Il Fantacazzata

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Fra i membri del governo Meloni dev’esserci un concorso a premi per chi la spara più grossa: dopo il Fantacalcio, il Fantacazzata. Noi, per dire, siamo affascinati dalla promozione dei disoccupati a “occupabili”: se sei occupabile, vuol dire che sei occupato o, se per caso non lo sei, è colpa tua perché non vuoi, quindi […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

40 replies

  1. Il Fantacazzata

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Fra i membri del governo Meloni dev’esserci un concorso a premi per chi la spara più grossa: dopo il Fantacalcio, il Fantacazzata. Noi, per dire, siamo affascinati dalla promozione dei disoccupati a “occupabili”: se sei occupabile, vuol dire che sei occupato o, se per caso non lo sei, è colpa tua perché non vuoi, quindi vai affamato con tutta la famiglia. Ieri al bar due ragazze discutevano se il tizio al banco fosse “trombabile”, per decidere se provarci. Discorso ozioso: se uno è trombabile vuol dire che te lo sei già trombato, oppure non vuole; in entrambi i casi, inutile provarci. Può mancare il sott. avv. Sisto? Non può: “Il Paese vive nel timore di essere indagato”. In effetti basta tendere l’orecchio: la gente non teme le bollette, l’inflazione, gli stipendi da fame, la guerra, ma le indagini. Forse però Sisto confonde il Paese con il Parlamento. O con i suoi clienti. Soprattutto uno, infatti aggiunge: “Va considerato colpevole solo chi è stato condannato con sentenza definitiva, ma così non è”. Verissimo: B. è stato condannato con sentenza definitiva, ma per lui è innocente. Per tranquillizzare i 60 milioni di italiani terrorizzati di essere indagati, Sisto vuol abolire i “processi mediatici”: cioè i giornalisti che, se uno è indagato, lo scrivono. Una vergogna unica al mondo: ieri infatti un cronista del Parisien ha scoperto che Macron è indagato e l’ha scritto, senza chiedere il permesso a Sisto.

    Meloni svela l’altra grande emergenza nazionale: l’abuso d’ufficio, che “inchioda la Nazione” per la “paura della firma”. Giusto: chi non si sveglia di soprassalto nel cuore della notte per la paura della firma e dell’abuso d’ufficio? Il ministro della Guerra Crosetto vuole “sapere come Report ha potuto avere i famosi filmati e audio” dell’incontro in autogrill fra Renzi e la spia Mancini. Giusta curiosità, se non si sapesse già tutto, tranne il vero motivo per cui i due si parlarono aumma aumma: una insegnante passava di lì e, vedendolo confabulare con un tizio scortato, lo riprese col cellulare e inviò il video (gli audio se li è inventati Crosetto) al sito del Fatto e a Report. Da allora Renzi tira in ballo i Servizi, che c’entrano solo perché lui incontrò uno di loro. Ciascuno è libero di riprendere chi gli pare sul suolo pubblico, specie se è per dare una notizia vera. O almeno così si pensava fino a ieri, quando la Procura di Roma ha indagato la prof per “diffusione di riprese fraudolente”. È la stessa Procura che riuscì a non indagare Renzi e De Benedetti quando quest’ultimo svelò al suo broker che l’allora premier gli aveva anticipato il decreto Banche, consentendogli di guadagnarci in Borsa 600 mila euro sull’unghia. Quindi sì, gli italiani devono preoccuparsi di essere indagati. Ma non i politici: le persone perbene.

