Il tridente M5S in campo per recuperare consensi

Il M5S per recuperare consensi schiera Dibba, Raggi e Appendino. Anche Grillo sarà impegnato. Conte vuole “riprendersi” i territori.

VERSO UN'ITALIA ECODIGITAL

(Carmine Gazzanni – lanotiziagiornale.it) – Da una parte la presenza costante sui social e sui canali di informazione; dall’altra il ritorno nelle piazze soprattutto nell’ottica di riprendere in mano i territori e ravvivare ambizioni e speranze degli attivisti. La strategia elettorale di Giuseppe Conte si muove, dunque, su un doppio binario che viaggia parallelo e che evidentemente mira reciprocamente a influenzarsi. Non a caso ieri il presidente M5S è stato ospite di Filo Rosso su Rai3 (qui il video), ma prima ha fatto anche una diretta social dal titolo più che inequivocabile: “Finora abbiamo ascoltato di tutto e di più. Adesso parlo io”.

Conte: “Ci sarà il ‘voto utile’, o si vota Meloni o Letta. Ci sarà una sorpresa: il terzo incomodo, il M5S”

Conte non ha risparmiato critiche al Pd che ha ad esempio messo “due dita negli occhi” al M5S con la scusa dell’inceneritore che, invece, nulla (o quantomeno poco) c’entra con la posizione critica sul decreto-Aiuti e, più in generale, con la linea politica assunta dal governo Draghi. E da qui la conclusione del discorso, che lancia ufficialmente la campagna elettorale del Movimento: “Ci sarà il ‘voto utile’, o si vota Meloni o Letta. Di fatto il voto sarà questo: o votate per l’uno o per l’altro. Ci sarà una sorpresa: il terzo incomodo, il Movimento 5 stelle”, sottolinea l’ex presidente del Consiglio che, ancora una volta, rivendica ai 5S la caratura di forza “veramente progressista”.

In questa maniera i Cinque stelle di fatto si riappropriano del loro più nitido Dna, caratterizzato dall’essere alternativa a tutto ciò che il panorama politico offre. Resta, però, il tema da cui siamo partiti: come tornare a riaccendere i cuori degli attivisti e degli elettori? Innanzitutto, spiegano fonti interne, premendo su una coesione del Movimento. E non a caso i primi segnali già stanno arrivando: le pagine M5S locali hanno tutte espresso nei giorni scorsi sostegno e vicinanza al presidente pentastellato.

Non solo: tutte condividono i post della pagina nazionale, specie quelli delle partecipazioni televisive. Si condivide addirittura stesso font anche a livello regionale, un dettaglio che ha sempre caratterizzato la linea comunicativa M5S ma che nell’ultimo periodo era andato perso. Affianco però alla coesione ventilata e pubblicizzata sul web, deve corrispondere anche quella fisica e “di piazza”. Proprio per questo, nell’attesa di capire cosa accadrà sul doppio mandato (si sta cercando il modo per arrivare a una deroga per qualcuno), la campagna deve accendersi con i pezzi da novanta (ma al primo mandato) del Movimento. E non sarebbe un problema.

Pare ormai cosa certa la candidatura di Chiara Appendino e di Virginia Raggi

Pare ormai cosa certa la candidatura (di cui proprio La Notizia, tra i primi, ha parlato già una settimana fa) di Chiara Appendino e di Virginia Raggi. Due nomi importanti che portano nuovi entusiasmi. Resta ancora in dubbio la candidatura di Alessandro Di Battista. A quanto risulta sono in corso trattative: Dibba chiede garanzie affinché il Movimento non ricada in alleanze errate. Cosa, visto il passato, più facile a dirsi che a farsi.

In altre parole, Di Battista vuole la sicurezza che poi non ci si ritrovi dentro a qualche sconveniente coalizione. Certo è, però, che al momento le richieste dell’ex parlamentare sono state rispettate: uscita dal governo Draghi e no all’intesa col Pd. “Siamo fiduciosi”, rivela un deputato vicino a Conte.

