Ma mi faccia il piacere

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Il portafortuna. “Fassino: ‘Io sto con Bonaccini per innovare il Pd senza tagliare le radici’” (Repubblica, Twitter, 1.1). Vittoria secca di Elly Schlein. La portafortuna. “Ruby ter, Berlusconi verso l’ennesima assoluzione” (Tiziana Maiolo, Riformista, 22.12). Poveraccio, gli manca solo Fassino. Comma 22.0. “Le intercettazioni sono in gran parte inutili e il trojan va tolto, è un’arma incivile… Ma noi crediamo davvero che la mafia parli per telefono? […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

35 replies

  1. Ma mi faccia il piacere

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Il portafortuna. “Fassino: ‘Io sto con Bonaccini per innovare il Pd senza tagliare le radici’” (Repubblica, Twitter, 1.1). Vittoria secca di Elly Schlein.
    La portafortuna. “Ruby ter, Berlusconi verso l’ennesima assoluzione” (Tiziana Maiolo, Riformista, 22.12). Poveraccio, gli manca solo Fassino.
    Comma 22.0. “Le intercettazioni sono in gran parte inutili e il trojan va tolto, è un’arma incivile… Ma noi crediamo davvero che la mafia parli per telefono? Un mafioso vero non parla al cellulare perché sa che dentro c’è un trojan” (Carlo Nordio, ministro FdI della Giustizia, L’aria che tira, La7, 22.12). Siccome il mafioso vero non parla al telefono perché ha paura di essere intercettato col trojan, aboliamo le intercettazioni e il trojan: così i mafiosi veri tornano a parlare al telefono e noi combattiamo i mafiosi finti.
    Comma 22.1. “Usare le parole straniere è snobismo radical chic” (Gennaro Sangiuliano, FdI, ministro della Cultura, Messaggero, 29.12). Infatti lui ne usa due: radical e chic. Che sia snob?
    L’ideona. “Biagio De Giovanni: ‘Il Pd vuole salvarsi? Cominci a sposare la riforma Nordio’” (Dubbio, 24.12). Poi, con calma, potrà sciogliersi in Fratelli d’Italia.
    L’insaputo. “Salvini e i rapinatori del figlio: ‘Spero che li becchino e che stiano in galera. Perché mi dicono che uno era stato già arrestato due mesi fa’” (Corriere della sera, 28.12). Pensava che fosse passato il referendum radical-salviniano di giugno che aboliva la custodia cautelare per reiterazione del reato.
    Lacchè Espresso. “Quando l’editore Danilo Iervolino, un rivoluzionario del nostro tempo, capace di scompaginare e ricomporre tutto in un minuto, mi ha detto ‘Ale, dai, tocca a te. Tu ce la puoi fare’, mi sono sentito addosso una gran de responsabilità” (Alessandro Muro Rossi, neodirettore dell’Espresso, 31.12). Soprattutto sulla lingua.
    Il Corriere della Lingua. “Giorgia Meloni: ‘Io criceto sulla ruota. La scelta degli italiani. E il mio biondo è già trendy’” (Monica Guerzoni, Sette-Corriere della sera, 23.12). Ma ora basta con queste critiche: Meloni ha anche dei pregi.
    Consigli per gli acquisti. “Restare senza tv una scelta controcorrente. Una briciola di libertà” (Concita De Gregorio, Repubblica, 23.12). Che poi è ciò che fanno tutti il sabato e la domenica sera dalle 20.40 alle 21.15 su La7.
    Il Nano dell’Anno. “La memoria condivisa non darà mai al Cav. quel che è suo perché è più facile condividere il pregiudizio, ma l’uomo dell’anno è lui… Condannato da un collegio presieduto da un futuro collaboratore regolare del giornale di Travaglio, e ho detto tutto o quasi” (Giuliano Ferrara, Foglio, 30.12). Ma soprattutto passato padrone e pagatore di Giuliano Ferrara.
    Al soldo. “Stefania Craxi: ‘Sinistra al soldo di forze straniere’” (Verità, 19.12). Vuoi mettere con chi rubava in Italia e poi fuggiva all’estero ospite di potenze straniere.
    Il Cortigiano Johnny. “Zelensky ci ricorda la sfida della libertà” (Gianni Riotta, Repubblica, 23.12). Mettendo fuorilegge gli undici partiti di opposizione.
    La variante rossa. “Ci risiamo coi cinesi infetti. Ancora una volta la minaccia arriva dal comunismo” (Alessandro Sallusti, Libero, 29.12). Uahahahahah.
    Pistaaaaa! “Spacciavo droga, oggi sono altra persona” (Francesco Rocca, presidente uscente Croce Rossa, candidato per la destra alla Regione Lazio, 23.12). “Rocca: ‘Dopo 10 anni di Pd farò ripartire il Lazio’” (Libero, 29.12). Tutti in pista.
    Più Pil per tutti. “Questo abuso d’ufficio rischia di impantanarci. Ingolfa la burocrazia e frena il Pil” (Francesco Paolo Sisto, FI, viceministro della Giustizia, Giornale, 29.12). Non si può nemmeno abusare in santa pace.
    Annamo bene. “Abbiamo il pieno controllo della macchina statale” (Giovanni Donzelli, deputato FdI, Stampa, 31.12). E senza un minuto di scuola guida.
    Teste presunte. “Orsini dimostra che la tv può far perdere la testa” (Francesco Specchia, Libero, 31.12). A chi non azzecca un’analisi e rosica perché lui le azzecca tutte.
    Il titolo della settimana/1. “Un primo passo verso il garantismo. Si profila un fronte largo per il ripristino della prescrizione. Buon segno” (rag. Claudio Cerasa, Foglio, 30.12). L’Anno del Ladrone.
    Il titolo della settimana/2. “La Meloni avvia la rivoluzione liberale” (Libero, 31.12). Da Piero Gobetti a lei, è un attimo.
    Il titolo della settimana/3. “Giusto abolire i lavori ‘congrui’” (Veronica de Romanis, Stampa, 27.12). Prima però dovresti abolire la vergogna, casomai sapessi cos’è.
    Il titolo della settimana/4. “Andrea Ostellari, sottosegretario leghista alla Giustizia: ‘L’impegno del governo: un impiego ai detenuti’” (Giornale, 28.12). In Parlamento.