    Piace a 6 people

    • Almeno hanno una giustifica : sono la destra, si reggono grazie a FI, e quindi a loro modo sono coerenti. Del resto li abbiamo visti all’opera per tanto tempo che non possiamo stupircene. La meraviglia era semmai il sentimento che provavamo quando l’altro fronte faceva le stesse cose se non peggio, ma oggi neanche più quello ci sorprende più

      Piace a 2 people

  2. così la signora impara a farsi i caxxi suoi.
    Certi magistrati fanno il loro dovere e mica pensano alla carriera come alcuni.
    ps: il CDM nell’ultima riunione, oltre a pensare a quello descritto sopra, ha deciso bene di concedere i funerali di stato ad un grande della repubblica: Maroni, giusto riconoscimento, ha fatto tanto per tutti noi

    Piace a 7 people

    • Ho sentito le parole del prete: anziché raccomandare la sua anima al suo capo, ne ha elogiato le capacità come uomo delle istituzioni.
      Ma poiché di queste ha fatto carne di porco come tutti i presenti all’omelia, ho il dubbio che abbia trovato la porta lassù sprangata.

      "Mi piace"

  3. Un paese che è un forziere colmo di ogni ben di dio, ricchezze accumulate dagli italiani in 80 ann
    Due gang, con relativi scissionisti, che si contendono il bottino, protetti dalla legge e dai grumi mediatici collusi.
    Quando è apparso sulla scena un movimento che aveva la chiara e limpida intenzione di restituire dignità ai palazzi e soprattutto al popolo italiano, le due gang e la sporca propaganda mediatica collusa hanno sfoderato i manganelli e hanno iniziato a menare colpi senza alcun risparmio, come impazziti dal panico.
    Ecco la fotografia dell’Italia.
    Non si fermeranno mai, spolperanno ogni grammo di ciccia, fino all’osso.

    Piace a 7 people

      • “Un Paese che è un forziere colmo di ogni ben di dio, ricchezze accumulate dagli italiani in 80 anni
        Due gang, con relativi scissionisti, che si contendono il bottino, protetti dalla legge e dai grumi mediatici collusi”.
        Descrizione sintetica delle disgrazie nazionali
        👏 Mi piace molto

        Piace a 2 people

    • Vero, quel movimento “aveva la chiara intenzione di restituire dignità ai palazzi e soprattutto al popolo” e il popolo votò per quel movimento.
      Il guaio fu che in quel movimento si intrufolarono cani e porci e costruirono una terza banda. In quella terza banda, vista la carenza di bottino, cani e porci cominciarono a dilaniarsi e, alla fine, rimasero in vita solo i più esperti politicamente, tanto che, pur diventando simili agli altri amanti del potere, si tennero le 5S, convinti che avrebbero potuto prendere per i fondelli quel popolo bue che si era fatto fregare già una volta.

      Piace a 1 persona

    • mi permetto solo di ricordare che la banda criminale (unica. un tempo chiamata pd+l e pd-l) ha “assoldato politicamente” un bibitaro traditore assieme a un’altra sessantina di seguaci del traditore bibitaro che sono stati ripagati con 30 denari e lo 0,6% di voti presi…!!!

      "Mi piace"

  4. NB
    Appena il M5* si è mischiato a questa m. ne è stato infettato .
    La cosa è alle spalle, è un suicidio politico rincorrere strade che portano alla autodistruzione.
    La partitocrazia può permetterselo perché ha imponenti grumi mediatici a supporto, sempre.

