Fin dai primi giorni dell’invasione, gli Stati Uniti forniscono all’Ucraina informazioni essenziali

(Daily Mail) – Gli Stati Uniti hanno fornito all’esercito ucraino informazioni in tempo reale sul piano di guerra di Putin, e grazie a questi dati nei primi giorni dell’invasione l’Ucraina è riuscita ad abbattere un aereo russo che trasportava centinaia di soldati.

Il successo dell’attacco dell’Ucraina all’aereo da trasporto russo IL-76 vicino all’aeroporto di Kiev a febbraio è arrivato grazie alle informazioni ricevute dagli Stati Uniti: un’operazione di condivisione di dati senza precedenti con un partner non NATO, hanno detto alla NBC ex e attuali funzionari statunitensi.

Due di questi aerei sono stati abbattuti più o meno nello stesso periodo. I dettagli su quale dei due aerei sia stato abbattuto grazie all’intelligence statunitense non sono stati condivisi. La Russia non ha rivelato quante truppe sono morte, ma gli aerei possono trasportare fino a 150 soldati ciascuno. 

Sebbene i russi alla fine abbiano preso l’aeroporto, la campagna dell’Ucraina nei cieli con l’intelligence statunitense ha compromesso le operazioni della Russia nella regione e ha aiutato l’Ucraina a combattere i suoi invasori, hanno aggiunto i funzionari, parlando in condizione di anonimato. 

«Fin dall’inizio, ci siamo spinti piuttosto in avanti condividendo informazioni strategiche e attuabili con l’Ucraina», ha detto alla NBC un funzionario statunitense informato sulla questione. Ha avuto un impatto sia a livello tattico che strategico. «Ci sono esempi in cui questo ha fatto una grande differenza». L’intelligence fornita dagli Stati Uniti ha consentito alle forze ucraine di sapere dove colpire, quali unità russe erano attive e quali esche e dove le forze d’invasione pianificavano di bombardare.

Un funzionario statunitense ha detto alla NBC che le operazioni segrete hanno salvato soldati e equipaggiamento ucraini facendo perdere tempo e munizioni alla Russia. «L’esercito russo ha letteralmente scavato campi vuoti dove un tempo erano state installate le difese aeree», ha detto il funzionario dopo che le forze ucraine sono state spostate a seguito di una soffiata degli Stati Uniti. «Ha avuto un enorme impatto sull’abilità dell’esercito russo sul campo».

Dall’inizio della guerra, la Russia ha perso un totale di 873 carri armati, 2.238 veicoli corazzati, 179 aerei, 154 elicotteri e 408 sistemi di artiglieria, secondo i dati pubblicati questa settimana dalle forze di terra ucraine. L’organizzazione ha stimato che circa 21.000 combattenti russi sono stati uccisi nella guerra, mentre le stime di Stati Uniti e Regno Unito parlano di 15.000.

In totale, 317 ufficiali di grado di tenente minore e superiore sono stati uccisi in poco più di due mesi di combattimenti, ha pubblicato questa settimana il quotidiano russo MediaZona. Quasi un terzo proveniva dai gradi più alti – maggiore o superiore – tra cui almeno due generali e il vice comandante della flotta russa del Mar Nero.

Il Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca ha dichiarato: «Stiamo fornendo regolarmente informazioni dettagliate e tempestive agli ucraini sul campo di battaglia per aiutarli a difendere il loro paese dall’aggressione russa e continueremo a farlo».

Anche la CIA ha fornito informazioni su come le forze ucraine possono proteggere e trasportare al meglio i leader, incluso il presidente Volodymyr Zelenskyy, che è un obiettivo primario per gli invasori russi, ha riferito la NBC. I funzionari statunitensi hanno affermato che la CIA è attiva in Ucraina da quando la Russia ha sequestrato la Crimea nel 2014 per aiutare il paese dell’Europa orientale a cacciare le spie russe.

«Negli ultimi otto anni c’è stata una relazione molto solida tra le agenzie di intelligence statunitensi e gli ucraini», ha detto un funzionario alla NBC, osservando che è stato questo legame che ha permesso agli Stati Uniti di condividere prontamente le informazioni con l’Ucraina quando la Russia ha iniziato la sua invasione.

È probabile che gli Stati Uniti forniscano forme di intelligence ancora maggiori per aiutare l’Ucraina a reagire dopo che Avril Haines, direttore dell’intelligence nazionale, ha sospeso gli ordini che vietavano la condivisione di forme di intelligence per aiutare l’Ucraina a riconquistare territori o attaccare in Crimea o nel Donbas. Lo ha riferito la NBC.

Washington ha anche intensificato il suo sostegno alle forze armate ucraine all’inizio di questo mese con un pacchetto da 800 milioni di dollari che per la prima volta includeva artiglieria a lungo raggio con obice da 155 mm, veicoli corazzati e droni di difesa costiera. Il nuovo pacchetto porta l’aiuto totale fornito all’Ucraina a 3,2 miliardi di dollari dall’inizio dell’invasione alla fine di febbraio, secondo il portavoce del Pentagono John Kirby.

La Germania ha annunciato martedì che si sarebbe unita agli sforzi e dovrebbe consegnare circa 50 veicoli antiaerei Gepard.

