La Tigre di Lexotan

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – La campagna elettorale è appena cominciata ed è già tutto chiaro. Siccome il Rosatellum impone le alleanze elettorali più larghe possibili, la coalizione favorita – la destra – tiene dentro tutti, mentre quella sfavorita – il centrosinistra – tiene dentro chi non ha i voti e fuori chi li ha. La destra litiga su chi […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

36 replies

  1. La Tigre di Lexotan

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – La campagna elettorale è appena cominciata ed è già tutto chiaro. Siccome il Rosatellum impone le alleanze elettorali più larghe possibili, la coalizione favorita – la destra – tiene dentro tutti, mentre quella sfavorita – il centrosinistra – tiene dentro chi non ha i voti e fuori chi li ha. La destra litiga su chi fa il premier: Salvini e B., in picchiata nei sondaggi, non vogliono la Meloni, colpevole di essere prima. B. dice che “Meloni spaventa i nostri elettori”, che però sono un quinto di quelli di FdI, cioè molti meno di quanti ne spaventa lui. Se passa la regola del “vinca il peggiore”, alla fine a Palazzo Chigi andrà Lupi, o Cesa. Il Pd invece, avendo scelto di perdere, non ha il problema del premier: Letta parla solo di quello vecchio, sotto forma di Agenda Draghi. Seguiranno Portapenne Draghi, Gomma Draghi, Svuotatasche Draghi e tutto il set. Più che il premier, Letta vuol fare il “front runner”, che nessuno sa cosa sia, tranne che è come “un quadro di Van Gogh” (una natura morta) e ha “gli occhi di tigre”: la Tigre di Mompracem, anzi di Lexotan. Calenda invece rivuole Draghi e si allea con Letta solo se giura che non farà il premier. Se poi Draghi non vuole, “al massimo il premier lo faccio io”: si sacrifica lui.

    Siccome il perimetro di Letta è l’Agenda Draghi, i 5Stelle sono fuori perché nell’ultima settimana non gli han votato la fiducia: invece Fratoianni, che non gliel’ha votata mai per 18 mesi, è dentro. E fa coppia fissa con l’ambientalista Bonelli nel Cocomero rosso-verde, simbolo ortofrutticolo della transizione ecologica che è l’opposto del programma del neoalleato Calenda. Il quale, se tutto va bene, porta con sé mezza FI: Brunetta, Gelmini, Carfagna e tal Giusy Versace, che “non riconoscono più i toni di Berlusconi” (in effetti è da un po’ che non dà dei “comunisti con le mani sanguinanti” ai pidini e dei “coglioni” ai loro elettori, non fa bisbocce con Putin, non mima il mitra alle giornaliste russe, non ripete che “i giudici sono un cancro da estirpare”, non loda il Duce e non racconta quella della mela al doppio gusto). Col Pd c’è anche il Partito dei Sindaci, nato da un furtivo amplesso fra Di Maio e Sala allo scopo di candidare Di Maio, che non è sindaco, e Pizzarotti, che non lo è più e ha passato gli ultimi cinque anni a insultare Di Maio. Sala invece sindaco lo è, ma non si candida, e come lui nessun altro sindaco: per entrare nel Partito dei Sindaci bisogna non essere sindaci. E ovviamente avere un simbolo, fornito da Tabacci, che l’ultima volta l’aveva prestato alla Bonino, che adesso sta con Calenda e ha liberato il posto. Ora manca l’insegna: Sala&Tabacci.

    Conte corre da solo con i 5Stelle. E Grillo, dopo 18 mesi di impegno indefesso per affossarli, pare minacci di fare finalmente qualcosa per loro: andarsene.