    Piace a 2 people

  5. Mi permetto di tornare a scrivere, su ispirazione del precedente editoriale di Trav., di una questione non meno importante delle smaglianti figure di Renzi e Sisto.
    Bisogna prendere atto che il Pd e il governo di destra-destra condividono una importante base politica comune: ambedue sono decisamente filo-atlantici, ambedue sono convinti a inviare senza limiti armamenti in Ucraina, e accettano ugualmente la politica economica dell’Ue di chiaro stampo neoliberista. Non ultima l’opposizione dello stesso Pd al varo del RdC, come del resto fece Donna Giorgia. Praticamente è più quello che li unisce che ciò che li divide.
    Cosa aspetta il Pd, non dico a votare a favore del governo ma almeno a concedere l’astensione?? Forse non lo fa per la questione dell’aborto che nelle regioni governate da FdI è burocraticamente ostacolato, ma non certo negato dato che non è alle viste l’abrogazione della 194. Sarà certamente questo il motivo dell’opposizione del Pd al governo. E allora è bene che adotti, al prossimo congresso, la denominazione di Partito dell’Aborto Libero (P.A.L.). Inoltre, sono convinto che potrebbe senza alcuna difficoltà inaugurare un gemellaggio con Lgtbq che gli aprirebbe un’autostrada verso la lodevole opera di civilizzazione della società. Auguri!
    PS
    Non pretendo certo che Travaglio – con il grande onere di dirigere un giornale – trovi il tempo e la voglia di leggere le suddette modeste note. Ma se ciò avvenisse, sono certo che con la sua intelligenza e la sua generosità non rifiuterebbe di tenerne conto nel formulare le sue valutazioni politiche generali. O almeno lo spero.

    Piace a 2 people

  6. Mi sembrava strano che dopo ben un mese di insediamento del nuovo governo non cominciassero già a picconare la giustizia.
    Una volta la destra era “legge e ordine”, ora è “malavita e impunità”.

    "Mi piace"

    • E’ il tipico caso che vede perseguitate da quella parte della sedicente giustizia (collusa con i potenti) le persone perbene di alto senso civico. Sono convinto che lo stesso magistrato che ha aperto il dossier sulla mirabile prof.ssa, a questa mia contestazione, risponderebbe serafico: “Ma era un atto dovuto indagarla. Quando c’è una denuncia noi della magistratura siamo obbligati a indagare”. Anziché mandare a quel paese uno stronzo qualsiasi che per sviare l’attenzione pubblica dalla vicenda, se la prende con chi divulga la scena sospetta, immortalata da una foto. Il grande, compianto Monicelli sono sicuro che avrebbe portato il caso sulla scena del suo film “Guardie e ladri” con questi che inseguono le guardie. Tutto normale nel paese alla rovescia dei campanelli. Spero che la prof.ssa faccia una serie di lezioni di educazione civica ai suoi alunni sulla vicenda. Che tristezza!
      PS
      Se penso che il pischello di Rignano, per sua stessa ammissione, non si sarebbe ricandidato se quell’altro impiastro non gli avesse offerto un’alleanza sotto il suo simbolo… mi girano come vortici gli zebedei! Pazienza un emerito caxxo!!!

      Piace a 2 people

      • Infatti: dove sono finiti tutti gli esposti e le denunce fatte contro Fontana per la gestione COVID? Ah, era un atto dovuto anche quello, ma stavolta è la gente comune contro un potente.

        Piace a 2 people

  7. Patria Mercedes Mirabal (Ojo de Agua, 27 febbraio 1924 – Salcedo, 25 novembre 1960)

    María Argentina Minerva Mirabal (Ojo de Agua, 12 marzo 1926 – Salcedo, 25 novembre 1960)

    Antonia María Teresa Mirabal (Ojo de Agua, 14 ottobre 1935 – Salcedo, 25 novembre 1960)

    Queste tre sorelle dominicane coraggiosissime furono assassinate a bastonate, dopo avere subìto sevizie, dagli sgherri di Rafael Leonids Trujillo, il sanguinario dittatore del paese che deteneva il potere da trent’anni, protetto e sostenuto dagli stati uniti d’America perché era anticomunista.
    Sei mesi dopo (30 maggio 1961), Trujillo venne eliminato dalla Cia: il pupazzo criminale era sfuggito di mano.

    Segnale internazionale per richiesta di soccorso 👇

    Piace a 1 persona

    • L’80/90% degli utenti di certi storici giornali liberal-progressisti sono persone con un passato glorioso, fatto di eskimo, cortei, barricate e gas lacrimogeni. L’età porta consiglio, perché può essere buia come la notte, e vedi solo a un palmo dal naso. Così, dalla difesa dei diritti degli altri, sono passati alla difesa dei propri. Si commuovono ancora questi signori, purché i problemi vadano ad accumularsi nelle periferie o lontani da Capalbio.

