Caserta, nasce l’Associazione culturale DACCAPO

Giovedì 26 maggio 2022, questa è la data ufficiale della nascita dell’Associazione culturale DACCAPO. Questa Associazione no profit, costituita da giovani di tutta la provincia di Caserta tra i 16 ed i 35 anni, si prefigge lo scopo di essere un demoltiplicatore di forze a vantaggio dei cittadini. Come hanno spiegato nel corso della presentazione il Presidente dell’Associazione Massimo Rossi, – il quale ha indirizzato un saluto agli intervenuti e un augurio ai giovani dell’Associazione- nonché i vice segretari Francesca Castaldo e Andrea Salvatore, DACCAPO costituisce un Think Tank -un serbatoio di idee- per tutti i cittadini che desiderassero avere un supporto, uscendo così dall’isolazionismo. Apprezzatissimo dal pubblico presente lo sportello “0823”, un vero e proprio 112 cittadino. Approfondiamo tale aspetto,  il cittadino che non riesce a vedere tutelati i propri interessi legittimi dinnanzi alle Amministrazioni riceverà in primo luogo supporto gratuito da parte dei numerosi professionisti che fanno parte dell’Associazione ed in seconda istanza riceverà il supporto “fisico” dell’Associazione che –come comunità, un unico corpo – si preoccuperà e occuperà di farsi da “intermediario” con le Amministrazioni competenti e con gli organi di stampa, al fine di sensibilizzare e cercare di risolvere i problemi pratici e quotidiani dei cittadini. In modo particolare è stato evidenziato come spesso le Amministrazioni assumano decisioni al buio, non conoscendo le reali necessità dei singoli quartieri, da qui l’idea dei “Referendum cittadini areali”; come ha spiegato il Vice Presidente Salvatore, “pensate un’Amministrazione i cui Assessori non vivano in un quartiere come possano assumere decisioni aderenti per quel quartiere, a tal punto non sarebbe il caso, come avviene in molte città evolute, sondaggiare chi realmente abita in quei quartieri per capire di cosa si abbia realmente bisogno?! Qui arriviamo Noi di DACCAPO, siamo in grado, tramite piattaforme social, di creare sondaggi areali e, una volta ottenuto il dato, elaborato, lo stesso sarà inoltrarlo -sottoforma di proposta- all’Ente che è deputato ad assumere la decisione comunicando cosa la popolazione vorrebbe –democrazia diretta-; Sappiamo bene che spesso le Amministrazioni pubbliche si adoperino unicamente allorquando vi sia un’attivazione mediatica o una risonanza tale da dover essere “obbligatorio” l’intervento. Pensate che esistono quartieri, dove non sono presenti i servizi minimi per i cittadini ed i pochi realizzati sembrano decontestualizzati, mi spiego meglio. Chi abita in questo Rione non ha ad esempio delle pattumiere per gettare le deiezioni canine, può sembrare un problema secondario, ma questo fa si che alcuni non raccolgano gli escrementi, altri sono costretti, data l’assenza di pattumiere a ciò deputate, a riportare i sacchetti a casa, vi sembra possibile?! Questo avviene perché casomai poiché gli interventi sono pianificati a distanza, negli uffici comunali, da chi, ripeto, spesso non conosce la realtà dei luoghi, sono totalmente decontestualizzati rispetto alle necessità reali dei cittadini. Noi abbiamo “un pronto intervento”, dove i Nostri ragazzi, in virtù dell’applicazione del criterio della cittadinanza attiva, come avviene in molti comuni efficienti del nord Italia e d’Europa, in seguito all’attivazione, si recano sul posto, cristallizzano/fotografano la situazione, elaborano le richieste avanzate ed investono chi di dovere, informando la cittadinanza sul “comportamento” virtuoso o meno delle Amministrazioni”. Dunque un vero e proprio Audit cittadino, dove si realizzerà un Costumer Satisfection per tutti i cittadini della Provincia di Caserta e non solo, perché, a breve partiranno gli sportelli “081- 0824- 089”. L’Avvocato Martina Piscitelli, Responsabile del Settore Sociale e Welfare, ha spiegato la realizzazione dello Sportello Giallo, che tramite psicologi esperti, fornirà assistenza di settore, in presenza, a distanza, in forma anonima o meno, a tutti coloro i quali ne faranno richiesta. L’Avvocato Piscitelli ha spiegato che il numero dei suicidi e di abbandono complessivo della vita sociale, in seguito al periodo pandemico, soprattutto tra i giovani,  è stato esorbitante, ciò a causa dell’isolazionismo e della mancanza di strutture di supporto offerte al cittadino, perché ancora è forte la resistenza ad ammettere di avere necessità di un supporto in tale ambito e non tutti possono sopportare una spesa economica in tal senso. Per questo ha aggiunto, l’eccellente relatrice, offriamo un servizio gratis, che è di straordinaria importanza perché può salvare vite! L’Avvocato ha voluto poi riservare un ringraziamento all’Euro Parlamentare presente Valentino Grant, il quale ha messo a disposizione uno sportello Europeo per i cittadini, nel cuore della città, nella centralissima Piazza Dante Alighieri, ove, tutti possono accedervi e comprendere, interfacciandosi con esperti a ciò deputati, cosa sia realmente l’Europa e come la stessa sia determinante; L’importanza dell’acronimo P.N.R.R., che tanto piace ma, in pochi,  hanno realmente compreso come accedere ai fondi stanziati. In particolare la Piscitelli ha spiegato il progetto Erasmus +, che consente ai giovani di poter svolgere presso il Parlamento Europeo uno Stage quale Assistente Parlamentare, o un master in giornalismo. La Piscitelli in chiusura ha espresso all’Onorevole Grant la gratitudine a nome dell’Associazione per l’azione silente e diuturna svolta per il territorio “Troppo spesso Onorevole la classe politica è preoccupata dall’essere importante piuttosto che utile come diceva Winston Churchill, di lei abbiamo potuto apprezzare il non protagonismo mediatico, social, desumibile dalla visione dei suoi profili social, ove si denota, chiaramente, come prediliga progetti e non selfie, Noi di questo abbiamo bisogno. Abbiamo bisogno che Lei possa far comprendere all’Europa che i giovani della Provincia di Caserta sono proprio come lei, vivono di progetti e non abbiamo bisogno di elemosina, proprio come il progetto che ha preso il via questa sera quello di “DACCAPO”, e che le oltre 180 persone presenti qui questa sera, me lo lasci dire, un record, credo che da anni non si vedesse così tanta gente per un evento sociale, che mette insieme lavoratori, imprenditori piccoli e enormi, giovani medici rappresentanti di categoria, il mondo della scuola, testimoniano che i giovani e tutti Noi, vogliamo essere cittadini Europei, in un’ Europa Green, in un’Economia circolare. Da Oggi DACCAPO è al fianco dei cittadini e chiediamo a tutti voi di iscrivervi sulle Nostre pagine social”. La moderatrice della serata è stata la giornalista Maria Parente che ha saputo ottimamente guidare i lavori della serata con eleganza e maestria.

L’Associazione “DACCAPO”.