Gran pasticcio nel rapporto sui decessi. Per l’Iss gran parte dei morti non li ha causati il Covid

(Franco Bechis – iltempo.it) – Secondo il nuovo rapporto (che non veniva aggiornato da luglio) dell’Istituto superiore di Sanità sulla mortalità per Covid, il virus che ha messo in ginocchio il mondo avrebbe ucciso assai meno di una comune influenza. Sembra un’affermazione strampalata e da no vax, ma secondo il campione statistico di cartelle cliniche raccolte dall’istituto solo il 2,9% dei decessi registrati dalla fine del mese di febbraio 2020 sarebbe dovuto al Covid 19. Quindi dei 130.468 decessi registrati dalle statistiche ufficiali al momento della preparazione del nuovo rapporto solo 3.783 sarebbero dovuti alla potenza del virus in sé. Perché tutti gli altri italiani che hanno perso la vita avevano da una a cinque malattie che secondo l’Iss dunque lasciavano già loro poca speranza. Addirittura il 67,7% ne avrebbe avuto insieme più di tre malattie contemporanee, e il 18% almeno due insieme. Ora personalmente conosco tanta gente, ma nessuno che abbia la sfortuna di avere cinque malattie gravi nello stesso tempo. Vorrei fidarmi dei nostri scienziati, poi vado a leggere i malanni elencati che sarebbero ragione non secondaria della perdita di tanti italiani e qualche dubbio da profano comincio a nutrire. Secondo l’Iss il 65,8% degli italiani che non ci sono più dopo essere stati infettati dal Covid era malato di ipertensione arteriosa, e cioè aveva la pressione alta. Il 23,5% era anche demente, il 29,3% aggiungeva ai malanni un po’ di diabete, il 24,8% pure fibrillazione atriale. E non basta: il 17,4% aveva già i polmoni ammalati, il 16,3% aveva avuto un cancro negli ultimi 5 anni; il 15,7% soffriva di scompenso cardiaco, il 28% aveva una cardiopatia ischemica, il 24,8% soffriva di fibrillazione atriale, più di uno ogni dieci era anche obeso, più di uno su dieci aveva avuto un ictus, e altri ancora sia pure in percentuale più ridotta aveva problemi gravi al fegato, dialisi e malattie auto-immuni.

Sarà tutto vero, non metto in dubbio i nostri scienziati. Ma se non è il virus ad uccidere gli italiani, allora mi spiegate perché la scienza ha imposto tutto quello che abbiamo visto in questo anno e mezzo abbondante? Dalle mascherine, al distanziamento, al lockdown e così via? E come facevamo ad avere quasi 126 mila italiani ridotti in quelle condizioni con 3, 4 o 5 malattie gravi, destinati comunque ad andarsene se anche non fosse mai esistito il coronavirus in poco tempo? Quei numeri sarebbero un atto di accusa clamoroso nei confronti del sistema sanitario italiano da cui pure provengono. Uso il condizionale perché qualche dubbio ho su quel che viene scritto fin dal primo giorno in quel rapporto. Che risente come ogni comunicazione dell’Iss o del Cts delle direttive governative fornite via via durante i mesi, che sono state il vero e unico faro di quelli che continuiamo a chiamare “scienziati”.

All’inizio il governo allora in carica, quello di Giuseppe Conte, mentre l’Italia mostrava di essere il paese del mondo più impreparato e pure incapace di affrontare la pandemia, chiedeva dati per tranquillizzare gli italiani. E ricordo bene le conferenze stampa settimanali Iss e protezione civile in cui questi decessi venivano sempre minimizzati, ponendo sempre l’accento sulle molte patologie riscontrate in chi non ce l’aveva fatta. Bisognava dire che questo virus non uccideva in sé, ma accompagnato ad altri malanni in persone fragili poteva affrettare una fine che comunque era vicina. Poi in periodo di campagna vaccinazioni l’esigenza governativa è diventata quella diametralmente opposta: drammatizzare e spingere chiunque verso la salvezza delle fiale messe a disposizione. Ma si sono dimenticati di aggiornare le istruzioni sul rapporto mortalità, che ha seguito nella sua pubblicazione sempre più diradata nel tempo e mai tambureggiata, l’impostazione data all’inizio. Una gran confusione dunque, che alimenta anche paure e irrigidisce resistenze ancora di qualche milione di italiani che alla vaccinazione ha scelto di sottrarsi. Forse con un po’ meno propaganda, meno rigidità e più informazione corretta tutto questo non sarebbe così…

82 replies

  1. Tranquilli, son minchiate ( fate i bravi ), poche domande e spariamoci la terza dose.

    Scusa maa…

    I bravi, sai cosa vuol dire???

