Franceschini “ristruttura” la splendida villa del regista Guadagnino

(veritaeaffari.it) – Luca Guadagnino, il noto regista cinematografico italiano arrivato sabato sera secondo al Festival di Venezia con la pellicola “Bones and all” da lui diretta, potrà consolarsi della piazza d’onore in una celebre villa di cui è proprietario. Secondo una visura catastale aggiornata, infatti, la sua casa di produzione cinematografica denominata Frenesy Film Company possiede Villa Astigliano a Valenza. La villa, per ristrutturare la quale la società nel 2021 ha ricevuto dal ministero dei beni culturali un contributo di 127mila euro, è una splendida residenza di campagna, a pochi chilometri dal capoluogo, immersa nel verde e circondata dal grande parco con alberi secolari. Vi si accede da un viale da favola di quasi 500 metri delimitato da maestosi pioppi cipressini ricchi di tartufi bianchi in simbiosi con le radici.

La residenza fu acquistata da Francesco Ceriana, appartenente alla famiglia originaria di Valenza con filande di seta nell’alessandrino e in Lomellina, nota per l’omonima banca che aveva partecipato alla fondazione della Fiat. É poi passata per via ereditaria ai Badini Confalonieri che l’hanno venduta a Guadagnino tre anni fa. La costruzione principale risale al ‘700, mentre solo a fine ‘800 assunse l’aspetto attuale per opera della mano sapiente ed esperta dell’ingegnere idraulico e architetto civile Carlo Ceppi (Torino 1829-1911).

È molto appariscente l’elegante scalone di pregevole fattura con i ritratti degli antenati, che porta al piano signorile dove è inserita la biblioteca. A lato della villa è gradevole la chiesetta consacrata alla Vergine, dove si può contemplare una “Via Crucis” a tinta unita realizzata dal pittore Paolo Gaidano (Poirino 1861 – Torino 1916). La villa nel bilancio della Frenesy Film Company è in carico per oltre 9 milioni di euro. La società di Guadagnino (che non produce solo film, ma anche spot) nel 2021 ha realizzato un utile di 1,7 milioni su ricavi per oltre 20 milioni.

1 reply