    Piace a 12 people

  2. “E Grillo, dopo 18 mesi di impegno indefesso per affossarli, pare minacci di fare finalmente qualcosa per loro: andarsene.”
    in molti lo sperano

    Piace a 3 people

    • La sua minaccia(quella di Grillo di andarsene) non riguarda la sua persona, che nonsarebbe una perdita grave, anzi, ma quella del simbolo e con esso il diritto a presentarsi alle votazioni senza dover raccogliere le firme oltre al contratto con sky vote. Insomma porta via con se il pallone e si rischia di non giocare più.

      Piace a 1 persona

    • Se Grillo non cede sul doppio mandato e va allo scontro con Conte, ne resterà solo uno. Il rischio è che questo presunto “elevato” sfili il simbolo a due mesi dalle elezioni, certificano la fine del Movimento. Se non è vendetta questa Vs Conte e i contiani, non saprei come altro definirla. Intanto a destra ieri hanno riesumato il ponte sullo stretto e la flat tax, a sinistra imbarcano Brunetta e Gelmini. Tafazzi a confronto era un dilettante.

      "Mi piace"

  3. Il M5s andrà da solo, prenderà meno del 10 per cento e farà tappezzeria, come il Pd e gli altri cespuglietti. Il cdx vincerà e dopo 3 anni esploderà (o prima, se il caimano dovesse raggiungere il suo secondo, il Padreterno). A quel punto quel che resterà del Movinento potrebbe attiare i poveri italiani esausti e, con un po’ di terga, andare al governo. Sempreché l’astensionismo non arrivi al 70%, come conviene a lorsignori. Buonanotte e sogni belli.

    Piace a 1 persona

    • Se invece andasse nell’ammucchiata pettina non superebbe la soglia di sbarramento (3%) e Conte potrebbe cantare vittoria. Avrebbe esaurito il suo compito di liquidatore del movimento.

      Piace a 1 persona

  4. Sarà il re inverno che stabilirà chi deve governare l’itagglia, e visto come tira il vento, meglio stare in disparte e guardare,
    Ne vedremo delle belle. Garantito

    Piace a 1 persona

    • Ne vedremo delle belle?
      Spero tanto di sbagliarmi ma se continua così fra siccità e prezzi impossibili da sostenere ritornerà valido il vecchio detto veneto: tanto vale la paja che i schei.!
      Hai proprio ragione meglio stare in disparte a guardare.

      "Mi piace"

    • Nessun dubbio! Preparate il popcorn! Il film è appena cominciato .. meno male che sono tutti in vacanza !e i programmi tv servono solo vecchi e stantii film ! Cosi saremo tutti concentrati ad ascoltare le solite boiate elettorali! Mai una gioia!!

      "Mi piace"

  5. Come non ricordare con affetto i nostri futuri ex parlamentari?

    Per esempio, L’abominevole Vito Crimi e Gigino Di Maio:

    Di Maio amico mio
    Adesso arrivo io
    Ed i casini tuoi
    Ce li troviamo noi
    con le tue dimissioni
    Sarò capo dei cialtroni
    Gigino fatti in là
    L’ Italia ti ringrazia già
    PariPamPun Gigi non è più qua
    PariPamPun ministro quaquaraqua
    Di Beppe non è più il cocco suo
    Ci ha messo Crimi al posto tuo
    PariPamPun Crimi è qua
    PariPamPun altra pedina sarà
    Se Grillo dice restiamo qua
    Questo governo non cadrà
    Di maio amico mio
    Noi ringraziamo Dio
    E come per magia
    È tornata L allegria
    I 5 stelle sai
    Sono a pezzi ormai
    Ed ora in tivù
    Nessuno ti vedrà mai più
    PariPamPun Gigi non è più qua
    PariPamPun ministro quaquaraqua
    Di Beppe non è più il cocco suo
    Ci ha messo Crimi al posto tuo
    PariPamPun Crimi è qua
    PariPamPun altra pedina sarà
    Se Grillo ha detto vai via di qua
    Allora presto Parimpanpun al voto si va!