Anche perché sforzo è stato chiesto a tutti, e tutti finora hanno risposto presente nel nome di un’intraprendenza ritrovata. A partire dallo stesso Beppe Grillo che, dicono fonti informate, avrà parte attiva in questa campagna elettorale. Chi non l’avrà è Davide Crippa: l’ormai ex capogruppo M5S alla Camera è uscito dai 5S. Un addio che non sorprende visto le polemiche degli ultimi giorni. “Bene così: meglio perdere chi non è d’accordo e poi andare avanti tutti uniti”, mormora qualcuno.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

55 replies

  1. In altre parole, Di Battista vuole la sicurezza che poi non ci si ritrovi dentro a qualche sconveniente coalizione. Certo è, però, che al momento le richieste dell’ex parlamentare sono state rispettate: uscita dal governo Draghi e no all’intesa col Pd. “Siamo fiduciosi”, rivela un deputato vicino a Conte
    Infatti il mr.tentenna ha votato la fiducia alla Camera e sarebbe stato pronto a rivotarla al senato s draghi non lo avesse trattato come una pezza da piedi
    Questa si tratta di coerenza da pavidi ora si sta gonfiando come un tacchino per avere una poltroncina in cui sedersi.
    Spero che il Dibba ci pensi bene prima di imbarcarsi con simili individui

    Piace a 1 persona

  2. Ah ecco……
    Leggendo il titolo mi ero quasi illuso.
    Il Dibba nicchia e fa bene, grillo invece farebbe bene a starne proprio fuori…..i tempi dei V-days sono preistoria mentre i bacini che ha dato a draghi sono ancora tristissima cronaca dei nostri giorni.

    Piace a 1 persona

  3. Dalla macedonia “esterna” alla macedonia “interna”.
    Temo che gli elettori si confondano: occorre un messaggio chiaro. I “ma anche” e i ripensamenti sono già stati troppi.
    E, mi ripeto, gli “affezionati” non bastano,…
    Conte ha (ancora) un capitale di cinsensi non piccolo, molti cittadini lo ricordano come “persona seria” ( a torto o a regione, non so., ma così è apparso)
    Per il suo modo di porsi non è facilmente attaccabile, mentre lo sono moltissimo il Dibba (personaggio antitetico) e la Raggi, della quale verrà riiesumoto persino Spelacchio.
    Attenzione a non mostrare troppo il fianco, quindi, i media si avventeranno come lupi…Questa volta la guida deve essere chiara ( legate Grillo…).

    Piace a 1 persona

    • I media si avventeranno a prescindere. Se Conte dovesse rimanere l’unico rappresentante dei 5 stelle sai cosa scriverebbe i giornali? 5 stelle spaccati.

      Piace a 2 people

  4. ma non vale anche la regola dei 2 mandati per il Garante?

    L’unica condizione per ritrovarmi a sostenere ancora i 5 stelle sono la presenza di Raggi e Appendino (a scelta la candidata premier, bravissime entrambe e soprattutto con la schiena dritta), Conte come Garante e Grillo che si auto-sospende fino alla chiusura del caso Ciro. Di Battista può esserci, anche se la sua è una presenza di idee e consenso. Adesso abbiamo bisogno di buon governo e le due signore hanno dimostrato di saperlo fare molto bene.

    Piace a 1 persona

  5. Io li ho votati nel 2013 e nel 2018. Non riesco ancora a comprendere perché hanno lasciato che l’ultimo governo smontasse le leggi correttive di annose iniquità sociali, che avevano fatte in precedenza. Finché non dicono il motivo non posso rivotarli; non riesco a fidarmi.

    "Mi piace"

    • Semplice. Perché quelli che le hanno smontate avevano la maggioranza. FDI LEGA FI IV PD GRUPPO MISTO etc etc maggioranza M5S minoranza.

      "Mi piace"

      • Guarda io posso solo dirti che per quanto riguarda la modifica del RDC hanno votato contro. Non vorrei che per quanto riguarda gli altri provvedimenti Draghi abbia chiesto la fiducia. Ma la vera domanda è: perché hanno aspettato tanto ad uscire? Tu ti sai rispondere?

        "Mi piace"

      • La risposta te la sei già data nel tuo precedente commento. Nel governo erano minoranza ma potevano contare qualcosa per opporsi alle schifezze, fuori dal governo sarebbero stati ancora minoranza ma senza contare e tutte le schifezze compresa la originaria schiforma Cartabia sarebbero passate senza alcuna modifica e forse pure l’abolizione del reddito di cittadinanza.
        Bisogna essere proprio masochisti per non votare l’unica forza politica che con i fatti ha dimostrato di fare l’interesse dei cittadini.

        “Finché non dicono il motivo non posso rivotarli; non riesco a fidarmi.” Ma perché se non vengono a spiegartelo direttamente e personalmente non lo capisci da solo?
        Ma cosa vi serve ancora per capire chi nella realtà fa il vostro interesse?

