stati Uniti, dove sedici anni fa alla conquista della Casa Bianca si avviava un relativamente inesperto neo-senatore di colore, oggi a contendersela sono due uomini bianchi ultrasettantenni. Le ambizioni tengono vivi e attivi, fanno circolare più fluidamente il sangue, ma era certo inimmaginabile che Prodi dimenticasse il tenore degli scontri e dei dissidi con Berlusconi e che De Benedetti fosse disposto a superare l’amarezza per quello scontro epocale finito in tribunale per il controllo di Mondadori e di “Repubblica”.

Se Parigi val bene una messa che cosa e quanto vale un MES? Sono i voti di Forza Italia il cui fondatore e padrone si è scoperto europeista adamantino che Prodi va cercando affinché l’Italia ottenga il massimo dei finanziamenti europei? Poi, per il Quirinale si vedrà chi dei due nonni avrà abbastanza voti e sostegno diffuso. E De Benedetti vuole “soltanto” tenere lontani da Palazzo Chigi tanto Salvini quanto Meloni e trovare un capo di governo diverso da Conte? Forse anche una maggioranza diversa che finirebbe per rimescolare le carte quirinalizie?

Sarebbero, dunque, i poteri forti, fra i quali, va annoverato anche il neo-Presidente della Confindustria che accusa Conte di non rispettare gli impegni e, in sostanza, di non sapere governare, a volere la testa del Presidente del Consiglio? Il momento della crisi, comunque, quando sta per iniziare la madre di tutte le trattive europee, è il meno consigliabile in assoluto. Forse con Conte non ci sarà il MES per spese sanitarie, ma il rischio è che senza Conte, tutti gli altri grants (sussidi) e loans (prestiti) siano drasticamente ridimensionati.

Mentre gli ottuagenari, almeno a parole, si riconciliano e gli avvocati di Berlusconi cercano una riabilitazione dalla Corte di Giustizia Europea, alcuni dati strutturali segnalano quanto seria è la situazione italiana. Il tasso di natalità continua a non garantire il ricambio della popolazione. L’Italia complessivamente invecchia, decine di migliaia di giovani donne e uomini se ne vanno all’estero, con conseguenze gravi non soltanto su chi dovrà pagare le pensioni, ma per la perdita del dinamismo di idee e di imprese che solo i giovani potrebbero garantire.

Sembrò per poco più di un attimo che il dinamismo lo avrebbe portato e implementato il rottamatore-in-Chief, se non fosse entrato in una vertigine solipsistica. Non soltanto per autotutela, è molto poco probabile che le politiche pensate da leader ottuagenari siano tali da premiare i giovani. La nuova normalità, se ci arriveremo, continuerà ad essere piuttosto penalizzante per i giovani italiani. Non è vero che il paese è in declino. E’ già declinato anche per responsabilità dei suprematisti bianchi che oggi si scambiano riconoscimenti.

13 replies

  1. Carlo De Benedetti: “Favorevole a un governo Pd con Berlusconi”
    .. e ti pareva!
    E’ la congiura degli ultravecchi:
    Carlo de Benedetti: 85 anni
    Berlusconi: 83 anni
    Prodi: 80 anni
    Napolitano: 95 anni
    Cassese: 84 anni

    Sono peggio degli utracorpi!
    Basterebbe vietare attività economiche e politiche agli ultrasettanni,mandarli definitivamente in pensione, per avere benefici indubbi al 90% dell’umanità.

    Piace a 2 people

    • Gentile Viviana, è esattamente quello che già fa la Chiesa Cattolica, da circa mezzo secolo. Arrivati a 75 anni di età cardinali, vescovi, alti prelati con incarichi direttivi o di responsabilità si dimettono. L’unico esente dalla regola è il Pontefice

      "Mi piace"

  2. «…sedici anni fa alla conquista della Casa Bianca si avviava un relativamente inesperto neo-senatore di colore, oggi a contendersela sono due uomini bianchi ultrasettantenni» … bello, davvero un bel discorso. Consistente, soprattutto.
    il problema è che sono 𝘂𝗼𝗺𝗶𝗻𝗶 𝗯𝗶𝗮𝗻𝗰𝗵𝗶 𝘂𝗹𝘁𝗿𝗮𝗼𝘁𝘁𝗮𝗻𝘁𝗲𝗻𝗻𝗶? È quello il problema?
    Allora che si nominino baldi giovanotti negri appena sbarcati.

    Poi, con questa fissa di Berlusconi! D’accordo, è sconcio che per convenienza e opportunismo sia diventato filo UE e filo Mes, ma a confronto dei tradori infami che hanno 𝗮𝘁𝘁𝗶𝘃𝗮𝗺𝗲𝗻𝘁𝗲 spinto l’Italia nel baratro (sono già mensionati nell’articolo, ai visto mai che ilMinistero dell’Ammore e delle Verità mi arresti!), Berlusconi è un fiore. L’intenzione è forse più grave dell’azione? Che lenti distorte.

    "Mi piace"

  3. “carichi di epperienze e di onori…”?
    e, di grazia, di quali esperienze e, sopratutto, di quali onori si parla…?
    no, perché pare capire che si tratta di semplici personaggi che, sopratutto, hanno fatto i propri interessi e quelle delle lobbies di rispettiva appartenenza…? il tutto condito dal grave nocumento causato al paese e alle decine di milioni di famiglie oneste che si sono viste depauperare i loro diritti democratici ed economici…?

    "Mi piace"

  4. Tutti vecchi rimbambiti,ricchi senza maibavere lavorato un giorno.Prodi,noto personaggio che dormiva sempre e dunque quando si svegliava, per non fare brutta figura,votava contro l’Italia.De Benedetti notò personaggio approfittatori di ogni cosa,vendette computer rotto al governo,Napolitano ricordiamoci di Praga,eppure lo abbiamo fatto due volte presidente della Repubblica e ne ha fatto danni.Poi co sono altri rimbambiti difendono Berlusconi,che,ricordo,è dal 1992 che era in campo e che ha distrutto l’Italia arricchendo se stesso e gli amici tipo Craxi.E mo fermo qui,perché devo andare a vomitare!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.