    "Mi piace"

  2. A pag.88 dell’ ultimo numero de Le Scienze c’è un interessantearticoletto su “Le vittime occuolte del Covid”. Una ricerca dell’ Università di Boston registra che, nel 2020, solo una parte degli eccessi di decessi rispetto all’ anno precedente era stato attribuito al COVID. Esempio: Contea di Clark, Washington, popolazione 496.625, morti previste 3.874, morti effettive 4.194. Il 56%delle morti in eccesso sono state attribuite ad altre cause e solo il 45% al COVID.

    "Mi piace"

  3. Trovo desolante per l’umano intelletto dover ancora ricordare, dopo un anno e mezzo, che i problemi sociali ed economici causati dalla Covid non siano legati alla mortalità (fin da subito riconosciuta come bassa), ma all’ospedalizzazione.
    Il problema sarebbe stato in massima parte identico anche qualora i decessi fossero stati pari a zero (almeno per quanto riguarda l’Occidente).

    "Mi piace"

    • “…i problemi sociali ed economici causati dalla Covid non siano legati alla mortalità (fin da subito riconosciuta come bassa)”….

      …. AHAHAHAHAH… Non sanno più dove aggrapparsi… AHAHAH…

      Come mai non lo dicevate al vostro amichetto in preda al furore pandemico, alias (usiamo il nick corretto) Jerome B. che spammava cifre apocalittiche anche sugli articoli riguardanti il Chieti Calcio femminile?

      E come mai Conte il doroteo ne aveva già all’attivo 130mila nell’Agosto del 2020, ancora prima che morissero?

      Ah, ma il nostro censore del liquame di quart’ordine fa luce sul vero problema, che solo lui e la Mongolfiera scoreggiona, insieme a quell’altro co6lion3 del Pajasso, conoscono : l’OSPEDALIZZAZIONE!

      FARABUTTI!!!! SIETE SOLO DEI FARABUTTI!!!!!

      "Mi piace"

      • Detto da chi dava degli attori ai malati in terapia intensiva e diceva che i camion di Bergamo e Brescia erano vuoti.
        Quando comincerai a vergognarti, squallore vivente?
        Sei vivo per puro qlo.
        Ringrazia il cielo che salva gli elementi come te, perché possano continuare ad imparare qualcosa, nella vita.
        Hai tempo, forse.

        Piace a 2 people

      • @ Gatto:
        Com’era quella sul numero dei puntini di sospensione? E le interpunzioni chi le conta, mio nonno? Io, no di certo. Occhio che te le cerchi, eh. Chiaramente non da me, ma ti conviene stare in campana perché, se c’è in giro Paola, finisce che per te sarà peggio che avere un gatto nero attaccato ai maroni.
        Però io ti sono amico (non ti ho nemmeno hackerato la mail quando l’hai postata per sbaglio, vai a far del bene) e ti voglio dare una dritta: quella che tu chiami “la gradassa”, in un momento nostalgico, ha fatto un fioretto che, qualora fossi ricomparso, ti avrebbe tirato la coda solo a giorni alterni. Micio avvisato…

        "Mi piace"

      • “Però io ti sono amico (non ti ho nemmeno hackerato la mail quando l’hai postata per sbaglio, vai a far del bene)…”: quindi? Ma che brava persona devi essere: che cosa avresti voluto fare santo Jonny di Calcutta, dare a tutta ItaGlia i miei dati che per errore ho dato in pasto al web? Procederemo con la tua canonizzazione: contento?

        Sui puntini di sospensione, già avevo postato dei riferimenti in passato che non trovo più (sarà mia cura ritrovarli: si parlava addirittura di cinque…), comunque:

        “Sebbene i puntini siano di regola tre, talvolta il numero può oscillare; ➔ Gadda, ad es., ne usava abitualmente quattro (cfr. Mortara Garavelli 2003): https://www.treccani.it/enciclopedia/puntini_(Enciclopedia-dell%27Italiano)/ “.