      Piace a 1 persona

    • La cosa che fa senso, però (un pò come l’8 marzo, diventato occasione delle feste con spogliarellisti maski), è che le 3 furono vittime tra le migliaia di un feroce dittatore. Non era certo ‘violenza contro le donne’ visto che i mariti erano in galera, sempre per via del dittatore.

      "Mi piace"

      • Le tre sorelle Mirabal avevano creato un movimento di opposizione al regime ed erano decise a rovesciare la tirannia di Trujillo, un criminale sostenuto dagli stati uniti d’america (meglio ribadirlo).
        Trujillo aveva sterminato minoranze etniche e anche oppositori ma il pericolo vero per la sua permanenza al potere era rappresentato dalle tre coraggiose sorelle. Poiché a Cuba aveva vinto Castro da poco, Trujillo (e gli stati uniti d’America) temeva il “contagio” rivoluzionario, perciò le uccise. Erano un simbolo molto pericoloso. L’orrore per questo episodio tragico travolse tutti; gli stati uniti d’america, sostenitori del “trujillismo” furono costretti a eliminare il loro pupazzo criminale sei mesi dopo gli omicidi delle sorelle Mirabal.

        "Mi piace"

  8. Niente di nuovo, sono tornati i bei tempi di sempre. Finiti i due governi Conte, siamo tornati al solito teatrino italiota dove i soliti noti mangiano, spolpano e delinquono impunemente, mentre il popolo (dopo essere stato modellato e diviso in tifoserie dai soliti media a reti ed edicole unificate) se lo prende come sempre nel sedere.

    Piace a 3 people

  9. Mi permetto di dissentire, non il popolo, ma una parte di popolo se lo prende nel sedere…….ora pure senza vaselina, perché con l’ inflazione costa, come pure la pomatina per le emorroidi. ….non rimane che la dieta, da fame, ed il governo sta implementando ogni mezzo e strumento, allo scopo. …. il governo della salvezza delle emorroidi…..ed almeno sulla stipsi ,che ovviamente le aggrava e complica, è già avanti con i lavori……..ad ogni uscita di qualche ministro si corre al cesso! Come era quella di Benigni, quando era Benigni prima della conversione/abiura? La ballata del corpo sciolto. ……

    "Mi piace"

  10. Il commento è in moderazione, il governo di salvezza per le emorroidi, con dieta da fame e freddo, da caro bollette, non deve essere piaciuto. …….eppure Benigni, ante abiura, ha scritto la ballata del corpo sciolto. …..una premonizione! Mentre qualcuno mangia e spolpa, altri ballano…….

    "Mi piace"

  11. Travaglio: “Ciascuno è libero di riprendere chi gli pare sul suolo pubblico, specie se è per dare una notizia vera. O almeno così si pensava fino a ieri, quando la Procura di Roma ha indagato la prof per “diffusione di riprese fraudolente”.

    Non è proprio così come dice lui (leggere sotto la normativa). Il limite, infatti, sta proprio nella diffusione successiva alle riprese o alla fotografia scattata (ne parlavamo addirittura sui forum di Street Photography, pratica che ha un serio problema in questo senso).

    Il motivo per il quale la signora (la prof. dice lui) è indagata (non condannata) è proprio la diffusione fraudolenta e non la ripresa in pubblico che se se la fosse tenuta per sé non sarebbe successo nulla. Evidentemente alla signora non pareva vero di giocare a fare la reporter (ognuno ha le proprie passioni) e metterci la firma. Fosse stata davvero in buona fede l’avrebbe spedita anonimamente, lasciando tutta la responsabilità in capo al giornale o, meglio, sarebbe andata in questura dalla Polizia o in caserma dai Carabinieri a denunciare il reato che, a suo pensare, aveva meritato la documentazione filmografica.

