Cavi Internet: e se la Russia oscurasse il mondo?

(dal Daily Mail) – Migliaia di chilometri sotto l’oceano si trova una rete globale di cavi Internet su cui viaggiano il 97% delle comunicazioni internazionali. Nell’era digitale, questi cavi fisici, rivestiti in acciaio e plastica, sono fondamentali per far girare il mondo. Se dovessero essere disabilitati, non sarebbe più possibile per nessuno accedere al web dal telefono o dal computer, ma si bloccherebbe l’intero sistema, dall’agricoltura all’assistenza sanitaria fino alle transazioni finanziarie, facendo precipitare il mondo in una nuova depressione.

Secondo gli esperti, questo scenario apocalittico è pari a quello di una guerra nucleare come minaccia al nostro modo di vivere. E il capo di stato maggiore della difesa britannico, l’ammiraglio sir Tony Radakin, ritiene che la Russia sia la potenza ostile che più probabilmente paralizzerà queste arterie vitali.

Durante il fine settimana, intervistato, ha detto che c’è stato «un aumento fenomenale» nell’attività dei sottomarini russi negli ultimi 20 anni. «La Russia ha accresciuto la capacità di mettere a rischio quei cavi sottomarini e potenzialmente sfruttarli».

Qualsiasi interferenza del genere, ha spiegato, sarebbe trattata con la massima serietà. Alla domanda se distruggere i cavi potrebbe essere considerato una dichiarazione di guerra, Radakin ha risposto: «Potenzialmente sì».

I cavi sottomarini, però, sono progettati per resistere nelle profondità delle acque e non sono facilmente sabotabili. Hanno un diametro di 2,5 centimetri, sono fatti di fibre ottiche e circondati da un’armatura in filo d’acciaio zincato e infine da un rivestimento in plastica.

Sono progettati secondo lo standard “cinque nove”, nel senso che sono affidabili il 99,999% delle volte, un livello generalmente riservato alle armi nucleari e alle navette spaziali. Ma con un sommergibile e un paio di cesoie idrauliche i sommergibili russi potrebbe mettere a rischio la loro integrità.

In tutto il mondo ci sono 436 di questi cavi, per più di 1.287.000 chilometri di fibra ottica. Il più lungo è l’Asia American Gateway che è lungo 20.004 chilometri. Ogni cavo contiene da quattro a 200 fibre ottiche: una fibra può trasmettere fino a 400 GB di dati al secondo, l’equivalente di circa 375 milioni di telefonate.

«Senza guerra nucleare o biologica, è difficile pensare a una minaccia che potrebbe essere più esistenziale di quella rappresentata dal catastrofico fallimento delle reti di cavi sottomarini a seguito di un’azione ostile», afferma un rapporto del Policy Exchange think tank scritto nel 2017 dall’attuale cancelliere Rishi Sunak, che allora era un parlamentare di backbench.

Ogni giorno la rete via cavo trasporta 10 trilioni di dollari in trasferimenti finanziari. Il rapporto afferma: «Nelle parole dell’amministratore delegato di una grande azienda di telecomunicazioni: “fallimenti a cascata potrebbero immobilizzare gran parte del sistema internazionale di telecomunicazioni e di Internet. . .

‘L’effetto sulla finanza internazionale, la logistica militare, la medicina, il commercio e l’agricoltura in un’economia globale sarebbe profondo. . . I trasferimenti elettronici di fondi, le transazioni con carta di credito e le riconciliazioni bancarie internazionali rallenteranno. . . un tale evento provocherebbe una depressione globale”».

Il rapporto di Sunak raccomandava di designare i cavi sottomarini come infrastrutture nazionali critiche e di stabilire “zone di protezione dei cavi”.

Categorie:Cronaca, Inchieste, Mondo

Tagged as: , , ,

14 replies

  1. Non sto a leggere, ma sai com’e’, il Daily Mail… Si’, Ivan ha piccoli sottomarini nucleari abissali capaci di accedere alle tracce, ma non sono i soli, si’ i collettori sottomarini sono gia’ stati tagliati un paio di volte, ma non dai russi. Si’, la nuova dissuasione puo’ diventare quella che permette a qualcuno di tagliare o far saltare i collettori in tre o quattro punti e mettersi d’accordo con quall’altro qualcuno che ha la stessa capacita’ per minacciare casini durante “colloqui” e aggregare altri al proprio campo.

    Piace a 1 persona

    • Non diciamo fesserie (eufemismo)!
      Su satellite si mandano solo le comunicazioni per cui la latenza è ininfluente. Ha mai provato a fare una telefonata via satellite? Auguri!
      Forse il nick si riferiva su quel scrive lei.

      "Mi piace"

  2. veramente sono i russi a temere di essere tagliati fuori dall’internet mondiale

    un paio di anni fa hanno fatto esercitazioni e messo in atto pratiche per fare
    in modo che la runet non venga bloccata.

    qui da noi, Ansa e rep le hanno spacciate come il tentativo di strangolare
    gli oppositori interni ed impedirgli di manifestare

    stessa storia per la legge sugli agenti stranieri(*) che, al contrario di quello che succede in EU ed USA
    dove si costringono le emittenti russe a chiudere (vedi Germania, Lituania e USA)
    o non le si ammette ai summit mettendole in condizioni di non lavorare, da loro
    l’unico obbligo che hanno è di segnalarlo, tipo avvertenza per i minori,
    in calce nelle loro pubblicazioni e/o trasmissioni, se non lo fanno scattano le multe, ma lo sanno

    (*) agente straniero è colui che riceve fondi da entità straniere per la propria attività,
    siano essi provenienti direttamente da organizzazioni statali che tramite ong dove l’ng è solo nell’acronimo

    "Mi piace"

    • “veramente sono i russi a temere di essere tagliati fuori dall’internet mondiale”

      Vero, era in cima alla lista come ragione dei loro investimenti della ingegneria subacquea/abissale.

      "Mi piace"

  3. Sarebbe come a dire che i Russi sono dei coglioni alla Tafazzi.Come siamo messi?Faccio un dispetto a mia moglie …Me lo taglio.dal Daily Mail?

    "Mi piace"

  4. E i cinesi cosa hanno in mente?(Oltre a Fauci…e Pfizer?)Di distruggere il mondo?O il panda rosa? Siamo al livello del d.r Stranamore.Morte tua morte mia.Da commentare? È la vera domanda.Può essere solo utile a “sorridere”.

    "Mi piace"

  5. Perchè proprio la Russia?

    Biden è in grande difficoltà ed anche lui cerca il capro espiatorio negli avversari politici e nei non vaccinati. E ovviamente nel sempiterno nemico “rosso” anche se Putin è ormai più liberista e baciapile di Berlusconi.
    Certo che quell’ “assalto al Congresso” , pericolosissimo, con tanto di corna di bue e forconi ( La Guardia Nazionale è arrivata in ritardo perchè … terrorizzata?) ha fatto molto comodo, come – ovviamente più in piccolo: siamo in Italia, si copia al ribasso – quello alla CGL. Entrambi telefonati, entrambi non contrastati ( quattro gatti a proteggere il Campidoglio? E i Servizi Segreti che spiano il mondo, dov’erano?).
    Ma il Presidente statunitense ha molto meno poteri del nostro PdR ed è facile stopparlo, lassù…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...