        Alla Mongolfiera scoreggiona che mette la foto liftata di quando, e QUANTO, era fic4, per non sfigurare (che tristezza infinita…), nemmeno rispondo, tanto è evidente la malafede, seconda solo al suo QI !

        Repetita (in questo caso) iuvAnt: SIETE DEI FARABUTTI!

        "Mi piace"

      • @SOMARO CRIMINALE NEGAZIONISTA
        Sei scientificamente una 💩💩💩.

        Hai un approccio squilibrato e antiscientifico per puro protagonismo narcisistico.
        Fatti curare da un buon psichiatra.

        Ma come si fa a negare l’esistenza di un virus tanto aggressivo e pervasivo?
        Ad agosto 2020 fu ucciso dal Covid un uomo ancora giovane di Benevento che conoscevo da quando era un ragazzino, Gianluca M. di 44 anni, architetto.

        https://www.google.com/amp/s/www.ilmattino.it/AMP/benevento/coronavirus_a_benevento_oggi_morto_gianluca_mannato_ultime_notizie-5629169.html

        IL mio vicino di casa ad aprile di quest’anno fu prelevato da un’ambulanza e ricoverato all’ospedale Civile San Pio di Benevento. Contagiato lui, la moglie e tre figli (che restarono più o meno asintomatici) e passò tre settimane in terapia subintensiva col casco C-Pap che gli somministra a ossigeno.

        Ho una parente che lavora in ambito sanitario ospedaliero che mi raccontava dei sintomi tremendi della malattia, la fame d’aria non soddisfatta dai polmoni danneggiati dal virus, con una respirazione sempre più veloce e affannosa.
        Ovvio che sei hai patologie pregresse, anche in cura, la fine dei tuoi giorni viene accelerata con probabilità di morire che salgono esponenzialmente.
        A rischiare sono innanzitutto le persone che presentano obesità, perché i polmoni vivono compressi nella cassa toracica.

        IL C0GLl0NE è allergico ai numeri, pazienza e caxxi suoi.

        Avevo scritto ieri questo intervento che riposto:

        Situazione Covid, ma solo per confermare che la maggioranza degli italiani sta usando la testa.

        Oggi 2.697 nuovi infetti accertati, +8,1% rispetto a 7 giorni fa
        70 decessi +42,9% rispetto a 7 giorni fa
        355 Persone in T. I. -3 rispetto a 7 giorni fa
        2.423 Attualmente ricoverati con sintomi -5
        662.000 tamponi effettuati oggi, record storico dovuto anche alla richiesta per il Green Pass dei No Vax
        Tasso positività al tampone 0,41% contro lo 0,79% di 7 giorni fa (-48,5%)
        81,47% Vaccinati completi
        4,24% Con prima dose
        Totale 85,71% della popolazione Over 12
        Popolazione Italia 60.346.000

        Uk mercoledì
        43.738 nuovi contagiati
        223 Persone decedute
        66,56% Vaccinati completi
        5,93% con prima dose
        Totale 72,46%
        Popolazione 68.347.000 Abit.

        Russia mercoledì
        33.740 Nuovi contagiati
        1.015 Decessi
        32,43% Vaccinati completi
        2,79% Vaccinati con prima dose
        Totale 35,22%
        Popolazione 146.015.000 Abit.

        Romania mercoledi
        18.863 Nuovi contagiati
        561 Decessi
        29,63% Vaccinati completi
        4,37% Vaccinati con prima dose
        Totale 34,00%
        Popolazione 19.071.000

        LIB-BERT-AH
        LIB-BER-TAH
        LIB-BER-TAH
        Di essere innanzitutto IGNORANTI

        Chissà cosa ne pensano il Capitone Sciacallo e Baciasalami e la Fascio coatta Peracottara a rotelle.
        Li leggono questi dati o sono ancor impegnati a difendere i disagiati mentali come il nostro SOMARO CRIMINALE E NEGAZIONISTA?