        "Mi piace"

      • Tonno guarda che devi aver sbagliato destinatario. Io ho solo spiegato a questo signore perché si sono fatti distruggere le riforme. Non è che ti sei fatto inscatolare come Di Maio?

        "Mi piace"

      • Tonno, dovrei rivotarli per il taglio dei parlamentari e per la regola dei due mandati. Ma hanno fatto il più grande regalo a maneggioni ed arruffini col 110%: la più grande porcata della storia della repubblica, che ha dato molto ma molto ai ricchi e benestanti, caricando sulle spalle del minchinato pubblico( purtroppo i ns figli) 40 mld di regalia. Nemmeno lo sceriffo di Nottingam sarebbe arrivato a questo. Pertanto non li rivoto.

        "Mi piace"

      • @Caterina
        Se vuoi te lo spiego io.
        Hanno votato 55 volte la fiducia per due motivi.
        Per poter limitare un pochino i cambiamenti delle loro riforme.
        Hanno fatto quel che hanno potuto, forse pure meno,na qualcosa hanno fatto.
        L’altro motivo è palese a tutti… la pensione. Guarda caso le elezioni sono calendarizzate il giorno dopo l’integrale maturazione.
        Bastardi? Si, ma forse l’avremmo fatto anche noi.

        "Mi piace"

      • Il vitalizio lo maturano perché il governo andrà avanti per gli affari correnti. Avresti potuto dire
        Figli di padre ignoto e madre di dubbia moralità.
        Sarebbe stato più originale
        Andiamo a votare in agosto con la gente in ferie?

        "Mi piace"

      • Se crescere significa seguire ancora questo VOMITEVOLE teatrino di visi pallidi venduti al sistema marcio, (ho gia’ dato 12 anni con l’insetto di Genova) preferisco affidarmi al primo nuovo partitino che si definisce antisistema, escluso l’italexit del pappagone ovviamente, che fa’ parte di voi maturi VISI PALLIDI.

        "Mi piace"

  6. HA RAGIONE DU BATTISTA A CHIEDERE DI EVITARE ACCOZZAGLIE,HO SENTITO ACHE PARLARE DI LUIGI DE MAGISTRIS,TENETELO FUORI E POCO AFFIDABIL SARA’ UN ALTRO PARAGONE E,VUOLE SOLO UN PASSAGGIO PER PER ENTRARE IN PARLAMENTO

    Piace a 2 people

  7. Vero, anzi verissimo ma ciò non toglie che nessuno li obbligava, coltello alla gola, di votare la fiducia al governo draghi,
    E questo è successo ben 57 volte.

    Piace a 2 people

  8. Va benissimo dire “noi siamo questo” e “noi faremo quest’altro”, però credo vada anteposta una questione importante: se vuoi riconquistare o attrarre gli elettori, operazione molto difficile, sarebbe opportuno spiegare cosa .. diamine si è capito dopo quattro anni di esperienza coi partiti e, soprattutto, perché gli elettori stavolta dovrebbero sentirsi rassicurati che non prenderanno una ennesima.. cantonata.
    Questi 4 anni sono stati una passeggiata di salute?

    Il mio voto è ancora moooolto lontano.

    Piace a 2 people

  9. Diciamo le cose come stanno, Conte avrebbe scelto volentieri Letta che però gli ha sbattuto la porta in faccia, giocoforza Di Battista se lo prenderebbe ma dai giornali avverte che le cose sono cambiate, insomma non ne gradisce lo stile né le posizioni politiche. Di Battista è rimasto ‘mai col PD’ come gli elettori che lo seguono (è l’ unico grillino ad avere voti propri).
    Come faranno a incontrarsi proprio non lo so

    "Mi piace"

      • Si secondosilvio. Seguo ma non lo voto. Ne ha combinate tante coi vaccini farlocchi senza nessun approccio critico nemmeno con le evidenze di oggi, e poi si è prestato al programma green pass, e poi no alle armi si all’invio di armi, si tutto.. Nn posso

        "Mi piace"

    • A dire il vero, Dibba era più che disposto a fare il ministro nel Conte 2, quindi col Pd.
      Ci ha rinunciato perché la contropartita era un ministero anche alla Boschi.
      Va bene il Pd, ma Renzi & Co, e in particolare Boschi, vade retro.

      "Mi piace"

      • Ovviamente, mi riferisco all’epoca, non certo al Pd attuale, inammissibile a prescindere.
        Non credo che Conte abbia rimpianti per quanto riguarda il fallimento del campo largo, semplicemente, da persona seria e corretta, non si aspettava un simile voltafaccia, quei modi e quel tono sprezzante.
        Con risvolti patetici, tra l’altro… perché “avere gli occhi di tigre”, detto da cotanto pesce lesso, suona proprio ridicolo.