14 replies

    • Nella nostra tv mostrano le distruzioni, la gente che piange, i morti… E tutto viene automaticamente attribuito ai russi.
      Ma basta sentire queste testimonianze, per avere un quadro della situazione ben diverso:

      "Mi piace"

  1. noi non sappiamo niente di quelle che effettivamente succede
    forse lo sapremo fra una qualche decina d’anni
    al momento è solo propaganda e fumo

    "Mi piace"

  2. Secondo lei i rei confessi (la Cia) si accuserebbero per farsi propaganda? Curioso come funzionino i cervelli bzcati.

    "Mi piace"

  3. dimenticavo:
    gli occhi e le orecchie degli Usa e della Nato partono da Sigonella
    se la Russia dovesse reagire dove colpirebbe?


    le altre basi:

    Aviano;
    Camp Ederle, Vicenza
    Gaeta
    Ghedi, in provincia di Brescia in Lombardia:
    Napoli,
    Poggio Renatico, provincia di Ferrara
    Solbiate Olona, in provincia di Varese

    "Mi piace"

  4. E bravi questi i inglesi,, quando anche la loro ex-verde isola sarà annientata , come molte altre ,le informazioni se le potranno mettere su dove non batte il sole…

    "Mi piace"

  5. «Negli ultimi otto anni c’è stata una relazione molto solida tra le agenzie di intelligence statunitensi e gli ucraini»
    Ma va’? Non l’avrei mai creduto…

    "Mi piace"

  6. Quindi, gli ameri-cani si vantano di avere provocato la morte di migliaia di soldati russi.

    E di partecipare ‘in spirito’ (e in corpo, in realtà) alla guerra contro la Russia.

    Io sapevo che è ladro tanto chi ruba quanto chi regge il sacco.

    Zelensky e i suoi fanno parte dell’arsenale ameri-cano.

    E questi si vantano di avere ammazzato migliaia di russi, come se fossero numeri.

    La CIA presente dal 2014. AHAHAH perché prima non c’erano? Yuskehnko, già dimenticato?

    "Mi piace"

    • Tutto giusto, però non mi trattengo dal suggerirle una correzione sostanziale al suo ameri-cani, che naturalmente può non contemplare, ma ci rifletta:
      a-meri-cani; trovo renda più immediata la definizione.
      Specifico peró di non riferire la definizione al popolo americano, bensì ai potentati a-meri-cani e alle lobbies che governano il mondo insieme alla CIA illuminati.

      "Mi piace"

  7. Certo che come “informazioni essenziali” sono un po’ carucce…

    Dialogo tra i “fornitori di informazioni essenziali” ed un Ucraino:

    “La libertà non ha prezzo: per entrare nella NATO si può anche morire… ”
    “Ma se sono morto, non ci entro mica nella NATO. E neppure sono “libero”.
    “Però i figli, i nipoti…”
    “Dunque, i figli probabilmente moriranno con me alla ricerca di ” NATO e libertà”, quindi i nipoti non ci saranno…”
    “Ma allora, traditore della Patria, putiniano rinnegato, sei d’ accordo con chi dice che i bambini meglio vivi sotto Putin che morti sotto le bombe?”.
    “Beh, quasi quasi, dato che di vite ce ne è una sola…”

    L’ Ucraina, terra di “badanti ed amanti” (sic).
    Ma non sono tutti/e “eroi”?
    Adesso sì, e poi di “badanti ed amanti” con tutte queste profughe in arrivo abbiamo fatto il pieno per un bel po’.
    Ed anche la stagione in Riviera l’ abbiamo risolta, riguardo il personale “non choosy”.
    I nostri figli, i Migliori, studiano all’ estero e sono “cervelli”,. E non parlano di Patria, altrimenti sono sporchi leghisti e sovranisti.
    Sono cittadini del Mondo: unico lasciapassare in conto in banca.

    Un bel po’ di confusione sotto il cielo, ma ci pensano altrove ad agire per il nostro futuro radioso e la nostra libertà. A nostra insaputa, ovviamente: non capiremmo… Sono i migliori dei Migliori, quindi dobbiamo avere fiducia. Saranno cavoli amari, in tanti si dispereranno, ma poi, vedrete… Poi, poi…I figli, i nipoti, i proniporti… Il futuro… tutti felici, tutti amici, tutti liberi…
    Si chiama Grande Democrazia Occidentale.
    Morire per Biden e non per Putin, vuoi mettere la soddisfazione? Tutta un’ altra cosa!

    "Mi piace"

    • Carolina la grande 👏🏽👏🏽👏🏽👏🏽👏🏽
      Esattamente!
      Morì, tocca morì, pure noi che, per ora, non siamo ancora sotto le bombe! Il Santo redentore appisolato ha trovato il modo di martirizzarci per interposta persona.

      (Il gioco di parole tra Grande Carolina e Caterina la Grande è per la pioggia di “putinista” che arriverà per questo pezzo perfetto che ha scritto: la libbbertà che ci vendono un tanto al chilo è avere un conto in banca, il cervello all’estero e un QR code in Patria.)

      "Mi piace"