        Piace a 1 persona

      • Coglione, la mia foto NON È AFFATTO liftata, forse confondi con qualcos’altro di TUO che ne avrebbe bisogno.
        È solo elaborata in dipinto e l’ho messa perché l’ho scoperta da poco e mi piace L’EFFETTO, che non conoscevo, e il fatto che quello sguardo è rivolto a mio marito, presente nella foto non tagliata, su sua richiesta, quindi è un bel ricordo di quei tempi.
        Tutti sentimenti che né il tuo cuore raggrinzito, né il tuo QI, evidentemente insufficiente, visto quanto ti brucia il mio, possono prendere in considerazione.
        Tra l’altro, poteva anche essere una nipote, TU NON ERI TENUTO A SAPERLO.
        E per tua norma e regola, per la mia l’età, pare che sia figa TUTTORA, al contrario di chi, a quanto pare, non lo è stato MAI, né fuori, né, soprattutto, DENTRO.
        Rigurgiti veleno, ignobile sacchetto di fiele purulento.
        Quanta frustrazione in ogni tua parola.
        Quanta invidia.

        "Mi piace"

      • Ecco, siccome non può più menarcela coi morti DI covid, adesso NAPOLEONE CON LO SCOLAPASTA IN TESTA inizia con l’efficacia del numero dei vaccinati: tempo un mesetto e uscirà un’altra smentita (a dire il vero, già ci sono…), ché lui ha un approccio equilibrato e scientifico… per puro protagonismo narcisistico (Naspoleone che parla di narcisismo altrui: ahahah…).

        @Jonny: se uno lascia inavvertitamente la porta di casa aperta e un altro non lo scambia per un diritto di andare dentro a rubarci, farebbe del bene? Ovvio che ti ringrazio, ma i Santi sono un’altra cosa!
        PS: ma come, hai i file xl (o come caxxo si chiamano) come il sottoscritto e Travaglio? Quindi, già conoscevi l’affaire dei puntini: ci hai provato? Ti è andata male………………………………… La Mongolfiera ritrattista? Sì, come Picasso nel periodo cubista!

        @Mongolfiera Strafic4:

        “Tra l’altro, poteva anche essere una nipote, TU NON ERI TENUTO A SAPERLO.”. AHAHAH… Tenuto? Ovvio che non ero TENUTO, coj0n4, ma conoscendo certe galline patetiche… D’altronde l’avevo capito e scritto ancora prima che lo confidassi a Maristella, appena hai avuto la patetica pensata di cambiare avatar (se mi dici il giorno preciso in cui l’hai fatto, ti posto anche il commento; oppure si può sempre chiedere a Jonny, il nuovo “dossierista”.). Sul resto, non vale la pena risponderti…………………………….

        "Mi piace"

    • Non avendo più il tempo né la voglia, senza considerare lo smantellamento sistematico della sanità pubblica e altri fattori importantissimi, riporto un liquame di quart’ordine che spiega una delle maggiori cause dell’ospedalizzazione:

      https://ilsimplicissimus2.com/2021/04/11/sorpresa-ci-sono-ancora-medici-che-curano/

      Nonché sull’argomento, anche questo liquame, dove per sovrappiù si spiega il perché si deve curare anche con antibiotico e non solo con antivirale (le complicazioni del covid sono infatti batteriologiche), come sostenuto nel link precedente, curare ovviamente quelli che non si sono appecoronati alla “vigile attesa” e tachipirinha!

      https://visionetv.it/silvana-de-mari-mi-hanno-sospeso-dallordine-per-intimidire-tutti-i-medici-scomodi/

      Inoltre, proprio sull’articolo di Bechis:

      “il Simplicissimus

      Qualcuno comincia a disertare e ad allontanarsi dal tessuto narrativo della pandemia. E non ha bisogno di informazioni segrete: a Franco Bechis è bastato semplicemente leggere il nuovo rapporto dell’Istituto superiore di Sanità (IIS) sulla mortalità del covid (che non veniva aggiornato da luglio) per scoprire che stando al campione statistico di cartelle cliniche raccolte dall’istituto, solo il 2,9% dei decessi registrati dalla fine del mese di febbraio 2020 sarebbe dovuto alla nuova malattia. E’ semplicemente che si sono decretati morti per covid tutti quelli che presentavano una positività a un test oggi dichiarato privo di credibilità, per attribuire decessi dovuti a gravi malattie in persone molto in là con l’età e spesso in uno stadio terminale. Quindi dei 130.468 decessi ufficialmente attribuiti al virus solo 3.783 sarebbero dovuti effettivamente al covid (praticamente la metà dei decessi dovuti ogni anno all’influenza) mentre tutti gli altri italiani che hanno perso la vita avevano da una a cinque malattie che secondo l’Iss lasciavano loro poca speranza. Addirittura il 67,7% ne avrebbe avuto insieme più di tre malattie contemporanee, e il 18% almeno due insieme.
      La parte divertente del pezzo di Bechis, che chiama gran pasticcio, sebbene l’IIs sia la massima autorità sanitaria e non abbia nulla a che vedere con gli istrioni televisivi strapagati per dire fesserie, non sta in questo streap tease di un segreto di Pulcinella, quanto nel fatto che egli non ha il coraggio civile di dire le cose come stanno e accenna grottescamente a dubbi su queste cifre pur ammettendo di doversi piegare alla scienza. Egli infatti si chiede, “ma se le cose stanno così mi spiegate perché la scienza ha imposto tutto quello che abbiamo visto in questo anno e mezzo abbondante?” Viene proprio da ridere. Ma costui cosa che crede che sia la scienza, una specie di immacolata concezione da cui è bandito ogni interesse? E se adesso lui dubita della scienza perché prima azzannava chiunque dubitasse? Sarebbe bastato semplicemente ragionare sui dati e sui fatti senza sostenere che qualsiasi ragionamento era complottismo per evitare di cadere nel tranello e di trovarci in questa situazione. Anzi Bechis evita la domanda fondamentale: se questi sono i numeri reali come si spiega l’aumento di mortalità? Forse dovrebbe cominciare ad indagare su come sia stato proprio l’allarme covid e la conseguente caduta dell’assistenza sanitaria a provocare la strage. Ma immagino che lascerà perdere questo interrogativo.
      E cosa succederà quando Bechis e i suoi colleghi apprenderanno che la vaccinazione è completamente inutile perché non ferma il virus né impedisce i casi più gravi, anzi è pericolosa e danneggia il sistema immunitario delle persone? E che dunque il green pass è una misura del tutto gratuita? Si chiederà, ma perché la scienza ha imposto il vaccino? Ma non è stata affatto la scienza a farlo è stata Big Pharma con la decisiva complicità di poteri che hanno creato la narrazione pandemica per interessi politici. La scienza, quella vera dice tutt’altro, dice ad esempio ( e per bocca dello stesso Fauci tra l’altro) che occorre un decennio e non tre o quattro mesi per mettere a punto un vaccino sicuro, dice che le sperimentazioni sui preparati a mRna fatte in passato sono fallite causando gravi danni agli animali da laboratorio, dice che la proteina spike, che le cellule umane vengono indotte a produrre, si diffonde in tutto l’organismo ed è una tossina che finisce per danneggiare l’apparato circolatorio, dice che l’immunità naturale è molto superiore a quella breve e inefficace prodotta dai vaccini, mentre la scienza statistica ci dice che la vaccinazione entro i 30 anni è una pura follia. In realtà tutta la narrazione pandemica è frutto di due cose: i dati sballati di cui ora Bechis prende visione e una sottrazione di informazione poiché ogni notizia che non fosse in linea veniva considerata disinformazione e naturalmente frutto di malvagio complottismo.
      Ora mi chiedo perché Bechis e i suoi colleghi abbiano volontariamente deciso di non ragionare e di considerare qualsiasi argomentazione logica, razionale o basata sull’evidenza e qualsiasi dato come frutto di negazionismo. Cos’era amore incondizionato per una scienza che per la maggior parte dei giornalisti costituisce un assoluto mistero o amore per la carriera, la visibilità, lo stipendio e quant’altro? Ai posteri l’ardua sentenza sul periodo più orribile e che l’informazione abbia mai vissuto.”.

      Tutte cose ben spiegate nelle audizioni davanti alla Commissione Affari costituzionali del Senato da illustri professionisti e non da poracci come Jerome B. o Anail; ma ovviamente, liquame più, liquame meno che non apre nessuno, non credo per te faccia la differenza ……………………………

      "Mi piace"

  4. Sembranmi minchiate. E’ chiaro che sull’onda del casino le cose, inclusi i conti, si fanno in maniera diversa che nelle fasi successive? E’ chiaro che – come nel caso emblematico: Powell – “motus in finis velocior”?

    "Mi piace"

    • Quali sarebbero le minchiate? Hanno sempre detto che i fragili con 3/4/5 patologie schiattavano prima, e quindi?
      Perché dovevano schiattare di covid e non per le 3/4/5 patologie.
      Non capisco l’apporto del rapporto.

