Intercetto La Qualunque

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – In quella discarica che è ormai la Finanziaria, il governo ha infilato in extremis una riforma delle intercettazioni dei Servizi segreti, dirottandone il bilancio dalla Giustizia al Mef. Così può tagliare i fondi a quelle dei giudici e aumentarli a quelle degli 007. Nordio l’aveva promesso: più “intercettazioni preventive, curate dalla polizia con l’avallo del magistrato, […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

24 replies

  1. Intercetto La Qualunque

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – In quella discarica che è ormai la Finanziaria, il governo ha infilato in extremis una riforma delle intercettazioni dei Servizi segreti, dirottandone il bilancio dalla Giustizia al Mef. Così può tagliare i fondi a quelle dei giudici e aumentarli a quelle degli 007. Nordio l’aveva promesso: più “intercettazioni preventive, curate dalla polizia con l’avallo del magistrato, segretissime e solo spunto d’indagine”. Luigi Ferrarella ha già spiegato sul Corriere il danno per la privacy e le garanzie di noi cittadini: “Mentre le intercettazioni giudiziarie sono chieste da un pm su precisi parametri di legge, autorizzate dal controllo di un giudice e infine depositate tutte all’imputato per consentirgli di difendersi, le ‘preventive’ caldeggiate da Nordio (che non valgono nei processi, non sono menzionabili in atti, vengono distrutte, e restano dunque patrimonio conoscitivo della catena gerarchica della cerchia di “iniziati” a un formidabile serbatoio di potenziali ricatti) hanno due grosse differenze”. La prima è che le forze di polizia possono chiederle e ottenerle (dal Procuratore del distretto) un po’ per tutto: “quando siano necessarie per l’acquisizione di notizie” sulla “prevenzione” di certi delitti: come fa il pm, in tanta vaghezza, a dire no? La seconda è che le forze di polizia dipendono dal governo: a scegliere chi intercettare sono il premier di turno (Servizi), i ministri dell’Interno (Polizia), della Difesa (Carabinieri) e del Tesoro (Finanza).

    Ora quelle preventive sono poche centinaia all’anno. Ma il “liberale” Nordio vuole addirittura sostituirle a quelle giudiziarie. E il governo ci aggiunge pure quelle dei Servizi, impossibili da controllare. La spia va dal Pg di Roma con un foglietto firmato da Palazzo Chigi e gli chiede il permesso di intercettare un certo telefono, senza dire di chi è e per che tipo di sospetto: basta che sia in gioco “la difesa della sicurezza interna e delle istituzioni da ogni minaccia, attività eversiva, aggressione criminale o terroristica”. Quindi vale tutto. E che ne sa il Pg di Roma se il bersaglio è già intercettato da qualche pm, col rischio di rovinare l’indagine? Servirebbero limiti più stringenti e dovrebbe decidere non il Pg di Roma, ma il Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo, che coordina le indagini distrettuali in materia. Invece il governo fa l’esatto opposto: meno intercettazioni giudiziarie (le più garantite e controllate) e più intercettazioni preventive (quelle che non vengono mai depositate e possono restare in mano a chi le decide e le fa, cioè al governo e ai suoi spioni, raccolte in dossier per ricattare gli avversari). E alla svelta, senza neppure discuterne: infatti usa il Tav della Finanziaria, da votare a scatola chiusa e a tappe forzate fra Natale e Capodanno. Mattarella non ha proprio nulla da eccepire?

    Piace a 8 people

  2. Siamo ritornati alla politica del delinquente abitudinale… la stessa proposta la Politica che deve infilare il naso sui PM e le intercettazioni.
    Oltre evidentemente mandare impuniti gli evasori totali.
    Avette votato la cocomeraia? Adesso prendetevene le conseguenze grandi pezzi di m….!