    Piace a 7 people

  2. Questo è un titolo dal sito di Rep:

    Conte in vacanza a Cortina, renziani all’attacco: “Alloggia in hotel a 5 stelle e poi in piazza fa il Masaniello”

    a cura di Redazione politica

    Sì, se n’è occupata la redazione politica.
    Non so cosa contenga l’articolo, per ovvi motivi (ci mancherebbe pure che fossi abbonato..), però voglio dire in paio di cose basandomi su ciò che rastrella e titola Rep:
    Anche Grillo è ben posizionato sul versante economico. Se un elettore/simpatizzante 5* dovesse vivere di invidia sociale e/o odio di classe, si tratterebbe di un vero poveraccio di intelletto. Chi ha dei beni o risorse lecitamente accumulate col PROPRIO LAVORO, ha pienamente diritto del godimento di tale condizione. Grillo ha duramente lavorato, e pure Giuseppe Conte, con le sue attività di professore e di avvocato. I renziani chiedano al loro capo cosa ha fatto nella vita.
    Il problema vero non è la ricchezza lecita ma la povertà diffusa, ANCHE DI COLORO CHE UN LAVORO CE L’HANNO!
    La vera sfida è fare vivere la popolazione in una condizione DI NORMALITÀ, cioè poter mettere su famiglia, accendere un mutuo, accedere alle cure, fare studiare i figli, vivere serenamente la pensione e la vecchiaia ecc.

    Tutto ciò è reso impossibile da politiche predatorie e connivenze di vario tipo. Gli italiani si stanno impoverendo sempre più e i loro beni vengono erosi giorno dopo giorno.

    Buon anno ai renziani e agli abbonati di rep.