        "Mi piace"

  10. ” anche Grillo sarà impegnato” Sì speriamo all’ estero. ..in Alaska. …al fresco! La prima vera strategia elettorale è silenziare il garante. ……quanto al fidarsi vorrei capire se la fiducia si concede o toglie genericamente a categorie, simboli, contenitori o alle persone…..il luogo comune della generalizzazione, la propensione mentale a non voler distinguere. ….vorrei vedere se chiunque di noi assimilato al peggio, solo perché appartenente ad una categoria lavorativa, sociale, religiosa od etnica, sarebbe disposto ad accettare un simile pregiudizio e discriminazione. ….o pretenderebbe una giudizio in merito alla sua specifica individualità, nel bene o nel male. …. ” tutti gli ateniesi sono ladri, io sono ateniese e non ho mai rubato” ……credo parole di Socrate, secoli fa. ….fra i 5 stelle qualcuno merita piena fiducia, altri no, così come per qualsiasi individuo indipendentemente da razza, religione, genere, nazionalità, ceto sociale ed appartenenza politica…..diversamente una tale propensione mentale scivola pericolosamente verso altro …storicamente il peggio! Ecco io non mi fido proprio di chi ha questa visione. …mi spaventa e preoccupa più dei pivelli che da cittadini comuni sono necessariamente inesperti rispetto a navigati, furbi ed esperti politici con le mani in pasta da decenni! Insomma li vogliamo nuovi e puri, ma anche esperti, li vogliamo onesti, ma anche furbi, li vogliamo competenti , ma senza poi né pagarli né premiarli per impegno e competenza, li vogliamo diversi, ma non sappiamo poi distinguere la diversità del singolo dalla generalizzazione da bar sport!

    "Mi piace"

  11. Se Conte avesse voluto stare con Letta ed avere un posto sicuro in parlamento, non avrebbe aperto una crisi di governo su condizioni politiche che sono antitetiche al PD. ….ha fatto richieste in linea con gli ideali e programmi del M5S ed ha finalmente reso più chiaro a tutti che il PD è una forza politica di cdx….la sfida futura è che gli elettori del PD ne prendano atto e non votino una coalizione di centro destra! Mi pare che il nostro ex capo politico Di Maio, votato dagli iscritti, sia parte della coalizione del PD, nei fatti e non nelle intenzioni. …se poi Conte fa schifo, prima di lui citofonare a Grillo, Di Maio ed iscritti al M5S che hanno responsabilità enormemente più grandi di Conte….per me se il M5S guidato da Conte va da solo o in coalizione con Alternativa e Verdi, come terzo polo alternativo alla destra e al cdx piddino, avrà il mio voto!

    Piace a 1 persona

    • Se i voti raccolti dal M5* a settembre prossimo risultassero decisivi, se aggiunti alla cricca di destra guidata da Letta, per dare vita a un governo alternativo a fdi-lega-fi, tu hai capito cosa intenderebbe fare Conte?
      È un ipotesi verosimile e la butto lì.

      "Mi piace"

      • Mao diceva che non importa se il gatto è bianco o nero l’importante è che cacci il topo. Se dovesse succedere quello che pensi tu l’importante è spuntare un accordo che preveda rdc salario minimo aiuti a chi non ha soldi etc etc etc

        "Mi piace"

    • Alessandra di quale Alternativa parli? “Alternativa C’è” degli ex grillini corre con il nuovo gruppo antisistema “Uniti per la Costituzione” o alludi ad Alternativa per l’Italia di Adinolfi va con la compagine uniti per la famiglia

      "Mi piace"

  12. @Caterina Piretti

    Di Battista non rientrerà mai se le cose stanno così: con gelmini, brunetta, calenda (che vuole distruggere il mov) , letta (ha creato una forza Italia per chi si sente di sinistra e progressista, cose da manicomio!) ecc??
    Dovesse andare così (sono solo ipotesi), guarda che è abbastanza facile capire il seguito: ti concedono una cosa, bella, subito, poi ti devi sorbire la deriva neo liberista, altrimenti diventi un sabotatore e cafè il governo, e avanti con il solito spettacolo da “Grand Guignol” all’italiana.
    No, grazie.