    Piace a 4 people

      • Anch’io da veneto mi sento in dovere di spiegare un pochino a chi veneto non è la parola “Mona” … Il significato che tu avevi dato per erroneo, cioè di uno che dorme, sempre da veneto confermo che è uno dei tanti signiMONAti a cui il termine allude 😂

        "Mi piace"

  3. Massì, incasiniamo pure la giustizia per parare il sedere ai soliti noti con l’ennesima riforma mai richiesta. Togliamo intercettazioni, processi, condanne, pene e pure carcere per i soliti noti politici, loro amici ed amici degli amici rapaci, ladroni, delinquenti, ed incappucciati. Anzi, se hanno tutti questi requisiti insieme, diamogli un premio, una medaglia, una stata equestre e facciamola finita. Poi se ci ricorderanno che leggiamo nelle aule dei tribunali che la legge è uguale per tutti, una risata ed una pernacchia li seppellirà.

    Piace a 3 people

    • Se ora i condannati per reati contro la pubblica amministrazione vengono scarcerati, anzi non entrano nemmeno in carcere se la condanna è fino a 4 anni, con queste novità non si faranno indagini dirette dai piemme e quindi neanche i processi. Praticamente il risultato non cambia.
      Delle 20 leggi ad personam del Banana neanche una è stata abolita dai centro-sinistri. Gli conveniva, se volevano salvare anche se stessi. Solo Panzeri andrà in galera, ma perché processato in Belgio. Addirittura i pidioti alcuni giorni fa alla Camera, hanno chiesto alla Meloni una legge per reintegrare ai loro posti i sindaci già condannati. Sarebbe come tagliare alla Severino anche l’altro braccio.

      Piace a 1 persona

  4. Nessuno ha mai detto o scritto che PD e neofascisti siano la stessa cosa, ma mentre il PD era impegnato a contrastare il M5S, e le sue riforme, i neofascisti prendevano il volo nei consensi, visto che i media a trazione dem, manganellavano, e continuano a farlo, i 5 stelle, e non Salvini o Meloni! Se la stessa campagna denigratoria, martellante, fosse stata riservata alla Meloni, non saremmo arrivati a questo punto, al contrario veniva difesa quando Conte, da pdc osava nominarla in conferenza stampa, tanto che Mentina si era pentito di non averlo censurato nel suo telegiornale ” libero” e “democratico”……..Inoltre si difetta in memoria, visto che un certo Renzi, ex segretario PD, aveva la fissa sui servizi segreti, la cui delega, peraltro costituzionale, non doveva essere in mano al pdc Conte/M5S. ….chissà come mai a dx come a “sn” il controllo su servizi segreti a 5 stelle viene considerato un pericolo. ..magari perché in uno Stato di polizia a servizio delle élite, sono garantiti corrotti, corruttori, collusioni varie, mentre sono sotto controllo via schedatura, dossier, intercettazioni, intellettuali, giornalisti, avversari politici scomodi e cittadini comuni recalcitranti……che non fanno certamente parte dell’ apparato di potere costituito anche dal PD! La “sinistra” aspira e la destra attua. …come per le riforme costituzionali, sulla giustizia, sul lavoro di cui Renzi ha dato un chiaro esempio, in parte con attuazione da ” sinistra” di riforme di destra, ed è stato fermato dai cittadini, non dal PD, dove ancora lo piangono! Quindi certamente PD e neofascisti non sono la stessa cosa, il primo esercita il vizio privato e la pubblica virtù, i secondi il vizio privato funzionale al vizio pubblico, di garanzia ed impunità per alcuni, e di limitazione/controllo per altri…..scomodi anche per il PD. ….i 5 stelle, all’ esordio, erano molto scomodi , infatti li hanno menati entrambi ed ora la destra termina il lavoro, iniziato nel 2013 con il governo PD!

    Piace a 2 people

    • Tu hai capito che PD e neofascisti non sono la stessa cosa ma sorvoli su quel che può esserci di diverso tra il PD e Renzi. Che continui ad associare (per supportare il muro preconcetto che vuoi innalzare contro il dialogoPd-5stelle) sapendo bene che il rignanese ha il suo partito che non è il PD.