    Piace a 1 persona

  6. Splendido articolo, come sempre.
    Solo che non è Lexotan: è Roipnol.
    Capisco il giochino del voler usare Lexotan parlando della Tigre di Mompracen, ma ripeto, è Roipnol.
    Letta, la Tigre di Roipnol (non volendo chiamare in causa “Il Pirla (!!) di Labuan”…! 😂)

    Piace a 2 people

  7. Travaglio sciorina tutte le contraddizioni che gli altri fingono di ignorare…
    Tutto a posto, madama la marchesa, gli anomali, i fuori dal coro e dalla competizione (implicito) sono i 5s.
    Evidenziarne ogni difficoltà, ogni contrasto interno, ogni intoppo.
    Gli altri siano leggenda.
    Seeee… metropolitana.

    Piace a 1 persona

  8. Andalusia Vox : il Bel Paese mi vuole sul ponte di comando il 26 settembre tutti Voi siete invitati al Rondò della forca per assistere all’adunata mediterranea dei Colonnelli.

    "Mi piace"

  9. Se il divieto del terzo mandato che interrompe la sana formazione di una classe dirigente, viene imposto dal garante, a questo si pone la domanda: chi lo decide il nome del garante?? Gli iscritti? O è da considerare emanazione di Dio?? Che non è infallibile. Infatti nel definire “grillino” il banchiere Draghi (e genio Cingolani) imponendo ai ministri il voto favorevole in CdM all’invio senza limiti di armi all’Ucraina, e seguente escalation della guerra, e l’aumento del 2% delle spese militari solo per far piacere agli Usa. E prima ancora il voto SI’ all’orribile riforma Cartabia e altre cosucce come il ridimensionamento del RdC e la batosta alla spazzacorrotti… beh allora bisogna rivedere i criteri di “designazione divina” del garante. Forse è meglio un profano ma più democratico Comitato di Garanzia con compiti più estesi.
    O su tutta la partita deve valere la proprietà del simbolo??!!
    Quanto ai principi e valori, mi permetto di osservare la storicità degli stessi. Infatti, nel ’18 l’elettorato era nella più completa disperazione e diede il 32% di voti ai 5s, proprio per rimuovere il marcio di Danimarca, senza andare troppo per il sottile. Ma oggi, dopo 5 anni, dev’esserci più oculatezza, lungimiranza e saggezza nelle scelte strategiche. Deve interessare soprattutto una efficace linea politica che faccia gli interessi dei ceti medio-bassi (cioè oltre la metà del popolo elettorale, per lo più disagiati etc.). E per riuscirci servono dirigenti politicamente ferrati ma anche con una certa preparazione sui temi maturata nel tempo. E’ curioso pensare di doverli sostituire TUTTI con sconosciuti che superino l’esame video di soli 3 minuti. Ugh, ho detto!

    Piace a 2 people

  10. Non sono un esperto ma forse il problema, più che il garante,consiste nella proprietà del simbolo: se è di Grillo che quindi può farne ciò che vuole,sarebbe il caso che Conte gli invii un bel vaffa e, se ha coraggio,si faccia un suo partito ( presto però),come ho già detto tra astenuti,delusi,orfani ideologici, ambientalisti ( quanti neo elettori con sensibilità ecologiche non hanno riferimenti) ecc, c’è una prateria da esplorare

    Piace a 1 persona

  11. Al momento il programma elettorale del campo largo sembra essere:
    Per battere Occhi di Bue servono Occhi di Tigre.
    Punto.
    E stiamo qui a parlare di due o tre mandati?