    Piace a 1 persona

    • Capisco. Però come prima condizione potresti dire: fuori la marmaglia dopodiché un bel contratto nero su bianco da divulgare sui siti internet sui giornali in maniera che tutti vedano chi fa il furbo. Chiaramente sto semplificando Però perché no?

      "Mi piace"

      • Per me, saltasse fuori questa ipotesi, è no, e rimane no. Poi facciano quello che credono, sia i vertici del movimento, sia gli elettori possibilisti come te.

        Piace a 1 persona

      • Letto adesso:.ADN KRONOS Grillo pronto all’addio
        se saltano i 2 mandati. Eccolo qua il garante fondatore ricattatore
        come ho già detto in un altro commento lui solo può derogare farsi i fatti suoi perché lui è il marchese del Grillo io sono io e voi non siete un cazzo. Vi sorprendero Mi fa più schifo lui che core ngrato Di Maio.

        "Mi piace"

  13. Altrimenti?
    La forza degli ideali veri del M5* gli consentono di andare da solo, e rimanerci. Non è scritto da nessuna parte che “bisogna” andare al governo “subito”. La grande ammucchiata che stanno preparando è capita poco da chi ha vista corta, che arriva al giorno delle elezioni e stop. Un governo di destra-destra verrà bombardato senza pietà. La grande ammucchiata, nel frattempo, come branco di avvoltoi, se ne starà a vedere l’agonia appollaiata sui rami di un albero secco. È ancora presto.

    "Mi piace"

  14. Con la barzelletta del votare il meno peggio ci siamo ritrovati con tutti sti migliori parassiti al governo, in confronto le zecche e il bao della tenia sono dei pivelli.
    Ma vedo che la lezione non è servita, stiamo ancora dibattendo su qual’é il meno peggio,
    Venghino siori venghino più gente entra più bestie si vedono.

    "Mi piace"

  15. L’ho detto e lo ripeto. Voterò il Partito/Movimento più violentato dal Sistema informativo. Anche se sono delle pippe. Il candidato più probabile oggi è ancora il M5s. Purché non se ne esca con un accordo dell’ultimo momento col PD. In quel caso sarà per me invotabile. E passerò alla seconda scelta. Che però ora non so chi sia.

    Piace a 1 persona

  16. Vedio che i media, complice l’ immagine del Dibba, stanno appiattendo il m5stelle nella “sinistra” sinistra”.
    In questo caso potranno contare solo sui voti dei Centri Socili.
    Il m5stelle non era certo nato per dare una mano a “Servire il Popolo”…

    Attenzione: i cittadini ( non parlo degli iscritti o dei simpatizzanti – quelli rimasti -) hanno votato il Movimento proprio perchè si dichiarava “terzo” ( e non terzomondista). Infatti ha raccolto voti a Ds e a Sn, e questo era lo scopo originario di Casaleggio (padre) che certo di Sn non era.
    Il Conte 1 è stato il primo goveno che in pochi mesi ha mantenuto le promesse fatte in campagna elettorale ( le sue e quelle dell’ alleato Lega: se ben ricordate anche il Movimento aveva promesso un controllo degli sbarchi illegali) .
    Poi Salvini si è “allargato” : gli era stato permesso di sostenere il governo proprio per sottrarre potere al Movimento. Sui media da Capitano è diventato Ubriacone, e lo hanno ( ricordate il giretto sulla moto d’ acqua del figlio? Se avesse ucciso qualcuno avrebbe avuto meno pubblicità negativa, ma ormai noi boccaloni non abbiamo più una scala di valori e loro ci marciano…) obbligato a far cadere il governo, mettendogli per di più al fianco addirittura la figlia di Verdini per controllarlo meglio.

    Da quel momento il Movimento ha perso la testa, addirittura alleandos ( costretti?) col Partito di Rignano e solo meno di due anni dopo la famosa diretta streaming con Bersani… Che gli elettori non hanno mai dimenticato.

    Ovvio che chi lo aveva votato proprio per cavarsi dal PD lo abbia abbandonato.
    E se andrà a “sinistra sinistra” , come l’ immagine del Dibba suggerisce ai più ( me compresa) tutti gli sforzi di Casaleggio padre e del primo Grillo di proclamarsi “terzi” saranno stati vani. E i votanti non si recupereranno più: o astenuti o dalla Meloni che almeno dà una immagine di coerenza (facile per chi sta all’ opposizione). Non è infatti simpatico diventare anche cornuti dopo essere stati mazziati.