    E’ comprensibile che uno (Travaglio) ce l’abbia col proprio nemico giurato. E può benissimo essere che Renzi sia il criminale che egli descrive, ma va dimostrato legalmente, cioè senza violare le leggi (a Travaglio tanto care). Se passasse il fatto che a fronte di un crimine (anche reale e non solo supposto tale) si può procedervi contro agendo in violazione della legge, allora si aprirebbe la strada a qualunque pratica arbitraria di chi, svolgendo le indagini, si convince della colpevolezza di qualcuno e non riuscendo magari a incastrarlo con mezzi legali si sentirebbe autorizzato ad usare anche quelli illegali.

    ***

    FILMARE PERSONE IN LUOGO PUBBLICO O APERTO AL PUBBLICO
    È possibile filmare persone in luogo pubblico o aperto al pubblico, anche senza il loro consenso, tramite fotografie o videoriprese; tuttavia non è generalmente possibile divulgare tali riproduzioni senza il consenso dei soggetti interessati.
    Tale divieto trova giustificazione nell’art. 96 della legge sul diritto di autore, il quale stabilisce il divieto di esporre, riprodurre o commercializzare l’immagine del soggetto ritratto, senza il previo consenso dello stesso.
    Nel successivo articolo, art. 97 legge 633/41, è prevista una deroga a tale regola generale: qualora il soggetto ripreso sia un soggetto noto, quale un attore o un politico, è possibile diffondere l’immagine in ragione della sua notorietà, a meno che questa non rechi un pregiudizio all’onore o alla reputazione del personaggio ritratto.

    QUANDO FILMARE PERSONE IN LUOGO PUBBLICO PUÒ DIVENTARE REATO?
    Qualora le riprese video avvengano con insistenza tale da procurare disturbo o molestia al soggetto ritratto, tale comportamento può integrare il reato di cui all’art. 660 c.p.
    Infatti, il reato di cui all’art. 660 c.p. è integrato dalla condotta di chi, in luogo pubblico o aperto al pubblico, ovvero col mezzo del telefono, reca a taluno molestia o disturbo: dello stesso avviso la Corte di Cassazione, che, con sentenza n. 9446/2018, stabiliva che chi riprende o scatta fotografie con il cellulare senza il consenso del soggetto ripreso è passibile di contestazione ex art. 660 c.p.

    PUBBLICAZIONE DI FOTO E VIDEO REALIZZATI IN LUOGO PUBBLICO
    Ferma restando la possibilità di fotografare o svolgere videoriprese in luoghi pubblici o aperti al pubblico, quando non effettuate in maniera tale da cagionare una molestia al soggetto ritratto, è necessario sottolineare che, anche quand’anche il soggetto acconsenta a farsi ritrarre, ciò non implica anche la successiva autorizzazione alla diffusione o alla pubblicazione di tale materiale.
    Infatti, qualora la fotografia o il video vengano pubblicati ad esempio su un social network, oppure vengano diffusa tramite messaggistica quale WhatsApp, sms e via dicendo, ciò potrebbe violare il diritto alla privacy del soggetto ritratto.
    Dunque, qualora il soggetto interessato dovesse accertare la diffusione dell’immagine o del video che lo ritrae, potrebbe contestare il reato di illecito trattamento dei dati altrui, ovvero potrebbe formulare una domanda di immediata rimozione dell’immagine da internet con conseguente eventuale risarcimento del danno da richiedersi al giudice civile.

    "Mi piace"

    • Ma piantala!
      È un personaggio PUBBLICO.
      Nessun giornale, altrimenti, potrebbe pubblicare le sue foto?
      Gli brucia essere stato BECCATO. Tutto qui.
      Senza tanti giri in pista per difendere L’INDIFENDIBILE, come fai costantemente.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...