    "Mi piace"

  12. Pietro, Conte non ha più tempo per fondare un suo partito, per farlo occorre raccogliere una quantità di firme che in due mesi e senza attivisti coordinati sul territorio, te le sogni! Senza firme non può partecipare alle elezioni , a differenza di chi ha già partecipato nelle trascorse elezioni come il M5S, IV, Calenda, PD e pure Di Maio con una probabile scappatoia legata alla cessione del simbolo da parte di Tabacci. ….In realtà con la questione del simbolo M5S di proprietà del fondatore, il signor Grillo più che garante, è padrone. …..avevamo un bel partito padronale, ma ci siamo baloccati come idioti con la DD, l’ osso gettato in pasto al cane, ed ora permettiamo al padrone di decidere sul ricatto più vecchio del mondo: il partito è mio e lo gestisco io…….poi quello non 5 stelle è Conte ed il giuda è solo Di Maio, diretto prodotto dello stesso padrone! La questione tediosa dei due mandati, è l’ ennesimo mezzo strumentale per affossare definitivamente l’ agonizzante M5S guidato da Conte, perché il padrone del padrone gli ha ordinato che Conte deve stare fuori dalle pa@@e, altrimenti un vero garante sarebbe il primo a rispettare la decisione degli organi collegiali e delle figure preposte, indicate da regolamento. …magari cercando un accordo, almeno per provare a vincere in qualche collegio uninominale! Invece avete capito o no che il M5S deve perdere in tutti i collegi e sparire! È sulla forza di attrazione del candidato all’ uninominale che si vince o perde la partita. ….scommettiamo che i forzisti della coalizione piddina non andranno allo scontro nell’ uninominale con altri forzisti della destra meloniana-salviniana, ma solo contro il candidato di FdI o della Lega? E a chi andranno i voti berlusconiani, al candidato di FdI o della Lega, oppure al candidato forzista della coalizione piddina? Io credo al secondo. ….perché Berlusconi o chi per lui lavorano per la realizzazione di un centro moderato dove FI , ora fintamente divisa nei due schieramenti, dopo potrebbe ,da riunita , avere molti parlamentari da cui si dovrà passare per formare qualsiasi governo…..insomma a secondo di chi vince, destra o cdx piddino, Berlusconi con i suoi 60 deputati, vince comunque. …..solo nella destra saranno 42 i candidati di FI, cui aggiungere una ventina di candidati del cdx piddino, che non risponderanno certamente a Letta. …..noi occupiamoci pure dei due mandati!

    "Mi piace"

    • Alessandra
      Hai tutte le ragioni del mondo, compresa quella che non hai menzionato,,
      E che conferma il mio pensiero,
      L’inconsistenza di mr.tentenna brancaleon giuseppi il bradipo, quanti mesi sono passati dalla sua investitura a re dei re? 17? E cosa ha fatto oltre affermare stupidaggini su difendere le sanzioni alla Russia che poi si sono rivelate sanzioni all’Italia quando poteva tacere, oppure votare e avallare oltre 55 fiduce al peggior governo ?
      E sul piano organizzativo del mv5s un fallimento totale,
      E questo mr.tentenna dovrebbe governare l’itagglia? Con la taverna crimi e fico?
      Meglio Fracchia.

      "Mi piace"

    • Ma infatti, abbiamo già sprecato 2 settimane di campagna elettorale e siamo qui ancora a parlare dei due mandati.
      Grillo ha abdicato da molto tempo ormai, è un padre di famiglia, ha altro a cui pensare.

      Piace a 1 persona

      • Mi mancava. Comunque sì, ha ragione Letta, si governa proprio bene con lui. Il presidente responsabile, è Conte l’impresentabile.

        "Mi piace"

    • È una barzelletta orrenda, Paola, vieppiù ove raccontata da questo povero bavoso MdF nei suoi vani tetativi di affascinare le folle (o forse le follie!); personalmente la sapevo già, e in versione molto più carina, ma se proprio vuoi farti del male, beccati sto video! Tiè!

      "Mi piace"

      • Grazie Cekko.
        L’avevo poi letta nell’articolo che ha postato Adriano, ma vederla mi fa tutto un altro effetto.
        Sai quale?
        Ti ricordi De Niro quando gira intorno al tavolo con la mazza da baseball e tutti che ridono per compiacerlo e allisciarselo, lui racconta la partita “c’è un bel sole, acchiappa, corre ecc ecc” e poi si ferma dietro a quello col sigaro che annuisce e gli spacca la testa con la mazza, e il sangue ricopre la tovaglia inamidata.