      Che il Pd sia ancora infestato di renziani è vero.
      Ma se vuoi argomentare in favore del tuo astio antipd evita almeno di mescolarli come un cocktail.
      Non è del tutto così Ale.

      "Mi piace"

  5. Il PD e Renzi non sono la stessa cosa? Infatti Bonaccini, Ricci, Nardella, Serracchiani, Franceschini, et altri neppure lo conoscono. ……quanto all’ astio o alla faziosità sono talmente un insulto all’ intelligenza, che il PD non li merita. ….quando la pesto e mi rimane attaccata alla scarpa, mi pulisco senza alcun astio, al massimo un’ imprecazione! A chi piace tanto il PD, lo voti! È in buona compagnia del 16% degli italiani, io ho votato e voto, almeno per ora in attesa di garanzie, alla Conte, il M5S, cui mi pare il PD abbia riservato la peggiore ostilità, denigrazione, attacco, negata a tutti gli altri, delinquente abituale e neofascisti compresi! Improvvisamente diventa il partito salvabile per qualche esponente presentabile che ha bisogno di voti. …almeno Bersani al tempo, nel 2013, li ha chiesti senza tanti giri di parole ed ha avuto risposta meritoria e raziocinante, da parte degli ” incompetenti” 5 stelle, che nella loro inesperienza avevano perfettamente capito chi avesse in mano il PD, mentre a qualcuno serve il disegnino. …..poveri piddini infestati dai renziani che stanno per eleggere il segretario di partito renziano! Il renzismo, come il berlusconismo, non è una persona, è una mentalità…..ed il PD modestamente lo nacque anche se il fenomeno da Rignano pascola nel Terzo polo!

    "Mi piace"

    • Il PD modestamente lo nacque?
      Vedo che quanto a battute fulminanti devi aver imparato molto da Renzi.
      Ti lascio alle tue certezze assolute.👋

      "Mi piace"

  6. Quali certezze assolute? Sono talmente relative che non le ho proprio su nessuno, mi limito a leggere i fatti, senza tanti innamoramenti, che in politica sono una pessima predisposizione mentale. …..quanto a Renzi lo lascio a te, a cui piace tanto il PD, mi pare di ricordare che provengano dalla stessa area di riferimento in politica ed in ” simpatia” .. Tu sei convinto che il M5S debba accordarsi con il PD, con prospettiva di futura alleanza, io al contrario no. …e fondo questa mia contrarietà su memoria, fatti ed esperienze, tu non so su cosa. …su quali evidenze che il PD sia ora qualcosa di diverso rispetto agli ultimi 9 anni. …deve essere avvenuto un cambiamento epocale nel partito da settembre ad ora, di cui non mi sono accorta. …..Tu hai certezze, non io….che credo di essere ancora libera di avere un’ opinione diversa dalla tua! Se non ti piace, evita di leggere i commenti!

    "Mi piace"

    • Hai forse inteso che io voglia impedirti di avere un’opinione diversa dalla mia o peggio voglia impedirti di commentare?
      E da che cosa ricavi questa tua convinzione?

      Tu semmai hai avuto toni pesanti e drastici con chi ha votato, in Lombardia, diversamente dai tuoi convincimenti.

      Io ho replicato facendoti notare che il PD, forse, non è in assoluto tutto il male che gli dipingi addosso e ho cercato di spiegarti perché sarebbe utile per entrambi i partiti e, soprattutto, per i cittadini italiani, che si avvii un dialogo tra loro.

      Dopo lungo peregrinare abbiamo stabilito che tu non sei d’accordo.
      Bene. Tieniti le tue idee.
      (E, se ci riesci, rispetta almeno un po’ le mie).

      Se poi ti da fastidio anche che io legga i tuoi commenti, eviterò.
      Non vorrei mai ti sentissi contaminata.

      "Mi piace"

      • PS
        Non credere di essere la sola ad aver vissuto “fatti ed esperienze”,
        Credi di essere la sola a non essere nata ieri?

        "Mi piace"