    Piace a 5 people

      • Esatto. A me basterebbe che, quando questi signori telefonano a Conte (magari in videochiamata) per una intervista, lui sfoderasse un dito medio mostrato con andamento circolare. Il m5* non ha mai avuto bisogno della grande stampa. Si tengano pure le interviste con renziani e simili.

        "Mi piace"

    • Tra l’altro, memore dell’estate del 2001, in cui fui trasferita a Porto Rotondo e, non potendo usufruire di un albergo a 5*(spettava solo ai dirigenti), perché SOLO DI QUELLI DISPONEVA la LOCALITÀ, la mia azienda dovette “ripiegare” sull’affitto di un appartamento (15milioni di lire per luglio/agosto), immagino che Cortina non sia da meno, quanto a situazione alberghiera.
      Dubito, comunque, che Conte giri con aerei privati come qualcun altro e sono convinta che meriti assolutamente di spendere come crede il denaro guadagnato onestamente col suo lavoro precedente, non certo vendendosi ad una dittatura estera in cambio di sponsor.
      Nessuna galera per l’epigono rignanese dei delinquenti in Belgio, che tanto lustro stanno portando all’Italia?

      Piace a 2 people

      • Berlinguer , Che Guevara ecc.eccso non venivano certo dalle favelas ma al contrario di questi parassiti che non hanno mai lavorato non vivevano di sovvenzioni statali come quelli di Repubblica Chi ha idee progressiste e altruiste secondo i padroni e i loro schiavi devono avere le pezze al culo per poter fare politica con la p maiuscola

        Piace a 1 persona

    • Lui andava in vacanza in Val d’Aosta (se non ricordo male) con l’elicottero di Stato. Poi sono stati tutti attenti a riferire altro, in seguito.
      Rimane comunque il Boeing arabo; e qualcuno vuole pure l’aeroporto a Cortina… Coincidenze di stile, mentalità e vedute. Pure nel fare i moralisti
      Ps: prendetevi per una volta un treno e poi sentiamo cosa hanno da dirvi quelli che fanno i pendolari sottopagati. Vi farebbe un gran bene

      Piace a 2 people

  3. a parte che non capisco come mai Raf sia sparito e adesso ci sia Rob…

    Ma certo che a leggere le cagate che dicono i giornalisti sia di destra che di sinistra, sembra di essere in un mondo orwelliano. Dalla Chita Degregorio a quella che vorrebbe sulla Stampa la riduzione in schiavitù. ai ragionieri Cerasa e Zio Tibia Sallusti, sono uno peggio dell’altro.

    Se beccheranno il rapinatore di Salfini JR con le intercettazioni, chissà come riusciranno a conciliare la riforma della giustizia Nordio.

    Veramente, è gente che arriva al massimo della spregevolezza e a tutto danno del popolo italiano.

    "Mi piace"

  4. Mi metto un po’ di traverso, visto la vostra indulgenza a senso unico.
    Ci sarà o no un MINIMO cortocircuito tra lo scrivere “10mila persone in fila per un pasto caldo in appena due giorni nelle ore del Natale” e andare pochi giorni dopo a passare il capodanno in un hotel a cinque stelle a Cortina?
    A me non frega una mazza. Conte non ha rubato nulla. Se ha pagato di tasca sua lo ha fatto perché se lo poteva permettere. Se è stato ospitato, cosa probabile, tanto meglio per lui.
    Siete VOI che fate i giacobini con chi vi sta sul caxxo.

    "Mi piace"

    • Mi permetto di rispondere.. può sembrare contraddittorio ciò che ha fatto il presidente Conte, ma denunciare ingiustizie, stare vicino agli ultimi, non necessariamente preclude che poi lui possa fare vacanze da persona agita qual’è! L’importante che i suoi introiti, siano frutto di lavoro onesto e che mantenga una linea di condotta sobria che comunque sempre ha.. non viviamo in un paese comunista totalitario, (che comunque hanno ingiustizie gerarchiche a profusione), di conseguenza un lavoro importante e serio, viene retribuito in modo congruo, mi sembra che Conte abbia, assieme ai parlamentari del movimento, recentemente, devoluto i 5000 euro pro capite ed altri fondi, alle scuole per un totale di 1.000.000 di €.. come sempre bisogna criticare l’operato qualunque esso sia, solo per il fatto che si chiamino Conte e M5S..