        Scena fantastica!

        "Mi piace"

  13. Cagliostro, Conte è capo politico da agosto 2021, legittimo capo politico per la questione ricorsi, da due mesi. ….non da 17 mesi! Fino a meno di un anno fa nel M5S comandavano Di Maio e Grillo, ora il primo è fortunatamente fuori da 1 mese, il secondo purtroppo no! La responsabilità del disastro 5 stelle di quasi 4 anni di legislatura è da imputare a Grillo, Di Maio, parlamentari ed iscritti per l’ 90 %, a Conte per il 10%……se poi le sorti di una forza politica che ha dimezzato i consensi dopo 1 anno di legislatura, passando dal 33% al 17 % si deve per forza attribuire a chi fino a febbraio 2021 faceva altro, cioè il pdc, ottimo pdc, e poi fino ad agosto 2021 il privato cittadino, facciamo pure, ma non è né vero né intellettualmente onesto. ….a me certe colpe, da attribuire sempre ad altri e solo per gli ultimi 5 minuti della storia mi ricordano gli italiani amnesici, lagnosi ed inconcludenti…..infatti siamo messi, come siamo messi anche grazie a loro! Non andate a votare, però poi nessun lamento, perché stanno a zero come le chiacchiere. …..si va in piazza per le partite di calcio, non per il resto. ….mangiate pure il pallone tagliato a fettine sottili come il nostro cubo! Addirittura è partito un hastag ” io non voto” bene, poi però taci ed acconsentì. ….capace che è partito dalla bestiolina renziana ed il gregge ovviamente segue pensando così di danneggiare chi lo spinge proprio là dove va il proprio interesse. ….sarà anche intelligenza e coerenza, a me pare una boiata pazzesca alla Fantozzi… senza purtroppo la sua genialità comica! Ci aspettano lacrime e sangue. …la me…a ormai fa da arredo! Ciao Cagliostro, con cordialità e senza risentimento, siamo su due posizioni antitetiche!

    "Mi piace"

    • Capisco che il non voto favorisce i soliti noti, e io sono stato uno strenuo sostenitore portando diversi amici nuovamente al seggio elettorale,
      E capisco anche che il panorama politico è talmente deludente, ma riporre speranze di cambiamento in un personaggio che non sa neppure che calzini indossare è talmente ridicolo che non vale neppure prenderlo in considerazione, mr tentenna uno che nonostante le figure di mer@ e pedate nei testicoli ricevute dai suoi idoli pdioti non può fare a meno di implorarli di concedergli qualche carezza insieme a palate di letame, sicuramente soffre di qualche sindrome da dipendenza.
      No grazie, non perdo un ora di tempo per sostenere il nulla. Meglio il caos

      "Mi piace"

  14. Front runner è fantastico!
    Corre davanti a tutti senza specificare in che direzione.
    Per come l’ho inteso io ( trattandosi di letta) significa che sarà il primo nel darsela a gambe, seguito da tutti gli altri.
    Comunque la situazione in generale è davvero deprimente a 360 gradi.
    Considerando che i nostri vertici militari erano gli unici a sconsigliare l’invio delle armi in ucraina, mi sa che quasi quasi ci conviene sperare in un colpo di stato.
    Una giunta militare farebbe meno danni di un governo tipo quello di draghi.

    Piace a 1 persona

    • Ma guarda, Secondosilvio, mi sa che hai ragione, sai? Un bel colpo di Stato militare… da militari che son gli unici che preferirebbero di non mandare armi agli ucronazisti azoviani. Alla lunga mi tocca di darti ragione (e non è la prima volta).

      "Mi piace"