    Ovviamente ciascuno pensa e vota ( o non vota) come gli pare, ma gli “umori” degli elettori mi sembrano questi. Il m5stelle, movimento giovanissimo ed inesperto, non ha elettori fidelizzati, a parte i relativamente pochi estimatori ad oltranza, e anche gli iscritti ed i votanti sul WEB , delusi degli ex duri e puri ormai “Destra o Sinistra purchè se magna”, sono in netto calo. Occorre quindi,( così la penso, ovviamente solo un mio parere) dare un’ immagine chiara e terza, smentendo categoricamente ogni vera o presunta comunella.
    Solo qualche anno all’ opposizione , con un programma chiaro e ben delimitato ed una guida unica , altrimenti sarebbe un litigio continuo amplificato dai media, potranno fare recuperare un po’ di consensi.

    "Mi piace"

  17. Carmen, ovviamente parlo di Alternativa c’è, cioè ex 5 stelle, che tu scrivi correranno con Uniti per la Costituzione. ….se, come presumo, è un nuovo partito, dovrà necessariamente raccogliere le firme, per poter partecipare alle elezioni politiche, in due mesi. ….sembra che sia passata mesi fa una norma in parlamento che regola proprio questo da cui si salverebbero i vari Calenda, Toti, ecc, ma non Alternativa c’è né Italexit, quindi va capito bene se anche Uniti per la Costituzione possa partecipare direttamente o solo dietro la raccolta firme, che in due soli mesi è impresa quasi impossibile! Evidentemente non avete mai fatto gli attivisti sul territorio quando raccogliere le firme per il M5S, anni fa, era estremamente difficile pur in un intervallo di tempo molto più lungo di due mesi e in un periodo che non fosse Agosto/Settembre……in ogni caso Uniti per la Costituzione potrebbe andare in coalizione con il M5S, viceversa presentarsi ognuno da sé, significa pescare dallo stesso bacino elettorale e riuscire a far vincere nei collegi uninominali o la destra Meloni/Salvini o il cdx piddino +cespugli……cioè come tagliarsi i co…ni per far dispetto alla moglie. ….con una legge elettorale che premia le coalizioni si prova a costruire un terzo polo alternativo agli altri due, con una coalizione, non andando da soli come se la legge elettorale fosse esclusivamente proporzionale! Mi pare semplice intelligenza applicata alla realtà. …..

    "Mi piace"

  18. Perché M5S e Alternativa c’è non dovrebbero prendere voti se vanno insieme in coalizione, mentre sarebbero votati, inutilmente, andando da soli? Se vogliamo giocare a briscola, quando la partita al tavolo da gioco è scala quaranta, non solo si perde, ma neppure si gioca. ….All’ interno della coalizione si può ovviamente votare il partito o lista, nell’ uninominale vince il candidato della coalizione, ma i voti per la quotaparte proporzionale va alla lista o partito o movimento. ……Se disgraziatamente il M5S corre da solo e così fa anche Alternativa c’è od Uniti per la Costituzione, perdono entrambi, visto che nei collegi uninominali vince uno solo, quello che prende più voti. .. se ci sono 4 candidati 1) Dx 2) cdx piddino 3) M5S 4) Alternativa c’è o Uniti per la Costituzione e gli elettori dello stesso bacino dividono i voti fra M5S ed Alternativa/Uniti per la Costituzione, chi ha per un semplice calcolo matematico più probabilità di vincere? O il candidato 1 o quello 2, mentre gli altri due perdono entrambi! In questo giochino o corri insieme o ti fai concorrenza, perché è un maggioritario uninominale, non un proporzionale! Il terzo polo ha possibilità contro gli altri due, non se si fa concorrenza dividendosi…. cioè M5S da solo, ed un quarto polo di Alternativa c’è da soli……..già è un’ impresa per un eventuale terzo polo contrastare gli altri due che hanno consenso e controllo territoriale, figurati se i poli diventano 4 ……insomma si continua a credere che gli altri siano coglioni e noi quelli intelligenti. …

    "Mi piace"

  19. Perchè unendosi con Alternativa e Uniti per la Costituzione ( Ingroia e Rizzo) perderebbe immediatamente la sua connotazione terza.
    Basterebbe il nome Ingroia a disilludere anche il più illuso ( a proposito di riciclarsi e non mollare…)

    Pochi voti ma da solo: gli altri sono tutti ben noti, reduci da mille cambi di nome e ben connotati. E affonderebberob tutti insieme.

    Già il Movimento ha salvato il “Partito di Rignano”, se ci ricicla pure Ingroia…

    "Mi piace"