Benevento: il sottosegretario Carlo Sibilia in visita presso il Comando VV.F.

Benevento: I vertici del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco con la presenza del Sottosegretario di Stato Onorevole Carlo Sibilia in visita istituzionale presso il Comando VV.F. di Contrada Capodimonte.

CONAPO: Tra le varie richieste, quella dell’istituzione di un distaccamento di Vigili del Fuoco permanenti nel comune di Campolattaro.

Il giorno 10 giugno 2022 presso il Comando dei Vigili del Fuoco di Benevento, si è tenuta una visita istituzionale dei vertici dell’amministrazione, con la presenza del Sottosegretario di Stato On. Carlo Sibilia, il Capo Dipartimento Prefetto Laura Lega, il Direttore Centrale per la Difesa Civile Prefetto Cinzia Guercio, il Referente del Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Ing. Giovanni Nanni e il Direttore Regionale VV.F. della Campania DG Emanuele Franculli.

Il CONAPO (Sindacato Autonomo) durante l’incontro da parte delle Istituzioni con le OO.SS. ha preso la parola, iniziando a ringraziare tutti i presenti, in modo particolare con apprezzamento nei confronti dell’On. Carlo Sibilia, che ha sempre dimostrato sia nelle parole che nei fatti interesse al miglioramento costante delle condizioni dei Vigili del fuoco, ricordando con grande soddisfazione il recente miglioramento delle retribuzioni del personale Operativo del Corpo Nazionale, con uno stanziamento così cospicuo mai avvenuto prima nella storia dei Vigili del fuoco.

Tra le varie tematiche affrontate dal Segretario Provinciale del CONAPO Livio Cavuoto  c’è stata quella che già da qualche anno lo stesso sindacato si sta adoperando a trattare e cioè  la richiesta dell’istituzione di un distaccamento VV.F. permanenti presso il Comune di Campolattaro, come del resto lo stesso Sindaco più volte ha manifestato volontà e disponibilità per l’apertura di un presidio permanente di Vigili del Fuoco.

Richiesta motivata da una serie di ragioni espresse in un documento inviato e rilasciato a tutti i vertici del Corpo, legata alla sicurezza dei cittadini ed alla difesa del patrimonio storico, ambientale, paesaggistico ed economico dell’area dell’ Alto Tammaro. Infatti è molto importante la presenza di un distaccamento di Vigili del Fuoco permanenti in una zona strategica, come quella nel Comune di Campolattaro, in modo particolare consentirebbe tempi di intervento molto ridotti per eventuali incendi presso lo STIR di Casalduni. Altro fattore importante per l’istituzione di tale distaccamento è la presenza di un bacino artificiale denominato Diga di Campolattaro, risultante una delle più grandi dighe d’Europa che consentirebbe un immediato soccorso per una malaugurata ipotesi di danni a cose e pericolo per persone derivanti da frane, smottamenti e quant’altro. Da non sottovalutare poi, la crescente concentrazione degli insediamenti produttivi che vanno ad accrescere i rischi connessi con l’attività industriale come ad esempio, incendi, incidenti, esplosioni e fuoriuscita di sostanze tossiche e nocive, come già avvenuto più volte in passato. In fine e non per ordine di importanza altri rischi notevoli sono quelli legati alla viabilità della SS 87, che come ben sappiamo tutti, scenario di gravi incidenti stradali.

Nonostante tutti i presupposti per poter istituire un distaccamento Vigili del Fuoco permanente nel territorio di Campolattaro, il Sottosegretario di Stato Carlo Sibilia ha comunicato che momentaneamente c’è  impossibilità dovuta a carenza di personale, quindi o pensare ad un distaccamento volontario, “soluzione bocciata dal CONAPO”, o restare in attesa del prossimo incremento di organico.

Altra tematica esposta, la necessità di completare in tempi celeri gli adeguamenti necessari per quanto riguarda gli ex distaccamenti dei Carabinieri Forestali di Montesarchio e San Marco dei Cavoti a seguito dell’acquisizione da parte del Corpo Nazionale, al fine di rendere operative tali sedi e, soprattutto, di evitare di continuare a versare l’onere dei canoni di locazione, non di poco conto, attualmente gravanti sui bilanci del Ministero, dove abbiamo avuto rassicurazioni che entro il 2023 la situazione possa risolversi.

In fine e non per ordine di importanza è stata evidenziata la problematica della grave carenza di personale permanente Autista in cui versa il Comando Provinciale di Contrada Capodimonte, situazione sino ad ora fronteggiata grazie all’abnegazione del personale esposto a situazioni di grande stress psicofisico, non consentendo più un sereno svolgimento di tale mansione, tra le più importanti, delicate e fondamentali tra quelle dei Vigili del Fuoco.

Evidenziata anche l’importanza del parco automezzi con la presenza di mezzi molto datati, che necessita di adeguamenti per lo svolgimento del servizio tecnico urgente, come ad esempio APS di piccole dimensioni per interventi cittadini e nel centro storico ed anche su questo argomento abbiamo avuto rassicurazioni di una  risoluzione in merito.

Il segretario del Sindacato Autonomo Livio Cavuoto, ha concluso il suo intervento dicendo: “questa è un’occasione unica e irripetibile per concretizzare impegni già presi e situazioni già in corso, per questo sono più che fiducioso, che le parole di oggi si trasformeranno nei fatti di domani”.