      Piace a 2 people

    • Il cortocicuito c’è si, ma è al contrario di come si vuole farlo passare. Una persona agiata e abituata a stili di vita di alto livello che si preoccupa e impegna per gli ultimi, è solo da ammirare!

      Piace a 3 people

  5. ”Il Pd vuole salvarsi? Cominci a sposare la riforma Nordio’” (Dubbio, 24.12). Poi, con calma, potrà sciogliersi in Fratelli d’Italia.”

    Ah ah ah ah!

    "Mi piace"

  6. Che retorica bislacca, come se la povertà si risolvesse con la carità e non con la Politica, in grado di rimuovene le condizioni economiche, sociali e culturali con proposte/azioni che certamente possono venire anche e soprattutto da chi non sia povero, ma abbia una condizione economica e professionale frutto della propria formazione e del proprio lavoro. …..onesto! Impegnarsi a risolvere le diseguaglianze sociali ,permettendo le stesse condizioni di partenza a tutti, anche se poi solo qualcuno potrà emergere grazie a maggiore intelligenza, impegno, capacità, perché non siamo tutti uguali, ovviamente, ma dovremmo avere tutti la stessa possibilità di dignitosa diversità, in base al merito….dovrebbe essere motivo di apprezzamento e non di critica o denigrazione! Viceversa sarebbe come affermare che Matteotti, figlio di proprietari terrieri, con status economico, sociale e culturale superiore, rispetto ai propri contadini, per cui si impegnava nel risolvere le condizioni, fosse quello sbagliato rispetto a Mussolini di origini più umili e popolari. ……mentre il popolano Benito, rubava miliardi di lire al proprio popolo, il benestante Matteotti veniva ucciso, per evitare che documenti ,provanti la corruzione e la sottrazione di miliardi ,già occultati all’ estero, da parte di Mussolini, fossero rivelati e resi noti a quel popolo , che deve avere fede nel figlio del popolo così uguale a lui , in linguaggio, comportamento e mentalità, e diffidare del figlio di padroni, acculturato e professionalmente affermato, senza che un briciolo di cervello gli permetta di distinguere e vedere la differenza fra il delinquente e l’ onesto……Dopo un secolo siamo ancora alla stessa retorica, allo stesso cliché, luogo comune che ammorba il paese, con l’ unica eccezione di Berlusconi, miliardario e pure condannato, che invece di pagarsi il soggiorno in hotel a Cortina, si può comprare direttamente tutto l’ albero…e pure le addette alle stanze, purché giovani. ….

    Piace a 2 people

  7. Tutto l’ albergo, non albero. …..che poi è quello della cuccagna con cui abbiamo premiato e continuiamo a premiere i delinquenti, mentre contiamo i peli e gli euro del soggiorno a Cortina di Conte! Che orrore, invece di rubare, di corrompere, di evadere, di fare lo spacciatore e poi dedicarsi alla Caritas, da benestante in carriera come riscatto, si paga l’ albergo con i propri soldi da professore universitario ed avvocato. ….

    Piace a 3 people

  8. “Ci sarà o no un MINIMO cortocircuito tra lo scrivere “10mila persone in fila per un pasto caldo in appena due giorni nelle ore del Natale” e andare pochi giorni dopo a passare il capodanno in un hotel a cinque stelle a Cortina?”

    Ma perché se fosse andato in una pensione a una stelle a Rivisondoli non si sarebbe ironizzato sul ricco ipocrita che gioca a fare il finto povero?

    Avrebbe sbagliato comunque per i Signori del Discorso.