      Piace a 2 people

  5. Giuro che è l’articolo più stupido che abbia mai letto.
    In pratica, il nostro prode scopritore di acqua calda, ha scoperto solo ora che il covid ammazza soprattutto quelli che non sono al 100% della salute, come la quasi totalità degli anziani. WOW che notizia bomba!

    Poi dice che l’iss avrebbe affermato che comunque sarebbero morti “poco” dopo.
    Cosa intende esattamente per “poco”?
    Qualche minuto?
    Qualche ora?
    Qualche giorno?
    O forse qualche anno, in media, come da manuale dello scopritore d’acqua calda?

    Piace a 2 people

    • E’ semplicemente la versione allungata e aggiornata del vecchio “morti di, a, da, in, con, su, per, tra, fra covid”.
      Non che non sia vero, è solo che dal punto di vista dell’impatto economico-sanitario la questione è quasi irrilevante: come ho già ricordato sopra, con tutto il rispetto per le vittime (ritengo sia logico considerare tali anche quelle a cui la vita è stata accorciata anche solo di qualche istante, posto che solo il Padreterno può sapere quanto ancora potrà campare anche la persona più conciata) la mortalità è davvero l’ultimo dei problemi causati dal covid. Il problema principale erano gli ospedali intasati e il fatto che per sgravarli si sia dovuto ricorrere a misure drastiche come chiusure e lockdown, e sfido qualunque mammifero a sostenere il contrario.

      Ribadisco che se la mortalità di questa malattia, che fin da subito è apparsa percentualmente molto bassa (senza alcun tipo di contromisura, a memoria, si attestava intorno al 5%), dunque se il tasso di mortalità fosse stato dello zero percento, ovvero con gli identici sintomi e decorso ma senza mai l’esito fatale, il problema sarebbe stato pressoché identico, sempre dal punto di vista economico-sanitario (da quello emotivo sarebbe stato certamente diverso).

      Piace a 1 persona

  6. Che cazzo vuol contraddire?
    OK, uno con la pressione alta o col diabete se prende il covid è più a rischio di morte, ma si può vivere 20-30-40 anni con il diabete e l’ipertensione e se uno si prende il covid e muore, la causa è il covid! Revisionismo della minchia.

    Piace a 1 persona

      • Credo che l’eloquio fluisca *dopo* l’esercizio del ditino. Certo, chiamarlo “eloquio”… eh?

        Ovvia, quanto al ditino, chiama Cagliostro e fatti dire quale moccolo o motto di scherno potrebbe suggerirti dopo aver visto, e soprattutto sentito! tale eloquio. Sentirne la spocchia e la vanita’, suggerendo una disposizione mentale, piu’ che un eloquio, detta a Napoli “parlar ponendo bocca a sfintere anale di passeraceo”.

        Forse Zio Girino puo’ dirci se questa locuzione appare, o possiede un corrispondente, anche in Girinia.

        "Mi piace"

  7. Se non fosse perfettamente inutile vorremmo chiedere al Pajasso cosa ne pensa degli interventi degli illustri professori davanti all’ultima Commissione Affari costituzionali del Senato, nei quali viene smontata pezzettino per pezzettino tutta la puttanata pandemica: liquame di quart’ordine? Forse dovevano salvare qualche gatta incinta per risultare inattendibili agli occhi del drogato malato di fic4? O alzare il ditino per ambire a solcare il red carpet veneziano? SFIG4T0 DI UN COJONE!!!!

    "Mi piace"

  8. A proposito, io malato di fica non sono perche’… insomma, forse ci sono i bambini, non vorrei esplicitare, ma, succintamente, la suddetta si tiene a debita distanza dai miei epitelii. Per dirti, io vorrei… ma no. Proprio no.

    "Mi piace"

    • E me lo potevi dire che vieni qui a perculare, maddai! Bella tipo, ma lo sai che c’ero cascato?

      Ammazzate che zozzo ‘nfatato che sei, me fai taglia’, troppo forte. Vabbe’ che per Meluzzi c’ho la fissa; se lo mettevi prima te sgamavo pure ‘na cifra prima.

      Bella frate’, a che baretto vai?

      "Mi piace"

      • I Tuo slang mi dice che tu sei Uno che la sa LungaaaaaaaA… con un invidiaBBole capacità di analisi, altro che il complessato che mi sembravi all’inizio…continua così fratellì.

        "Mi piace"