    Piace a 2 people

  9. Insomma io , che ho passato il capodanno al lavoro, a soccorrere chi, dopo aver fatto uso di alcol e droga in alberghi e ristoranti a cinque stelle, arrivava in Pronto Soccorso, a smaltire, ho vinto il diritto ad essere giacobina……invece neppure quello… per dovere professionale devo assistere chi non sarà mai in fila per un pasto caldo, ma ha soldi sufficienti per permettersi altro… e ricorrere poi al servizio ,gratuito, del SSN che magari neppure contribuisce a sostenere con le proprie tasse! Il discorso sarebbe troppo lungo…..meglio il cortocircuito, se non altro evita l’ impegno di sanitari nell’ assistenza a ricchi rampolli con il cervello in pista…..e futuro ammirevole riscatto nell’ azienda di famiglia, con proprietà a Cortina, e cattolica compassionevole elemosina a quelli in fila alla Caritas!

    "Mi piace"

  10. Così, per curiosità, ha alloggiato nello stesso albergo in cui alloggia la Santanchè?
    E sicuramente se si avranno pure fatto il trenino e si saranno scambiati abbracci e baci augurandosi un futuro meraviglioso stappando champagne.
    In fin dei conti cosa vuoi che siano 5000€ più gli extra per due misere notti.

    "Mi piace"

  11. La Santadeche’ si paga Cortina con le stesse “capacità” imprenditoriali di Briatore. ..,.e per le stesse capacità è stata nominata ministro! Magari il proprietario di hotel ospitante, è pure parlamentare, come Silvio che con 5000 euro ci pagava una notte in villa , in compagnia della badante di turno , poi eletta in consiglio regionale o in parlamento, pagata da noi, per anni. …..per il solito trenino dove qualcuno è sempre in appoggio, in fondo alla fila e tutti gli altri a dire ” che dolore! ” ……..chi non vede la differenza, per favore non si lamenti. ….se sono tutti uguali statte zitto in fila nel trenino, aspetta il turno e godi! Il problema non è avere a disposizione 5000 euro, è come si sono ottenuti……oltretutto il vero ricco, non ha bisogno di pagare hotel, usufruisce delle sue priorità a Cortina, Capri, Sardegna, Antigua……dove poi ospita! ! Attaccare Conte per due notti a Cortina, è la stessa propaganda che permette di attaccare i percettori del Rdc in quanto fannulloni, truffatori ecc, luogo comune, come osso da gettare in pasto al popolino…..tutti uguali, tutti indegni, tutti colpevoli, così in attesa del puro del Regno dei cieli, ci teniamo il peggio senza neppure l’ aiuto della vaselina. ….

    Piace a 1 persona

  12. Proprietà. ….non priorità! Comunque continuiamo pure a criticare Conte sulle strullate e non su altro, su cui la critica sarebbe utile e legittima. …..alla fine se ci nutriamo di ca@@ate, è poi giusto essere trattati da ca@@oni. …..mal voluto è sempre troppo poco! Viene voglia di prenotare il prossimo Capodanno a Cortina, invece di sbattersi i cojoni con i diritti degli altri, più svantaggiati, che se non riescono a vedere la differenza tra Santadeche’ e Conte, se la votino e passino i prossimi 365 giorni dell’ anno in fila alla Caritas! Ci penseranno i puri a risolvere il loro problema, liberandoci di Conte, Salvini, Meloni, Renzi, Calenda, Letta, Berlusconi. …..forse fra un secolo!

    "Mi piace"

  13. Travaglio non è l’unico giornalista serio, se in una nazione ne fosse rimasto solo uno sarebbe davvero il prodromo di una imminente catastrofe. Il PD viene attaccato duramente dalle persone che vi hanno creduto e si sono sentite tradite e come non potrebbe essere, le persone hanno il bisogno di spazi di vita di spazi dove realizzarsi e dare forma alle aspettative, invece in un mondo che pone al primo posto il denaro come unico mezzo per una qualsiasi realizzazione rende qualsiasi sacrificio una sterile e inutile fatica. Il parlamento con i suoi stipendi i suoi vitalizzi e la creazione di una casta che crede di dover pensare prima a se stessa è forse un origine di questo male sociale che si pone come una tagliola, tra l’altro arnese di caccia ancora in uso, fra le persone che non potranno mai , per ovvi motivi, permettersi il lusso di una camera a cinquecento euro. È qualcosa di veramente pruriginoso pensare che una nazione sia ad uso esclusivo di uno statalismo che si assomma e termina nelle poltrone di un’istituzionalita cialtrona che si auto premia e chiede per sé sola il meglio sulla piazza.

    "Mi piace"

    • Intanto complimenti per il meraviglioso nick, nazionalpopolare direi. E’ un omaggio a Bologna o alla bologna??
      Sul contenuto del commento sono due gli aspetti che voglio sottolineare. Il primo (più importante) è il funzionamento della società, non solo quella italiana, basata sul progressivo processo di mercificazione di ogni ambito della vita di cui si può godere, censo permettendo. Per fare un esempio: chi deve sottoporsi a un delicato intervento chirurgico deve avere i denari sufficienti per farsi operare da uno veramente bravo. In Italia o all’estero. Il SSNN (gratuito) non ne garantisce la buona riuscita. Chiamasi privatizzazione surrettizia dei servizi persino quelli essenziali.
      Poi c’è l’aspetto cialtrone tipico della società italiana che, in quanto più facilmente avvertibile, si crede che concentri tutti i mali del Belpaese. Non lo credo. Se tutti fossero onesti e seri, si vivrebbe certamente meglio, ma non in maniera pienamente esaustiva. E’ il meccanismo sempre più pernicioso del neoliberismo nella sua versione attuale che fa la parte del leone, per così dire. Purtroppo non si studia abbastanza questo fenomeno. O meglio, c’è chi lo studia lodevolmente ma i risultati fanno fatica a raggiungere la gran massa dei cittadini. Se ne fossero tutti adeguatamente informati, o disposti a impegnarsi ad apprenderli… la rivoluzione, con o senza forconi, sarebbe assicurata! Saluti.

      "Mi piace"

      • Grazie per il complimento che mi è venuto in mente dopo che ho letto la proposta di scindere il PD nelle sue più grandi correnti per recuperare parte del vecchio Ulivo, e forse potrebbe essere anche un omaggio alla bolognina, che non conosco, sicuramente non all’ulivo di Prodi ne alla stagione di Cofferati o di Occhetto, (perdo la cronologia esatta) in quanto sono stati i catto comunisti che hanno seminato la prime piante per la trasformazione di quel vecchio molosso che era il PCI, operaio e radicale , in un tappetino per l’ingresso del capitale. I catto comunisti , come si legge nei giornali , che sono ad oggi nel loro acme , hanno reciso la radice operaia per politiche meno estreme e aprendo le porte alla odiosa, per loro, destra con l’avvio del processo di industrializzazione di quelle aree rosse che basavano la loro economia, ancora nel 2000, in piccole industrie virtuosissime e agricoltura eccellente, il fine del film lo leggo quotidianamente.
        Pur non essendo mai stata operaia e pur non avendo mai lavorato in fabbrica non si comprende come abbiano potuto resettare quella parte di elettorato , così a loro cara, per inalberasi in attività di holding e alta finanza, rinunciando alla trave nell’occhio altrui, ossia la Cultura, che rappresentava il mare e il flusso che trasportava la zattera operaia, senza interdigitare i vari settori a loro confacenti per un benessere e un maggiore equilibrio dei così detti comparti sociali, anzi, il loro percorso si è concluso con la fase renziana ormai avviata anch’essa verso l’oblio dei fondali.

        Piace a 1 persona

      • Grazie a te per la risposta dalla graziosa, fresca prosa scintillante, pittoresca e sostanzialmente valida nei contenuti. Lontana anni luce dai discorsi dei politicanti di mestiere che vivono nel loro mondo miserabile, falsamente dorato e inconcludente per non dire intessuto di tradimento degli antichi ideali. Non ci resta che sperare che tornino a fiorire quei prati per troppi anni lasciati inaridire da politiche insensate.
        Continua così, che di ventate di primavera ne abbiamo tutti bisogno. Un caro saluto.

        "Mi piace"